MySMS è un’utile applicazione che ci consente di ricevere ed inviare messaggi di testo sms direttamente dal nostro pc come se utilizzassimo il nostro device Android, Apple iOS o Windows Phone.

MySMS in Ubuntu Linux
Può capitare di lasciare lo smartphone in auto oppure nel marsupio o in tasca del giubbotto e non sentire l’arrivo di chiamate, messaggi sms ecc.
E’ possibile risolvere questo problema utilizzando un’utile applicazione denominata MySMS la quale ci consente di ricevere ed inviare sms e mms da pc o dal nostro browser il tutto come se fossimo utilizzando il nostro device.
L’idea di MySMS è abbastanza semplice, l’applicazione una volta attivata, sincronizza tutti gli sms in avvio e ricezione con un client da pc o browser con diverse funzionalità. Potremo inoltre inviare sms gratuiti con gli utenti che utilizzano MySMS con al possibilità di allegare immagini o testo superiore ai 160 caratteri.

Grazie a MySMS potremo quindi inviare sms dal nostro pc utilizzando il client per Linux, Windows o Mac oppure semplicemente il nostro browser, è possibile inoltre sincronizzare gli sms tra pc, smartphone e tablet. MySMS ci consente ci creare chat di gruppo fino ad un massimo di 50 utenti, dispone inoltre di sincronizzazione degli MMS e la possibilità di salvare i messaggi nel nostro account Evernote

Il client MySMS per Linux include un’ottimo supporto con la possibilità di notificarci nuovi sms attraverso le notifiche di sistema oppure utilizzare notifiche dedicate con le quali modificare anche i suoni per il ricevimento di messaggi di testo o chat. 

MySMS integrazione in Ubuntu Linux

MySMS è disponibile per smartphone e tablet Android, Apple iOS e Windows Phone, una volta installata l’applicazione potremo accedere da browser pc collegandosi alla pagina https://app.mysms.com/ oppure installare il client per Windows, Mac e Linux.
Per Linux basta scaricare il pacchetto per Ubuntu, Debian, Fedora, openSUSE disponibile in questa pagina.

Home MySMS

  • ado

    Ma ce ancora qualcuno che manda dei normali Sms? I client di messagistica come Whatsapp o Line o Kakao o tanti altri hanno preso il sopravvento ormai..Sono sicuro che qualcuno ancora li manda, ma sara’ un numero sicuramente molto molto piccolo..

    • Max Franco

      ci sono ancora milioni di utenti che non hanno uno smartphone. e per quelli che invece ne hanno uno, l’idea di dovere installare decine di client diversi, aggiungere amici ecc. ecc. fa fatica. inoltre, con i contratti attuali il costo degli sms inclusi nell’abbonamento rende economico usarli, per chi non è messaggio dipendente.

      rispetto ad airdroid la cosa che sembra interessante sono le notifiche personalizzabili. una volta installato il programma non serve collegarsi tutte le volte via browser come occorre fare con airdroid.

    • Giacomo Baiamonte

      IO mando normali SMS, e cerco di limitare al minimo l’utilizzo dei client da te citati. Perchè? Perchè non sopporto l’idea di dover necessariamente avere un android, un WP o un iOS per comunicare. Dopo due anni di utilizzo intenso dei full touch ho provato un nokia vecchio stampo con tastiera fisica, e in termini di praticità non c’è full touch che tenga. Non vorrei mai vedermi castrata la possibilità di utilizzare un qualcosa di pratico per il semplice fatto che gli sviluppatori di quei client tendono a “dimenticarsi” di quegli utenti che ritengono ancora la praticità una delle caratteristiche principali per un dispositivo mobile. Certo, se questi sviluppatori rilasciassero la propria versione java (ben programmata) allora sarei perfettamente d’accordo con te

      • Passante casuale

        Senza contare che Whatsapp e simili richiedono internet SEMPRE acceso, che è un suicidio per la batteria.

  • Come airdroid…

  • Crescenza

    Qualcuno conosce l’esistenza di software/Debian per inviare sms? senza necessariamente avere lo smartphone con internet?
    naturalmente invio sms a pagamento.

    • Davide

      Io utilizzo ermesms per inviare i gratuiti vodafone. Se scrivi/modifichi un plugin immagino tu possa inviare anche quelli a pagamento.

      • crescenza

        Grazie

No more articles