Il nuovo Leap Motion oltre ad approdare su alcuni nuovi personal computer arriverà entro il 2014 anche su alcuni device mobili.

Leap Motion è un’utile dispositivo che ci consente di operare sul nostro sistema attraverso semplice gesti con le mani senza dover toccare lo schermo grazie ad una serie di sensori e telecamere ad infrarossi. Gli sviluppatori del progetto Leap Motion hanno rilasciato anche il supporto per Linux, con tanto di piattaforma di sviluppo dedicata che consentirà ai developer di creare nuove applicazioni dedicate.
Michael Buckwald, CEO di Leap Motion, in una recente intervista a TheNextWeb, ha annunciato che l’azienda sta lavorando nell’integrazione del device all’interno di smartphone e tablet consentendo cosi agli utenti di poter operare sulle applicazioni, impostazioni ecc senza dover toccare lo schermo dei propri device mobili.

Buckwald ha indicato che Leap Motion potrebbe già essere integrato nei primi tablet già nel terzo trimestre del 2014, tutto questo è possibile grazie allo sviluppo del dispositivo, nel quale i tecnici sono riusciti a ridurne notevolmente le dimensioni  a tal punto da poter essere integrato anche in device mobili.
Il CEO di Leap Motion ha indicato inoltre che una volta integrato su smartphone e tablet, il nuovo dispositivo potrebbe arrivare presto anche su SmartTv e automobili, tutto questo grazie anche all’ottimo supporto fornito da Linux.
  • Giulio

    Mint faceva meglio a rilasciare la 13 Maya con un gnome shell puro senza sfonzoli  visto che ubuntu offre la boiata di Unity e gnome si evolve, mate e cinnamon li avrei lasciati perdere. Avrebbero avuto piu’ consensi

    • sudo apt-get install gnome-shell
      e hai gnome shell puro in mint

      2012/7/31 Disqus

      • Giulio

         allora un sudo apt-get install gnome-shell lo posso dare anche in Ubuntu non importa che metto mint

        •  togli sudo e lo fai anche in debian 🙂

    • Al di là di qualche novità puramente estetica e di tante promesse per il futuro ritengo che il team Gnome non abbia, almeno per il momento, soddisfatto neanche il 10% delle richieste degli utenti. Sicuramente MATE non ha un aspetto estetico gradevole alla prima installazione, ma dopo aver effettuato la solita configurazione personale con sfondo tema e icone, attivato compiz,  ti posso assicurare che non delude: solido, semplice, produttivo. Al momento io per esempio sto su Mint Maya Mate con repo di Mate che puntano alla 1.4. Eccellente velocità e reattività del sistema nonostante comunque mi trovi su “Ubuntu”, con tanto di conky, docky e quant’altro.

    • Er Chiappetta

      Ma stai scherzando?

      La caratteristica e successo di Mint è proprio la disponibilità dei due D.E.  alternativi a Unity e Gnome Shell in perfetto stile “classic desktop” come molti utenti desiderano. Gnome Shell per quanto mi riguarda è una porcheria di produttività e non sono solo io a dirlo ma basta che leggi un po’ di articoli di gente nota su Zio Google.
      Inoltre Mint ha la caratteristica di ascoltare i propri users, se posti sul forum a volte di risponde Clem direttamente, comportamento invece opposto il team di Gnome che ha sempre fatto di testa loro e che hanno deciso di sviluppare un desktop “zero distractions” (loro parole), ma chi cavolo sono loro che devono decidere come io imposto il mio lavoro? Tralascio il ridicolo progetto di Gnome OS….

      Mate, Cinnamon e XFCE for President.

  • Andrea Zedda

    la debian edition senza mate non ha senso! ho provato tutto, cinnamon, gnome 3 kde, lxde ma nessuno mi ha dato la stessa percezione di stabilità velocità e sicurezza che avevo con gnome 2. Ieri ho installato MATE e ho di  nuovo un computer velocissimo e altamente personalizzabile. esattamente ciò che mi serve per aumentare la mia produttività

  • L0cutus

    Meglio Ubuntu , Mint o Frugalware ?

    • daves

      frugalware è tutta un’altra storia. il team di sviluppo è piccolo e l’installer non immediato come ubuntu/mint però non è una distro malvagia. Diciamo che è una via di mezzo tra arch e slackware però adattata per essere abbordabile per l’utente medio.

  • EGIDIO DOCIle

    Mi sembra di capire dal post che non è stato eliminato mate, ma il repository di gnome2-frozen, sono 2 cose diverse…

    • mete ci sará ancora è gnome 2 che viene rimosso

  • Vellerofonte

    Bisognerebbe dire addio a Linux Mint Debian, diffidare delle imitazioni se si vuole debian si installi l’originale non una presuntuosa e malriuscita imitazione.

    • linuxfunboy

      su questo ti devo biasimare: Debian è il meglio del meglio, ma LMDE riesce a trovare quel compromesso tra l’user alle prime armi e quello più PRO.

      Per me, Linux Mint somiglia ad Ubuntu ai tempi di Lucid o della vecchia Feisty, cioè è come dire..”solida”, “sincera”, non trovo un termine migliore; comunque, è il pensiero della comunità che ci sta dietro che la fa essere l’unica derivata VERAMENTE alternativa ad Ubuntu.

      Per LMDE poi sono idee; per me, è meglio questa Rolling rispetto a Sid perchè è più stabile, ma sono idee…di certo non  è una Distro da penalizzare come tante altre che ne nascono in giro: dietro LMDE c’è un enorme lavoro, no come su quelle che cambiano il D.E. e hanno fatto la distribuzione

      • LMDE, in seno alla comunità Mint, non ha lo spazio che merita ed ultimamente è stata trascurata non poco. Se devo consigliare una distro “facile” basata su Debian… Soluos 1.1 Eveline: provata e riprovata più volte direttamente sul mio pc, un ottimo lavoro realizzato da uno dei creatori di LMDE. Riconoscimento hardware eccellente nessuna sbavatura. Ho dato un occhiata alla prossima release basata su debian wheezy e da quello che ho visto sono sicuro che non tradirà le aspettative degli utenti di Solus.

      • Vellerofonte

        Scusa ma le cose stanno un pò diversamente e te ne accorgi semplicemente girando per il forum LinuxMind (EX LinuxMint e ci sono dei perchè).

        LMDE è tutt’altro che rolling e tantomeno stabile, i cosiddetti pack di aggiornamento fanno molto Windows style e vengono rilasciati con una frequenza così bassa, da sfiorare i classici 6 mesi tipici di distro tipo Ubuntu, vogliamo chiamarla rolling?

        Per non parlare del fatto che ci sono stati svariati problemi legati al cambio di repository che ha generato moltissima confusione tra gli utenti molti dei quali dopo l’ennesima reinstallazione hanno rinunciato.

        In terzo luogo bastano una manciata di click per passare da una Debian testing ad un ambiente tipo LMDE che non è affatto divenuta la distro che dona Debian ai “comuni mortali”, sempre sul forum LinuxMind viene più volte specificato che si tratta di una distribuzione NON adatta ai meno esperti, tantovale andare dritti su debian e installarsi quei quattro codec se davvero servono.

        Non posso infine non vedere l’assoluta inutilità in Mate e Cinnamon, XFCE fa egregiamente il medesimo lavoro, cresce in maniera impressionante e soprattutto non è a rischio abbandono, non mi sembra si tratti di idee ma di evidenze oggettive.

        • millalino

           LMDE risente di una decisione che non è ancora stata presa e cioè, continuare  su base Ubuntu o lasciare e sviluppare su base Debian e da qui nascono i problemi di questa distro a cui probabilmente hanno dedicato meno tempo e i problemi che ha avuto con gli aggiornamenti lo dimostrano. Considera però che nemmeno la distro dei “professional” e cioè Arch, nell’ultimo anno è stata impeccabile sugli aggiornamenti. Non ritengo però che Mate e Cinnamon siano inutili, lo sono  semmai Unity e gnome3. Xfce mi piace molto e continuo a seguirla ma, gli manca ancora qualcosa per avere quel livello di personalizzazione che avevo con gnome2 (tuttora imbattibile).

          • andreazube

            KDE è molto più personalizzabile di gnome 2 (e ovviamente anche di gnome 3)
            Riguardo a mint debian,è una distro da lasciar perdere defenitivamente,non è una rolling,non aggiorna niente e poi di colpo un supr-mega aggiornamento,questo è una specie di avanzamento di versione mascherato da aggiornamento.
            Molto meglio debian testing pura

          • millalino

             esatto, Kde è ancora piu personalizzabile di gnome 2 e di tanto anche ma, non mi da la stessa velocità di esecuzione (ovviamente imho) di gnome2. Quello che invece batte tutti a livello di personalizzazione è  e 17, non ce nè x nessuno e oltretutto è velocissimo. Per quanto riguarda LMDE sono d’accordo con te e probabilmente è xchè non sono riusciti a mettere ancora in atto l’idea di partenza, cioè quella della rolling.

    • ChicoMD

       CONCORDO assolutamente. LMDE l’ho provato, e aggiunge solo qualche tool e il tema. Sono tornato a Debian pura, ma ero curioso.
      Diversi è il discorso di Mint basato su Ubuntu, che invece a mio modo di vedere ha molto senso di esistere.

No more articles