Nella rubrica “oggi parliamo di…” vi chiediamo quale sia secondo voi la migliore distribuzione Linux per utilizzare al meglio l’ambiente desktop XFCE.

XFCE
Dopo aver parlato della migliore “distro” per KDE, oggi andremo ad analizzare quale sia secondo i lettori lffl la migliore distribuzione per utilizzare al meglio l’ambiente desktop XFCE.
XFCE è un’ambiente desktop nato per essere leggero e soprattutto personalizzabile consentendo cosi di poter adattarsi al meglio alle preferenze degli utenti. Da notare che XFCE è un progetto che dal 1996 ad oggi non ha mai portato grossi cambiamenti per ogni aggiornamento, ogni nuova versione di norma aggiunge funzionalità e ottimizzazioni varie senza però cambiare l’esperienza utente.

XFCE è uno degli ambienti più amati dagli utenti Linux (e anche dai lettori lffl) fino a pochi anni fa veniva indicato come una valida soluzione per pc datati, l’arrivo di Gnome Shell, Unity ha fatto avvicinare molti nuovi utenti diventando pian piano un’ambiente desktop ormai utilizzato anche in molti pc nuovi.
Tra le distribuzioni più “famose” con ambiente destkop XFCE troviamo Xubuntu, Debian, la spin di Fedora, Manjaro Linux, Arch Linux, openSUSE,  X-Light Mind Storm, Sabayon, Slackware, Trisquel, Linux Mint XFCE ecc.
Quello che vi chiediamo oggi è quale sia secondo voi la migliore distribuzione con XFCE? da Xubuntu alla rolling Manjaro, alla stabile Debian XFCE alla spin Fedora ecc.
Quale distribuzione consigliereste per un’amico / collega che vuole provare XFCE? a voi i vostri pareri..
  • salve volevo sapere se c’e un metodo x cambiare il mio OS android 2.3 del mio smartphone samsung next con l’ultimo (in questo caso il 4.0)
    grazie in anticipo a tutti

    • Giuseppe Gambino

      si c’è. Anche se ancora ICS(Android 4.0) presenta qualche bug sul galaxy next, lo stanno adattando. Ti consiglio di installare una Rom customizzata sempre di gingebread! 

  • giampaolo schembri

    ma non fanno più le immagini “generic” che funzionano su “tutti” gli hardware?

  • Francesco Manghi

    manjaro.
    senza se e senza ma

    • aldotar

      X- Light Mind Debian

  • Simone Picciau

    Manjaro è ottima direi ma dire qual è la migliore è difficile

  • CuccuDrillu10

    Al contrario di Kde, xfce è un ambiente che richiede molte meno risorse per funzionare in maniera efficiente e proprio questa sua qualità lo rende perfettamente adattabile ad ogni distribuzione. Personalmente ho provato diverse distro con xfce e non ho mai notato sostanziali differenze prestazionali..sempre reattivo e senza troppi impuntamenti. L’unico metro di giudizio su cui mi sbilancio è l’estetica, perchè qui, Xubuntu è l’unica distro che ha curato i dettagli rendendo Xfce moderno e piacevole anche all’occhio dell’utente, mentre altre come fedora e opensuse adottano un tema standard non particolarmente accattivante.
    Per il resto, davvero un ottimo ambiente.

  • Marco Missere

    XFCE è un ottimo DE, ma a mio parere out of the box è bruttino e non molto user-friendly. Pertanto a mio parere la migliore incarnazione di XFCE la troviamo in Linux Mint, anche più di Xubuntu. Maya XFCE fa volare i Pentium IV con 512 MB di RAM, o addirittura i Celeron del 2005 sempre con 512 MB di RAM, oltre ad essere assolutamente user-friendly per chi proviene da Winshit.

    • Dany

      Concordo e a proposito, quando esce Petra XFCE?

  • angelo

    Arch linux!

  • Cristian

    X-Light Mind

  • luca canali

    slackware e archlinux!! hanno il migliore ambiente xfce. Li uso entrambi e davvero non ce ne sta per nessuno!!!

  • cordacchio

    Indubbiamente Voyager!

  • Pipino

    nei secoli fedele a Fedora!

  • Duma

    Arch: distro minimale per DE minimale, senza troppi fronzoli.

  • Nico

    Ho XFCE su Manjaro, Arch, Debian, Fedora e OpenBSD. E l’ho utilizzata su Xubuntu, Opensuse, FreeBSD. Out of the box, direi Manjaro. Ma puoi ottenere lo stesso risultato, sia grafico che di utilizzo pratico, partendo da qualunque sistema supporti questo DE: va benissimo sulla vostra distro preferita, qualsiasi essa sia.

  • natale

    Debian testing e Xubuntu

  • ge+

    Manjaro è la mia preferita con XFCE: leggera e potente, con tutto quello che serve, senza cose inutili o fini a se stesse.
    Live Voyager è quella più “stilosa”, offre un sacco di abbellimenti grafici ed un utile menù a tutto schermo, anche se queste cose rendono l’ambiente desktop un pò più esoso.
    Anche Xubuntu offre una ottima implementazione di XFCE.

    Comunque XFCE è leggero ed estremamente malleabile: installati una minimal a caso, debian o arch linux, aggiungi XFCE e modificane l’aspetto a tuo piacimento: ottierrai sempre una ottima distro

  • Max Franco

    sono monotono.
    ubuntu minimal + pacchetto xfce4 + icone Mint-X + tema shiki-nouveau wise

  • Manjaro spacca!

  • Elia Notarangelo

    X-Light Mind Debian, e non perché è la nostra creatura, ma perché è proprio ben fatta ;P

  • muchoman

    direi xubuntu che con la 8.04 fu la mia primissima distro, ma devo dire che la abbandonai per mancato appagamento visivo quando iniziai ad impratichirmi…credo che ad oggi indicherei mint e voyager, dove oltre alla buona integrazione l’occhio ha la sua parte

  • luca ciccotelli

    manjaro senza dubbi

  • Giacomo Baiamonte

    x-light mind debian, una distro molto solida su cui si appoggia il DE più solido che abbia mai utilizzato. La consiglio sempre, il team di XFCE-Italia ha svolto un lavoro encomiabile

  • Alessandro

    Linux Mint: da quando ho XFCE mi trovo benissimo, ero scettico all’inizio rispetto allo spettacolare KDE o al buon MATE ma alla fine è il migliore

    • muchoman

      per cosa lo reputi migliore rispetto a mate?

      • Alessandro

        Mate alla lunga mi ha sempre dato problemi, probabilmente a causa di dipendenze da aggiornare o non aggiornate, non saprei. XFCE mi pare più stabile, in generale, e anche più semplice da usare, ma sono impressioni

  • js3

    fedora, ma con compiz…

  • dardinix

    Voyager in assoluto la migliore!!!!!

  • borgio3

    Debian 7

  • EnricoD

    XFCE l’ho utilizzato solo in Debian e Xubuntu, se proprio devo scegliere tra i due devo dire che mi è sembrato meglio integrato nel 2°
    lunga vita ad LXDE XD!

  • ziltoid

    Ubuntu studio

  • Franco Rubatto

    x-light-mind Debian, una certezza. Installata praticamente a tutto il vicinato, Per il momento nessuno mi ha aspettato sotto casa, anzi…

    • muchoman

      scusa una curiosità….ma io provo a farla partire con un usb creata con unebootin ma non ne vuole sapere…tu come l’hai installata…ps questo mi succede solo con qualsiasi tipo di debian

      • Franco Rubatto

        normalmente proprio con unetbootin (partendo però da una base debian). In effetti, unetbootin da altre distro (mint) mi ha dato dei problemi; in quel caso parti da CD.
        Quale distro usi?

        • muchoman

          mint lmde….ho provato anche con debian normale ma nulla…io al momento ho sotto una mint lts

          • AleCon

            +1 per dd (not the cup size!) abbastanza facile da usare anche per chi non e’ familiare con linea di comando!
            e non mi ha mai deluso! ( non posso dire lo stesso di unetbootin!)
            E poi sinceramente la CLI dovrebbe essere un’esperienza che non dovrebbe mancare nel curriculum di ogni utente linux che si rispetti!

          • freestyle72

            Dimenticavo ….(non so se può fare la differenza),
            ho usato Unebootin per win, non per Linux perché da Linux a me spesso danno problemi di avvio!
            Anche perché solitamente utilizzo LILI che esiste solo per win (purtroppo)!

          • muchoman

            no io uso genericamente quello preso dai rep di mint…quello di windows provai ad usarlo anni fa e feci un prova un mesetto fa ma non capisco perchè ci mette “almeno” 5-6 volte il tempo a realizzare la usb rispetto a quando gira su linux

      • tomberry

        Se posso darti un consiglio: non usare unetbootin 😉

        Non è una cattiveria, ma non è compatibile con tutte le distribuzioni.. Se vuoi una sicurezza usa il comando dd..

        dd if=’/percorso/immagine.iso’ of=/dev/sd*

        sul comando if= inserisci il percorso e il file immagine, su of= il dispositivo usb che vuoi usare (con il comando ‘sudo fdisk -l” puoi sapere come il tuo pc riconosce la periferica, es. /dev/sdb) ^^

        • Max Franco

          quali distribuzioni scusa? io non ho mai avuto problemi e l’ho provato con tutte le distro più diffuse, basate su slack fedora debian suse e anche su cose più strane come slitaz e puppy tiny… mi manca solo qualcosa gentoo based…. e non ho mai avuto problemi.
          inoltre con dd occupi tutta la partizione e questo significa partizionare la chiavetta, ossia un passaggio in più….

          • tomberry

            Finora mi ha dato problemi con le iso di:
            xubuntu 13.10, lmde, xlmd, sabayon e pure manjaro (almeno che mi ricordo)..
            Poi personalmente “pulisco” la chiavetta prima di creare l’usb bootable, quindi gli stessi passaggi per unetbootin li faccio anche con dd..

            In che senso partizionare la chiavetta? Se usi il nome del dispositivo senza numero di partizione (es. sdb e non sdb1,sdb2) non hai da partizionare nulla, dd occupa il dispositivo con il contenuto del file .iso e fine della storia..

          • Max Franco

            forse è la versione particolare di unetbootin che usi che ha qualche problema…. sinceramente io con la versione installata dai repository di ubuntu, nell’ultimo anno non ho mai avuto problemi.
            in quanto a partizionare con dd, se usi il device senza partizione, peggio mi sento, personalmente non ho più usbkey da meno di 8 GB. la iso di una distribuzione al massimo usa 1.2-1.3 gb quindi non usi tutto il resto dello spazio. ovviamente se installi e poi riformatti non è un problema, ma io solitamente le iso le tengo sulel chiavette per tutto il ciclo di vita della release, quindi sei mesi, e le chiavette le uso anche per altri scopi, contemporaneamente, quindi dd per me non potrebbe mai essere una opzione.

          • tomberry

            Da questo punto di vista ti do ragione.. Spero sia solo un problema di versione, anche perchè solitamente controllo l’md5 della iso per evitare che siano corrotte..

          • Maruko

            ne da eccome!meglio imagewriter a quel punto

      • freestyle72

        Strano, perché io solo con unebootin sono riuscito ad avviarla, dopo averli provati praticamente tutti!
        Tornando al tema, a me non dispiace mint con xfce!
        Tutto il buono di Ubuntu (quindi software facilmente installabile che Manjaro non ha) unito alla leggerezza di xfce!

      • Guest

        io aggiro il problema usando Image Writer… Adopero spesso Unetbootin e mi sono accorto che non parte su tutte le macchine… Comunque la mia preferenza XFCE è Xubuntu per un fattore di gusto… E anche per un maggior supporto io aggiro il problema usando Image Writer… Adopero spesso Unetbootin e mi sono accorto che non parte su tutte le macchine… Comunque la mia preferenza XFCE è Xubuntu per un fattore di gusto… E anche per un maggior Del resto ritengo tutte le altre distro altrettanto valide.

      • Paollinux_OS

        io aggiro il problema usando Image Writer… Adopero spesso Unetbootin e mi sono accorto che non parte su tutte le macchine… Comunque la mia preferenza XFCE è Xubuntu per un fattore di gusto… E anche per un maggior supporto online (Ubuntu e derivate)… Del resto ritengo tutte le altre distro altrettanto valide.

  • KZ125RR

    Debian

  • spino1968

    Slackware

  • Ajeje Brazorf

    Manjaro senza dubbio! Derivata di Arch, la migliore distro Linux, ma a differenza della madre già pronta all’uso con personalizzazioni utili e gradevoli!

    • eolo

      Aprezzo il nome utente…

  • angelo

    voyager

  • tomberry

    Dipende dai gusti dell’utente in base all’interfaccia, se dovessi consigliarne una, a pari merito direi X-Light Mind (Storm o Debian) e SolydX.. ^^

  • io lo uso con enorme soddisfazione in archlinux anche se non ho un computer datatato… ormai grazie a gnome shell e unity xfce viene usato su tutti i tipi di pc, vecchi o nuovi, potenti o scarsi…

    alla fine non c’è una distro miglioe di un’altra ognuno sceglie la distro con cui si trova meglio e ci mette il DE che preferisce…

    io adoro pacman e AUR e non voglio le distribuzioni gia pronte all’uso quindi la mia distro preferita è ArchLinux

  • AquiloneSchritttempo

    SolydX!

  • Kraig

    non ci sono scuse che tengano, la migliore integrazione di xfce al momento è in manjaro.

  • Giannino Furlanis

    Senza ombra di dubbio attualmente Manjaro!

  • Max Franco

    però sembra che nessuno dica perché.. migliore o peggiore.. per cosa? 😀
    se parliamo di estetica sono solo chiacchiere, ognuno se la può personalizzare come preferisce…
    su cosa basate la vostra preferenza?

    • tomberry

      é proprio questo il punto: xfce appena installato non differisce tra le varie distro, sono determinate distro a “personalizzarlo” e consegnarlo “preconfezionato” all’utente..
      Xfce alla fine è sempre quello (su arch, debian, fedora, ecc.) poi dipende come viene “preinstallato”: solydx ha preferito dargli un look kde-oxygen, xubuntu è quello più personalizzato per quanto riguarda il gestore delle impostazioni.. ^^

      • Max Franco

        appunto xubuntu in qualcosa (poco) si distingue… a parte il consumo di ram, perchè ci aggiungono un sacco di roba inutile, dal bluetooth ad avahi ecc. ecc. comunque in qualche modo personalizza il software, modificando il gestore delle impostazioni….
        se la distro semplicemente cambia il tema, non personalizza nulla. non conosco solidX ma se tutto si risolve in un tema oxygen, allora la differenza rispetto alle altre distro xfce based sta solo nella distribuzione sottostante (debian in questo caso)
        insomma, se tutti cambiano solo il tema, significa comunque che xfce4, per gli scopi che si prefigge è comunque in qualche modo ‘perfetta’ e nessuno ritiene di doverla modificare più di tanto. 🙂

        • Elia Notarangelo

          Sulla perfezione di xfce quoto in toto!

  • Pietro

    Io XFCE lo preferisco su Arch Linux, ho installato un XFCE di base per poi “modellarlo” a mio piacimento, installando solo software a me necessari. Con il Kernel Ck+Arch+XFCE il mio piccolo portatile con processore APU vola!

    • antonio

      ho visto che usi kernel ck come sono i consumi e autonomia?

  • enrico tognoni

    Chiedo scusa ma la domanda è mal posta secondo me, soprattutto le installazioni via internet, non dovrebbero semplicemente chiedere, quale desktop vuoi di default? Se un desktop è nei repo, funziona punto. Forse la domanda da fare è quale distro supporta meglio xfce nei repo, ma anche così avrebbe senso porla?

  • Max Franco

    ho provato manjaro, visto che molti qui ne hanno parlato bene….
    371 mega di ram impegnata all’avvio, con un terminale aperto…..
    ma scherziamo?????
    se come si dice xfce dovrebbe essere il DE candidato a sostituire xp nei pc datati… con majaro tornerebbero tutti a xp dopo una settimana.
    una sessione di firefox con 4-5 schede e superiamo già a 512 mega di ram….. non oso pensare cosa succederebbe aprendo libreoffice.
    il sistema è bellino, ma come detto, niente che non si possa fare installando due temi e whisker…..

  • cippalippa

    Archbang… of course! 🙂

No more articles