In questa guida vedremo come installare Nemo e soprattutto come impostarlo come file manager predefinito in Ubuntu Linux.

Nemo in Ubuntu Linux
Nemo è un il file manager di default per l’ambiente desktop Cinnamon sviluppato dal team Linux Mint. Fork di Nautilus 3.4, gli sviluppatori Linux Mint hanno cercato di riportare l’esperienza utente delle versioni precedenti del file manager di GNOME includendo alcune ottimizzazioni all’interfaccia grafica oltre ad inserire alcune utili funzionalità. In Nemo troviamo una barra di stato con tanto di barra d’avanzamento per aumentare o diminuire la grandezza delle icone, una barra laterale personalizzabile per accedere velocemente alle note directory preferite, utili anche i pulsanti nella barra degli strumenti per visualizzare i file per elenco, icone ecc. E’ possibile installare Nemo facilmente in Ubuntu  13.04, 13.10 e versioni successive  grazie all’arrivo di Cinnamon nei repository ufficiali Potremo quindi installare facilmente Nemo in Ubuntu Linux e impostarlo come file manager predefinito con estrema facilità ecco come fare:

Ricordo che la guida è valida solo per Ubuntu 13.04 e 13.10 e versioni successive e solo per Ubuntu e non derivate.

Installare Nemo in Ubuntu:

per installare Nemo File Manager basta digitare:

sudo apt-get install nemo

al termine dell’installazione potremo utilizzare sia Nemo che Nautilus, in alternativa possiamo impostare Nemo come file manager predefinito basta digitare da terminale:

xdg-mime default nemo.desktop inode/directory application/x-gnome-saved-search
gsettings set org.gnome.desktop.background show-desktop-icons false
gsettings set org.nemo.desktop show-desktop-icons true

e riavviamo.
Al riavvio avremo Nemo come file manager predefinito in Ubuntu con tanto di collegamenti nel desktop che possiamo comunque rimuovere.

Ripristinare Nautilus come File Manager di default in Ubuntu:

Per ripristinare Nautilus come file manager predefinito in Ubuntu basta digitare da terminale:

xdg-mime default nautilus*.desktop inode/directory application/x-gnome-saved-search
gsettings set org.nemo.desktop show-desktop-icons false
gsettings set org.gnome.desktop.background show-desktop-icons true

e riavviamo.
Per rimuovere il file manager Nemo basta digitare:

sudo apt-get remove nemo

Per maggiori informazioni su Nemo e Cinnamon consiglio di consultare il sito ufficiale del progetto.

  • che cosa buffa. io ho rimosso nemo su cinnamon sostituendolo con nautilus

    • TopoRuggente

      Il bello di Linux è proprio questo, che entro certi limiti fai quello che vuoi.

  • Guest

    Peccato che si porta dietro una marea di dipendenze, praticamente t’installa Cinnamon per intero…no grazie.

    • ge+

      installa solo il desktop di cinnamon e le traduzioni (circa 22 mb in tutto)

      Io ci ho rimpiazzato thunar, ma una buona alternativa potrebbe essere Marlin, se hanno risolto qualche bug

  • alex

    “Fork di Nautilus 3.4, gli sviluppatori Linux Mint hanno cercato di riportare l’esperienza utente delle versioni precedenti del file manager di GNOME ”

    solito discorso… buffo come nel mondo Linux per ogni cambaimento in un qualunque progetto ne nascano poi almeno altri tre che mirano a tornare indietro, perchè poi ognuno dei tre vuole tornare ad un “in dietro” diverso.

    • XfceEvangelist

      Ringrazia almeno che possiamo farlo perchè il concetto di libertà (soprattutto digitale) è di indubbia importanza. Pensa a quanto potrebbe essere migliore il file manager di Redmond OS se si fosse potuto forkare.
      A me Nautilus con l’interfaccia touch da bimbiminkia proprio non mi piace, benvenga Nemo e Linux Mint.

      • ge+

        concodo

      • alex

        Ma per carità, meglio così che il contrario. Solo che non conosco nemmeno un progetto in cui non avvenga.

        Io non sono uno sviluppatore, quindi magari dico una fesseria, ma magari lavorare per rendere direttamente Nautilus più direttamente configurabile in modo da usarlo nel modo che preferisci?

        • .theShort

          Il fatto è che da un paio d’anni a questa parte gli sviluppatori Gnome hanno preso il brutto vizio di imporre le loro scelte, rifiutandosi di ascoltare le richieste degli utenti…

          • Robertox

            Anche quelli di Ubuntu soffrono dello stesso vizio.

          • leej

            non è un vizio ma una necessità: se gli sviluppatori di gnome dovessero ascoltare tutte le migliaia di opinioni, tutte diverse, di altrettante teste, non combinerebbero nulla.

          • .theShort

            Non lo metto in dubbio, però Gnome 2 era molto più configurabile di Gnome 3. Non dico che gli sviluppatori debbano esaudire le richieste di ogni singolo, sarebbe una mossa suicida, ma attualmente nemmeno danno attenzione a quanto propongono le masse. E dico dare attenzione e non esaudire!
            Comunque la mia era una risposta alla domanda di alex: rendere più configurabile nautilus in modo da usarlo nel modo che più si preferisce, non è possibile per il semplice fatto che i suoi sviluppatori hanno deciso che nautilus deve essere in quel modo. Se ad un utente non piace al 100%, allora il mondo open source gli fornisce anche una alternativa parallela che più si avvicina ai suoi gusti.

          • Robertox

            Se vuoi un file manager personalizzabile, attualmente dolphin è la migliore alternativa. Nemo e Nautilus offrono pochissimo e sono inutilizzabili entrambi, quindi il problema non è solo degli sviluppatori di gnome, ma anche di quelli di cinnamon. Aggiungo che anche il nuovo pantheon-files non è niente di che, ed anche thunar andrebbe aggiornato, …Kde sta soppiantando tutti, e meglio che si diano una mossa.

          • pi3tr0

            per come uso io il filemanager nemo attualmente è + simile a dolphin che a nautilus (nemo 2.08 / nautilus 3.12)

      • Robertox

        Anche Nemo ha la stessa interfaccia touch da bimbiminkia, con qualche pulsante in più da pigiare. Ma mi piace leggere come per molti sia così facile “bollare” un prodotto come mer.. insignificante, rispetto alla concorrenza sulla base di differenze così irrisorie.

        • XfceEvangelist

          Scusami, ma Nemo e Nautilus hanno due interfacce abbastanza diverse. Nemo infatti è nato proprio dal rifiuto di cosa il team Gnome sta facendo (touch style).
          Sei sicuro che non confondi Nemo con qualche altra schifezza Gnome SpA ?

          • Robertox

            A me non sembrano tanto diversi, almeno rispetto a dolphin

          • alex

            Dolphin non fa testo, il termine configurabile è troppo limitativo nel suo caso. Praticamente non c’è nulla di fisso! ne nell’aspetto ne nel comportamento.

            Nautilus diventa usabile dopo l’aggiunta di qualche estensione, ma tutto Gnome è così.

        • pi3tr0

          le vedi le iconcine in basso a sx di nemo?
          attivano la modalità ad albero rimossa da nautilus

          questa funzione da sola mi ha fatto cambiare prima verso nemo e poi verso linux mint

          poi ci sono tante altre piccole migliorie introdotte ad ogni versione, ovvio che se uno non ne sente la mancanza continua a usare nautilus con soddisfazione

    • Max Franco

      è il bello della libertà del codice libero 😀

    • Simone Picciau

      L’importante è che ci sia varietà e possibilità di scelta, per quanto mi riguarda nautilus è perfetto, senza fronzoli inutili, fa tutto quello che serve

    • pi3tr0

      dovresti chiederti come mai gnome 3 è il software + forkato di tutti i tempi, il resto è fuffa

  • fedefigo92

    Grazie mille poi provo perchè in ubuntu 13.10 nautilus è lentissimo apro scaricati e ci impiega 20secondi a mettermi in ordine i file

No more articles