Da ASUS approdano i nuovi pc desktop per l’uso professionale e domestico dotati ci processori Intel Haswell e GPU dedicata Nvidia e AMD.

ASUS M51AC
L’arrivo dei nuovi processori Intel Core di quarta generazione stanno portando sul mercato molti nuovi modelli di personal computer portatili e desktop prodotti dalle principali aziende produttrici.
Da ASUS arriva sul mercato la nuova serie M51AC di pc desktop dotati di ottime caratteristiche e soprattutto un’hardware in grado di supportare al meglio le principali distribuzioni Linux.
Sviluppati sia per l’utilizzo professionale che domestico, i nuovo pc ASUS M51AC sono i primi pc desktop ad includere la tecnologia audio ASUS SonicMaster in grado di migliorare anche notevolmente la qualità del suono, altra particolare caratteristica arriva da ASUS Power Pack un UPS rimovibile (Uninterruptible Power Supply) che ci consente di salvare i nostri dati in caso che si verifichi un’improvvisa mancanza di alimentazione. 

ASUS M51AC dispone di ASUS USM fornisce un’espansione dello storage su disco offrendo una velocità di trasferimento dati doppia rispetto alle attuali USB 3.0. Grazie alla tecnologia ASUS Wireless Charger potremo ricaricare via WiFi smartphone e tablet che supportano questa funzionalità, in alternativa possiamo utilizzare le porte USB frontali le quali (grazie alla tecnologia Ai Charger) ci consentono una ricarica rapida dei dispositivi mobili anche da pc spento.
I nuovi pc desktop ASUS M51AC dispongono anche di tecnologia ASUS Smart Cooling che ci consentono di abbassare le temperature di esercizio fino a 11.4 gradi.

Ecco le principali caratteristiche dei nuovi pc desktop ASUS M51AC:

– processore: Intel Core i3/i5/i7 di quarta generazione
– chipset: Intel H87
– scheda grafica dedicata: NVIDIA® GeForce G505 1GB, GT620 1GB/2GB, GT630 2GB, GT640 3GB/4GB, GTX650 1GB, GTX660 3GB oppure AMD Radeon, HD8350 1GB, HD8760 1GB, HD7470 1GB, HD7670 2GB, HD7770 1GB
– memoria ram: da 2 a 32 GB DDR3 da 1600MHz
– slot di espansione: 2 x PCI-e x 1. 1 x PCI-e x 4, 1 x PCI-e x 16
– SATA: 6 x SATA 6Gb/s
– storage: fino a 4TB SATA 6Gb/s
– unità ottica: masterizzatore DVD DL, Blu-Ray Disc Combo o Blu-ray Writer
– LAN: 10/100/1000 Mbps
– audio: High Definition 8 Channel Audio con tecnologia SonicMaster
– Porte I/O Pannello Frontale: 1 x 16 -in-1 Card Reader, 2 x USB 2.0, 2 x USB 3.0, jack cuffie e microfono
– Porte I/O Posteriori: 4 x USB 3.0, 2 x USB 2.0, 1 x DVI-D, 1 x HDMI, 1 x VGA(D-Sub), 1 x RJ45 LAN, 1 x 8 Channel Audio + uscita ottica
– alimentatore: da 300 a 500 W
– inclusi nel pc: Keyboard (USB), Mouse (USB) cavo alimentazione, manuali
– sistema operativo: Microsoft Windows 8.1
– misura: 175 x 420 x 400 mm (WxHxD)
– peso: 9.2 kg

ASUS M51AC vengono rilasciati con Microsoft Windows 8.1 preinstallato, sistema operativo proprietario che possiamo utilizzare in dual boot con una distribuzione Linux che supporti UEFI Secure Boot o che possiamo rimuovere facendoci rimborsare la licenza Microsoft (l’importante è non effettuare la registrazione di Windows), in alternativa possiamo disattivare UEFI Secure Boot, reinstallare Microsoft Windows 8 e installare la nostra distribuzione preferita.

ASUS M51AC è già disponibili in alcuni store italiani come:

sdoo_partnerId = “ifflorg”;
sdoo_search = “asus_m51ac”;
sdoo_width = 200;
sdoo_height = 100;
sdoo_format = “textCompact”;
sdoo_linkColor = “#CC0000”;
sdoo_langCode = “it”;
sdoo_countryCode = “it”;
sdoo_categoryId = 1; // opt.

Per maggiori informazioni consiglio di consultare la pagina dedicata del portale ASUS Italia

  • Gio

    io ho un metodo piu semplice…il tuo pc è enorme ma per fare qualsiasi cosa ci metti una vita? allora non è un 64 bit.

  • andreazube

    Per chi ha linux,da terminale può dare
    sudo grep -q “^flags.*blmb” /proc/cpuinfo && echo “supporta x86_64 (64bit)” || echo “non supporta x86_64 (64bit)”
    dopo aver dato invio stamperà a schermo la risposta (supporta o no i 64bit)
    comando “creato” da vellerofonte
    Inoltre se non sbaglio sono più di 4/5 anni che ci sono solo i 64bit,direi almeno 8/9

  • andreazube

    ma è normale che a me esca
    Architecture: x86_64
    CPU op-mode(s): 32-bit, 64-bit
    Byte Order: Little Endian
    CPU(s): 2
    On-line CPU(s) list: 0,1
    Thread(s) per core: 1
    Core(s) per socket: 2
    Socket(s): 1
    NUMA node(s): 1
    Vendor ID: GenuineIntel
    CPU family: 6
    Model: 15
    Stepping: 13
    CPU MHz: 800.000
    BogoMIPS: 3990.20
    L1d cache: 32K
    L1i cache: 32K
    L2 cache: 2048K
    NUMA node0 CPU(s): 0,1
    È giusto che abbia 2 core,è giusto che supporti i 64 bit e si,uso un sistema 64 bit…ma perchè 800.000 mhz?io dovrei averne 2000 in teoria (2ghz)

    • CP

      prova a dare:
      sudo lscpu

      Può capitare che senza i privilegi di amministratore questo genere di programmi non restituiscano informazioni esatte. Ad esempio a me il comando ‘lshw’, senza i privilegi restituisce un clock sbagliato per la cpu.
      Magari prova anche:
      sudo lshw

      • andreazube

        uguale a prima
        anche roberto credo abbia il problema,difatti gli segnala circa 1600mhz (1,6 ghz) me è un quad core,immagino ne abbia di più

        • m6t3

          credo che il comando segni il clock attuale, non quello massimo.
          quasi tutte le distro integrano delle utility che scalano il clock a seconda del carico (dalla versione 3.4 di linux dovrebbe essere integrato direttamente nel kernel) in modo di risparmiare batteria e ridurre il surriscaldamento.
          prova a dare

          watch -n 0,5 grep MHz /proc/cpuinfo

          potrai osservare lo scaling della frequenza della tua cpu a seconda di quello che fai (prova un video HD di youtube e vedi come schizza in alto); poi per terminare premi ctrl+c

    • N-Di

      si, e` normale se hai un pc abbastanza recente
      in alcuni bios e presente una funzione che se abilita modifica il moltiplicatore del BCLK in modo da avere una sorta di risparmio energetico quando il pc e` in attesa o sta svolgendo compiti “semplici” per verificare prova a lanciare lscpu mentre esegui un programma ma potrebbe bastare anche gia solo firefox mentre riproduci un video di youTube

  • GuitarAsSolo

    Per favore smettete di copiare le news e imparate ad usare la fonte!
    L’articolo originale è qui: http://ubuntu-inside.blogspot.it/2012/08/dimmi-di-che-processore-sei.html

    • a parte il fatto che le fonte vengono sempre indicate
      ma come puoi dire che ti ho copiato l’articolo?
      spero che sia uno scherzo o una tua idea per farti un po di visite
      o peggio ancora invidia

    • Eduardo

      Questa pagina non raccomanda nemmeno l’uso del commando lscpu. Non capisco perché questa sia la fonte

  • Caterpillar

    e io che ancora utilizzavo cat /proc/cpuinfo

  • Aniello Luongo

    lscpu
    Architecture: i686
    CPU op-mode(s): 32-bit, 64-bit
    Byte Order: Little Endian
    CPU(s): 8
    On-line CPU(s) list: 0-7
    Thread(s) per core: 2
    Core(s) per socket: 4
    Socket(s): 1
    Vendor ID: GenuineIntel
    CPU family: 6
    Model: 58
    Stepping: 9
    CPU MHz: 1600.000
    BogoMIPS: 6806.57
    Virtualization: VT-x
    L1d cache: 32K
    L1i cache: 32K
    L2 cache: 256K
    L3 cache: 8192K

    • il tuo processore supporta il 64bit
      vai tranquillo

  • m6t3

    è da un po’ che mi chiedo se vale la pena installare una distro a 64 bit sul mio netbook con atom n550. il consumo maggiore di ram (che ho aggiornato a 2 GB) è ripagato da prestazioni migliori o è solo uno spreco? l’idea di non sfruttare appieno il mio hardware mi disturba un po’ 😀

    • Antonio Orefice

      Quando si decideranno ad adottare le ABI X32 avremo il meglio dei due mondi, ossia maggiore velocità dovuta ai 64 bit e miglior reattività dovuta al basso consumo di memoria.
      Addirittura applicazioni 64bit che girano in X32 hanno maggior possibilità di sfruttare la cache del processore, quindi maggiori prestazioni anche dei 64bit “lisci”.
      Se chakra non lo farà al più presto sarà un grandissimo errore.

    • mi accodo alla tua domanda

    • mapkino

      Proprio in questi giorni ho installato (dopo aver letto questo articolo) Debian testing 64 bit accanto a Debian testing 32 bit.
      Avendo anch’io solo due giga di ram ero curioso di vedere la differenza.

      Ebbene il consumo di ram é un poco aumentato ma assolutamente
      sopportabile (380 mega con tutto che va) e la distro é VISIBILMENTE piú
      veloce e reattiva.

      Se il processore supporta il 64 bit per me vale la pena eccome !!!

      • m6t3

        grazie! è esattamente il tipo di feedback che intendevo conoscere 🙂 provvederò a installare una distro a 64 bit, sono proprio curioso di vedere il mio atom spremuto al massimo

        • mapkino

          Attento che alcune distro sconsigliano la versione a 64 bit se non si hanno “almeno” 4 giga di ram.

  • kromweb

    Il mio processore supporta i 64bit……… per installarmi Chakra a 64bit (ora sto utilizzando Chakra a 32bit) devo settare qualche opzione nel bios oppure vado liscio?
    Grazie

    • andreazube

      Semplicemente scarichi la iso 64 (sei arrivato a fagiolo,ieri è uscita la nuova iso aggiornata) e la installi.
      Se installi da usb fai attenzione perchè con unetbootin non funziona,per chakra devi usare imagewriter

    • vai tranquillo non devi effettuare nessuna modifica del bios
      lo installi come il 32bit

      • kromweb

        Ok grazie!

  • Er Chiappetta

    Per sapere l’architettura basta semplice “arch” in terminale

    • Pippo

      Quello (secondo me) serve per vedere la versione che hai installato e non l’effettiva architettura supportata.
      E’ la stessa cosa di fare “uname -m”: quindi va benissimo usare lscpu, come scritto nel post, per scoprire cosa è installabile sull’hardware in uso.

No more articles