Stanno per approdare diversi cambiamenti per Shotwell, il gestore delle immagini digitali di default in Ubuntu verrà sviluppato / mantenuto dal team elementary OS.

Shotwell in Ubuntu Linux
Shotwell è un’utile applicazione open source che ci consente di gestire, modificare e condividere le nostre immagini digitali con estrema facilità. Presente di default in molte distribuzioni Linux come ad esempio Ubuntu, Fedora, elementary OS attualmente Shotwell viene sviluppato dal team Yorba famoso anche per il nuovo client email Geary. Il team Yorba ha deciso di lavorare esclusivamente nello sviluppo di Geary abbandonando cosi Shotwell, applicazione open source che verrà mantenuta e sviluppata dal team elementary OS.
Il passaggio da Shotwell  da Yorba a elementary OS però sta portando diversi problemi dato che il software attualmente viene ospitato nei server / Git di Gnome, per evitare eventuali problemi con gli sviluppatori del “piedone” i developer elementary hanno deciso di avviare un nuovo fork denominato Pantheon Photos.

Pantheon Photos sarà quindi il nuovo Shotwell mantenuto e sviluppato dal team elementary OS, è probabile quindi che ben presto venga rivisitata l’interfaccia grafica dell’applicazione e resa più minimale e funzionale.
Gli sviluppatori elementaty OS potranno anche migliorare diverse funzionalità di Shotwell / Pantheon Photos riguardanti soprattutto la visualizzazione delle immagini (con un’avvio più veloce) in modo tale da poter utilizzare una sola applicazione per la visualizzazione e gestione / modifica delle immagini.
Lo sviluppo e mantenimento di Shotwell / Pantheon Photos è già iniziato, vi terremo aggiornati sulle novità che approderanno nei futuri aggiornamenti del software.

Home Shotwell   |    Pantheon Photos 

  • questa è una delle poche derivate di ubuntu che si impegna per dare un contributo alla comunità, mentre la maggiorparte prende software gia fatti e li integra in una distro

    • Quoto. Infatti Elementary OS mi sta piacendo moltissimo.
      Se non altro stanno dando prova di fare sul serio.

      • Luky

        Nonostante siano davvero pochi, il lavoro è sempre lento ma buono

        • Beh, meglio lento ma fatto bene. 😉

          • xfce ne è una prova, certo non sarà un DE perfetto, specialmente per quanto riguarda xfwm che è molto basilare ma attualmente è il DE che preferisco da quando gnome2 è morto e ora come ora non riuscirei più a tornare indietro infatti è questo il motivo per cui non uso mate

          • luX0r.reload

            Già! XFCE sarebbe il mio DE preferito se solo implementassero features quali exposè e hot corners.
            Sono cose delle quali non posso fare più a meno e ritengo che oggi dovrebbero essere implementate ed essere presenti di default in ogni DE che si rispetti, senza ricorrere a software esterni e/o portarsi dietro GB di dipendenze per installa un WM di altri DE.
            Speriamo nella prossima versione… nel frattempo rimango fedele ad eOS.

          • a me più che exposè interessa un task switcher (alt-tab) interagibile con il mouse come quello di windows 7 e mi sembra anche unity.
            exposè non mi piace perchè non si toglie da solo, ma rimane fino a che non scegli la finestra da aprire per questo preferisco il classico task switcher interagibile con mouse in stile windows 7.

            per gli hot corners non saprei, visto che è una funzione che non ho mai usato quindi non saprei se mi ci trovo bene o no.

            io attualmente con xfce e compton come window manager mi trovo benissimo

          • Simone Picciau

            Io vorrei invece vedere una ricerca integrata in thunar come quella di nautilus

    • Tomateschie

      Concordo in pieno. Mi piace moltissimo elementary OS. La sto sperimentando da qualche mese e mi trovo benissimo.

  • ritchy

    Mi piacerebbe molto che mantenessero come applicazione ufficiale, anche

    Synapse indicator, forse copiato pari pari da spotlight, ma davvero molto comodo e utilizzando Zeitgeist, risulta anche molto potente…attualmente non è incluso ufficialmente in elementary os quindi il suo futuro è incerto.

    • luX0r.reload

      Zeitgeist è la prima cosa che disabilito.
      Secondo me utilizzare un sistema Linux con sopra zeitgeist equivale a darsi la zappa sui piedi.

      • ritchy

        per quanto riguarda la privacy potrebbe essere una grossa falla…ma allora anche la ricerca da dash (che utilizza sempre zeitgeist) è sconsigliabile, ergo è meglio non utilizzare unity.

        • luX0r.reload

          Si, intendevo per un discorso di privacy. Alla fine chi utilizza linux, escludendo chi lo installa per moda e/o per essere alternativo, è un determinato tipo di utenza, e aggiungo anche di un certo livello, che non vuole sicuramente avere a che fare con spyware & co e quindi trovarsi uno spyware incluso direttamente nel sistema operativo… diciamo che non è il massimo.

          p.s. Unity chi?

          • -.-

            si certo, e poi magari usate tutti android, vero? ma fatemi il piacere…

          • oddio tanto negli smartphone la scelta (per ora) è tra android, ios e windows phone, android (firefox os ancora non lo conto, in italia praticamente non esiste) almeno è opensource inoltre con rom come la cyanogenmod che sono completamente opensource non vieni spiato da google visto che non hanno alcun software di google preistallato.

          • Bah…

            Ma Zeitgeist NON È uno SPYWARE, visto che non invia i tuoi dati a nessun server. Cosa che non possiamo dire ad esempio di programmi come Skype, Nitro, Steam, ecc che essendo software proprietario non è possibile controllare.

            Mi pare che chi usa Linux “per moda” siano proprio quelli che parlando di Linux e del Free Software senza minimamente sapere quello di cui stanno parlando, semplicemente seguendo “quello che si legge in giro” come fosse un vangelo.

          • Bah…
      • Why?

        Ehm… posso sapere il perché?

  • Danielsan

    Che peccato era un buon programma per gestire le foto ma ora che verrà integrato in EOS, probabilmente, lo renderanno più integrato col resto del sistema rendendo l’installazione su altri ambienti sovraccarica di dipendenze inutili.

  • Renato Giordanelli

    GRAZIE DIO! Finalmente!!!

No more articles