Yo I’m Not Pro o Yoimnotpro è un semplice app center per Arch Linux e derivate che co consente d’installare le applicazioni preferite nella nostra distribuzione.

Yo I'm Not Pro in Arch Linux
Arch Linux è considerata da molti utenti come una delle migliori distribuzioni attualmente disponibili. Tra le principali caratteristiche troviamo la possibilità di creare un sistema operativo ad hoc conforme le nostre preferenze scegliendo l’ambiente desktop e applicazioni preferite, essendo rolling release avremo sempre le applicazioni, kernel,ecc aggiornato all’ultima versione stabile disponibile e molto alto ancora.
Un problema di Arch Linux è l’installazione e configurazione non molto semplice, inoltre non avremo di default alcun software center per installare nuove applicazioni, pacchetti ecc dovremo utilizzare il terminale. Per nuovi utenti che si sono avvicinati ad Arch Linux tramite le derivate è disponibile il nuovo app center Yo I’m Not Pro o Yoimnotpro che ci consente d’installare le principali applicazioni, codec, Flash Player ecc con pochi e semplici click.

Yo I’m Not Pro o Yoimnotpro è un’utile applicazione open source inspirata al tool app center in Zorin OS che ci consente d’installare facilmente le principali applicazioni e tool più utilizzati in Linux.
Grazie ad una semplice interfaccia grafica è possibile installare facilmente applicazioni come VLC, media Player Clementine, Flash Player, ecc con estrema facilità, basta selezionare uno o più applicazioni e inserire la password di root per avviare il processo d’installazione.

yoimnotpro in Arch Linux

Yo I’m Not Pro o Yoimnotpro è già disponibile per Arch Linux e derivate attraverso AUR per installare l’applicazione basta digitare da terminale:

yaourt yoimnotpro

e confermiamo il download, compilazione e installazione dell’applicazione.

Home Yo I’m Not Pro / Yoimnotpro

  • Ale91g

    OTTIMO! Se fossi in microsoft mi preoccuperei! 🙂

  • alessandro

    E cosi si scopri che le tanto osannate directx fanno pena in termini di performance…

    • Caterpillar

       Se testi i benchmark dell’unreal engine, tipo tropics prima in direct X e poi in opengl, in quest’ultima modalità vanno più veloci

  • fabietto gas gas

    bene bene,ben vengano i giochi per linux…ma ci voleva valve con il suo progetto per convincere i produttori??
    che vergogna ragazzi,ora corrono tutti dietro al pinguino.
    nel 2012,non si puo’ non sviluppare giochi per gnu-linux,e programmi vari dai.
    buona serata ragazzi,statemi bene.

    • in che senso nel 2012 non si possono sviluppare programmi per linux
      be insomma nel 2012 linux presente nella maggior parte dei server e negli smartphone e tablet e arriverà anche nelle tv
      quindi un po di senso lo ha

      • fabietto gas gas

        non mi sono spiegato bene robi,nel senso che abbiamo dovuto aspettare  fino ad ora per vedere determinate cose girare su gnu-linux.
        non ho detto che non ha senso robi,ho solo detto che si sono svegliati tardi…
        comunque bisogna ringraziare google se siamo arrivati fin qui’,grazie ad android molte software house si stanno convertendo anche sul pinguino…
        e sopratutto nell’ambito desktop ne vedremo delle belle secondo me…lo spero!!ciao ragazzi.

  • ale2695

    Tre grandi notizie in un solo colpo:
    1. I giochi su Linux funzionano a meraviglia
    2. Le librerie OpenGL, se sfruttate a dovere, funzionano molto meglio delle tanto decantate DirectX di M$
    3. Finalmente NVIDIA ed AMD stanno sviluppando in maniera decisiva i driver video per Linux, unendosi ad Intel che già lo faceva
    E dobbiamo ringraziare Valve per quest’ultimo punto. Alla facciazza di Stallman 😀

    • Qualcuno di passaggio

       3. Aspetta pure, non hanno ancora cominciato a lavorare con Nvidia e AMD. Per ora solo Intel.

      • ale2695

        Giusto, ma nel prossimo futuro lo faranno 😉

        • ale2695

          E poi, quel framerate l’hanno ottenuto con una scheda video NVIDIA, avranno migliorato i driver no? 😉

          • Qualcuno di passaggio

            I driver Nvidia hanno già una buona potenza, ma non sono open, Valve non ci ha ancora messo mano. E speriamo che a Nvidia glielo facciano fare, visto che fanno schifo per una buona serie di motivi.

  • magnet magneto

    Sarebbe un gran colpo. La comunita degli HC-Gamers maniaci di prestazioni potrebbe fare la differenza sul mercato…speriamo!

  • Phoenix

    Sto godendo!

  • installato ubuntu 32bit con 32gb……. mhuà se lo testano così….iniziamo male!!!

    • ale2695

      Hanno spiegato nel post sul blog ufficiale che la versione a 64 bit per GNU/Linux di Left 4 Dead 2 non era ancora pronta, e quindi hanno dovuto usare la 32 bit su Ubuntu appunto a 32 bit con kernel PAE 😉

      • Alex L.

        Un 32 Bit sfrutta al massimo 4 Gb di RAM, forse Giuseppe si riferiva a questo 🙂

        • Gyrvim

           Il kernel pae a discapito di latenze alte, abilita il supporto superiore alle 4gb.

          • Gyrvim

             in ogni caso dubito che il il quantitativo di ram possa fare la differenza.

          • Alex L.

            Questo non lo sapevo grazie!

  • Rand

    Stiamo parlando dei driver closed vero?

    • tranne che per intel che rilascia i driver open amd e nvidia sono driver proprietari
      Il giorno 02/ago/2012 20:12, “Disqus” ha scritto:

  • Andrea

    quante palle ci raccontano ahahahah

  • ChicoMD

    Stallman, succhia un po’ qui.
    Uno che si rifiuta di approvare DEBIAN (avete letto bene) come distribuzione libera, per me non merita nemmeno la minima considerazione.

    • f@đdò.df

      sicche’ stallman deve definire libera una cosa che secondo i suoi standard, scritti e consultabili, non lo e’ solo perche’ la distro si chiama debian? debian si e’ impegnata a ripulirsi dal firmware proprietario e se lo fa e’ libera, che lo dica stallman o no.
      Hai bisogno della dichiarazione di un geometra per contare i lati di una figura e dirmi se e’ un pentagono o un ottagono? Trolla meglio pls

  • Chris

    Ah, musica per le mie orecchie… era ora!

  • Ermy_sti

    Opengl ha sempre avuto.prestazioni migliori del.direct3d

  • Michele Cariglia

    Se Steam sbarca su Linux è il motivo che aspettavo per piallare Windows da i miei PC!

  • Pietro

    Fra il Wiki di Archlinux, la pagina di Yaourt, la pagina “Pacchetti” sul sito ufficiale di ArchLinux non trovo molto senso a questa applicazione, già con queste tre opzioni sono in grado di installare il software che mi interessa.

    • eew

      io uso pacmanxg che è legerissimo e cmodo

    • pj

      a legger commenti del genere cadono le braccia. con ogni probabilità non sei stato tu a scrivere ne il wiki, ne la pagina pacchetti, ne a stendere il codice di yaourt, ma tu li stai utilizzando perchè qualcuno a pensato bene che a a qualcuno possano servire. allo stesso modo chi ha creato questo tool , lo ha messo a disposizione di tutti, perchè a qualcuno potrebbe essere utile. questo è lo spirito dell’open source. se tutti la pensassero come te, probabilmente non saresti nemmeno mai arrivato a conoscere linux, arch, e tutto l’intero universo opensource, tante cose.

      • Pietro

        Guarda che non ho mica detto che questo software non deve esistere. Un utente è libero, a mio avviso, di installarsi il proprio software come vuole, sia mediante “pacman” che altri “tool”.
        Il mio era un modo come un altro per dire che esistono altre vie. Infine pj, riguardati un po’ la voce del verbo avere, terza persona singolare va, che cadono le braccia anche a me a vedere il tuo italiano scritto.

        • pj

          invece di fare l’analisi grammaticale sulla mia mia scrittura, che a quanto pare non hanno inficiato il senso del discorso che vedo hao compreso perfettamente, vorrei capire allora cosa intendi la tua frase “non trovo molto senso a questa applicazione”, se non il fatto che sia inutile. tanto tu sai quello che devi fare vero?? gli altri chissenefrega.

          • pj

            manca qualcosa … gli errori (dopo “a quanto pare”), con (prima di “la tua frase”), ed infine hao non esiste ma ho sbagliato tasto, era hai. così mi correggo da solo.

          • Pietro

            Visto che continui a provocare, non vale neanche più la pena continuare la conversazione.

  • Federico

    Ciao Roberto,

    per installare questo prodotto il comando è

    yaourt yoimnotpro-git

    Buona giornata a tutti.

    • ho messo yoimnotpro perché se escono nuove versioni / varianti li trovi nella lista
      attualmente esce solo la git basta cliccare 1 e avvii l’installazione tutto qua

  • Jack O’Malley

    Ma i nomi di certi programmi li estraggono dal frullatore?

  • Jackladen

    Arch linux non è difficile da installare…..archi linux è difficile da reinstallare dopo un povdi tempo…..cavolo, rispetto a 6 mesi fa sono cambiati la maggior parte dei comandi….e su a rileggere il wiki….poi si sa, volere è potere. Ma un istaller” più semplice” non lo metteranno mai, lo scopo di arch è studiare, se affiancherebbero un istaller semplice secondo voi, più dell uno percento degli utenti lo sceglierebbe???? Penso proprio di no

    • MoMy

      Ciao,
      Tipo, che comandi han cambiato?

      • Jackladen

        Ad esempio, prima per attivare un interfaccia bastava digitare ” ifconfig wlan0 up” , ora si deve digitare ” ip link set wlan0 up”. Il sistema base si installava Con “pacstrap /mnt base base-devel ecc…” mentre ora basta un “pacstrap /mnt -i base”.per conoscere i nomi delle interfacce di connessione bastava digitare ” ifconfig” adesso bisogna dare ” ip addr”…..d’accordo, avranno funzioni in più….ma bisogna rileggere il wiki

        • MoMy

          Vero, Arch Linux è in continuo mutamento. Dal passaggio a Systemd (Gennaio 2013 per le neo installazioni), ci son stati un paio di cambiamenti che potrebbero aver creato qualche scompiglio – metti lo spostamento dei file binari in /usr/bin/ e netcfg a favore di netctl. Volendo potrem infilarci anche il file /etc/sysctl.conf deprecato. Per dirla tutta è da un mesetto che non installo Arch in una qualche macchina, ma ricordo d’ aver usato # pacstrap /mnt base base-devel etc etc, poi ifconfig (net-tools) è deprecato da +/- metà 2011 a favore di iproute2 (ip). Sempre parlando di neo-installazioni, intendiamoci. ^^

        • TopoRuggente

          pacman /mnt base
          e
          pacman /mnt base base-devel
          sono due cose differenti base ti consente di lavorare con i pacchetti di arch mentre se vuoi compilare da AUR devi installare anche base-devel.
          Il parametro -i installa solo parte del “pacchetto” base, tanto che nella guida di installazione (io uso quella eng) non é presente.

          Ip non è certo nuovissimo, e offre una sintassi un po’ più umana (per gli inglesi)
          ip link set eth0 up
          ipconfig eth0 up era un po’ più criptico.

          Per chi lo conosceva già ipconfig resterà sempre un vecchio amico … e ancora installabile.

    • cippalippa

      è un installer… please

No more articles