Mozilla ha presentato nei giorni scorsi il nuovo servizio denominato Location Service che ci consente di fornire informazioni sulla posizione del nostro device senza utilizzare il GPS.

Mozilla Location Service
Sono molti i servizi web ad applicazioni mobili che si basano sulla geolocazione ossia una funzionalità che consente di determinare la posizione geografica relativa ad nostro device connesso ad Internet utilizzando informazioni fornite dall’indirizzo IP.
Tra le aziende che stanno puntando molto sulla geolocazione troviamo anche Mozilla, l’azienda famosa per il browser open source ha deciso di sviluppare un nuovo sevizio, denominato Mozilla Location Service, in grado di fornire informazioni utili utenti sulla posizione del proprio device sia in tempo reale che nei giorni e mesi precedenti.
Mozilla Location Service è un nuovo progetto (attualmente in fase di sviluppo) che attraverso una semplice applicazione per smartphone e tablet Android, ci consente di avere informazioni utili sulla posizione del nostro device il tutto senza utilizzare segnali GPS ma semplicemente basandosi sulla connessione internet mobile via 3G o WiFi.

Attraverso Mozilla Location Service potremo registrare la nostra posizione e visualizzarne le informazioni dal nostro account Mozilla oppure condividere la nostra posizione ad amici oppure in forma anonima.
Il progetto di Mozilla consentirà in futuro di rintracciare device persi o rubati oppure condividere la nostra posizione con amici in vari social network ecc il tutto con estrema facilità e soprattutto senza ridurre l’autonomia dato che non andremo ad utilizzare il GPS ma informazioni su Wifi o torri cellulari,

MozStumbler Android

Per poter utilizzare Mozilla Location Service basta installare l’applicazione open source MozStumbler nel nostro device Android (a breve sarà disponibile anche su Google Play Store) scaricando il pacchetto apk disponibile da questa pagina, una volta avviata dovremo effettuare su avvia Scansione e inviare i dati in anonimo oppure inserendo il nostro username.
Sia l’applicazione MozStumbler che il portale Mozilla Location Service è un progetto ancora in fase di sviluppo, attualmente include solo pochissime funzionalità offrendo comunque già un’applicazione Android abbastanza stabile e ben supportata dai diversi device.

Home Mozilla Location Service
Home MozStumbler

  • Giovanni

    Per il futuro! E adesso?

  • Aniello Luongo

    Da correggere:

    hanno “resto” instabile

  • Questa storia della deframmentazione mi incuriosisce: cosa si intende per funzioni di deframmentazione? Il FS si ottimizza da sé nell’uso oppure ci saranno tool specifici (un -BRRR!!- Defrag per Linux)?

    • deframmentare per linux come ben sai non serve anche se in alcuni casi per vari motivi può servire in questo caso puoi anche avviare la deframmentazione

      • Gabriele Castagneti

        Hmmm… No, scusa, non era per Ext3/4 che la deframmentazione non era necessaria? E solo per quei due e pochi altri?

  • telperion

    Adesso speriamo lo usi ubuntu di degfault, cosi dopo due anni di betatest degli ubuntu-user magari lo usiamo anche noi, almeno servono a qualcosa …

    • devi aspettare che fedora lo porti di defualt poi la versione successiva li troverai di default anche su ubuntu
      è stato cosi anche con ext4, Plymouth ecc

      • Gabriele Castagneti

        Abbiate comprensione per questa probabile incomprensione, ma non è inutile che Ubuntu metta di default BTRFS se Ubuntu è una distro che da sempre punta al desktop e – ti cito – “no non serve a noi utenti comuni”

        • thebcone

          “no non serve a noi utenti comuni” questa frase era riferita alla deframmentazione, non al FS.
          Ai comuni utenti serve, per esempio perchè permette/permetterà di fare gli snpshot delle stato del disco Attualmenti io uso clonezilla, pero con BTRFS si potra farlo in maniera integrata nel sistema. Personalmente poter provare un ppa o qualcosa di instabile è poi tornare indietro come se non lo avessi fatto è una cosa che mi attira.

          • Gabriele Castagneti

            Ok, grazie per i chiarimenti.

  • Andrea Annunziata

    Concordo con Flavio… da quel che ho capito sarà possibile deframmentare il disco, ma perchè serve(nel senso che btrfs sarà soggetto a frammentazione) o soli in alcuni casi eccezzionali?
    in poche parole serve a noi utenti comuni?

    • no non serve a noi utenti comuni

      Il giorno 18 giugno 2012 16:08, Disqus ha scritto:

    • Si, serve a tutti visto che è un filesystem di tipo COW (Copy On Write): ogni volta che aggiorni un dato su disco il dato aggiornato viene scritto in una locazione diversa del disco (lasciando intatto il vecchio dato) portando ad ovvi problemi di frammentazione. Se poi il vecchio dato non serve più (per esempio non fa parte di nessuno snapshot) allora il FS lo considererà come spazio disponibile e lo userà quando lo riterrà più opportuno.

      Spero di essere stato chiaro,
      Ciaoo
      Piero

  • Diego

    Un applauso a chi ha scritto questo articolo, breve, pieno di entusiasmo e chiaro

    • Miro Radenovic

      clap clap!

  • Gabriele Castagneti

    Il fatto stesso che esista una caratteristica di “deframmentazione” mi ricorda un passato non roseo in cui utilizzavo Windows®™.
    Per il resto mi sembra interessante (specialmente per grossi data centers).
    Mi dovrò informare…

    • Agno

      Anche su ext4 esista la deframmentazione, ma in misura MOLTO minore che in sistemi windows. La deframmentezione è inevitabile se si vuole essere performanti. Ext4 lo deframmenti con il comando “e4defrag”

  • John

    se lo volessi provare, in stabilità come starei messo?

  • ximarx

    “uno sviluppatore di Fujitsu ha contribuito a modificare le prestazioni rendendolo più performante di qualsiasi altro file system attualmente disponibile.”

    Una fonte? Dei test? Contesti?

  • Massimo A. Carofano

    News al riguardo ragazzi?

    • tomberry

      Su un articolo di 3 anni fa?!
      OpenSUSE nel frattempo lo ha messo come filesystem di default

      • Massimo A. Carofano

        È un invito per Roberto di far una versione aggiornata con la situazione AS-IS ad Aprile 2015. ovviamente, ho cercato su google anche e so di OpenSuse..

No more articles