Dai developer GNOME arriva la nuova versione 3.12 di Gedit, l’editor di testo di default include diverse migliorie all’interfaccia grafica e altre importanti novità.

Gedit 3.12
Gedit un’editor di testo open source sviluppato da Gnome e presente anche in Ubuntu e molte altre distribuzioni Linux. Importante caratteristica di Gedit è quella di coniugare le funzionalità basilari con altre caratteristiche che normalmente non si trovano nei semplici editor di testo. In Gedit troviamo  la modifica contemporanea di più file di testo in un’unica finestra (le cosiddette schede o MDI), troviamo inoltre l’evidenziazione della sintassi del codice sorgente, l’indentazione automatica, la stampa e le anteprime di stampa. Possiamo inoltre aggiungere nuove funzionalità in Gedit grazie a plugin di terze parti dedicati tra questi troviamo il controllo ortografico, confronto di file, visualizzazione dei file ChangeLog di CVS e la correzione dei livelli d’indentazione.
Dagli sviluppatori GNOME arrivano i primi dettagli del nuovo Gedit 3.12 versione che troveremo di default a marzo in GNOME 3.12. Tra le novità di Gedit 3.12 troviamo alcune migliorie per l’interfaccia grafica ora con GtkHeaderBar che include la barra del titolo nella barra degli strumenti che ci consente di massimizzare lo spazio disponibile per il testo.

Gedit 3.12 migliora anche barra delle schede che ci consente di espandere le tab oltre a consentire di affiancare due file di testo (immagine sotto), la nuova versione include anche il supporto per XDS per GeditView e GeditWindow. Rivisitati anche alcuni plugin, gli sviluppatori hanno inoltre introdotto diverse ottimizzazioni che ci consentono di visualizzare rapidamente anche file di testo di grandi dimensioni.

Gedit 3.12

Gedit 3.12 lo troveremo a marzo di default in GNOME 3.12, molto probabilmente non sarà disponibile per Ubuntu Gnome 14.04 Trusty, distribuzione che sarà basata su Gnome 3.10, potremo comunque installarlo in un secondo momento grazie ai PPA Gnome 3 Next.

Home Gedit

  • rip gedit.

  • nooooooooooooooo! D:
    mi viene da pensare a chi lo usa in xfce o in cinnamon e aggiornando non potrà più minimizzare 🙁
    Meno male che esiste Pluma, mantenuto dal team di MATE

  • grazie gedit… è stato bello finché è durato…

  • Kraig

    quindi i programmi legati a gnome, o almeno nati dal team gnome, si sputtaneranno tutti a livello di interfaccia grafica per certe persone.

    • loki

      prima o poi dovrò rassegnarmi al fatto che presto sputtaneranno anche evolution…

      • Kraig

        mai usato un client email, solo tramite web-mail.

    • diego freschi

      Purtroppo mi devo rassegnare anch’io. Dopo il cambio di nautilus, diventato tra l’altro lentissimo nella navigazione tra cartelle, gedit era uno degli ultimi programmi gnome che usavo, dovrò cercarne uno simile. Uso xubuntu, mousepad è un po’ troppo scarno per le mie esigenze. Quando massacreranno anche Evince?

      PS: come non detto, giocando un po’ con le impostazioni ho visto che mousepad non ha nulla da invidiare a gedit, ed è un fulmine ad aprirsi.

      • Jacopo

        Evince l’hanno già obliterato dalla versione 3.8…spero che peggio di così non facciano…

      • ange98

        Prova Geany, Vim, Emacs o LaTex.

  • abral

    E’ proprio inutile, troppo complicato come semplice editor di testo, troppo semplice per essere ai livelli di Sublime Text o Notepad++…

    • mila

      ormai da tempo uso sublime text2 affiancato a geany

      • Max

        passato a Geany anch’io, davvero ottimo

  • LelixSuper

    A me piace molto così come è, e spero che non lo sputtanino!

  • ge+

    merda! hanno mandato a farsi fottere tutta l’interfaccia grafica

    io uso spesso gedit 3.10+ i plugins qui su Manjaro, e penso che non aggiornerò il pacchetto alla 3.12 ed intatnto cercherò un valido sostituto.

    certo che hanno rotto un bel po le balle quelli del team gnome

  • XfceEvangelist

    Dopo Disks un altro programma devastato dal team Gnome, peccato l’ho usato per diversi anni Gedit e mi piaceva. Dietro Gnome ci deve essere sicuramente qualcuno di Redmond, non possono essere impazziti nel rovinare tutto dopo Gnome 2.

    • ange98

      Puoi provare con il programma preferito da Stallman: Vim 😛
      Scherzi a parte: io ho imparato ad usare funzioni elementari di Vim e ammetto che è molto comodo. Emacs non sono mai riuscito a capire come funzioni ._.

  • ritchy

    Si stanno scavando la fossa da soli…

  • Agno

    Dovrebbero tenerne 2 versioni diverse e lascar scegliere

  • -.-

    Non capisco tutto l’odio per il redesign… di fatto non cambia nulla: se sei un power user, usi le scorciatoie da tastiera e quindi non te ne frega nulla della nuova UI. Se sei un noob non userai mai altro che le funzioni elementari e qualche funzione intermedia, quindi la UI risulterà comunque poco intrusiva, visto che le funzioni base sono belle esposte nella barra in alto.

    • ge+

      non è vero: l’interfaccia grafica classica consente di accedere alla maggior parte delle delle funzioni con 1/massimo 3 click del mouse, correlando le funzioni di base ad una icona che visivamente si riconosce a colpo d’occhio dopo pochi utilizzi.

      La nuova ui è scialba e non da accesso immediato alle funzioni. in pratica è una cosa che non serve a nessuno e complica a molri la vita

      • Max Franco

        concordo…
        inoltre rispondo a -.- : non so se sono un poweruser, probabilmente no, visto che non uso le scorciatoie da tastiera, se non per i copia e incolla e la selezione del testo.
        di certo non sono un noob. il mio impiego dell’editor di testo però è limitato e non ho interesse ad imparare ulteriori scorciatoie da tastiera, e posso assicurarti che per me la barra dei menu e le icone delle funzioni sono utilissime e le ritengo molto comode.
        comunque il problema per me non esiste, dato che si possono usare usare un sacco di altri editor di testo, come medit o geany, gedit si può anche eliminare senza problemi, con buona pace delle linee guida di gnome per la gui.

      • -.-

        A me pare che le funzioni base (open, save, new tab, opzioni e chiudi) siano belle evidenti nella barra in alto… capisco la diffidenza per il cambiamento, ma bisogna essere obiettivi, invece di blastare una UI solo in base alla _propria_ esperienza: spesso è l’abitudine ad una vecchia UI a parlare, non l’obiettività

No more articles