Martin Stransky, developer Red Hat, ha avvito lo sviluppo di Firefox GTK+3 versione del browser di Mozilla che offrirà una maggiore integrazione in Gnome.

Firefox - versione attuale in Gnome Shell
Firefox è un browser open source tra i più utilizzati al mondo, lo troviamo di default nelle principali distribuzioni Linux con integrate alcune personalizzazioni (esempio in Ubuntu troviamo un tema dedicato, plugin per l’integrazione in AppMenu e una home page dedicata). Per migliorare l’integrazione di Firefox in Fedora e nel desktop environment GNOME, Martin Stransky, developer di Red Hat, ha recentemente avviato lo sviluppo della versione GTK+3 del browser open source di Mozilla. L’idea di  Stransky è quella di migliorare l’integrazione di Mozilla Firefox in Gnome 3.x rimuovendo tutte le dipendenze con GTK+2 includendo anche alcune ottimizzazioni.

Il nuovo Firefox GTK+3 potrebbe anche migliorare l’interfaccia grafica fornendo quindi una maggiore integrazione con l’ambiente desktop Gnome Shell. In teoria il nuovo browser potrebbe anche includere il supporto per GtkHeaderBar rimuovendo la barra del titolo ed integrando i pulsanti della finestra nella barra degli strumenti massimizzando cosi lo spazio disponibile (funzionalità già in fase di discussione da parte dei developer Mozilla)

Firefox GTK+3 inoltre non supporterà GTK2 NPAPI Flash Plugin per questo motivo il nuovo browser potrebbe già introdurre di default il plugin Shumway, progetto open source sviluppato da Mozilla che ci permette di accedere ai contenuti Flash dal nostro browser riproducendoli in HTML5.

La versione in fase di sviluppo di Firefox GTK+3 è attualmente disponibile solo per Fedora 21, nella quale sono riscontrati diversi bug che rendono il browser molto instabile. Una volta reso stabile e funzionale Firefox GTK+3 potrebbe approdare anche in Ubuntu Gnome e altre distribuzioni con ambiente desktop Gnome.

No more articles