Il team OpenMandriva ha rilasciato la prima release candidate della nuova versione LX 2013.0 distribuzione davvero molto interessante con ben 4 menu disponibili.

OpenMandriva Lx 2013 0 RC1
Mandriva è stata una delle prime distribuzioni a cercare di rendere più usabile Linux grazie ad installer grafico e vari tool in grado di facilitare la configurazione e gestione del sistema operativo.
Nel 2010 il progetto Mandriva si è diviso in due nel tentavo di continuare lo sviluppo della famosa distribuzione: OpenMandriva, sviluppato da OpenMandriva Association, una associazione senza scopo di lucro gestita dalla comunità degli utenti stessi, e Mageia, un fork sviluppato da ex-dipendenti di Mandriva. Dopo vari ritardi causati da bug e altri svariati problemi è disponibile la prima Release Candidate della nuova versione Lx 2013.0 versione che include diverse novità sviluppate dal team Rosa Labs come ad esempio il menu Rosa SimpleWelcome.
OpenMandriva Lx 2013 0 RC1 aggiorna l’ambiente desktop KDE alla versione 4.11.2 versione che include ben 4 menu / launcher di default ossia il menu di default in KDE denominato anche Kickoff, SimpleWelcome, Lancelot e Homerun.

Gli sviluppatori OpenMandriva hanno lavorato molto anche sul nuovo e OpenMandriva Management Control Centre il nuovo centro di controllo che include diverse migliorie soprattutto sotto il cofano fornendo una maggiore stabilità nelle varie configurazioni soprattutto nell’installazione driver per la scheda grafica, connessione internet ecc.
Ecco il video che abbiamo realizzato durante il nostro test:

Per maggiori informazioni o per scaricare il nuovo OpenMandriva Lx 2013 0 RC1 basta consultare le note di rilascio della nuova versione.
OpenMandriva attualmente è disponibile solo con ambiente desktop KDE, dal DVD è possibile prima testare la distribuzione da live e poi successivamente passare all’installazione della distribuzione.
Durante i nostri test abbiamo visto una distribuzione molto stabile con il “classico” con un’ottimo supporto hardware fornito da svariate patch incluse dagli sviluppatori. 
No more articles