Vi presentiamo SurDoc interessante servizio si storage web in grado di offrire ad ogni utente ben 100 Gb di spazio web gratuito.

SurDoc
Sono molti i servizi online dedicati al storage cloud in grado di fornire uno spazio web gratuito o a pagamento nel quale possiamo salvare o sincronizzare file e cartelle preferiti con la possibilità di condividerli con amici, colleghi ecc con estrema facilità. Tra i servizi di cloud storage più conosciuti troviamo Ubuntu One di Canonical con 5 GB di spazio web free, Dropbox (2GB), Google Drive (15 GB), SkyDrive di Microsoft (7GB), Box.com (10 GB) fino ad arrivare a Mega con i sui 50 GB di spazio web gratuito. Da alcuni mesi è disponibile anche il nuovo servizio di cloud storage denominato SurDoc che ci offre ben 100 GB di spazio web gratuito con incluse diverse funzionalità davvero molto interessanti.

SurDoc ci consente di avere ben 100 GB di spazio di archiviazione gratuito, nei quali potremo caricare e condividere i nostri file preferiti il tutto in sicurezza dato che utilizza AES a 256 bit per proteggere i trasferimenti dei nostri file.
Possiamo accedere a SurDoc da qualsiasi browser pc, inoltre è disponibile anche il client ufficiale per Windows e Mac (dovrebbe presto arrivare anche il client per Linux) e per device mobili Android  che ci consente anche di sincronizzare file e cartelle tra più device.

Il servizio SurDoc include però alcune limitazioni, non potremo caricare documenti, video, immagini ecc i dimensioni superiori ai 5 GB, con rinnovo annuale gratuito. Colgo l’occasione per ringraziare il nostro lettore Denis P. per la segnalazione.

Home SurDoc

  • Simone

    Mi chiedo come possa essere utile un tool che riguarda una finestra nella barra di stato. Mi sembra scomodo e poco pratico.
    Magari mi sbaglio, ma tutte queste ‘pezze’ che Gnome sta rilasciando, mi sembra che confermino che il prodotto non è proprio pronto…

    • è utile quando massimizzi la finestra che rimuove la barra del titolo e ti fa risparmiare spazio utile x l’applicazione
      Disqus ha scritto:

      • Simone

        Beh con Unity basta un doppio click.

        • TopoRuggente

          Il doppio click nella barra del titolo per massimizzare esiste in “tutti” i sistemi operativi.

          Personalmente non ho mai trovato comodi i menu alle “Mac OS” troppi Km col mouse.
          L’idea di far apparire i tasti solo a finestra massimizzati è ottimo, anche se mi chiedo come si comporti rispetto alle icone delle estensioni attivate.

          Proverò ad installare oggi l’estensione.

    • Iacopo Barbieri

      questo tool è sempre stato presente anche con gnome classic e tuttora in gnome-fallback e devo dire che secondo me è veramente utilissimo.
      Era già presente anche su gs ma non era ancora stata implementata la finestra preferenze purtroppo.. ora il tool è completo e specialmente in ambito di netbook o cmq schermi con ridotto spazio è davvero indispensabile..

    • TopoRuggente

      Non sono “pezze”, sono funzionalità opzionali, per esempio io l’ho disinstallata dopo 30 secondi di test.

  • Eduardo

    Non funziona su Fedora 17 🙁

    • riavvia gnome shell (Alt+f2 e poi r) e vedrai che funziona
      è successo anche al pc della mia ragazza 2 ore fa 🙂

      2012/8/20 Disqus

      • Eduardo

        Ho scoperto il problema: non si debbe scegliere l’opzione “Match Metacity theme if possible” (perché uso il tema Cupertino)

  • TopoRuggente

    Provata e disinstallata al volo.

    Utilissima, se lasci i bottoni sempre visibili non è semplice quando hai più finestre affiancate a quale appartengano.

    Ho attivato con “timore” l’opzione di nasconderli e zac … che orrore le icone del pannello saltare a destra e a manca quando compaiono, secondo me sarebbe stato meglio lasciare al posto dei bottoni nascosti uno spazio vuoto.

  • clodio

    la possibilità di rimuovere la barra del titolo quando la finestra e massimizzata

    non credo sia possibile, almeno io non ci riesco, non è che serve maximus?

  • Carlo

    Certo che esteticamente sono orrendi i menù per chiudere-minimizzare….è una botta di bruttura !

  • Marco Moraschi

    come guadagnano?

    • Matteo

      Solito modo: Vendita dei tuoi dati! 🙂
      E magari pubblicità all’interno del servizio

      Così come guadagnano anche tutti gli altri.

      A tal proposito, mi sto ancora chiedendo come guadagnano su Bittorrent Sync (un sw di cloud privato, senza server, e tutti i dati cifrati).

      • federico

        vendita dati privati cifrati a 256bit

      • Claudio

        Come funzionerebbe questo “solito modo” della vendita dei tuoi dati? A chi e cosa vendono??

  • Fighi Blue

    i 100 gb durano solo un anno…poi paghi

    • Gustavo

      infatti.. piccolissimo particolare omesso

      • Fighi Blue

        minuscolo aggiungerei…con la mia connessione di upload (penso che nessuno tranne casi particolari mi superi) è di 50/60 kbps in quasi un anno di google drive che lo uso quasi tutti i giorni ho caricato 3 gb…ora dimmi se riempio in un solo anno 100GB

        • Max Franco

          dipende se si ha la fortuna di avere la fibra ottica…
          i fortunati che ce l’hanno non hanno probleimi di up 🙂
          non si possono però definire casi particolari, dato che la fibra è disponibile per qualche milione di persone 😀

          • Fighi Blue

            ora mi sento solo grazie

            Intendevo in italia…almeno che il mio paesino non è così sfigato nessuno ha la fibra qui

          • Gustavo

            rimane il fatto che il servizio per un anno è un non-servizio e che, come minimo un articolo dovrebbe contenere una piccola analisi di pro e contro.. Troppo spesso vedo solo pro e i contro me li devo spulciare da solo..

    • Giovanni

      Sul sito è riportato che c’è un rinnovo annuale gratuito, ma il vero contro è questo: non si possono caricare più di 5 GB in totale di “Special Files” e ognuno non può essere più grande di 10MB. Riporto cosa intendono per “special files” direttamente dal sito:

      “Special files are files that you can neither print nor play,
      including but not limited to executable files, database dumps and ZIP
      files.”

      Praticamente è ottimo se caricate foto e video.

      Poi è ambigua questa voce “View & annotate (mark up) documents || (30 docs/month)” cioé?? non posso vedere i miei documenti più di 30 volte al mese? o non posso vedere più di 30 documenti?
      Va be comunque 2,5$ al mese non sono poi tanti e si tolgono queste restrizioni. Non è malaccio 🙂

      da https://www.surdoc.com/trybuy/viewplans/

  • federico

    caricaci 100gb di porni onti cifrati a 256bit

  • Giuseppe Di Somma

    ……meglio fare 2 account MEGA no??? sicuramente è piu sicuro di questo…mi sa di sola!!!

No more articles