Stando a quanto riportato dal portale Market Share nel 2013 gli utenti Linux sono aumentanti passando dall’1.21 all’1.73%.

Market Share Linux 2013
La stragrande maggioranza delle distribuzioni Linux sono libere, l’utente può installare, copiare o modificare il sistema operativo senza incombere in problemi legati a varie licenze d’uso. Non avendo alcuna licenza è molto difficile sapere quanti utenti usano Linux, una soluzioni arriva da portali come Market Share, azienda che elabora i dati rilasciati dai principali servizi che tracciano gli utenti durante la normale navigazione web. Difatti molti sapranno blog (compreso lffl), siti, forum ecc registrano le visite per effettuare statistiche come visite, sistema operativo e browser utilizzato ecc questi dati possono essere utilizzati anche per verificare gli andamenti sull’utilizzo di sistemi operativi, browser. Stando a quanto recentemente riportato da Market Share gli utenti Linux nel 2013 sono aumentati del 40% passando dal 1.21% di gennaio 2013 a 1,73% del mese di dicembre 2013.

L’aumento degli utenti fa ben sperare per il 2014, anno molto importante per l’intero ecosistema Linux dato che verrà rilasciata la prossima Ubuntu 14.04 Trusty LTS e la versione stabile di Steam OS nuovo sistema operativo di Valve, basato su Debian, che potrebbe far conoscere e avvicinare molti nuovi utenti.

Per i browser notiamo un leggero calo da parte degli utenti che utilizzano Firefox, gli utenti che utilizzano il browser open source di Mozilla son passati dall’19.82% del mese di dicembre 2012 al 18.35% di dicembre 2013.
Tengo a precisare che i dati forniti da Market Share riguardano solo gli utenti che navigano in internet, i dati reali potrebbero essere diversi da questi.

  • fabio

    Grazie mille, una guida utilissima 🙂

  • Federico Biasiolo

    Guida molto utile, mi servirà quando cercherò di linuxizzare qualche mio amico o parente senza successo XD

  • grogdunn

    molto utile 😀 segnalo che ci sono altri programmi per rimettere la MBR di windows (fattibile anche dal CD con il comando fixmbr -mi sembra- ) e poi le partizioni si possono togliere e ridimensionare direttamente da windows (7) che ha un buon editor delle partizioni già integrato 😀

  • Programma “Free as in free-beer” e non “free as in freedom”

  • Per quanto riguarda me, per fortuna è inutile. Per qualche amico convertito magari sarà utile. Sono contentissimo del mio Mint (dopo 2 anni di Ubuntu) e non vorrei per nulla al mondo avere di nuovo Windows dentro il mio Pc.
    Non vendo mica la mia libertà.

    • nella maggior parte e il contrario
      di solito a chi installo linux in dual boot con windows dopo 5/6 mesi vogliono che rimuova windows e li con gparted levi windows e la partizione di mbr e aggiorni grub

      può capitare anche il contrario ed ecco quindi la guida

      personalmente non lo testata io ma il mio amico / collega domenico che mi ha mandato anche l’immagine e una bozza dell’articolo

      • grogdunn

        o purtroppo (come me) per motivi di spazio ho dovuto togliere linux per troppi programmi e tool windows che per fare gli esami sono stato costretto ad installare… 🙁 ma tra un poco che finisco di fare gli esami una bella formattata non me la cava nessuno! 😀

      • tano

        la guida per eliminare windows e lasciare solo linux dove sarebbe scusami?

        • non c’è ma se voi te la preparo

          • lucapas

            Per la par-condicio ora sei obbligato! XD

          • per domani la preparo solo che non posso inserire immagini dato che per fortuna non ho nessun windows da rimuovere (ho solo win8 su un tablet x86 per provare come funziona e basta)

  • Wyatt LandWalker

    se si vuole togliere il linux si può usare os-uninstaller e settare la flag della partizione di windows come “boot” (usando gparted), riavvia e fatto.

    • si può fare come dici te ma serve una livecd
      come da guida serve solo installare il software indicato e con un click ripristini mbr e poi rimuovi le partizioni

    • si può fare come dici te ma serve una livecd
      come da guida serve solo installare il software indicato e con un click ripristini mbr e poi rimuovi le partizioni

  • magnet magneto

    Basta un cd o un floppy di boot di win 98 da prompt :
    c:
    fdisk /mbr
    riavvio.

    • ma non è più semplice con l’applicazione la quale almeno rimuove anche le partizioni

    • ma non è più semplice con l’applicazione la quale almeno rimuove anche le partizioni

  • magnet magneto

    Basta un cd o un floppy di boot di win 98 da prompt :
    c:
    fdisk /mbr
    riavvio.

  • Giacomo

    …”lo abbiate testato”…. “e non vi siAte abbattuti”….
    non suona meglio?

    cmq, a me un paio di volte un altro programma mi ha salvato il CU.
    Partendo con Ubuntu in modalità live-cd, connettendomi a internet e installando un programmino minuscolo, presente nei repository ufficiali e lanciandolo da riga di comando.
    Ma come si chiama l’utility? Ahh, ecco, l’ho trovato googlando (sono solo due comandi da digitare, per ripristinare l’mbr):
    sudo apt-get install ms-sys

    ms-sys –mbr /dev/hdX

    • con linux dovrebbe essere anche un tool per recuperare le password di windows non ricordo il nome ma comunque è presente nei repo ufficiali di ubuntu, debian ecc
      esistono alcune livecd che permettono molte funzionalità di riprostino backup del sistema operativo ad esempio e altro ancora
      quello che fa un po ridere è che linux permetta di ripristinare windows e non il contrario dato
      che microsoft nemmeno per win8 ha aggiungo il supporto per ext4 / est3 filesystem utilizzato in molti dispositivi mobili oltre alla distribuzioni linux

  • mark

    magnifico !! avevo installato ormai cinque versioni di ubuntu per provarle tutte e non sapevo come eliminarle.
    Fatto in pochi e semplici passi.
    Grazie

  • EnricoD

    e se … dopo aver installato ubuntu 13.04 … ricevo errore mbr quando cerco di accedere a WIndows 7 che faccio? (ho perduto il disco di ripristino che utilizzavo)
    ms-sys non lo trova… non trova pacchetto

  • jancu

    in realtà, rispetto all’1.21 la quota ha avuto un aumento del 43%, se i tuoi dati sono corretti

    • Guest

      ?!?

      • jancu

        è solo matematica, l’articolo in origine parlava del 30% di aumento, che se prendi la calcolatrice puoi capire che non era corretto

  • CuccuDrillu10

    devo constatare purtroppo che Mozilla Firefox dal lato prestazionale è in caduta libera rispetto al diretto concorrente chrome/chromium (sempre più scorrevole e veloce) e anche il pesante lavoro di google con la sincronizzazione di tutti i dati su ogni dispositivo sta facendo segnare un bel salto di qualità.
    Di Mozilla salvo solo il client Thunderbird assolutamente il migliore in circolazione, immancabile in ogni pc.

  • LelixSuper

    Strano, io ormai amo fino alla disperazione Firefox, ma anche Chromium mi piace. Peccato che stia perdendo terreno D=

  • ersilio

    il 40% di pochi sono sempre pochi 🙂

    • Alessandro Di Stefano

      e pensa che se prima non lo usava nessuno e adesso lo usa una persona tende invece quasi ad infinito. Quindi dopo la prima installazione di 8.1 c’ era una percentuale infinita di aumento di utenti ;D

    • asd

      il 30% di crescita annua partendo dal 1,8 percento vuol dire avere il 100% in 15 anni, d’altra parte.

      Non che me ne freghi molto, negli anni ottanta avevi programmi per quattro gatti, di cui tre non paganti, e funzionavano perfettamente. Adesso gli utilizzatori sono moltiplicati e la qualità non è correlata.

  • ange98

    Ci stiamo avvicinando al famoso 2%…

    • eva

      che succede raggiunto il 2%?

      • Giovanni Signorini

        Si punta al 3%

        • ange98

          esattamente 🙂

        • UnderTheGun

          AHahahahah grande!!!

  • Giovanni Signorini

    Uso Firefox ma devo ammettere che se non si decidono a migliorare le prestazioni il declino sarà costante.. c’è poco da fare… Potrà pure avere più personalizzazioni (vantaggio che comunque sta sempre più scemando… Chrome ha pure i giochi) ma alla maggior parte degli utenti interessa fare click sull’icona e vedere la finestra aprirsi non dopo 10 secondi ma dopo 1-2-3…

    • asd

      Chrome non ha noscript. Solo firefox e seamonkey e derivati ce l’hanno. Tutti gli altri hanno ad blocker o mezze alternative. Prova a navigare con noscript, vedi quante volte google o facebook o twitter hanno i loro script su siti terzi. E non parliamo degli ad network. Non capisco perche’ navigando senza noscript devo regalare tempo del processore per farmi profilare meglio. E’ da scemi o no? Quando qualche altro browser avra’ le protezioni offerte da noscript ne riparliamo.

      • Giovanni Signorini

        Ciao! Non conoscevo questo plugin.. L’ho installato e sto provando un po’ a conoscerlo… Tu hai facebook? Come consigli di settarlo per poter usare facebook unicamente quando lo apro di mia volontà? Grazie.

  • ws3

    Mi dispiace per Firefox.. Questo è grave, in molti stanno passando da un alternativa libera da un software di un organizzazione no-profit a quella specie di Panopticon che è Google Chrome (ma anche Chromium, eh, stessa m****).. In mano alle multinazionali anche in Internet!!

    • Sim One

      Già…

    • gia, ma io resterò sempre fedele al panda rosso, per me il miglior browser esistente.
      – opensource
      – no profit
      – no spyware
      – è il più personalizzabile

      • ma perché panda? oO”

        • perchè il logo di firefox in realtà non è una volpe ma un panda rosso, sono 2 animali molti simili cerca le immagini del panda rosso su google.

          solo che mozilla poi ha scelto il nome firefox (anche se originariamente si chiamava prima “phoenix” proprio per simboleggiare la rinascita dalle ceneri di netscape e poi “firebird” ma entrambi i nomi andavano in conflitto con altre aziende/software quindi alla fine hanno scelto firefox, ma in realtà è un panda rosso).

          per maggiori info guarda wikipedia 😀

          « Cos’è un “Firefox”?
          Un “Firefox” è un altro nome del panda rosso »

          • Si anche se stando alle icone che io ricordi non è mai stato un panda ma sempre una volpe…

          • Kraig

            un panda rosso ingentilito che sembra na volpe 😀

          • UnderTheGun

            Oltre che all’icona anche al nome fireFOX,…..Eppure anch’io ho sentito la storia che in realtà sarebbe un panda… O.o”” BOH!! Che dire! ehehe ^^

  • luca00002002

    aggiungiamo il problema di flash su firefox…

    • asd

      non so che problema sia, comunque io scarico flash per linux dal sito di adobe, la versione generica. Scompatto, prendo il file libflash… e lo ficco in .mozilla/plugins/ , cartella che ho creato. Funzia con tutte le distro che ho provato e che non avevano flash preinstallato.

  • FirasH

    Su W3counter Linux è al 2.12%
    http://www.w3counter.com/globalstats.php

  • fedefigo92

    Sarà che ho installato ubuntu in un paio di computer quest’anno…ragazzi ma quanto è pessima la 13.10 con unity?speriamo migliorino con la 14.04

    • Kraig

      sarà obbligatorio per loro perchè la 14.04 è una lts, comunque detto con tutta franchezza, aspetta e spera. hehe

  • Massimo A. Carofano

    Uso sia Firefox che Chrome, ma purtroppo la Google Experience mi permette di accendere qualsiasi pc, loggarmi in Chrome tramite GMAIL, ed avere tutti i miei segnalibri e balle varie, mentre su Firefox è troppo complicato poterlo fare, o perlomeno io non ci sono riuscito.
    Uso Firefox giusto per aprire Hotmail, dato che Chrome deve aver litigato con Microsoft e non me lo fa aprire..

  • Alessandro Giannini

    A rischio di scatenare un flame, lasciatemi dire che, per quanto possa essere giusto, dal punto di vista matematico e statistico, sostenere che il balzo in avanti è stato del 40%, in termini assoluti trovo deprimente leggere che questo significa essere passati dal 1,21% al 1,73% dell’utenza totale

  • Mirco

    Più che Ubuntu 14.04 io vedo Steam migliore per la diffusione di GNU/Linux

No more articles