Microsoft paga gli utenti che usano Bing su Android e Apple iOS

58
20
Per incentivare l’uso del motore di ricerca Bing, Microsoft ha deciso di pagare gli utilizzano il motore di ricerca in device mobili Android e Apple iOS.

Bing
In questi anni Microsoft ha provato in tante maniere a portare l’attenzione nei riguardi di Bing motore di ricerca, gestito anche da alcuni server Linux, ma senza poter dar del filo da torcere a Google o l’ormai famoso DuckDuckGo.
Attualmente utilizzano Bing solo utenti inesperti che se lo trovano di default in Internet Explorer in Windows e molto probabilmente non sanno nemmeno cosa sia un motore di ricerca (ma sanno molto bene cosa sia Facebook e YouPorn). Per cercare di far avvicinare alcuni utenti in Bing, Microsoft è disposta perfino a pagarli, attraverso una nuova campagna denominata Bing Rewards da poco apparsa sul blog ufficiale del motore di ricerca dell’azienda di Redmond.

Bing Rewards è una nuova campagna per device mobili Apple e Android che funge come un  programma a punti fedeltà (un po come fanno i supermercati e distributori di benzina) che offre dei punti agli utenti che utilizzano Bing per le proprie ricerche. Sarà possibile consultare quanti crediti / punti abbiamo raccolto attraverso una sezione dedicata accessibile direttamente da Bing una volta arrivati ad una soglia potremo ricevere un regalo in vari store e negozi che supportano l’iniziativa.

Attualmente Bing Rewards è disponibile solo per gli utenti statunitensi, successivamente (in caso di successo dell’iniziativa) potrebbe essere estesa anche in altri paesi. C’è da chiedersi in cambio di un premio quanti utenti decideranno di usare Bing come motore di ricerca nei propri device.

Proviamo a fare una prova con i lettori di lffl: per 1000 Euro (in premi come copie di Windows 8, smartphone con Windows Phone ecc)  usereste Microsoft Windows 12 ore al giorno per 3 mesi???