In questa semplice guida vedremo come instalare la versione in fase di sviluppo di LXQt nuovo ambiente desktop che punta a portare LXDE in QT.

LXQt
LXDE è uno dei più apprezzati ed utilizzati ambienti desktop Linux, la principale caratteristica è quella di essere leggero pur fornendo un completo menu, pannello personalizzabile e utili tool di configurazione.
Dalla collaborazione tra gli sviluppatori di LXDE e RazorQT è nato il nuovo progetto LXQt che punta a migrare LXDE in QT mantenendo le stesse caratteristiche ed esperienza utente. Il passaggio a QT da parte di LXDE porterà una maggiore stabilità e soprattutto maggiori personalizzazioni e funzionalità con consumi di risorse simili o inferiori all’attuale versione. La versione in fase di sviluppo di LXQt è già a buon punto con già diversi componenti migrati a QT come ad esempio lxqt-panel, lxinput-qt, lxsession, pcmanfm-qt ecc.

E’ possibile installare la versione in fase di sviluppo di LXQt sia da Ubuntu e derivate (compreso anche Lubuntu) e in Arch Linux attraverso AUR.
Ricordo comunque che lo sviluppo di LXQt è iniziato pochi mesi fa e ci sono ancora diversi bug da risolvere, nei miei test ho trovato comunque già un’ottima stabilità sia da parte del file manager PCManFM che il pannello / menu mentre non funzionano correttamente alcuni collegamenti nel pannello (esempio il plugin audio non funziona).

LXQt

Per installare la versione in fase di sviluppo di LXQt in Ubuntu e derivate basta digitare:

sudo apt-get install software-properties-common
sudo add-apt-repository ppa:lubuntu-dev/lubuntu-daily 
sudo add-apt-repository ppa:gilir/q-project
sudo apt-get update
sudo apt-get upgrade
sudo apt-get install lxqt-metapackage

al termine del’installazione riavviamo e al login accediamo alla sessione LXQt

Per installare LXQt in Arch Linux e derivate dovremo invece compilare l’ambiente desktop da sorgenti via AUR per farlo basta digitare:

yaourt -S vala
yaourt -S libfm-git
yaourt -S libqtxdg-git liblxqt-git liblxqt-mount-git libsysstat-git lxsession-git pcmanfm-qt-git lxqt-common-git lxqt-panel-git lxinput-qt-git lxqt-about-git lxqt-config-git lxqt-globalkeys-git lxqt-notificationd-git lxqt-openssh-askpass-git lxqt-policykit-git lxqt-power-git lxqt-runner-git

al termine dell’installazione riavviamo e dal login accediamo alla sessione LXQt.

Home LXDE

  • EnricoD

    ottimo… lo provo subito 🙂
    W: Failed to fetch http :// ppa.launchpad. net/gilir/q-project/ubuntu/dists/precise/main/source/Sources 404 Not Found
    ho letto

    edit: ecco perché
    Are there any plans to build for 12.04? I know that it’s kind of old,
    but it’s the most recent LTS release.

    No, this is for development and testing purpose only, we can’t support many distributions for now. It will be reconsidered when lxqt will be a bit more stable.

    io sono su lxle quindi m’attacco, per ora xd

    • Mohammed Al Maktum

      scaricati i sorgenti e compilalo!non è un
      ‘ operazione molto lunga, sono riuscito a farlo da una macchina virtuale e non ho impiegato tanto tempo, anche per cercare le istruzioni!

      • EnricoD

        si.. ho visto che alcuni se lo sono compilato… più tardi mi ci metto 🙂

  • ge+

    Roberto, sulla wiki del progetto ho letto che alcuni tool natvi di razor-qt verranno adattati ed utilizzati in lxqt: per caso ve ne è la presenza già in questa versione alpha del progetto?

    • attualmente non ci sono
      in teoria dovrebbero essere componenti esterni ossia ogni tool ha uno pacchetto appena verranno integrati troverai l’articolo dedicato

  • MisterX

    Sperando che elimino il prima possibile quella dipendenza di vala…

  • luca

    su aur le dipendenze sono sbagliate.. manca -git ad ogni dipendenza.

  • Kraig

    scusate l’ignoranza, ma vala a cosa serve?

    • Max Franco

      è un linguaggio di programmazione, simile al c# di microsoft dal punto di vista della sintassi di programmazione. non so molto di più, ma per quello che può servire a un non programmatore è sufficiente 😀

      • Kraig

        grazie. =D

      • MisterX

        si ma per un de che dovrebbe basarsi sulle Qt vala non ha nessuna utilità, visto che è per le gtk.

        • Max Franco

          sul motivo per cui lxqt dipenda da vala, non ho la benché minima idea 🙂
          mi sono limitato a rispondere a Kraig 😀
          se pensi che la dipendenza sia una dimenticanza, segnala il bug agli sviluppatori 😀

          • MisterX

            non è una dimenticanza, è un semplice segnale che ancora diverse cose non sono state portate a Qt… di conseguenza..

  • Io nutro grandi speranze in questo porting… attualmente kde è l’unica soluzione valida in qt, e da ammiratore di qt devo dire che un pò mi dispiace… speravo anche in unity2d sviluppato inizialmente in qt ma poi abbandonato… e ora speriamo in lxqt…

    • Max Franco

      magari mi sbaglio, è solo una sensazione dovuta ad un tentativo che feci di usare razor-qt su ubuntu, ma ho avuto l’impressione che mancassero alcuni software.
      mi spiego, installi lxde, e di utilità a applicazioni in gtk c’è il fitto, anche senza doversi tirare giù tutto gnome.
      per qt ovviamente c’è il mondo, anche lì, il problema è che moltissimi software si portano dietro le dipendenze di kde, e che ne sono molto immaturi.
      certo, con il passaggio di lxde alle qt, le cose cambieranno, ad esempio non trovavo un filemanager in qt (so che ce ne sono, ma nessuno maturo)
      ripeto, è solo una sensazione e sarei felice di essere smentito, così riprovo razor-qt o lxqt 🙂

      • davide

        Se non ricordo male infatti alcuni dev KDE stanno pensando di separare le applicazioni dal core in modo da aumentare l’utilizzo di quest’ultime su altri ambienti

        • Max Franco

          sarebbe una cosa molto saggia, anche se la colpa della situazione non è certo degli sviluppatori di kde, ma di chi sviluppa in qt. tant’è vero che ci sono comunque ottime applicazioni che non necessitano di kde, penso a vlc, smplayer, clementine ecc. ora che ci penso però sono tutte applicazioni focalizzate su riproduzioni audio e video.. chissà perchè.. mumble 😀

      • MisterX

        cosa vuol dire maturo? è un de in sviluppo che pretendi che tutto funzioni senza crash in questa fase di sviluppo o che siano sw completi . 😉 il primo che mi viene in mente è pcmanfm-qt o qtfm (ma questo non so se sia più sviluppato..) .. ovvio che si portino dietro le librerie di KDE, fino a questo momento era l’unico de basato sulle Qt… con il passaggio di lxde si spera che ci siano ulteriori dev che realizzano applicazioni in Qt puro.. 🙂

        • Max Franco

          non parlavo del sistema, infatti, parlavo della applicazioni qt, a prescindere dal DE.
          Io provai dino, synopson (mi pare si chiami così) e appunto qtfm, che (loro, i file manager) non erano maturi,

          il motivo per cui la situazione è questa, (ossia tutte le applicazioni si portani dietro mezzo kde) lo conosco anche io; ma mentre lxde è sempre stato abbastanza completo, perchè di applicazioni gtk che non si portano dietro gnome è pieno il mondo, questo per le qt non succedeva e quindi razor-qt comunque richiedeva di installare parecchia roba in gtk per potere funzionare.
          il mio augurio è uguale al tuo, ossia che pcmanfm e le altre applicazioni di lxde portate su lxqt e razor-qt, permettano di colmare questo ‘gapp’ (gioco di parole orribile, perdonatemi 😀 )

          • MisterX

            ma guarda che razor-qt non era neanche molto sviluppato, se non ricordo male erano 3-4 sviluppatori ed non aveva neanche aplicazioni oltre che un windows manager.

      • Hombre Maledicto

        Se può farti piacere: spero a breve verrà rilasciato un file-manager, per cui attualmente faccio da tester (lo sta sviluppando un amico). E’ scritto in Qt, e consente lo sviluppo di plugin (ne ha già scritti alcuni, da esempio) anteprime per file di testo, immagini, video e cartelle. Come viste: icone, dettagli, flow(stile mac), e vista divisa – questa non saprei tradurla, onestamente.
        Al momento è abbastanza maturo e stabile, tuttavia il mio amico è ancora insoddisfatto. E’ il primo software che rilascia pubblicamente, e ci tiene ad ottimizzarlo al meglio.
        Dispone inoltre di pannelli per risorse(raggruppabili per gruppi), cartelle recenti, ed informazioni sui file.

        http://s21.postimg.org/kv3ljylx3/schermata198.png
        http://s29.postimg.org/62vc3xh8n/schermata199.png
        http://s12.postimg.org/z57vog2rx/schermata200.png

        • Cylon

          dimmi che ha eliminato quelle finestre flottanti che escono dai lati…. perché se li vede la apple gli fà causa! 😛

          • Hombre Maledicto

            Si, le ha eliminate, ma non per quel motivo 😛
            Semplicemente, con le ultime versioni di kwin i pannelli “a cassetto” non fungono.

          • Mohammed Al Maktum

            bello! ha un nome?

          • Hombre Maledicto

            Ha un nome provvisorio, che mi dispace ma non posso divulgare(altrimenti chiunque legge potrebbe risalire ad i sorgenti, ed ho promesso di non parlarne).

            Credo comunque un rilascio avverrà a breve. Ormai è stabile, Manca qualche ritocco e ci siamo 🙂

          • EnricoD

            fico.. lo voglio * *

        • ge+

          sembra davvero bello e funzionale! complimenti! i file managers sono la mia fissa, promettici che ci terrai aggiornati in futuro!

          P.s. supporta anche la possibilità di settare una immagine come icona delle cartelle (come caja, nemo e dolphin)? Sarebbe il massimo!

          • Hombre Maledicto

            Si e non solo: tramite qualche hack strambo è fornita l’opzione aggiuntiva per “ricolorare” le icone degli elementi selezionati usando lo stesso colore del testo!
            Inoltre per qualsiasi file puoi – volendo – settare un’immagine, visualizzabile al posto del mime o dell’anteprima.

            Bè, vi terrò aggiornati allora 😉

          • ge+

            wow, sembra proprio ciò che desideravo! Fai i complimenti al tuo amico e ringrazialo da parte mia!
            Spero esca presto!

          • MisterX

            insomma un clone di finder… con qualcosa, forse, in piu– o in meno..

        • EnricoD

          fico… sono molto interessato

    • Ocelot

      Tra “poco” arriverà anche unity next, la nuova versione di Unity fatta in Qt e dato che sarà utilizzata da Ubuntu, che è la distro che mediamente tira di più, penso che diventerà una gran progetto.

      • sempre ammesso che non abbia come dipendenze mir o xmir…

  • floriano

    ottimo! lo affiancherò a razorqt nella mia kubuntu…

    • Kraig

      mi dispiace deluderti, razor-qt verrà abbandonato in favore di lxqt.

      • Max Franco

        e nel lungo periodo lxde verrà abbandonato… speriamo che le singole componenti del progetto lxqt siano riutilizzabili singolarmente al di fuori del loro DE, come è per lxde

        per ambienti grafici che non necessitano di un desktop completo, lxpanel è comodissimo…

        • ge+

          io spero che le componenti in gtk vengano mantenute dalla comunity: alcuni sono utili anche su altri de, come lxpolkit che uso su xfce

          • heron

            Purtroppo moriranno insieme a GTK2

      • floriano

        e in seguito lo toglierò allora 🙂

  • cristiano z

    ho provato ad installarlo su manjaro seguendo la guida , ma quando seleziono lxde-qt desktop non si avvia e torna alla schermata di avvio

No more articles