Dalla Cina arrivano le prime immagini del nuovo COS sistema operativo mobile open source basato su Kernel Linux 

COS
Nel mercato dei device mobile stanno per approdare molti nuovi sistemi operativi maggior parte di questi basati su Kernel Linux.
Oltre ad Android, sistema operativo mobile di Google leader del mercato, troviamo il sistema operativo Apple iOS e Microsoft Windows Phone so che sta riscontrando un notevole successo soprattutto in device di fascia medio bassa. Oltre ai sistemi operativi di Google, Apple e Microsoft troviamo Mozilla Firefox OS, Jolla Sailfish OS, Samsung Tizen, Ubuntu Touch e anche il nuovo COS.
China Operating System (COS) è un nuovo sistema operativo mobile open source basato su Kernel Linux che punta ad essere più sicuro di Android fornendo una semplicità d’utilizzo simile ad Apple iOS.

Sviluppato da un team cinese grazie anche alla partnership con HTC, attualmente conosciamo pochi dettagli di COS da quando possiamo notare dal video introduttivo l’interfaccia grafica del nuovo sistema operativo ricorda molto quella di Android con le varie personalizzazioni offerte da Sense di  HTC.
Da notare inoltre come gli sviluppatori abbiamo già indicato di voler integrare COS anche tv e box-tv consentendo agli utenti di passare velocemente contenuti multimediale tra i vari device.
Stando inoltre alle applicazioni indicate molto probabilmente COS supporterà le applicazioni e giochi nativi per Android (funzionalità già inclusa in Jolla Sailfish OS) difatti nel video troviamo applicazioni come il browser Firefox e giochi come Angry Birds.

Vi terremo aggiornati sugli sviluppi di COS sistema operativo mobile che molto probabilmente verrà sviluppato solo per i mercati orientali.

  • carlo

    anche qui… zero esaltati, zero personaggi, poche parole e subito fatti.

    • marc

      zero alfa, zero concept

    • wroma

      zero dual boot!

    • zero zero zerooooo… sto minkia di tasso unne fu?

      • Kraig

        siciliano?

    • Fabio

      Mah… per caso ti riferisci a qualcuno in particolare? 😮

    • Daniele Cereda

      e che fatti…vero che è solo un video e potrebbero aver fatto vedere fuffa(difficile però,sono cinesi ,mica fessi della prima ora,facile che quel SO sia quasi pronto al rilascio),se invece è quasi pronto,visto così,potrebbe far piangere qualcuno se rilasciato sui dispositivi giusti.

    • loki

      sì beh, saranno solo morti una decina di cinesi come ogni volta che in cina si produce qualcosa… sei invidioso del modello di produzione cinese? 😛

      • Antonio G. Perrotti

        oggi in italia sono morte 28 persone sul lavoro. fai le proporzioni col numero di abitanti…

        • loki

          in cina non producono un solo oggetto al giorno 😉

          • Antonio G. Perrotti

            quando non si vuole vedere…

    • Brau

      e zero tituli

  • Kernelio Linusso

    Conoscendo i cinesi avranno usato il 98% del codice di androi per creare un os tarocco….è già tanto che non lo abbiano chiamato andLoid!

  • Stefano

    Attualmente sviluppato in partnership col governo Cinese, al fine di ridurre la dipendenza dai diritti di proprietà intellettuali da altri stati (leggasi “imperialismo tecnologico” – così lascia intendere la traduzione degli articoli in cinese), producendo un proprio OS cinese (per queste ragioni appunto l’enfasi nei confronti della storia e delle rivoluzioni tecnologiche cinesi – a inizio video).

    E’ un buon passo per la Cina, il sistema operativo promette bene.

    Osservando il video (e la gallery di screenshots su Engadget) un po’ più attentamente si notano alcune incongruenze tra le varie schermate dell’OS nei diversi dispositivi mostrati. In una è palese la presenza dell’interfaccia di Android (barra superiore con la stessa struttura e disposizione) con annessa icona dell’app drawer nella dock, utilizzata nella SenseUI su HTC One con OS di Google, cosa che sembra essere non presente nelle altre schermate.
    Soprattutto, quando nell’ufficio l’uomo si guarda il video sul telefono, questo viene aperto ma la dock della home non scompare (dock che da altre immagini non sembra nemmeno presente).

    Non sto assolutamente dicendo che questo OS non esiste e che non sia pronto, ma mi pare tutto tranne “zero concept” e “subito fatti”.
    Spero di essere smentito naturalmente.

    PS. Se fate caso, sul desktop del computer compaiono le icone di Linux Mint, nonché la barra, che assomiglia molto a Cinnamon.

    • m47730

      condivido appieno, ottime osservazioni sulle schermate.
      Al momento non pare essere così disponibile, poi sarà che sono abitutato ad annunci in grande stile sulla fuffa…
      Magari sarò smentito presto. 😉

      Tuttavia è notorio che il mercato cinese non riesca a produrre interfacce gestibili da noi europei, dubito quindi che esca per un mercato come il nostro.

  • Jennà

    hanno un mercato immenso, vogliono sfruttarselo.

    • Certo, mica scemi. Hanno degli ottimi produttori di smartphone ad un costo più basso rispetto ai maggiori brand, di conseguenza hanno tutte le carte in regola per sfondare anche in termini di software con il loro sistema operativo mobile.

  • Danielsan

    Dovrebbero chiamarlo col suo vero nome BCOD.
    Backdoors China Operating System, l’NSA al governo Cinese al massimo gli allaccia le scarpe a strip.

    • napippa

      si ma tanto, qualsiasi smartphone usi, se non stacchi la batteria è potenzialmente uno spy-phone.
      O pensi che le varie agenzie di intelligence siano piene di pirla?
      Sena sforzo il traffico voce dati sms e gps vengono intercettati pure esternamente al device, e con minimo sforzo possono accedere al microfono o la cam …
      Sei comunque fregato se sei sotto osservazione.

      • Pippo

        E che fanno, mi spiano il taschino?

  • LelixSuper

    Solo io penso che ci saranno backdoor?

No more articles