Il team OpenMandriva ha rilasciato la prima release candidate della nuova versione LX 2013.0 distribuzione davvero molto interessante con ben 4 menu disponibili.

OpenMandriva Lx 2013 0 RC1
Mandriva è stata una delle prime distribuzioni a cercare di rendere più usabile Linux grazie ad installer grafico e vari tool in grado di facilitare la configurazione e gestione del sistema operativo.
Nel 2010 il progetto Mandriva si è diviso in due nel tentavo di continuare lo sviluppo della famosa distribuzione: OpenMandriva, sviluppato da OpenMandriva Association, una associazione senza scopo di lucro gestita dalla comunità degli utenti stessi, e Mageia, un fork sviluppato da ex-dipendenti di Mandriva. Dopo vari ritardi causati da bug e altri svariati problemi è disponibile la prima Release Candidate della nuova versione Lx 2013.0 versione che include diverse novità sviluppate dal team Rosa Labs come ad esempio il menu Rosa SimpleWelcome.
OpenMandriva Lx 2013 0 RC1 aggiorna l’ambiente desktop KDE alla versione 4.11.2 versione che include ben 4 menu / launcher di default ossia il menu di default in KDE denominato anche Kickoff, SimpleWelcome, Lancelot e Homerun.

Gli sviluppatori OpenMandriva hanno lavorato molto anche sul nuovo e OpenMandriva Management Control Centre il nuovo centro di controllo che include diverse migliorie soprattutto sotto il cofano fornendo una maggiore stabilità nelle varie configurazioni soprattutto nell’installazione driver per la scheda grafica, connessione internet ecc.
Ecco il video che abbiamo realizzato durante il nostro test:

Per maggiori informazioni o per scaricare il nuovo OpenMandriva Lx 2013 0 RC1 basta consultare le note di rilascio della nuova versione.
OpenMandriva attualmente è disponibile solo con ambiente desktop KDE, dal DVD è possibile prima testare la distribuzione da live e poi successivamente passare all’installazione della distribuzione.
Durante i nostri test abbiamo visto una distribuzione molto stabile con il “classico” con un’ottimo supporto hardware fornito da svariate patch incluse dagli sviluppatori. 
  • danilo

    il prezzo è ottimo
    penso che veramente sarà un bel successo per google
    peccato non avere una versione anche 10 😀

  • Voglio sperare che il GPS sia una dimenticanza di GIZMONDO e che ci sia

  • kandros

    il gps ovviamente non c’è non essendoci la connessione dati è inutile.. anzi per quel prezzo è ancora molto buono

    • mbeh oramai tutti i telefoni fanno da hotspot wireless!

      • Forse intendevate il 3G,poichè il GPS serve a determinare la posizione geografica tramite l’aggancio dei satelliti.

  • lightfenix

    prestazioni normali-buone,ma prezzo ottimo
    Brava google

  • pntk

    … il prezzo sarebbe ottimo ma cosa me ne faccio se non posso esser sempre connesso ad internet? passi la funzione da navigatore, ma la posta la devo controllare! speriam sia davvero una dimenticanza GIZMONDO!

  • GS4

    Sto giro spacca! A quel prezzo è battaglia sui due fronti Kindle e Apple!

  • Luca Rodo

    in Italia?

  • Kryohi

    Ma una versione 10′ pollici a 250-280€ non potevano farla?

  • Vellerofonte

    Esteticamente imbarazzante la scelta dei 4 lanciatori
    Inutilmente pomposo l’intero tema
    Centro di controllo che replica funzioni proprie di KDE quindi di fatto inutile

    In definitiva la leggendaria Mandriva è oramai andata e non sono certo Mageia o questa OpenMandriva (di fatto gemelle tra l’altro) a cogliere il pesante fardello della sua rinascita.

    • il centro di controllo non ha niente da che vedere con il gestore delle impostazioni di kde
      dal centro di controllo puoi gestire i repo, applicazioni installare driver proprietari (volendo anche compiz e altri window manager) con un click
      da notare la gestione delle reti semplicissima, gestione firewall e molte altre funzionalità
      tutto questo era presente in mandriva già da molti anni
      mandriva inoltre ha uno dei migliori supporti hardware dato che gli sviluppatori includono moltissimi moduli ecc (per esperienza personale un utente che ha problemi con hardware consiglia mageia o mandriva e avrà so perfettamente funzionante)
      aggiungo inoltre che nella storia mandriva è stata la prima ad avere un’installer grafico decente e parliamo del 2005/2006, supporto per chiavette internet mobile già dal 2007 quando in ubuntu dovevi farle girare da riga di comando con wvdial gestione delle stampanti, installazione dei driver proprietari con un click e molto altro ancora

      • Dario Grillo

        Quotone, il centro di controllo di mandriva ubuntu se lo sogna anche oggi, però da fastidio che nessuno dei suoi fork abbia pensato di rendere il package manager più intuitivo ed esteticamente più gradevole.

    • Marco

      4 launcher ci sono in quanto c’e’ un sondaggio sul forum ufficiale per decidere quale si vuole usare di default, quindi ti danno la possibilita’ di provarli.

      • Vellerofonte

        E’ aberrante comunque, inoltre ogni utente Gnu/Linux è perfettamente in grado di installare un singolo pacchetto per avere il lanciatore preferito che come se non bastasse non sarà mai lo stesso per tutti gli utenti, sondaggio inutile per un fork inutile (mia opinione).

  • Dario Grillo

    Quale versione del kernel ha?
    Comunque Mandriva era una delle migliori distro che abbia mai provato, stabile, moderna e semplice da usare con l’unico difetto di essere abbastanza pesante (per l’epoca) su pc vecchiotti, peccato che dopo i problemi finanziari sia successo un casino con tutti sti fork, prima con mageia, poi rosa ora open mandriva, posso capire il creare una distro commerciale come rosa (nata tra l’altro solo come interfaccia per kde) ma perchè creare open mandriva che ha gli stessi scopi di mageia?? le 2 community non potevano collaborare insieme con un progetto comune?? ma soprattutto, queste distro sono nate come continuo del progetto mandriva, visto che si diceva che l’azienda stava per fallire, ma mandriva è ancora viva, vende server col proprio sistema operativo, perchè creare preventivamente tutti sti fork?? troppa confusione, troppe distro mi hanno fatto abbandonare una distro in passato fantastica.

    • Alexander83

      Il kernel della RC1 è il 3.11.6 che verrà probabilmente aggiornato al 3.11.7 con la RC2 (che dovrebbe arrivare venerdì prossimo!). Purtroppo si sono create due comunità (quella di Mageia e quella di Mandriva) perchè i rapporti fra alcune personalità in Mandriva erano pessimi quindi dubito che vedremo mai una reunion. Comunque sia la distro è stabile, aggiornata e veloce e non dimentichiamoci il fantastico supporto del MIB!

    • Arasi

      Kernel 3.11.6 per il resto condivido i tuoi dubbi

      • Dario Grillo

        Domanda abbastanza stupida la mia, mi sono accorto solo adesso che nell’articolo c’è il link alle note di rilascio, comunque grazie a te e ad alexander83

  • Pietro La Porta

    Ricordo che iniziai il mio rapporto con linux quando allora si chiamava mandrake (mi pare era la 6.0)e perdevo interi pomeriggi a configurare il vecchio modem analogico 56k che nn andava……
    Peccato si sia persa nel tempo, ma resta una distro del cuore…..

  • Pietro

    io prima di ubuntu avevo la mandrake! chi se la ricorda di voi? quanti ricordi con metisse e gnome 2

    • io utilizzavo mandrake 😀
      ho utilizzato mandriva fino alla spring 2008

    • Anche io ho cominciato con Mandrake, ma allora Ubuntu non esisteva proprio. Naturalmente con il modem a 56k che per farlo andare era una lotta estenuante (allora erano molto diffusi i cd linmodem che funzionavano solo con windows). Dopo sono passato a Knoppix, un’altra pietra miliare.

      • Nico

        Io risolsi tutti i problemi quando recuperai, al cestino dei rifiuti, un paio di US Robotics Sportster 33.6 ISA. Li ho ancora, uno è montato su un big tower con un P1 133mmx, 64mb di ram e una fiammante Suse 7.0, con Windowmaker come DE…;)

    • Nico

      Ho qui, sotto il naso, i 7 cd della 7.2. Credo sia stata l’ultima versione di Mandrake che ho utilizzato…

      • Simone

        Io ho fatto il download di quei 7 cd con un modem a 56k…..
        Era strepitosa Mandrake, la ricordo con un po’ di nostalgia

      • Pietro La Porta

        Li ricordo bene, allora andavo in edicola a comprarli con le riviste (Linux &C)ed era un piacere mettere tutti quei cd dentro il lettore……….Bei tempi!!!!

        • marco77

          Linux & C era una rivista splendida. Bellissimi all’epoca gli articoli ed i tutorial su freebsd. Purtroppo non è più uscita con regolarità. Sono stato abbonato fino al 2008 e conservo ancora tutti i numeri ed i cd.

    • Mirco Zorzo

      Dalla 8.0 sono un utente Linux.

      Ciao, Mirco

  • Mauro

    E’ uguale a kubuntu

  • NicCo

    OpenMandriva, non ha scelto un kernel normale, per niente affatto,
    non so quale “Distro” possa vantarsi di avere tal kernel di default…

    Ha scelto la serie più avanzata denominata nrjQL, dove sono stati aggiunte tutte le tecnologie più innovative atte a rendere il desktop più veloce e reattivo!

    “The ck1 and BFQ patchsets combined provide optimisations, including better CPU load scheduler (BFS), better disk I/O scheduler (BFQ), better memory manager (UKSM), better hibernate functionality (TOI), each designed with desktop system performance and responsiveness in mind.”

    Ognuna di queste tecnologie aggiunte è già configurata e attiva di default!

    Il link della versione attuale, dove pote leggere qualcosa:
    http://mib.pianetalinux.org/forum/viewtopic.php?f=38&t=4245

    La descrizione con dei video esplicativi molto interessanti
    http://mib.pianetalinux.org/forum/viewtopic.php?f=2&t=3463

    Ed in più alcune centinaia di altre ottimizzazioni presenti sul modulo NRJ,
    che non presenti nella descrizione solo per motivo di spazio e di tempo…

    Ciao, NicCo

  • Sabnock

    Curiosità per chi la dovesse aver provata: non ci spero granchè, ma per caso è possibile in questa distro sharare la connessione ethernet via chiavetta wifi per potervicisi attaccare tramite terminale android?(per intenderci quello che sotto windows puoi fare via Connectify)
    Per ora apparentemente questa funzionalità c’è unicamente su Fedora (causa Network Manager modificato) e i vari sgami per fare reti adhoc che si trovano in giro (hostapad etc), personalmente, non li ho mai visti funzionare.

  • Alexander83
No more articles