Bitcoin-Qt è un’utile applicazione open source che ci consente di accedere al nostro portafoglio Bitcoin effettuare transazioni ecc direttamente dal nostro desktop.

Bitcoin-Qt in Ubuntu Linux
Per chi non lo sapesse Bitcoin è un sistema libero e open source di denaro contante elettronico peer-to-peer. Caratteristica principale di Bitcoin è quella di essere completamente decentralizzato, non necessità quindi di un server centrale o di terze parti fidate.
La sicurezza del sistema viene garantita principalmente dalle key / chiavi criptate, il sistema ci consente di effettuare le transazioni utilizzando una rete P2P per verificare i doppi passaggi.
E’ possibile gestire il nostro portafoglio Bitcoin direttamente dal nostro desktop di Ubuntu Linux e derivate grazie all’applicazione Bitcoin-Qt.

Bitcoin-Qt è un’applicazione open source multi-piattaforma per Linux, Windows e Mac consigliata da Bitcoin.org che combina anni di esperienza, ottimi standard di sicurezza ed una curva di apprendimento molto bassa consentendo quindi l’utilizzo anche da parte di utenti inesperti.
Una volta installato Bitcoin-Qt potremo gestire o creare facilmente il nostro portafoglio Bitcoin, in alternativa potremo facilmente utilizzare il nostro account PayPal o Skrill / Moneybookers ed utilizzarlo per le transazioni  Bitcoin.

Bitcoin-Qt è disponibile nei repository ufficiali di Ubuntu 13.04 e 13.10 e Debian Sid per installarlo basta digitare da terminale:

sudo apt-get install bitcoin-qt

Al termine dell’istallazione basta avviare il client Bitcoin dal nostro menu.
Bitcoin-Qt è disponibile anche per altre distribuzioni Linux, Microsoft Windows e Mac per maggiori informazioni basta consultare la pagina dedicata dal portale Bitcoin.org.

Home Bitcoin | Bitcoin-Qt

  • XfceEvangelist

    QUalcuno di voi gli ha comprati i bitcoins? Quei maiali dei banchieri hanno iniziato pure loro a prenderli.

    • ale

      Alla fine secondo me i bitcoin ormai non sono sta gran convenienza…
      Se devi pagare online molto meglio usare la carta di credito,una carta prepagata o paypal,che sono metodi molto più sicuri e vengono accettati da tutti…
      I bitcoin non danno nessuna garanzia,non sono controllati da nessuno,di conseguenza può succedere che domani valgano la metà come niente,sono molto rischiosi da comprare

      Gli unici che hanno guadagnato qualcosa con bitcoin sono quelli che li hanno acquistati o generati all’ inizio e che oggi hanno un valore immenso

      • N-Di

        ti do ragione sul fatto che non sia conveniente o comodo, pero` con il bitcoin ci puo comprare alcune cose che e` meglio non comprare con la paypal se ci tieni al aria fresca e allo scorazzare libero, e` da un po che non lo uso piu` ma so che ci si poteva comprare di tutto, dalle sostanze varie alle auto di seconda mano.

        • alex

          per comprare compravi, e credo che ancora lo fai, peccato che molti non pensavano al problema di farsi poi di farsi spedire l’acquisto…

          Il problema dei bitcoin è che ormai è diventato troppo costoso minarli e non sono più un gran affare, a parte per il trading se uno vuole rischiare

        • ale

          Be si perchè pensi che se compri cose illegali con bitcoin non ti rintraccino ? A parte che non è poi così vero e bene o male prima o poi ti beccano,ma poi dal momento che ti spediscono a casa delle cose e che hanno il tuo indirizzo non gli ci vuole tanto a rintracciarti…

          Una volta che hanno sequestrato i server dove ci sono i database di tutti i clienti se vogliono ti rintracciano e come,ed è comunque già successo (vedi silkroad,famoso negozio che vendeva vario materiale illegale,tipo droga,armi,ecc),non gli ci è voluto tanto a rintracciare i proprietarie ed arrestarli tutti,e volendo ad arrestare tutti quelli che hanno comprato da quel negozio (dato che dai server sequestrati possono recuperare la lista degli utenti con gli indirizzi)
          Fra l’ altro dal momento che la merce va spedita sei altamente rintracciabile

          Fra l’ altro bitcoin non è stato creato per compiere reati e non va usato in questo senso,come non va usato tor che è stato creato per tutt’altro scopo

  • mikronimo

    Assomigliano troppo ad azioni borsistiche (il cambio di valore che possono avere e il rischio connesso ad esse) per essere qualcosa che possa anche vagamente avere senso; sia chiaro, non ne ho una conoscenza approfondita, ma tra banche e borse (che andrebbero chiuse), truffe, speculazioni assurde e amenità varie, che già mettono a rischio il denaro di chi se lo guadagna (quando gli viene consentito), andare a fare giochetti anche con qualcos’altro di incontrollabile… no grazie.

    • XfceEvangelist

      la ragazza del mio amico che è russa mi ha raccontato quando, alla caduta del regime, i suoi genitori avevano una cifra in banca per comprare un abitazione e da un giorno con l’altro…. sparito tutto sul conto corrente!! Roba da fare stragi nella banca.

      • mikronimo

        E’ appunto questo il problema quando il controllo delle mie cose lo hanno altre persone, organizzazioni, enti; il caso che riporti è estremo, ma rimane il rischio “genetico” (cioè insito) che possa accadere di tutto, in qualsiasi momento. Alla fine una qualche giustificazione, da questo lato del discorso, a lavorare in nero (da operaio, non da imprenditore) c’è pure: nessuno vede e sa nulla…

        • XfceEvangelist

          COndivido perfettamente, e forse nel futuro ci aspetterà il ritorno al baratto per non fare passare i soldi nelle banche. Alla fine è questione solo di chi possiede la stampante EURO per decidere la nostra l’economia.

  • sonia

    cribbio ragazzi è stato arrestaoto Lunedì il l’ad di Bitcoin!
    Starei alla larga da questo servizio!

No more articles