Google ha annunciato l’avvio del nuovo progetto Compute Engine, macchine virtuali accessibili dal web con svariate funzionalità.

Google Compute Engine
Sono molte le aziende che offrono server cloud scalabili tra queste troviamo Microsoft con il servizio Azure, Amazon Web Services (AWS), Rackspace, GoDaddy ed ora anche Google con il nuovo Compute Engine.
Google Compute Engine è un nuovo servizio offerto dall’azienda di Mountain View dedicato ai server dedicati accessibili in modalità cloud. L’idea di Google è quella di fornire ottime soluzioni cloud scalabili per le aziende a prezzi inferiori a Microsoft Azure e Amazon Web Services garantendo sicurezza e soprattutto affidabilità. Il nuovo servizio di server cloud targato Google viene offerto con prezzi separati sia per il traffico web che lo storage, è possibile ad esempio acquistare un server che parte da 1 fino a 16 CPU virtuali che potranno accompagnarsi da 0,6 GB a 104 GB di RAM con oltre 3 Terabite di storage.

Con Compute Engine le aziende potranno cosi utilizzare soluzioni basate su server integrati nella rete di Google in grado quindi di offrire ottime performance, sicurezza e soprattutto affidabilità. Come sistema operativo Google Compute Engine offre soluzioni basate su Debian e CentOS, l’azienda di Mountain View ha indicato che il servizio consente comunque di supportare qualsiasi distribuzione Linux confermando anche il supporto per FreeBSD, Red Hat Enterprise Linux e SUSE Linux Enterprise.
Tra le varie funzionalità incluse nel servizio troviamo la migrazione a caldo delle macchine virtuali da notare inoltre che il livello di servizio (SLA)  è fissato al 99,95%.

Home Google Compute Engine

No more articles