In questa semplice guida vedremo come installare e utilizzare il window manger KWin di KDE in XFCE su Arch Linux.

 KWin in XFCE su Arch Linux
KWin è uno dei migliori window manager attualmente disponibili per Linux, tra le tante caratteristiche troviamo molti effetti e personalizzazioni molto simili a Compiz.
E’ possibile inoltre personalizzare e aggiungere anche nuovi effetti di terze parti in KWin il tutto con estrema facilita direttamente dalle impostazioni del window manager / sistema.
Recentemente abbiamo segnalato la proposta di Martin Gräßlin, il principale sviluppatore di KWin, ci voler migliorare il supporto per poter utilizzare il window manager in KDE in altri ambienti desktop come ad esempio XFCE.
KWin in XFCE offre all’ambiente desktop una valida alternativa a Compiz, offrendo un window manager stabile e personalizzabile, unico problema riguardano i consumi di risorse dato che richiede diversi MB di RAM per l’utilizzo (che variano a seconda degli effetti attivi).

Installare e utilizzare KWin in XFCE su Arch Linux è abbastanza semplice basta semplicemente installare la versione in fase di sviluppo del window manager di KDE unita a kdebase-workspace che aggiunge le impostazioni di sistema al nostro ambiente desktop cosi da poter personalizzare operare in KWin attraverso una comoda interfaccia grafica.

Per installare la versione in fase di sviluppo di KWin e kdebase-workspace basta avviare il terminale e digitare:

yaourt -S kwin-standalone-git
sudo pacman -S kdebase-workspace

al termine dell’installazione dovremo impostare Kwin come window manager in XFCE per farlo digitiamo da terminale:

sudo nano /etc/xdg/xfce4/xfconf/xfce-per­channel-xml/xfce4-session.xml

alla riga numero 12 inseriamo kwin al posto di xfwm4 e salviamo il tutto e riavviamo.
Al riavvio avremo XFCE con KWin come window manager.

 KWin in XFCE su Arch Linux - effetti

Non ci resta che operare sui vari effetti, trasparenze ecc.

Colgo l’occasione per ringraziare il nostro lettore Amedeo I. per la segnalazione e il blog linux.sytes fonte della guida.

  • MoMy

    Apprezzo l’ impegno, ma son 700 MiB di roba da installare. :p

    • tomdan

      lo fai andare di notte
      concatenando i comandi in modo che faccia tutto da solo e alla fine
      si spenga, se invece è lo spazio il problema poi rimuovi xfwm4 e sei
      apposto

      • MoMy

        Bhè! Non è quello il problema. Il fatto è che installi quasi mezzo KDE. Trovo interessante che si possano intrecciare ma non lo consiglierei, se proprio installo KDE e via… ^^

        • concordo se per usare kwin in xfce devo portarmi dietro mezzo kde allora tanto vale che metto direttamente kde e lo personalizzo a modi xfce faccio prima

          • TopoRuggente

            Questo è da tempo uno dei problemi di KDE che ne rende anche la pacchettizzazione un disastro.

          • alex

            scusa, non ho capito quale sarebbe il problema di KDE?

          • MisterX

            lascia perdere è un noto fanboy gnome…

          • mikronimo

            Già… tra troll e fanboy è una continua lotta; sempre mi domanderò xé rifiutare il semplice concetto che di perfetto non c’è nulla e per il resto si procede secondo propri “personalissimi” gusti; come quello che su Punto Informatico mi chiedeva i link che dimostrassero i problemi di M$ Vista: secondo lui mi ero inventato tutto…

          • MisterX

            ma puntoinformatico è il regno dei troll… 🙂

          • eticre

            stanno arrivando anche qui, basta vedere l’ articolo su LibreOffice dove ci sono interventi chilometrici a dire che office è meglio piu produttivo e via dicendo

          • TopoRuggente

            Uso Arch con GS e Enlightenment 18 e Debian con KDE.

            Ho usato KDE fino all’inizio della serie 4 su Slackware.
            Più che fan boy conosco pregi e difetti di molti DE.

            Tu che conosci sicuramente KDE meglio di me sai come installare una qualsiasi applicazione di KDE senza KDE?
            Perchè per usare Kwrite devo installare KDE?

          • MisterX

            certo come se su KDE installando un’applicazione legato a gnome non si porta un “bordello” di dipendenze di gnome…

          • TopoRuggente

            Fino alla 4.3 KDE non era in grado di rilasciare le singole applicazioni separate a causa delle numerose dipendenze.

            Dalla 4.3 hanno iniziato a migliorare, ma ancora esistono in molti casi delle dipendenze forzate.
            Ad esempio per installare Kwrite devi installare KDE-base, mentre GEDIT funziona in assenza di gnome-shell.

  • XfceEvangelist

    si puo’ usare anche Gala come Window Manager in XFCE che è più leggero.

    • UnderTheGun

      Da KDE-user anch’io consiglio Gala come wm in XFCE. Gira bene, è leggero e ha delle ottime animazioni….certo Kwin fa anche il caffè però su XFCE mi suona strano…almeno fino a quando non ci sarà una versione maggiormente indipendente dalle kde-libs..

    • vecchio utente GNU

      Gala ha un solo grande problema per me.
      L’unica cosa oggettivamente e indiscutibilmente buona di gnomeshell e l’unificazione e gestiopne dell’expose + i desktop virtuali.

      eOS team l’ha nuovamente separati e inotre montati alla osx e sono scomodissimi. imho

      XFCEEvangelist una info, hanno introdotto in xfwm4 l’espose? mi sembrava fosse proposta per la 4.x; sbaglio?

      • XfceEvangelist

        Non mi sembra anche se avevo letto in giro qualche metodo per aggiungerlo.

        • si può aggiungere installando skippy-xd

        • vecchio utente GNU

          Si può aggiungere in tanti modi ok, però… anche se evidentemente mi sbaglio nella mailinglist dei dev era stata avanzata la proposta.

          Nulla da dire però, sono pochi dev e fanno gia un ottimo lavoro.

          io l’ho sempre detto se cinnamon e mate si fossero uniti ad xfce avremmo un de configurabilissimo leggero e probabile già portato alle gtk3… ma sono i soliti discorsi 🙂

          XFCE domina comunque 😉

  • matteo_wheezy

    ma che razza di idea è? viene fuori un ibrido, peraltro Xfce e Kde hanno ben poco in comune come librerie e quindi si devono installare una marea di pacchetti… a che pro? il WM di Xfce è già ben configurabile, stabile e bello. Senza nulla togliere a kwin, ma non porta da nessuna parte una sostituzione del genere, snatura ciò per cui Xfce è creato e basta.

    • Ocelot

      Hai presente quelli che si legano a testa in giù, si bendano e smontano e rimontano le armi? Ecco… l’analogia è pronta.

    • Maudit

      Forse è interessante per il supporto a Wayland.

      • io penso che con xfce 4.12 arrivi il supporto a wayland altrimenti non si spiega il motivo per cui hanno tardato così tanto senza più dare notizie.
        per me hanno tardato perchè siccome rilasciano aggiornamenti molto lentamente rispetto agli altri DE, se avessero rilasciato la 4.12 a marzo dell’anno scorso poi prima di rilasciare una 4.14 stabile con wayland sarebbe stato troppo tardi.

        questo è solo cio che penso

    • XfceEvangelist

      il WM di XFCE soffre del problema del tearing, risolvibile con Compton.

      • a me non è mai capitato di vedere tearing con xfwm4

        • vadis

          a me invece succede molto frequentemente con lo spostamento delle finestre sullo scherrmo

          • con che scheda video e quali driver? a me con la gpu intel HD graphics non da problemi (ho un notebook con grafica ibrida, ma la grafica nvidia la uso solo per i giochi)

  • Siro

    Il tema

    • Siro

      Ooops, ho sbagliato! Dicevo, il tema funziona per KDE o Xfce? É veramente figo.

      • giangian

        Non te lo garantisco al 100% però mi pare sia il “ghost”.

        • mikronimo

          Si, è ghost: lo installo sempre.

          • giangian

            Devo dire che in abbinata a questo sfondo spacca ancora di più!

  • cippalippa

    non sara’ ottimizzato come quantita’ di pacchetti da installare per ottenere il risultato finale, pero’ c’e’ da dire che per gli utenti che vogliono un desktop molto elaborato e’ un effetto complessivo davvero a forte impatto visivo. 😉

  • giangian

    Mi va in conflitto quiando eseguo il secondo comando dicendo che i vari pacchetti sono già presenti nel filesystem. Idee?

No more articles