Vi presentiamo pshot e usb2format due utili applicazioni che ci consentono di catturare screenshot e formattare una pendrive semplici e leggere.

usb2format
Una delle principali caratteristiche di Linux è quella di offrire all’utente ambienti desktop leggeri che ci consentono di ridar vita a pc datati.
Se abbiamo pochissime risorse disponibili è consigliabile utilizzare applicazioni leggere come ad esempio il browser Midori, l’editor di documenti Abiword e il foglio di calcolo Gnumeric ecc. Oggi vi vogliamo presentare due nuove applicazioni dedicate alla cattura di screenshot del nostro desktop e alla formattazione di pendrive sviluppate soprattutto per essere leggere ottime quindi per l’utilizzo in pc datati.
usb2format è un’utile e leggera applicazione che ci consente di formattare le nostre pendrive o memorie come SD, microSD ecc in NTFS, Fat e Fat 32 con estrema facilità

Basta avviare l’applicazione, indicare la memoria da formattare e il suo formato e avviare la formattazione, usb2format  ci consente anche di rinominare la memoria con il nome preferito.

pshot è una semplice e soprattutto leggera applicazione che ci consente di catturare immagini del nostro desktop, è possibile decidere se catturare l’intera scrivania oppure la finestra attiva o una parte di essa. Tra le opzioni di pshot troviamo anche la possibilità di inserire dimensioni personalizzate oppure indicare il tempo prima di effettuare la cattura dell’immagine.

pshot

Leggere e funzionali, pshot e usb2format sono due ottime applicazioni che possiamo utilizzare ad esempio in ambienti desktop come LXDE, Fluxbox, E17, ecc.
Possiamo installare le due applicazioni in Arch Linux e derivate grazie ad AUR basta digitare da terminale:

Per installare usb2format in Arch Linux e derivate 

yaourt -S usb2format-git

Per installare pshott in Arch Linux e derivate 

yaourt -S pshot-git

per le altre distribuzioni possiamo scaricare le applicazione dalla home, installare le dipendenze richieste e avviarle come indicato nel file readme.

Home pshot | usb2format

  • giocitta

    Caro Roberto, ho letto con attenzione il tuo post e ho installato su Arch Linux direttamente da KDE il plasma widget Wallpaper Clock (tenendo ben conto di quanto detto nel tuo precedente post del 18/8/2011. Tutto bene, ma non riesco a risolvere un problema non da poco. Il mio orologio di sistema è regolato su UTC con timezone Europe/Rome: in questo momento sulla barra del desktop l’orologio segna le 18:05, ma il wallpaper prescelto EOS1 è esattamente 2 ore avanti. Come fare a far coincidere l’ora della barra con quella del wallpaper? Magari sarà una sciocchezza, ma francamente non ci arrivo senza aiuto. Grazie dell’attenzione.

    • dovrebbe coincidere a meno che non ci sia qualcosa che non va nell’impostazione dell’ora del sistema
      prova ad impostare come da questa guida http://www.lffl.org/2011/07/arch-linux-orologio-non-sincronizzato.html e poi riavvia dovrebbe andar tutto apposto
      fammi sapere

      Il giorno 14 agosto 2012 18:09, Disqus ha scritto:

      • giocitta

        Tutto risolto, grazie. Come sempre sei stato perfetto. Il comando da dare (e, se possibile, da modificare nel vecchio post) è: pacman -Sy ntp && ntpdate time.ien.it. Quindi due $$ e server diverso. Poi, bisogna andare in “Impostazioni di sistema” “Data e ora” e mettere la spunta a “Imposta data e ora automaticamente”. Mettere il fuso orario su Roma. Chiudere. Poi, ancora, click destro sull’orologio nella barra KDE e in “Impostazioni di Orologio digitale” “Fusi orari”, e regolare su Roma (senza UTC) e infine “Impostazione predefinita orologio” selezionare Europa/Roma. Riavviare il sistema e tutto è a posto.
        Grazie ancora della sollecitudine e del suggerimento valido.

No more articles