Favorevoli o Contrari all’utilizzo del Tablet a Scuola? (oggi parliamo di…)

146
227
Nella nostra rubrica settimanale “Oggi parliamo di…” parliamo dei tablet Android all’interno delle scuole italiane e vi chiediamo se siete favorevoli o contrari al suo utilizzo.

Tablet a Scuola
Grazie al decreto legge “Digitalia” pubblicato sulla gazzetta ufficiale un’anno fa, è arrivato l’obbligo di utilizzare tablet nelle scuole, con il conseguente passaggio dei libri dal formato cartaceo a digitale.
A puntare molto su passaggio da “libro” a “tablet” nelle scuole troviamo anche Samsung con il nuovo progetto “Smart Future” che punta di digitalizzare pian piano la scuola italiana. Samsung Smart Future ed è un progetto internazionale che punta a favorire la digitalizzazione dell’istruzione pubblica. Tra le prime scuole ad adottare questo nuovo progetto troviamo il Museo Della Scienza e della Tecnica di Milano, che punta di creare nuove classi digitali in circa 300 scuole italiane nel triennio 2013/2015 fornendo gli studenti e le classi di nuove tecnologie digitali interattive oltre a creare cosi di formazioni dedicati ai docenti.

L’arrivo dei tablet a scuola porta notevoli vantaggi, gli alunni non avranno più zaini pesanti colmi di libri quaderni ecc, il tablet oltre ad essere molto più  leggero e pratico include la possibilità di immagazzinare moltissimi libri oltre ad inserire anche applicazioni dedicate, capacità d’interagire con rete con altri device ecc. Il passaggio al tablet “in teoria” dovrebbe essere anche più economico dato che il costo del Tablet può essere ammortizzato dal costo inferiore dei libri, quaderni ecc.

Se da una parte il passaggio al tablet ha i sui vantaggi c’è da chiedersi se questo metodo garantirà un maggiore apprendimento da parte degli alunni, c’è da pensare anche alla salute degli alunni non solo fisica ma anche mentale indicate problema già segnalato anche da diverse associazioni di settore e dei consumatori.

Quello che vi chiediamo oggi è se siete favorevoli o contrari all’arrivo dei tablet nelle scuole, inoltre secondo voi è giusto puntare su tablet Samsung con sistema operativo Android? Non sarebbe meglio puntare su tablet X86 magari made in italy con Linux preinstallato (esempio Edubuntu) incentivando cosi l’uso di software libero?