E’ disponibile la nuova versione 3.8.0 di ExMplayer player multimediale in grado di offrire un’ottimo supporto per la riproduzione di video in 3D.

ExMplayer 3.8.0 in Ubuntu Linux
ExMplayer è un completo player multimediale open source che ci consente di riprodurre al meglio i più diffusi formati di file audio e video presenti sul nostro pc oppure online. L’idea del progetto ExMplayer è quella di offrire player basato su MPlayer con numerose funzionalità aggiuntive e soprattutto un’ottimo supporto per la riproduzione e gestione dei video in 3D anche in alta definizione. Tra le principali caratteristiche di ExMplayer troviamo una barra d’avanzamento con le anteprime dei video, il tool “Media Clutter” ci consente di “tagliare” facilmente i nostri file video e audio, presente anche un’equalizzatore multi-banda e molto altro ancora. Dal gruppo di sviluppatori di ExMplayer arriva la nuova nuova versione 3.8.0 aggiornamento che aggiunge il supporto per Opensubtitles che ci consente di effettuare ricerche e download dei sottotitoli dei nostri video preferiti.

Basta accedere al menu nella sezione “Subtitles” per poter avviare una nuova finestra di dialogo che ci consente di effettuare ricerche mirate nel portale Opensubtitles.org, interessante anche la possibilità di poter visualizzare più sottotitoli durante la riproduzione del vide.
ExMplayer 3.8 aggiunge la nuova interfaccia “mini” la quale include solo strumenti basilari del player come apri file, play, pausa e stop ottima per ambienti desktop minimali ecc. I developer ExMplayer hanno migliorato anche il supporto per Ubuntu e derivate grazie ai nuovi PPA dedicati.

ExMplayer - Preferenze

Per installare ExMplayer in Ubuntu e derivate:

sudo add-apt-repository ppa:exmplayer-dev/exmplayer 
sudo apt-get update 
sudo apt-get install exmplayer

ExMplayer è disponibile anche per Arch Linux e derivate grazie ad AUR, inoltre possiamo installare il player anche in Microsoft Windows scaricando l’installer da questa pagina.

Per rimuovere ExMplayer in ubuntu e derivate:

sudo add-apt-repository -r ppa:exmplayer-dev/exmplayer 
sudo apt-get remove exmplayer

Home ExMplayer

  • andreazube

    Bell’articolo,complimenti twentyone 🙂

    • Twentyone

      grazie 😀

  • jk

    devo dire che arch con puro systemd è straveloce nel boot e il shutdown è praticamente immediato.
    solo che è una palla installarla con le nuove iso su bios EFI..

    • Twentyone

      concordo, se poi acceleri il boot con e4rat diventa impressionante

      • TopoRuggente

        Ieri sera ho installato e4rat (systemd era già configurato).

        Devo confermare, ma ho l’impressione che il boot ora sia più rapido del resume da ibernazione !!!!

        • Twentyone

          io ho dimezzato i tempi di boot da spegnimento completo. da 23 a 11 secondi..

          • Attenzione, systemd-analize non mette i tempi di avvio di tutto il sistema, ma solo dei suoi servizi. Ad esempio usando KDE è molto probabile che sarai sceso da 23 a 16/17, che comunque per aver solo cambiato init system sono superlativi. 😀
            Con Gnome 3 si parla di un ulteriore secondo guadagnato circa.

            Ovviamente se hai usato bootchart non lo so, potrebbe essere diverso.

          • andreazube

            commento inutile

          • TopoRuggente

            Non ho misurato con precisione.
            Solo un impressione, 2 o 3 boot per controllare se e4rat andava bene (… e godermi la velocità), boi metto il sistema in ibernazione per andare a nanna.
            Ricordandomi che dovevo mandare una mail, lo riaccendo … nella mia mente è comparso un “…e allora ci diamo una mossa?”

    • TopoRuggente

      La prima volta appare un po’ incasinato, ma fidati che già alla seconda non risulta così difficile.

      Ironicamente io con EFI ho cannato l’installazione due volte, col nuovo metodo mai.

      • jk

        ma io non la vorrei una seconda volta 😉
        no, è andata bene, solo che già devi perdere mezz’ora nelle guide per farti una liveusb che sia bootabile con UEFI..
        francamente l’installer di ubuntu è venerabilissimo 🙂

        però domani mi arriva un ASUS x54c con ubuntu preinstallato e certificato: aggiornare a ubuntu 12.04? installare kubuntu 12.10?
        o darci di arch con kde?
        per il momento penso a trovar modo di disinstallare bene gnomeunity, di aggiornare alla 12.10 quando è stabile, e di installare kde.

        • TopoRuggente

          Io l’ho installata più volte
          1) Sul mio notebook (modello “il mio tesssooorooo”)
          2) Zappato Win dal desktop (arch + wine gestiscono the Sims 3 alla grande)
          3) Figlia piccola (4 anni) con Xubuntu …. passata a “X”-arch
          4) Figlia “grande” (8 anni) gelosa del look di linux mi ha chiesto di sostituire Win7.

          Resiste solo la moglie ora con Win 7, ma cadrà pure lei.
          “Resistance is futile, you will be assimilated”.

  • cioma3

    Sintetico ed efficace come sempre 😀
    domanda: la configurazione di FONT e hostname posso anche lasciarle vuote?

    • Twentyone

      font si, hostname non saprei dirti su systemd, con initscript l’avevo lasciato vuoto e avevo dei problemi… ti consiglio di determinarlo, anche solo per sicurezza..

      • cioma3

        Ok, grazie.
        Domanda che potrà sembrare stupida: è possibile che la mia Bridge abbia fatto tutto da sola? lo chiedo perchè da qualche giorno a questa parte all’avvio mi avvisa che il rc.conf is deprecated…. insieme a un altro che ora non ricordo….

        • Twentyone

          dubito fortemente. ti avvisa che init è ormai deprecato e si consiglia di passare a systemd. In ogni caso basta che digiti “systemctl suspend”. se va in stand-by hai systemd, altrimenti solo initscripts

  • Finalmente l’articolo:) semplice ed immediato:) ormai uso systemd da un po’ ed è fantasticherrimo:) velocissimo nel boot e nello spegnimento:)

  • Caro il mio twentyone (sono wine) hai cannato. lol
    Qui: “mentre distro come Archlinux mantengono initscripts pur offrendo la possibilità di una migrazione a systemd.”

    Arch non è diversa dalle altre. Dovrà passare a systemd. Tutto il caos degli ultimi mesi (tolta la rimozione di AIF) serve proprio a questo. 😀

    Per essere precisi, il passaggio a systemd è dovuto allo gnomo dall’ashella puzzolente. 🙂

    • Twentyone

      non è ancora passata, questo intendevo 😀

    • TopoRuggente

      Veramente gnome-shell e systemd hanno poco a che fare.

      Systemd è stato scritto per ragioni assolutamente non collegate a Gnome-Shell.

      Systemd è stato proposto come dipendenza a Gnome-shell 3.2 (Poettering lavora per Red Hat ed è anche l’autore di pulseaudio quindi è ben visto in Gnome), ma ancora non è stato fatto nulla, manca ancora tanto codice da correggere (e onestamente in Gnome c’è poca voglia di legare indissolubilmente Gnome-Shell a systemd)

      Principalmente systemd sta sostituendo init per
      1) Velocità sfrutta meglio la paralelizzazione
      2) Sicurezza risolve l’annoso problema del double forking di System V init.

      Alcune distribuzioni come Debian (perchè systemd gira solo su kernel linux) e Slackware (perchè l’init BSD funziona alla grande) difficilmente faranno questo passo tanto presto

      • Anche gentoo non farà questo passo (usano anche loro il kernel freebsd).

        In realtà gnome si legherà sempre più a systemd, proprio per via di Gnome OS.
        Al momento in gnome-unstable, gnome-shell + initscripts da problemi che NON si presentano su gnome-shell + systemd.
        Anche sulla stessa macchina.

        Anzi, se non erro già con la 3.4 si avevano alcuni problemi, se non erro se usavi initscripts e provavi a configurare la rete via web il metodo non funzionava.
        Ciò ha richiesto anche alcune patch.

  • robytrevi

    Il pacchetto da installare per systemd-sysvcompat si chiama proprio systemd-sysvcompat e non solo sysvcompat come scritto nell’articolo. Però il tutto non mi avvia gdm in automatico e se cerco di caricare il modulo gdm con systemctl non trova nulla. Sto cercando in rete una soluzione. Una era di installare initscript-systemd che però fa rimuovere systemd-sysvcompat e non ha cambiato la situazione.

    • Twentyone

      grazie della segnalazione, ho fixato.
      Per gdm non saprei dirti, dovrebbe essere sufficiente “systemctl enable gdm.service”.
      Oppure prova a verificare se il nome del service è proprio gdm con “pacman -Ql gdm | grep service”

      • TopoRuggente

        Forse avevi una versione più vecchia della 3.4.1-3.

        Probabilmente una vesione che non conteneva il .service

    • robytrevi

      Tutto sistemato reinstallndo il pacchtto gdm e ripetendo l’impostazione del demone gdm.service

  • Sto pensando seriamente di passare a systemd…dopo tanto tempo è giunto il momento!!

  • cioma3

    Ovviamente mi sono imballato….. mi copiate la riga del grub2 dove copiare init=/bin/systemd? grazie 😀

    • Twentyone

      una cosa del genere :
      legacy_kernel ‘/vmlinuz-linux’ ‘/vmlinuz-linux’ ‘root=/dev/sda2’ ‘ro’

      • cioma3

        ciao
        “penso” di avere grub2 ma i parametri tutti così
        menuentry ‘Arch GNU/Linux, con Linux ck kernel’ –class arch –class gnu-linux –class gnu –class os $menuentry_id_option ‘gnulinux-ck kernel-true-25ea4bd8-2695-4249-bed5-17d743a711d9′ {
        load_video
        set gfxpayload=keep
        insmod gzio
        insmod part_msdos
        insmod ext2
        set root=’hd0,msdos2’
        if [ x$feature_platform_search_hint = xy ]; then
        search –no-floppy –fs-uuid –set=root –hint-bios=hd0,msdos2 –hint-efi=hd0,msdos2 –hint-baremetal=ahci0,msdos2 25ea4bd8-2695-4249-bed5-17d743a711d9
        else
        search –no-floppy –fs-uuid –set=root 25ea4bd8-2695-4249-bed5-17d743a711d9
        fi
        echo ‘Caricamento Linux ck kernel…’
        linux /boot/vmlinuz-linux-ck root=UUID=25ea4bd8-2695-4249-bed5-17d743a711d9 ro quiet
        echo ‘Caricamento ramdisk iniziale…’
        initrd /boot/initramfs-linux-ck.img

        • Twentyone

          credo, e sottolineo il credo, tu debba aggiungerlo in fondo alla riga
          “linux /boot/vmlinuz-linux-ck root=UUID=25ea4bd8-2695-4249-bed5-17d743a711d9 ro quiet”
          ma sinceramente non ho mai visto una cosa simile..

          • robytrevi

            Confermo, la linea è quella. Probabilmente ha grub non gestito da arch.

          • cioma3

            a dire il vero è una bridge-xfce a cui ho tolto xfce e messo cinnamon
            comunque ho solo arch sul pc…..:D

          • cioma3

            ah, vabbè è il mio /boot/grub/grub.cfg…..
            cmq mi da errori perchè non trova un certo starxxfce4
            a dire il vero avevo xfce ma l’ho tolto e installato cinnamon…. vabbè ciccia, rifarò un installazione pulita alla prima occasione e riproverò
            grazie e tutti 😀

        • TopoRuggente

          Da
          linux /boot/vmlinuz-linux-ck root=UUID=25ea4bd8-2695-4249-bed5-17d743a711d9 ro quiet
          a
          linux /boot/vmlinuz-linux-ck root=UUID=25ea4bd8-2695-4249-bed5-17d743a711d9 init=/bin/systemd ro quiet

      • cioma3

        bo? sparita la risposta….cmq nel file non compare nemmeno la parola legacy o wmlinuz, quindi sono daccapo

  • Jay Baren (AB)

    Ok, migrazione effettuata con successo. Ho avuto anche io il problema del gdm è ho risolto come spiegato da robytrevi. Grazie ragazzi per le vostre guida 🙂

  • Dario Grillo

    Ho due domande da porre, la prima è possibile installare systemd durante l’installazione di arch linux? ho sentito dire che arch linux doveva passare a systemd di default entro settembre, siamo ottobre e ancora arch linux propone initscript, la mia seconda domanda è arch linux rimpiazzerà mai initscript con systemd oppure lascerà la possibilità di scegliere??

    • systemd è già presente di default nell’installer di arch linux
      e rimarrà tale almeno per ora

      • Dario Grillo

        quindi questo passaggio riguarda solo i vecchi utenti di arch, non lo sapevo, di solito uso archboot per l’installazione

        • Gyrvim

          systemd è presente nell’iso ma non lo si installa di default con il base group. Devi dichiararlo durante la funzione “pacstrap /mnt nomepacchetto”

          • Assolutamente no.
            Systemd è presente in base perchè upstream systemd ha subito il merging con systemd, quindi ora sono un tutt’uno.
            è quasi scontato che in futuro passeranno a systemd e molleranno initscript.
            In questo periodo hanno problemi con Gnome 3.6 proprio per questo, RICHIEDE lo sfruttamento di systemd.

          • Gyrvim

            Systemd non è nel gruppo base, attualmente prevede di default initscript. Del resto basta notare lo
            stesso sito di archlinux. Lista base group:
            hxxp://archlinux.org/groups/x86_64/base/ e in particolare il pacchetto systemd: hxxp://www.archlinux.org/packages/testing/x86_64/systemd/ Come puoi notare non è dichiarato nel base group in nessuna lista; che poi sia diventato
            una vitale dipendenza per via dei systemd-tools è un altro discorso.

          • Gyrvim

            archlinux.org/groups/x86_64/base/
            archlinux.org/packages/testing/x86_64/systemd/

            (PS: aggiungi www.)

          • Gyrvim

            Il sito taglia i link, ma comunque se impugni il pkgbuild di systemd, noti senza problemi che non è dichiarata la sua presenza nel base group.

          • Hai ragione, non è nel gruppo base, ma lo trovi già installato.
            Ad esempio device-mapper richiede udev, che come saprai non è nel repo, quindi viene installato un pacchetto che lo fornisce.
            archlinux.org/packages/core/i686/device-mapper/

          • ho installato proprio ieri sera arch da 0
            e senza alcuna operarazione particolare si installa systemd di default te lo posso confermare

  • non ce nulla per ubuntu (12.04) ?

    • dddd

      si, passa ad arch linux

  • Io ho il problema dell’orologio 2 ore indietro, ho provato a fare come in guida ma non mi risolve il problema cosa posso fare?

    • Gianluca

      a me andava 40 anni indietro sic! ho risolto con “systemctl enable ntpd.service” e togliendo /etc/adjtime (tanto non ho il dual boot)

  • Alex

    ciao inanzitutto grazie di avermi fatto conoscere Arch
    volevo chiederti dove devo aggiungere di preciso “init=/bin/systemd”
    questo è il mio grub

    ## DO NOT EDIT THIS FILE## It is automatically generated by grub-mkconfig using templates# from /etc/grub.d and settings from /etc/default/grub#
    ### BEGIN /etc/grub.d/00_header ###insmod part_gptinsmod part_msdosif [ -s $prefix/grubenv ]; then load_envfiset default=”0″
    if [ x”${feature_menuentry_id}” = xy ]; then menuentry_id_option=”–id”else menuentry_id_option=””fi
    export menuentry_id_option
    if [ “${prev_saved_entry}” ]; then set saved_entry=”${prev_saved_entry}” save_env saved_entry set prev_saved_entry= save_env prev_saved_entry set boot_once=truefi
    function savedefault { if [ -z “${boot_once}” ]; then saved_entry=”${chosen}” save_env saved_entry fi}
    function load_video { if [ x$feature_all_video_module = xy ]; then insmod all_video else insmod efi_gop insmod efi_uga insmod ieee1275_fb insmod vbe insmod vga insmod video_bochs insmod video_cirrus fi}
    if [ x$feature_default_font_path = xy ] ; then font=unicodeelseinsmod part_msdosinsmod ext2set root=’hd0,msdos3’if [ x$feature_platform_search_hint = xy ]; then search –no-floppy –fs-uuid –set=root –hint-bios=hd0,msdos3 –hint-efi=hd0,msdos3 –hint-baremetal=ahci0,msdos3 2717a2a9-509f-4ffb-ad9e-ccaed452ab61else search –no-floppy –fs-uuid –set=root 2717a2a9-509f-4ffb-ad9e-ccaed452ab61fi font=”/usr/share/grub/unicode.pf2″fi
    if loadfont $font ; then set gfxmode=auto load_video insmod gfxterm set locale_dir=$prefix/locale set lang=it_IT insmod gettextfiterminal_input consoleterminal_output gfxtermset timeout=5### END /etc/grub.d/00_header ###
    ### BEGIN /etc/grub.d/10_linux ###menuentry ‘Arch GNU/Linux, con Linux ck kernel’ –class arch –class gnu-linux –class gnu –class os $menuentry_id_option ‘gnulinux-ck kernel-true-2717a2a9-509f-4ffb-ad9e-ccaed452ab61′ { load_video set gfxpayload=keep insmod gzio insmod part_msdos insmod ext2 set root=’hd0,msdos1’ if [ x$feature_platform_search_hint = xy ]; then search –no-floppy –fs-uuid –set=root –hint-bios=hd0,msdos1 –hint-efi=hd0,msdos1 –hint-baremetal=ahci0,msdos1 f3f27328-1e42-49d7-892a-b5a18947fd91 else search –no-floppy –fs-uuid –set=root f3f27328-1e42-49d7-892a-b5a18947fd91 fi echo ‘Caricamento Linux ck kernel…’ linux /vmlinuz-linux-ck root=UUID=2717a2a9-509f-4ffb-ad9e-ccaed452ab61 ro quiet echo ‘Caricamento ramdisk iniziale…’ initrd /initramfs-linux-ck.img}menuentry ‘Arch GNU/Linux, with Linux ck kernel (Fallback initramfs)’ –class arch –class gnu-linux –class gnu –class os $menuentry_id_option ‘gnulinux-ck kernel-fallback-2717a2a9-509f-4ffb-ad9e-ccaed452ab61′ { load_video set gfxpayload=keep insmod gzio insmod part_msdos insmod ext2 set root=’hd0,msdos1’ if [ x$feature_platform_search_hint = xy ]; then search –no-floppy –fs-uuid –set=root –hint-bios=hd0,msdos1 –hint-efi=hd0,msdos1 –hint-baremetal=ahci0,msdos1 f3f27328-1e42-49d7-892a-b5a18947fd91 else search –no-floppy –fs-uuid –set=root f3f27328-1e42-49d7-892a-b5a18947fd91 fi echo ‘Caricamento Linux ck kernel…’ linux /vmlinuz-linux-ck root=UUID=2717a2a9-509f-4ffb-ad9e-ccaed452ab61 ro quiet echo ‘Caricamento ramdisk iniziale…’ initrd /initramfs-linux-ck-fallback.img}menuentry ‘Arch GNU/Linux, con Linux core repo kernel’ –class arch –class gnu-linux –class gnu –class os $menuentry_id_option ‘gnulinux-core repo kernel-true-2717a2a9-509f-4ffb-ad9e-ccaed452ab61′ { load_video set gfxpayload=keep insmod gzio insmod part_msdos insmod ext2 set root=’hd0,msdos1’ if [ x$feature_platform_search_hint = xy ]; then search –no-floppy –fs-uuid –set=root –hint-bios=hd0,msdos1 –hint-efi=hd0,msdos1 –hint-baremetal=ahci0,msdos1 f3f27328-1e42-49d7-892a-b5a18947fd91 else search –no-floppy –fs-uuid –set=root f3f27328-1e42-49d7-892a-b5a18947fd91 fi echo ‘Caricamento Linux core repo kernel…’ linux /vmlinuz-linux root=UUID=2717a2a9-509f-4ffb-ad9e-ccaed452ab61 ro quiet echo ‘Caricamento ramdisk iniziale…’ initrd /initramfs-linux.img}menuentry ‘Arch GNU/Linux, with Linux core repo kernel (Fallback initramfs)’ –class arch –class gnu-linux –class gnu –class os $menuentry_id_option ‘gnulinux-core repo kernel-fallback-2717a2a9-509f-4ffb-ad9e-ccaed452ab61′ { load_video set gfxpayload=keep insmod gzio insmod part_msdos insmod ext2 set root=’hd0,msdos1’ if [ x$feature_platform_search_hint = xy ]; then search –no-floppy –fs-uuid –set=root –hint-bios=hd0,msdos1 –hint-efi=hd0,msdos1 –hint-baremetal=ahci0,msdos1 f3f27328-1e42-49d7-892a-b5a18947fd91 else search –no-floppy –fs-uuid –set=root f3f27328-1e42-49d7-892a-b5a18947fd91 fi echo ‘Caricamento Linux core repo kernel…’ linux /vmlinuz-linux root=UUID=2717a2a9-509f-4ffb-ad9e-ccaed452ab61 ro quiet echo ‘Caricamento ramdisk iniziale…’ initrd /initramfs-linux-fallback.img}
    ### END /etc/grub.d/10_linux ###
    ### BEGIN /etc/grub.d/20_linux_xen ###### END /etc/grub.d/20_linux_xen ###
    ### BEGIN /etc/grub.d/20_memtest86+ ###### END /etc/grub.d/20_memtest86+ ###
    ### BEGIN /etc/grub.d/30_os-prober ###### END /etc/grub.d/30_os-prober ###
    ### BEGIN /etc/grub.d/40_custom #### This file provides an easy way to add custom menu entries. Simply type the# menu entries you want to add after this comment. Be careful not to change# the ‘exec tail’ line above.### END /etc/grub.d/40_custom ###
    ### BEGIN /etc/grub.d/41_custom ###if [ -f ${config_directory}/custom.cfg ]; then source ${config_directory}/custom.cfgelif [ -z “${config_directory}” -a -f $prefix/custom.cfg ]; then source $prefix/custom.cfg;fi### END /etc/grub.d/41_custom ###
    e dopo devo togliere “init dallo stesso posto ?grazie e scusa ma sono proprio indietrociao Alex

    • alex

      scusate non avevo visto che era già tutto spiegato
      installazione completata ciao e grazie

  • Salvatore Scialo’

    io non ho grub2 installato ma grub come aggiungere init=/bin/systemd ?

  • Ferik

    Io ho dovuto abilitare (facilissimo) anche il login grafico altrimenti non parte:

    systemctl enable lxdm.service

    ps: non è grave, basta loggarsi (su schermata nera) e digitare startx o startxfce4

    ciao 🙂

  • Camillo

    Davvero ottima guida! Ma mi rimane solo un dubbio: leggendo sul wiki ufficiale
    https://wiki.archlinux.org/index.php/Systemd_%28Italiano%29
    mi sembra di capire che potrò fare a meno dei demoni syslog-ng e crond…ho capito bene? Posso evitare di caricarli senza problemi?
    Grazie!

    • si non serve avviare quei demoni
      io su arch kde ho avviato solo i demoni per kdm e NetworkManager e basta

      • Camillo

        Grazie ferramroberto! Quindi neanche dbus serve più?
        Io avvierò quindi soltanto i demoni kdm, ufw, cupsd, NetworkManager e ntpd…

  • mapkino

    Ottima guida !!
    Il passaggio a systemd é stato indolore.
    Ho guadagnato 8 secondi di tempo al boot mentre lo spegnimento é quasi immediato.
    Ne é valsa la pena, grazie.

  • mikronimo

    Ok, mi sono deciso a fare il passaggio a systemd (ho grub 1 su bridge kde con kernel ck), ma leggendo la guida, in etc/default non trovo il file /cartella “grub”, che trovo in /boot/grub (immagino sia lo stesso), nel quale ci sono i vari file tra cui menu.lst e dentro la riga del kernel ck c’è infatti una voce quiet; devo modificare questa come descritto (cioè togliendo “quiet” e mettendo “init=/bin/systemd”? Oppure cosa altro dovrei fare?

  • Grazie per il lavoro!!!

  • Roberto Galli

    Guida davvero facile anche per inesperti. Una sola domanda:# systemctl enable nomemodulo.service. Nel file rc.conf mi ritrovo sotto la voce Daemons quanto segue:
    DAEMONS=(dbus networkmanager syslog-ng @alsa)

    Cosa dovrei scrivere al posto di nomemodulo.service. E’ necessario aggiungere altri DAEMONS, se si, quali sono importanti? Per aggiungerli devo sempre digitare dal terminale enable nomemodulo. service?
    Grazie.

    • solo networkmanager e il desktop manager gdm, slim ecc

      • Roberto Galli

        Scusa dell’insistenza ma sono alle prime armi.

        Nel terminale (non in root) devo scrivere:
        “systemctl enable networkmanager, gdm, slim”
        o qualcos’altro?

        • che ambiente desktop installi e quali desktop meneger hai che ti dico i comandi guisti

  • Fighi Blue

    ma su linux mint non si può avere systemd?

No more articles