Vi presentiamo il nuovo editor di testo open source Emendo di default in alphaOS e disponibile per Arch Linux e derivate.

Emendo in Arch Linux
L’editor di testo è sicuramente una applicazioni che non possono mancare in un sistema operativo. Nei repository ufficiali delle principali distribuzioni Linux troviamo molti editor di testo come ad esempio Gedit sviluppato dal team GNOME e presente di default anche in Ubuntu, in KDE / Kubuntu troviamo KWrite / Kate in XFCE troviamo Mousepad per LXDE troviamo inceve Leafpad.. Una valida alternativa arriva dalla community Arch Linux con il nuovo progetto Emendo un semplice e soprattutto leggero editor di testo open source. Emendo è un nuovo editor di testo, scritto in Vala, sviluppato per essere utilizzato in ambienti desktop leggeri offrendo comunque diverse funzionalità.

Tra le principali caratteristiche di Emendo troviamo sicuramente l’interfaccia grafica moderna e funzionale in grado d’integrarsi al meglio con Gnome 3.10. Come potremo notare Emendo integra la barra degli strumenti nella barra del titolo in modo tale da poter offrire un maggiore spazio disponibile per il testo, in alto a destra troviamo il pulsante per accedere alle opzioni dell’applicazione, affianco troviamo anche il pulsante ricerca che avvia un’utile barra di ricerca che ci consente di effettuare ricerche mirate nel nostro testo.
Da notare inoltre che nella barra si stato di  Emendo troviamo il nome del file, formato e la dimensione del file, dalle preferenze è possibile modificare il font e scegliere un schema di colori ed operare sui margini ecc.

Emendo - Preferenze

Emendo è un progetto in fase di sviluppo che potrebbe in futuro includere altre novità oltre ad approdare di default in molte altre distribuzioni Linux. A mio avviso lo vedrei bene come alternativa a Leafpad in Lxde, in questo modo avremo un’editor di testo molto leggero ma con maggiori funzionalità e con un look più moderno.
Presente di default in alphaOS lo possiamo installare in Arch Linux e derivate attraverso AUR, per Ubuntu e derivate è possibile compilare l’editor di testo dai sorgenti che possiamo scaricare da questo link.

Home Emendo

No more articles