Gli sviluppatori stanno lavorando sulla futura versione 1.8 di Mate, versione che introdurrà importanti novità, eccole in dettaglio.

Mate 1.7
Mate è un desktop environment open source che punta a riportare l’esperienza utente di Gnome 2 in nuove distribuzioni Linux con tanto di supporto per GTK+3 e diverse ottimizzazioni.
Dopo gli ottimi risultati in fatto si stabilità e reattività con la versione 1.6.x di Mate (da poco approdata nei repository ufficiali di Arch Linux, Debian ed Ubuntu) gli sviluppatori stanno lavorando sulla futura ed attesissima versione 1.8, la quale introdurrà il completo supporto per GTK+3 oltre ad includere il supporto anche per il nuovo server grafico Wayland.
Oltre a varie correzioni di bug, Mate 1.8 includerà il supporto per Account Service e GStreamer-1.0, troveremo inoltre il supporto per systemd-logind importante funzionalità visto che anche Debian e altre distribuzioni Linux potrebbero ben presto adottare systemd come gestore degli avvii di default.

Mate 1.8 migliora anche il window manager offrendo la funzionalità “Window snapping” simile che ci consente di massimizzare la finestra quando viene spostata in un bordo dello schermo (funzionalità presente in Compiz, KWin, Mutter (Muffin), Xfwm4 e in Microsoft Windows), e il supporto per ruotare  mate-panel background. Approda anche il supporto per ePub  da parte di Atril, il file manager Caja fornirà un maggior supporto per rimuovere i file in supporti montati nel sistema, completata la migrazione di lcms2 in MATE image viewer, Mate-Bluetooth supporterà Bluez5.

Queste sono attualmente le principali novità previste per Mate 1.8,  nuova versione che potrebbe già approdare in primavera.
Colgo l’occasione per ringraziare il nostro lettore Ferigo D. per la segnalazione.

Home Mate

No more articles