I developer KDE hanno avviato il nuovo progetto Baloo un nuovo desktop semantico basato su Nepomuk ma più veloce, funzionale e soprattutto più leggero.

Baloo il nuovo desktop semantico per KDE
Tra le tante funzionalità incluse nel desktop environment KDE troviamo anche Nepomuk (Networked Environment for Personalized, Ontology-based Management of Unified Knowledge) il noto desktop semantico che consente principalmente di assegnare velocemente ad ogni file dei metadati che ne descrivano il contenuto, in maniera tale da migliorarne la catalogazione non più legata alla struttura del file system, ma legata al significato che si dà a quel determinato file. Tutto questo si consente di migliorare notevolmente le ricerche di file all’interno della nostra distribuzione o partizioni, memorie collegate. Negli ultimi anni gli sviluppatori KDE hanno lavorato notevolmente sul migliorare Nepomuk velocizzandolo e riducendone anche i consumi di risorse, questo fino all’arrivo del nuovo Baloo la nuova generazione di “desktop semantico” pronta a prendere il posto del buon vecchio Nepomuk.

Baloo è un nuovo progetto open source, basato su Nepomuk, che punta a migliorare notevolmente l’assegnazione dei vari metadati di ogni singolo file il tutto richiedendo pochissime risorse.
Il passaggio da Nepomuk a Baloo non dovrebbe portare alcun problemi agli utenti, stando agli sviluppatori il nuovo desktop semantico sarà portato a KF5 mantenendo lo stesso database della versione piattaforma KDE 4 e sarà completamente compatibile.

Molto probabilmente potremo già testare Baloo con l’arrivo della versione stabile di Plasma-Next il cui rilascio è previsto per il prossimo giugno.
Per maggiori informazioni su Baloo consiglio di consultare la pagina dedicata dal portale KDE.

  • “Baloo”? Nostalgici de “Il Libro della Giungla”? XD

  • SalvaJu29ro

    Baloo, Klyde..quanti progetti per Kde 😀

    • floriano

      nessuno di questi mi convince, kde si evolve e ogni volta adattare i codici di questi alle variazioni non mi sembra proprio banale….

  • ge+

    è la prima applicazione per kde che vedo che non ha una K nel nome, secondo me è questa la vera novità 😉

    • MisterX

      non mi sembra che dolphin presenti delle k .. 😛

  • floriano

    spero si possa disattivare con maggiore facilità di akonadi e nepomuk…..

    • Nnuntio

      Per disattivare Nepomuk basta spuntare una semplice casella, per stoppare akonadi bisogna aprire un file di configurazione e cambiare uno “yes” con un “no”, ma non è che sia qualcosa di trascendentale.

      Come potrebbero renderlo più facile da disattivare?

      • floriano

        basterebbe un singolo clic nel pannello di controllo per disattivarlo, inoltre molte applicazioni dipendono da esso e smettono di funzionare (non per niente uso thunderbird)

        • Nnuntio

          Per nepomuk è così. E per akonadi aprire un file di testo non è certo uno scoglio di difficoltà. Per quanto riguarda le applicazioni che dipendono esso non puoi farci niente, o usi alternative o usi akonadi.

          • floriano

            sono questi dettagli che rendono più semplice windows…..

          • eticre

            Sono riusciti a far dipendere kmail e dolphin dall’ accoppiata nepokakka e akokakka, in piu devi avere un database (mariadb/mysql) avviato sul pc.
            Quanti utenti hanno necessità di un de semantico?
            L’ idea è grande ed innovativa ma a chi serve?
            Non voglio neanche prendere in considerazione poi l’ idea che attraverso qualche operazione di marchetting, vedi ubuntu, il database sia reso accessibile ai vari faccialibro etc.

          • Nnuntio

            Dolphin non dipende ne da l’uno ne dall’altro. Io non uso nessuno dei due e non ho alcun problema, a parte con kmail(fortunatamente ci sono delle alternative), in quello sono d’accordo.

            Non ti servono, non usarli. Sono facilmente disattivabili e tutto il mondo riesce ad usare kde senza di loro.

            Per accessi a database e altre paranoie, è tutta roba open source, se non ti fidi guarda i sorgenti e/o disattivalo.

          • eticre

            Non li voglio disattivare, li voglio rimuovere, mi da fastidio il
            solo pensiero di aver installato qualcosa in grado di creare un database
            con quei dati.
            Mi piace avere un de “pulito”.
            Nepomukko è nelle dipendenze di dolphin senza non compila e non gira
            kmail non c’è neanche piu, è sparito in
            kdepim-qualcosa ovviamente non gira e non compila senza ako-puk-pim-soprano-virtuoso.
            La situazione di gnome è ancora peggio, il tracking è collegato pure al journal del filesystem.
            Il progetto desktop semantico è stato finanziato a suon di milioni di euro dalla ue, le domande che sorgono spontanee sono:
            perchè questa cosa interessa tanto ai politici?
            cosa gliene frega ai politici di indicizzare il mio hd?
            perchè questa cosa è “integrata” nel de?
            perchè non è opzionale?
            ti serve? la installi!
            non ti serve? non la installi!

          • dinoliv

            Io ogni sei mesi puntualmente mi riprometto di attivare nepomuk e akonadi. nepomuk lo killo perchè per giorni tiene il processore a palla, akonadi… non mi dice niente! non riesco a farmelo piacere. E, spesso, la sbattita di impostarlo per bene e maggiore del vantaggio di usarlo (senza contare alcuni bug vari). Cmq sono d’accordo: l’idea di akonadi mi piace un sacco. Se nepomuk occupasse meno risorse cmq lo userei…

  • Hombre Maledicto

    Altra novità: Aaron Seigo sta lavorando al successore di krunner:

    sprinter.

    • floriano

      boh? di solito disattivo pure questo…

      • Hombre Maledicto

        Krunner? Bè, va a gusti. Io mi sa che ti batto: niente nepomuk, akonadi, krunner e plasma. Sessione vuota, e servizi KDE ridotti all’osso. Non uso nemmeno dolphin da un po’ di tempo (sebbene dolphin sia ottimo), perchè faccio da tester per un altro FM. Ne faccio un uso un po’ atipico insomma, considerando anche che prediligo l’uso della tastiera e delle shortuct per controllare le applicazioni ed il desktop.

        • floriano

          niente plasma? di solito sul netbook disattivo anche gli effetti di plasma..

          • Hombre Maledicto

            Sto su BE::Shell, qualcosa di più minimale e KISS (che sfrutta sempre le librerie KDE). Ne ho parlato spesso, ed ho anche scritto delle guide (ormai obsolete, considerando gli aggiornamenti intercorsi) su questo blog.
            Non che plasma mi faccia schifo, al contrario. Ma mi trovo meglio qui. De gustibus.

          • floriano

            mmmm in questo beshell c’è quell’orrida doppia barra tipo gnome/mac che non so se si può disattivare, inoltre senza icone mi sembra scomodissimo…

          • Hombre Maledicto

            Su BE::Shell puoi disattivarle eccome. Hai il controllo assoluto sulla grafica e sul layout. Puoi gestire il numero di pannelli, la loro posizione, dimensione, comportamento (nascondimento automatico, sempre visibile, ecc…), le applet sono poche, ma estendibili tramite script/esecutabili. I temi sono gestiti tramite fogli di stile Qt, un meccanismo al contempo semplice e complesso IMO, difficile spiegare a parole. Ma resta il fatto che puoi costruire il desk che vuoi, se ne sei capace.
            Non a caso ha attirato principalmente dei customizer 😉

            La pecca però è che non è per newbies. Le configurazioni e la tematizzazione si fanno tramite file testuali (quasi totale assenza di GUI), e bisogna prenderci la mano. In genere, la sconsiglio a chi vuole qualcosa out-of-the-box.

          • Pinuccio

            Ciao Hombre su tuo consiglio ho scoperto sia Be::Shell che Bespin e li trovo 2 splendidi progetti.
            Trovo inoltre le tue creazioni bellissime, adoro quello stile.Potresti dirmi dove posso trovare delle guide aggiornate per installarli entrambi?Per diventare inoltre esperto nel tematizzare KDE quali linguaggi bisogna conoscere? Da quello che ho visto su deviant sembrerebbe C++ librerie QT e CSS mi confermi che è così?

          • Hombre Maledicto

            Ciao! Allora, per BE::Shell hai bisogno di una comprensione di CSS (CSS 2 per la precisione), guide in italiano purtroppo non ci sono, ma c’è sempre il wiki ufficiale(in inglese), e la pagina delle doc Qt sui fogli di stile.
            Se poi vuoi creare un tuo stile Qt o patchare uno esistente, si, ti conviene imparare Qt/C++. E’ un lavoro già più complesso, ma che ti permette maggiore libertà (es. potresti patchare bespin, con una buona conoscenza di C++, o meglio, una conoscenza abbastanza avanzata).

            Ti ringrazio del supporto, fa sempre piacere incontrare qualcuno che apprezza il proprio lavoro 🙂

            Per ulteriori domande mi trovi su G+ ( cerca “Hombre Maledicto”) o deviantart, come già saprai.

          • Pinuccio

            Grande Hombre grazie per il chiarimento e per tutto quello che fai, da quello che ho visto per pura passione. Per quanto riguarda i linguaggi di programmazione è OK tanto in ogni caso li dovrò studiare comunque perchè ho iniziato ingegneria informatica e se non li conosco, esami nella sfera informatica non ne faccio. In questo momento sono molto impegnato con Automatica, ma appena mi libererò inizierò mooolto gradualmente a occuparmi anche della tematizzazione. Al momento come avrai capito non conosco ancora alcun linguaggio(vengo dallo scientifico) ma in futuro quando anche io come te prenderò dimestichezza mi piacerebbe entrare nella tua gang e scrivere magari qualcosa insieme………
            Se non ti sto chiedendo troppo quando inizierò a muovere i primi timidi passi con la tematizzazione potrò chiederti delucidazioni in merito? Spero di non annoiarti con le mie domande da niubbo!

          • Pinuccio

            Scusa per il delay tutta colpa del Galaxy…..

          • Hombre Maledicto

            Hehehe, un collega ingegnere informatico eh? Io vengo da scienze sociali, da cui ho preso una pausa di quasi 6 anni! Quindi sta tranquillo: sei messo meglio di me!
            Per i linguaggi hai tempo: occorre solo pratica 😉
            Da me ci fanno fare C e Java (entrambi, ti aiutano nell’apprendimento del C++), spero anche da te qualcosa di simile. Ma comunque, un ingegnere dovrebbe poter comprendere e sfruttare la documentazione disponibile su temi tecnici.
            Certamente, puoi chiedermi qualsiasi cosa, ti risponderò non appena possibile 😉

          • Pinuccio

            Anche da me C++ e Java, tutto il resto lo devi studiare da solo, compresi i vari software professionali tipo photoshop illustrator maya……ecc. Per quanto riguarda la mia situazione anche io sono stato costretto a prendere una pausa dalla vita in seguito alla mia morte avvenuta il 10/07/08, successivamente diversi minuti dopo sono tornato indietro (il cuore ha ripreso a battere) per passare poi un periodo di 3 anni di coma……tutto questo per dire che sono stato messo peggio di te 🙂 !

          • Pinuccio

            Non appena finirò il lavoraccio ke sto facendo ti contatterò su deviant commentando i tuoi temi.Se lo vorrai potrò poi anche comunicarti il mio indirizzo mail…….ti ringrazio in anticipo per la tua gentilezza e disponibilità!!!

No more articles