In questa semplice guida andremo ad analizzare 5 ottimi ambienti di sviluppo integrato (IDE) disponibili per Ubuntu Linux e derivate.

IDE
Sono molti gli sviluppatori che scelgono Ubuntu o un’altra distribuzione Linux per sviluppare nuovi software, portali web ecc. Linux offre ottime piattaforme di sviluppo SDK e ambienti di sviluppo integrato IDE con i quali sviluppare nuovi progetti, compreso ad esempio lo sviluppo di nuove applicazioni mobili, software open source in svariate lingue come Python, Java, ecc, portali / siti web in HTML5 e molto altro ancora.
Oggi andremo ad analizzare i 5 migliori ambienti di sviluppo integrato per Linux ossia software creati per aiutare i programmatori nello sviluppo del codice sorgente di un programma.

1- Eclipse

Eclipse è un ambiente di sviluppo integrato multi-linguaggio e multi-piattaforma open source che ci consente di sviluppare software di vario genere scritti in Java, C++ ecc. Possiamo aggiungere nuove funzionalità ad Eclipse grazie a plugin di terze parti dedicati che ci consentono ad esempio di gestire XML, Javascript, PHP creare GUI per applicazioni JAVA (Eclipse VE, “Visual Editor”) e molto altro ancora.

Eclipse

Eclipse lo troviamo nei repository ufficiali di Ubuntu e derivate, per installarlo basta collegarci alla pagina dedicata del portale AppsUbuntu.

Home Eclipse

2- Dart Editor

Dart Editor è un’ambiente di sviluppo integrato sviluppato da Google per la programmazione in Dart linguaggio web che punta a fornire una valida alternativa a JavaScript risolvendone alcuni problemi legati soprattutto alla sicurezza

Dart Editor

Per installare Dart Editor in Ubuntu e derivate basta digitare:

sudo add-apt-repository ppa:hachre/dart
sudo apt-get update
sudo apt-get install darteditor dartsdk dartium

Home Dart Editor

3- Light Table

Light Table Light Table è un nuovo ambiente di sviluppo integrato open source per lo sviluppo di progetti in HTML5, Clojure e Python in grado di fornire un feedback di tempo reale indicandoci eventuali errori o informazioni utili anche per nuovi utenti per capire come funzionano veramente i nostri programmi.

Light Table

Per installare Light Table basta consultare il nostro articolo dedicato.

Home Light Table

4- Adobe Brackets

Brackets è un nuovo ambiente di sviluppo integrato open source creato da Adobe e specifico per lo sviluppo web con supporto per HTML, CSS e JavaScript. Consente di includere nuove funzionalità tramite plugin di terze parti ed estensioni dedicate (attualmente sono disponibili oltre 100 estensioni).

Adobe Brackets

Per installare Adobe Brackets in Ubuntu e derivate basta consultare il nostro articolo dedicato.

Home Adobe Brackets

5- Sublime Text 3

Sublime Text è un completo e leggero IDE multi-piattaforma in grado di supportare moltissimi linguaggi e operare con velocità anche in file di grandi dimensioni. Tra le principali caratteristiche di Sublime Text troviamo la possibilità di visualizzare più file nella stessa finestra il tutto attraverso un’file manager e tab, dispone di strumenti per la ricerca di testo all’interno di documenti aperti recentemente, macro, auto-completamento, selezione (multipla, verticale) per tipo e molte altre funzionalità.

Sublime Text 3

Per installare Sublime Text 3 in Ubuntu e derivate basta consultare il nostro articolo dedicato.

Home Sublime Text 3

Queste sono i 5 migliori IDE per Ubuntu, ricordo che in Linux sono disponibili molti altri ambienti di sviluppo integrato con caratteristiche ben diverse tra loro.
Ringrazio il blog worldofgnome fonte dell’articolo.

  • Leonardo

    su Linux in quanto a IDE c’è proprio l’imbarazzo della scelta

    • napippa

      peccato che siano uno più sgalfo dell’altro …

      • Leonardo

        e tu che ci fai con gli IDE? neanche zappa e pala ti si addicono! ignorante

  • Gikkre

    Io usavo Geany (https://it.wikipedia.org/wiki/Geany), non è completo come altri, ma è molto leggero e supporta numerosi linguaggi. Per i novizi non è male.

  • dagvin

    Mancano Netbeans, intellij community edition, qtcreator, maqetta, che mi vengono ora in mente

  • heron

    Dimentichi code::blocks, che è quello che preferisco, kdevelop, anjuta, geany…

  • dagvin

    gambas, lazarus, code::blocks, anjuta, monodevelop, altro mi tornerà in mente…strada facendo

  • Nico

    Dato che l’articolo è copiato (o è stato tradotto in buona fede?) dal blog worldofgnome dovresti citarlo come fonte 😐

    • basta leggere l’articolo
      in fondo c’è scritto
      Ringrazio il blog worldofgnome fonte dell’articolo .

  • Luky

    Non c’è Mono Develop?

  • Rimandendo in tema di programmazione, io mi volevo buttare sulle QT per fare qualche mini progettino. Il problema è che non trovo documentazioni o info a parte roba frammentata, qualcuno ha da darmi qualche dritta?

    • MisterX

      QT? forse intendevi Qt? se intendevi Qt spero che tu stia scherzando… questo non l’hai visto? poi volendo quando installa tutto il framework hai ha disposizione anche Qt assistant che ti mette la stessa documentazione sul pc… 😉

      • MisterX

        questo era riferito a: h t t p : // qt – project . org / doc /

      • Stefano

        In alternativa butta anche un occhio al wiki e agli esempi presenti sul sito di Nokia. Ci trovi veramente tante cose

    • dino moser

      da’ un’occhiata a questo
      http://qmlbook.org/

  • XfceEvangelist

    Io uso anche Netbeans per C/C++, ma c’è anche CodeLite, Anjuta non mi piace per nulla. Uso anche Eclipse per l’embedded perchè ci sono i vari plugin dedicati ma è davvero un mattonazzo di IDE alquanto pesante e caotico.

  • ma molti sono editor di testo non ide (come sublime text)….. allora aggiungerei Emacs e vim a sto punto

  • luX0r.reload

    Sublime Text è secondo me il migliore in assoluto per rapporto pesantezza/features. Una volta configurato a dovere e dopo aver installato i plugins appropriati, se amate SCRIVERE codice difficilmente lo abbandonerete.

    • andrea

      concordo ma che differenze ci sono tra versione free e a pagamento?

      • Hombre Maledicto

        La seconda è talmente ottimizzata che t’alleggerisce pure il portafogli.

        • luX0r.reload

          L’unica differenza è che non ti esce il messaggio di “purchase” ogni tot salvataggi.
          Uso la free da parecchio tempo e non mi da fastidio premere il tasto ok ogni tanto quando esce tale messaggio… però sto pensando di comprare la versione a pagamento perchè è un editor fantastico e trovo giusto dare un contributo ai programmatori.

          • mila

            ma compila anche ij java e c++?

        • mila

          ma alla fine e un IDE o solo editore di testo?

      • RobertoCalabrese

        Anche io adoro sublime text 2, e l’ho acquistato. Differenze tecniche fra versione free e a pagamento non ce n’e’… la versione free e’ tutta “aperta” e a tempo ILLIMITATO. Se utilizzate sublime per lavoro DOVETE acquistare una licenza commerciale (circa 50 euro). La licenza sarà di tipo PERSONALE, cioe’ potrete installare sublime text contemporaneamente dove volete (Computer e sistemi operativi diversi) finche sarete VOI ad usarlo. Nel mio caso con una licenza ho installato 7 sublime text (3 nel Desktop: Windows e 2 Archlinux, 4 nel Laptop: WIndows, 2 Archlinux ed 1 Ubuntu).

        PS: Attualmente siamo ancora alla versione 2 la 3 e’ in versione beta (precisamente “nightly”). Nel momento dell’uscita di sublime text 3, vi occorrerà una nuova licenza per usarlo commercialmente (se deciderete di lavorare col 3). Il mio suggerimento, visto l’imminente arrivo della versione 3, e’ di valutare la 2 o la 3 nightly, e di aspettare che esca la versione 3 stable prima di comprare la licenza.

        PS2: Ho già detto che adoro sublime text? 😀

  • Agno

    Qt Creator

  • Lux85

    Consiglio Aptana Studio 3 (basato su Eclipse)

  • Dario Grillo

    Nessuno che usa Kdevelop? io lo trovo fantastico, pieno di funzionalità (come KDE del resto) solo una cosa, non usatelo su kubuntu, crasha da paura, per chi invece cerca qualcosa di molto semplice e intuitivo consiglio geany, ideale per i neo developer

    • Alberto Pretto

      Confermo che Kdevelop è validissimo, e confermo purtroppo l’instabilità in Kubuntu (almeno fino alla 13.04). Personalmente ho risolto rimuovendo il pacchetto kdevelop di default e compilando (senza grossi problemi) l’ultima versione, 4.6, davvero ben fatta.

  • elisa

    qualcuno ha provato light table?voglio sostituire eclipse e non voglio netbeans o aptana

    programmo in python c e c++ e qualche volta java

    • Luca Cavallaro

      lo sto usando io e te lo straconsiglio 😉

  • Netbeans…

  • lol

    Vim Win

  • ziltoid

    Per il web Bluefish è molto comodo in tutta la sua semplicità

  • ange98

    Bluefish per il web, Vim per il resto (altrimenti Geany è stato un buon alleato)

  • Maudit

    Direi che mancano almeno Netbeans ed il gruppo di programmi della JetBrains fra cui PHPStorm, WebStorm e IntellijIDEA, gratuti per progetti opensource.

  • anonimo

    Con tutto il rispetto per Eclipse…ma i prodotti JetBrains sono una spanna sopra.

  • jasmines

    Aptana è il migliore e non l’hai messo:)

    • Luca Cavallaro

      vabbè, è pur sempre Eclipse + Aptana plugin

  • Kernelio Linusso

    Bravo, a parte Eclipse non ne hai azzeccato uno che sia uno! 😉

No more articles