In questo articolo vederemo le novità previste per Xubuntu e Lubuntu 14.04 Trusty le derivate ufficiali di Ubuntu che avranno anch’esse il supporto a lungo termine LTS.

Xubuntu 14.04 LTS e Lubuntu 14.04 LTS
Si è da poco concluso l’Ubuntu Developer Summit 13.11 importante evento che ha visto partecipe i principali sviluppatori di Ubuntu e derivate parlare delle novità da introdurre nelle prossime release.
All’UDS 13.11 abbiamo visto pochissime sessioni dedicate alle derivate, distribuzioni che ormai hanno una propria community e uno sviluppo che dipende molto non solo da Canonical ma anche dai rispettivi ambienti desktop. Tra le distribuzioni più attese per il prossimo aprile 2014 troviamo Lubuntu 14.04 Trusty LTS distribuzione indicata come la migliore alternativa a Microsoft Windows XP sistema operativo proprietario che proprio in quel mese diventerà obsoleto.

Per Lubuntu 14.04 LTS non sono previsti grossi cambiamenti come successo nella versione 13.10 Saucy nella quale abbiamo visto l‘introduzione di ZRam di default e il cambio di browser da Chromium a Mozilla Firefox. Gli sviluppatori includeranno alcuni aggiornamenti di mantenimento previsti per l’ambiente desktop LXDE e il window manager Openbox con alcune correzioni di bug che andranno a rendere più stabile e sicura l’intera distribuzione.
Tra gli aggiornamenti troviamo l’introduzione del nuovo Kernel 3.13 che porterà notevoli migliorie sia per il supporto hardware (con patch e ottimizzazioni per le schede grafiche Nvidia, AMD e Intel) e alcune ottimizzazioni in ZRam (che dovrebbe essere rilasciato di default dagli sviluppatori dal Kernel).

Per Xubuntu 14.04 LTS troviamo invece diverse novità riguardanti l’ambiente desktop XFCE aggiornato all’attuale versione in fase di sviluppo 4.11 con migliorie nei consumi di risorse del sistema, ottimizzazioni varie per il window manager Xfwm4 (che includerà il supporto per Sync in VBlank). Dagli sviluppatori XFCE dovrebbero arrivare alcuni migliorie nel tool Theme Configuration con nuove opzioni, previsto inoltre il nuovo gestore degli sfondi con la possibilità di cambiare gli sfondi in modalità random ad intervalli di tempo prestabiliti. Novità anche per il tema, set d’icone rivisitati (quest’ultimo con nuove icone per device rimovibili) e un nuovo sfondo, verrà introdotta inoltre la nuova opzione che ci consentirà di rinominare più icone contemporaneamente.

Queste sono per ora le novità confermate per Xubuntu 14.04 LTS e Lubuntu 14.04 LTS ringrazio il team OmgUbuntu fonte dell’articolo.

  • masand

    Per XFCE, sarebbe carino integrare nella sezione per modificare l’aspetto, la possibilità di togliere lo sfondo alle etichette delle icone… Xubuntu ha il tema di default che ha la “pacht” integratam, ma per gli altri temi devi sistemare tutto a manina; niente di compiclato, per carità, ma un sistema un pochino più user friendly sarebbe apprezzato 🙂

    • Max Franco

      creare un file di testo e metterci dentro due righe non mi pare poco ‘friedly’ 😀
      semmai non è semplice trovare subito come fare, sopratutto se non si conosce l’inglese 🙂
      evidentemente agli sviluppatori di xfce piacciono le etichette delle icone con lo sfondo colorato e non pensano che sia necessario implementare questa funzionalità…. del resto, non è che gli altri ambienti desktop abbiano una gui per colorare lo sfondo del testo delle icone, che solitamente non lo sono….
      quindi è solo una questione di scelta di chi sviluppa il tema grafico del DE, non una carenza di xfce.

  • Sortospino

    io sono rimasto impressionato da lubuntu 13.04 …lxde non piace di se per se..ma sistemato da canonical..o da chi per loro… diventa un sistema operativo ottimo….mi sono trovato benissimo su un vecchio netbook del 2008..che ora mi porto tranquillamente all’università!! il 14.04 probabilmente sarà l’OS con cui morirà!

    • Max Franco

      basta installare lxde e poi modificare il tema e l’apparenza del pannello per avere ottimi risultati. ovviamente partendo da una installazione senza ambiente grafico, che se si parte già da ubuntu, non si hanno risparmi in termini di pesantezza del sistema….

      per il resto, lubuntu fa schizzare lxde da 60 mega di impiego di ram a 160… su pc con almeno 512 MB di ram non è un problema, ma su macchine più datate sì….
      poi solo per essere precisini, lxde non è un sistema operativo, ma solo un DE 🙂

      • Sortospino

        ma infatti lubuntu 14.04 è un OS XD

        cmq quel vecchio portatile ha 1 gb.. per quello che ci faccio basta e avanza 😀

  • smizzio

    Lubuntu è molto interessante però mancano delle funzionalità di base.
    Per creare un collegamento sul desktop di qualsiasi cosa è un
    delirio….

    • Brau

      Su Lubuntu? Io ho trascinato l’icona che mi interessava dal menu start sul desktop, niente di più semplice o_O Ok, manca una funzione, presente invece su XFCE, che mi consente di far apparire l’icona sul desktop di ogni periferica montata, però il resto te lo puoi tranquillamente creare così…

  • Io continuo a vedere xfce come successore degno di win xp non lxde che mi sembra tuttora il successore di nt (scarto il 2k per ovvie ragioni) o del mitico 98 se XD

    • ge+

      si è un pochino più spartano di XFCE e MATE, ma smatettando un poco con temi e icone si ottengono risultati altrettanto gradevoli.

      Non vedo l’ora che esca LXDE-QT: oltre ad essere più leggero (addirittura!) di quello originale, dovrebbe essere anche di default più gradevole esteticamente

      • E magari anche kwin levato dalle dipendenze di kde… allora si che risorgerebbe il progetto kdelite XD

    • Fabio

      Condivido! Xfce è più maturo rispetto a LXDE, pertanto ha più funzionalità. Xfce è un buon compromesso tra la leggerezza di Lxde e le funzionalità di Unity/Gnome3.

      • marco

        non mi sembra che xfce sia più maturo, semplicemente lxde offre un DE più leggero (mooolto più leggero) e si propone ad un determinato tipo di utenza, ma tutto ciò che non fa un DE, lo fa il terminale.

  • Tomateschie

    Anche io ero estasiato da LXDE all’inizio. Una leggerezza mai provata prima. Però poi si è capito il motivo, mancanza di funzioni a volte anche base.

    • Max Franco

      quali sono le ‘funzioni di base’ che mancano a lxde?
      sinceramente, per quello che serve a me manca solo un programma per gestire directory in rete, ma basta installare gigolò e si risolve il problema.
      però quella non la definirei una funzionalità di base, la maggior parte degli utenti non ha nemmeno idea del fatto che si possano condividere cartelle all’interno della stessa lan LOL 😀

      • ANSEM

        Per quanto mi riguarda manca la funzione fondamentale di ricerca all’interno dello start, e il Drag and drop per mettere collegamenti rapidi nella barra dei programmi, o almeno qualcosa stile Windows tipo tasto destro – > blocca nella barra

        • Tomateschie

          Esatto.. manca la funzione “Cerca file” che in Nautilus è molto ma molto comoda.

          • Max Franco

            per la ricerca file c’è catfish.
            la ricerca all’interno del menu start non mi sembrano funzionalità di base, sopratutto su lxde che essendo vocato a pc con poche risorse, non ha certo menu stracolmi di applicazioni, che andrebbero selezionate con cura e facendo attenzione alle dipendenze 😀

            così come il drag and drop di applicazioni sulla barra, non sono operazioni quotidiane e per farle saltuariamente non vedo così drammatico configurare la applet ‘barra di avvio applicazioni’ del pannello.
            insomma, nessuno installa lxde anche solo su un i3, non ha senso.
            e forse nemmeno xfce4. io ero passato (come debian) a xfce dopo il ‘trapasso’ di gnome2. ma ora con mate e cinnamon non vedo motivo di usare xfce4 o lxde sul desktop principale….
            diverso il discorso per il laptop 32bit ormai vecchiotto, dove invece entrambi ci possono stare con soddisfazione.

  • Fabio

    Ieri ho installato Elementary Os su un vecchio Aspire 3680, ma il matrimonio non è andato a buon fine: anche Elementary Os troppo pesante! Allora gli installo Xubuntu 13.10, solo 3 parole WOW! Sembrava di rivivere la funzionalità e la velocità di Gnome 2! Gli ho installato come start menù Whisker e ho risolto 1 problema: applet volume non funzionante. Ogni tanto il wireless si disconnette e poi si riconnette, nonostante abbia il router a 10 metri. Per il resto Xubuntu è il top!!

    • MoMy

      Ci butti Arch con xfce e risolverai ogni problema. Gli Acer di quel periodo son rocce. :p
      P.S. Consiglio spassionato ovviamente.:p

    • g cong

      le disconnessioni del wifi le avevo anch’io con ubuntu e xubuntu. Poi ho cambiato distro 🙂

      • Fabio

        Non so se il problema siano i driver oppure difficoltà nel gestire sistema di criptaggio della rete che ho settato nel router. Alcuni hanno risolto sostituendo la connessione wife integrata con una pennetta Wifi esterna usb: quelle delle Tp-Link sono ottime e su amazon si vendono a 10 euro circa. Di sicuro Xubuntu mi piace molto come sistema. Ho sempre usato Ubuntu e francamente il sistema di ricerca integrato (come si chiama?) e la barra laterale mi sembrano inutili. Ne approfitto per chiedere una cosa, ovviamente off topic: vorrei trasformare il monitor del portatile da lucido a opaco: quale pellicola mi consigliate? Il monitor lucido mi stanca troppo gli occhi.

        • g cong

          Escludere la scheda wifi integrata nel notebook (se ancora funzionante) per andare ad usarne una esterna usb mi sembra fuori luogo. Io comunque uso Archlinux (anche Gentoo) e non ho mai avuto problemi di disconnessione dalla rete wifi, dopo averla configurata a dovere da riga di comando. Per l’altra tua domanda, lascio la parola agli esperti 🙂

    • marco

      anch’io ho avuto problemi con il gestore di volume di xfce (su debian), in particolare il tasto funzione mute/unmute. mi è bastato configure a mano

    • Max Franco

      i driver per il wifi non dipndono da xubuntu, network manager è lo stesso per ubuntu e derivate.
      whisker è un bel menu, peccato che non si adatti al tema gtk ma resti sempre uguale…

  • CuccuDrillu10

    in lxde ritrovo sempre un fastidiosissimo problema: dopo aver riordinato le icone sul desktop come piace a me, dopo un pò iniziano a vedersi per qualche attimo icone volanti (difficile da spiegare)….non so se anche voi riscontrate questo problema.

    Xfce comunque è assolutamente più maturo stabile e adatto per sostituire windows xp

    • Max Franco

      io con lxde non ho mai avuto problemi di stabilità…..
      la 13.10 è la prima release di lubuntu che ha fatto riscontrare qualche problema, non di stabilità, ma per il nuovo manager di sessione, che evidentemente non era ancora pronto ed è stato buttato allo sbaraglio con una interfaccia caotica e con ancora delle funzionalità non implementate e dei grossi bug non risolti (es. non funzionano gli screenshot del desktop e della finestra)
      niente di non risolvibile modificando il file di configurazione di openbox, ma insomma, cosa fastidiosa.

      riguardo a xfce come sostituto di xp, sono d’accordo, tranne casi di macchine molto datate o server che si vuole dotare di un DE minimale.
      L’unica cosa che non amo di xfce è il gestore degli effetti grafici, che trovo inutile… farebbero meglio a buttarlo ed usare compton 🙂

  • mag1

    Scusatemi se approfitto ma ho un problema che mi perseguita e non riesco a risolvere: ho installato LXLE 12.04, derivata di Lubuntu che assicura il supporto come una LTS, e non riesco ad attivare Shockwawe in nessun modo nè con Firefox nè con Chrome, eppure ho provato con tante guide trovate in rete

    Sullo stesso pc ho installato Lubuntu 14.10 e Shockwawe non va neppure lì.
    E’ l’unica pecca di una distribuzione con la quale mi trovo benissimo (il pc ha 10 anni e in dualboot ho XP) e che ha interessato anche amici che hanno XP e vogliono sostituirlo.
    Potete darmi qualche consiglio?

No more articles