Grub Customizer si aggiorna alla nuova versione 4.0 e aggiunge diverse ottimizzazioni e nuove funzionalità, ecco come installarlo in Ubuntu e derivate.

Grub Customizer
Grub Customizer è un’applicazione open source dedicata alla gestione e personalizzazione del bootloader GRUB. Attraveso Grub Customizer potremo impostare il nostro sistema operativo predefinito di default, impostare di default l’ultimo sistema operativo utilizzato, aggiungere nuove opzioni all’avvio del sistema (esempio possiamo attivare o disattivare il recovery), cambiare lo sfondo, risoluzione, colore e caratteri e molto altro ancora.
Da notare inoltre che Grub Customizer supporta GRUB 2 e anche BURG un boot loader alternativo in grado di offrire una maggiore personalizzazione e funzionalità confronto il bootloader Grub. I developer del progetto Grub Customizer hanno rilasciato la nuova versione 4.0, importante aggiornamento che migliora il supporto per nuove distribuzioni Linux includendo anche nuove ed utili opzioni.

Grub Customizer 4.0 effettua un backup della configurazione del bootloader prima di effettuare le modifiche, questa funzionalità di consente di ripristinare Grub come da default con un semplice click evitando cosi problemi che possono insorgere da risoluzioni errate ecc.
Gli sviluppatori di Grub Customizer hanno inoltre effettuato alcune correzioni all’interfaccia grafica migliorando la comparsa delle varie impostazioni, aggiunto il supporto per fallback su sistemi senza grub-mkdevicemap/device.map (per una migliore compatibilità) aggiunta inoltre la rilevazione di ricambio script (non più duplicati quando grub script vengono sostituiti da un aggiornamento di grub).
In questa pagina troverete le note di rilascio del nuovo Grub Customizer 4.0.

Grub Customizer 4.0 è già disponibile per Ubuntu e derivate basta digitare da terminale:

sudo add-apt-repository ppa:danielrichter2007/grub-customizer
sudo apt-get update
sudo apt-get install grub-customizer

Grub Customizer è disponibile anche per Arch Linux attraverso AUR

Home Grub Customizer

  • Jack O’Malley

    Personalmente sul mio PC non ci voglio né gli sfondi né altro proveniente da Windows.

    • io la penso esattamente come te
      se fosse per me nemmeno wine dovrebbe esistere
      rimane il fatto che a molti utenti amano ancora utilizzare windows e ubuntu in dual boot sul proprio pc

      • Federico Biasiolo

        Non è che amano usare win e linux in dual boot, è che ne hanno la necessità (io sono uno di quelli)… Sia per il gaming sia per alcuni programmi professionali (autocad ad esempio)…
        Speriamo che valve ci aiuti con steam su linux e per gli altri programmi c’è sempre virtualbox 🙂

        • Youth Crew

          Straquoto…

        • Jack O’Malley

          Si, capisco “dover” usare Windows, ma mettere i suoi sfondi o altro su Linux… mi sà di inzozzo, non so’ se mi spiego.

  • Francesco Muriana

    Mi pare davvero un’esagerazione, ben oltre il fanboysmo, preoccuparsi da dove provengono gli sfondi…

    • borgio3

      A me tutto quello che viene da Microsoft o che gli sia parente, fa paura e mi fa venire la pelle arrossata. Ne sto bene bene alla larga.

  • Fernando Boccia

    Roberto hai ragione ma uno lo deve fare anche per lavoro !!! Io personalmente sul notebook del lavoro ho Ubuntu e Seven, mentre a casa ho una decina di distro diverse di Linux (ma niente Windows) se mi serve all’uopo per qualsiasi motivo lo monto in VirtualBox e risolvo, pero’ c’è da dire che ancora con il montaggio video e la grafica a certi livelli winzozz è avanti ed è una cosa innegabile !!! Poi se riesco io uso sempre e solo Ubuntu !!! ammeno che non stia facendo qualcosa che con linux non va bene (per esempio ho penato per installare una versione stabile per via dell’ATI di ubuntu sul mio Samsung RF712 ora va ma all’inizio son stati dolori !!!)

    • io ho detto il mio parere poi logicamente un’utente fa come meglio crede

  • Rick

    Più che altro rimane il problema di usare windows per lavoro. Nelle infrastrutture statali ci sono domini e applicazioni talmente dedicate e finalizzate a winzoz che chi ci lavora proprio non riesce a toglierselo dalle scatole…

  • borgio3

    Ma c’è qualcuno, tra i Linux users, che vuole mettere nella propria scrivania quella roba li?

  • Txeyo

    Si in effetti benchè siano Windows sono carini..
    Ma Canonical già che gli frega parecchio della grafica, non può scegliere degli sfondi un po più carini ?? Alcuni di quelli di 12.04 sono graziosi, ma alcuni non sono granchè.. E poi alcuni con Unity ci stanno male
    Si nota effetivamente che Windows abbia optato spesso per selezionare accuratamente gli sfondi:, anche quelli di un precedente album dedicato a W8, erano tutti molto belli, solo che dopo averli impostati,, ammiro il desktop e le sfumature di Unity.. Dopodiché guardo in basso a destra e noto un’orribile e terrificante finestrella e un 8 affianco; gli ho deletati con Scalpel xk ho deciso che su una distro linux stonava giusto un pochettino 😛

  • mapkino

    Grub Customizer un must have per i neofiti di Gnu/Linux.
    Semplice ed intuitivo, consente ogni tipo di modifica senza difficoltá.
    Logicamente (per chi ne ha voglia) il passo successivo é modificare direttamente grub.cfg.

    • ange98

      modificare quel file è sconsigliato visto che al successivo grub-mkconfig il file si rigenererà facendo perdere ogni modifica. È invece preferibile modificare i files che si trovano in /etc/default e /etc/grub.d per non perdere le modifiche effettuate 😉

      • g cong

        quoto

No more articles