Vi presentiamo il nuovo Mac OS X V5 raccolta che include un tema, set d’icone, sfondi, cursori ecc che ci consentono di portare il look Apple Mac OS X nel nuovo Ubuntu 13.10 Saucy

Mac OS X V5 in Ubuntu 13.10 Saucy
Sono molti gli utenti che amano personalizzare la propria distribuzione Linux, per farlo sono disponibili in rete moltissimi temi, set d’ìcone ecc dedicati ai principali ambienti desktop Linux.
Tra i temi più apprezzati dagli utenti troviamo quelli dedicati a Mac OS X sistema operativo di Apple che include in tema grigio con i “classici” pulsanti circolari delle finestre di color rosso, giallo e verde.
Oggi vi vogliamo segnalare il progetto Mac OS X V5 una raccolta che include tema, icone, sfondi ecc per portare il look di Apple Mac OS X nel nuovo Ubuntu 13.10 Saucy. Mac OS X V5 dispone di un tema GTK, set d’icone, vari temi per i cursori del mouse, sfondi, tema per Mozilla Firefox, tool per integrare il logo Mac nel Launcher di Ubuntu e altri tool vari compreso un tema Plymouth personalizzato con i loghi di Apple.

Il tema, tool, icone ecc fornisco un’ottima integrazione con l’ambiente desktop, da notare inoltre le ottimizzazioni per le applicazioni GTK+3 che rendono il progetto uno dei migliori temi per Mac attualmente disponibili per Linux. Ottimo anche il set d’icone denominato Mac-Snow-Leopard disponibile in due varianti con icone monocromatiche chiare e scure in modo tale da poter integrarsi al meglio su qualsiasi tema.

Mac OS X V5 - Ubuntu Control Center

Per installare Mac OS X V5 in Ubuntu 13.10 Saucy la prima cosa da fare è installare Unity Tweak Tool oppure Ubuntu Tweak software che ci consentiranno d’impostare tema, icone e cursori del mouse di terze parti nell’ultima release stabile di Canonical.

A questo punto scarichiamo i gli sfondi di Mac OS X, estraiamo la cartella e impostiamo lo sfondo preferito dalla sezione Aspetto nelle Impostazioni di Sistema, è possibile anche installare il tema Mac in Firefox collegandoci a questa pagina.
Per installare il tema, icone e cursori di Mac OS X in Ubuntu 13.10 e versioni precedenti basta digitare da terminale:

sudo add-apt-repository ppa:noobslab/themes
sudo apt-get update
sudo apt-get install mac-icons-v2-noobslab
sudo apt-get install mac-ithemes-v2-noobslab

ed impostiamo il tema, set d’icone e cursori con Ubuntu Tweak o Unity Tweak Tool.
Se vogliamo inserire il logo Apple nel Launcher di Unity basta digitare da terminale:

wget -O launcher_bfb.png http://goo.gl/7AIQCA
sudo mv launcher_bfb.png /usr/share/unity/icons/

per ripristinare il logo di default digitiamo:

wget -O launcher_bfb.png http://goo.gl/fm8BIe
sudo mv launcher_bfb.png /usr/share/unity/icons/

possiamo inoltre includere un tema Plymouth (animazione d’avvio del sistema) in stile Apply MBuntu Splash digitando da terminale:

sudo add-apt-repository ppa:noobslab/themes
sudo apt-get update
sudo apt-get install mbuntu-bscreen-v2

per rimuovere Apply MBuntu Splash:

sudo apt-get remove mbuntu-bscreen-v2

Home Mac OS X V5

via – noobslab
  • ale

    ciao, vorrei provare uno dei vostri kernel ottimizzati, avrò problemi con vmware?

  • Asuspro1985

    questo metodo non garantisce il funzionamento su tutti i kernel,

  • ale

    ok, tutto a posto, con l’ultimo kernel ottimizzato proposto da lffl 3.4.1 a me funziona

  • Ziltoid

    Sono riuscito a giocare a Darkness II su questa VM senza problemi, l’hardware è veramente emulato bene.
    Inoltre le funzioni Unity e Drag&Drop permettono di lavorare agevolmente su Ubuntu e soprattutto è gratis!

  • Bridge L

    scusa la domanda da ignorantone, come si fanno quegli apostrofi tra uname -r?

    • Natsu

       ALT GR + Apice(tasto accanto allo zero)

      • Bridge L

        thank 😉

  • Fabio

    Che vantaggi ha VMware Player rispetto a VirtualBox?
    Grazie

  • Buppe Grallo

    Basta proporre software proprietario su linux, vergognatevi!

    • Charliepersol

      Ogni tanto fa piacere usare qualcosa che funziona e non solo giochini. I discorsi da talebani lasciamoli fuori.

      Stallman (l’uomo che ha inventato un editor) ha sempre parlato di “qualità del SW”: per ora VMware è il meglio che c’è, il resto è robetta.

  • LordMax _

    Il principale vantaggio di VMware rspetto a Virtualbox è che funziona, non si pianta e non fa casini.
    Io uso parecchi programmi di virtualizzazione per lavoro ed ho generalmente un paio di macchine virtuali aperte (come quella da cui sto scrivendo).
    Virtualbox ha ancora grossi problemi di compatibilità e di funzionamento che vmware ha risolto da tempo.
    Il range di compatibilità di vmware è maggiore di quello di virtualbox.
    Quindi, per usi personali sono perfettamente equivalenti, nessun dubbio, per usi professionali mi spiace ma vmware è superiore.
    Se poi dalla versione free dei due prodotti si passa alla versione a pagamento siamo veramente su due livelli di funzionalità diversi.
    E lo dico nonostante io sia un grande fautore dell’open source

  • Stephan

    ERRORE : “One or more of your processors does not have the necessary 64bit extensions to run VMware virtual machines.”

    Eppure con Virtualbox ha sempre funzionato

    • devi installare la patch come indicato nell’articolo

      • Stephan

        Ottengo l’errore al lancio dell’installazione. Dall’articolo sembra che debba installare la patch solo dopo l’installazione. Eppure ho scaricato la versione a 32bit

      • Puntobat

        Dopo aver aggiornato il kernel 3.6 VMware non funziona più. Schermo nero tipo panic kernel. Invece con kernel 3.4.0 funziona. Come mai?

    • Dino

      Anche a me restotuisce l’identico errore….

  • franz

    ciao, a me da questo errore:
    Archive: /home/francesco/Scaricati/VMware-player-5.0.0-812388.exe
    [/home/francesco/Scaricati/VMware-player-5.0.0-812388.exe]
    End-of-central-directory signature not found. Either this file is not
    a zipfile, or it constitutes one disk of a multi-part archive. In the
    latter case the central directory and zipfile comment will be found on
    the last disk(s) of this archive.
    zipinfo: cannot find zipfile directory in one of /home/francesco/Scaricati/VMware-player-5.0.0-812388.exe or
    /home/francesco/Scaricati/VMware-player-5.0.0-812388.exe.zip, and cannot find /home/francesco/Scaricati/VMware-player-5.0.0-812388.exe.ZIP, period.

  • Sam

    Grandissimo 😀 non mi ha neanche dato nessu messagio di errore durante l’installazione.
    L’unica guida che (per me) ha funzionato
    🙂

  • aleSig

    A me non funziona.. :/

    ale@alepc:~$ cd
    ale@alepc:~$ sudo apt-get install build-essential linux-headers-`uname -r`
    [sudo] password for ale:
    Lettura elenco dei pacchetti… Fatto
    Generazione albero delle dipendenze
    Lettura informazioni sullo stato… Fatto
    build-essential è già alla versione più recente.
    linux-headers-2.6.38-16-generic è già alla versione più recente.
    I seguenti pacchetti sono stati installati automaticamente e non sono più richiesti:
    libaccess-bridge-java-jni libaccess-bridge-java
    Usare “apt-get autoremove” per rimuoverli.
    0 aggiornati, 0 installati, 0 da rimuovere e 11 non aggiornati.
    ale@alepc:~$ chmod +x VMware*.bundle
    chmod: cannot access `VMware*.bundle’: No such file or directory

    • Diego

      mi permetto di rispondere, quando dai il comando chmod prova a togliere il .bundle

  • overdarkm

    agostino@agostino-System-Product-Name:~/VMware_Workstation_9.0.1_Linux_x64$ sudo ./VMware*.bundle

    Extracting VMware Installer…done.

    ./VMware-Workstation-Full-9.0.1-894247.x86_64.bundle: riga 302: /tmp/vmis.ZAMnvi/install/vmware-installer/vmware-installer: Permesso negato

    agostino@agostino-System-Product-Name:~/VMware_Workstation_9.0.1_Linux_x64$

    cosa posso fare?

    • Guest

      per installarlo devi mettere il sudo davanti al comando, altrimenti non va…

      • overdarkm

        installata ma avevo problemi nel modulo speriamo di risolvere

    • Aurelio Giovanardi

      Se non vuoi mettere “sudo” davanti a ogni comando, puoi diventare superuser con: “sudo -s” e poi inserisci la password. Ottieni il prompt “#” e da quel momento in poi digiti tutti i comandi senza “sudo”. Quando hai finito, ritorni utente standard digitando “exit” e riottieni il solito prompt “$”.

  • EnricoD

    Sono pronto eh!. .. il primo che se mette sto tema lo secco! XD ;-P

    • heron

      Beh a questo punto devi far fuori anche chi usa elementary os xD

      • iClaud

        Grazi eh, per colpa tua siamo in estinzione <.<

      • Daniele Cereda

        per me è un po diverso…chi cambia ubuntu in questo modo sembra proprio il “vorrei ma non posso” (tolto che la vera interfaccia mac a me proprio non piace)…un pò come chi ha android e poi spende soldi per launcher e pacchetti icone per avere un pseudo ios7…chi ,per me,ha elementary è un po come chi si prende uno xiaomi come smartphone….

        • js3

          a prescindere dai miei gusti sull’interfaccia mac os x, anche se uno mascherasse la sua distro (magari proprio perchè “vorrei ma non posso”), beh… che male c’è? dico davvero. magari ad uno piace lo stile del mac e se lo vuole gustare in ambiente linux. io ho provato pear os e l’ho trovata graficamente gradevole, organica (lo so: è elementary os con tema ed icone mac, e senza nessun ringraziamento ai progetti originali di elementary), molto di più rispetto ad altre distro che, a seconda di che finestra apri hai stili completamente diversi!
          a me lo stile mac non piace, ma lo stile è molto curato. sbaglio?

          • tomberry

            Secondo me non sbagli, il bello è che su linux puoi personalizzare il tema come vuoi, mettendo anche quello di cupertino..
            Viceversa, su os x quello è il tema è quello ti tieni..

            Almeno a quanto ne so, se poi pure su os x è possibile cambiare il tema, liberi di smentirmi ^^

          • js3

            in realtà non so se sul mac puoi cambiare tema. comunque si parla solo di un tema, non di un sistema. mi ricordo che prima dell’uscita di windows 7 avevano modificato l’aspetto di kde (non mi ricordo su che distro) per farla identica a windows 7 e lo facevano vedere alla gente per strada, per vedere le reazioni, i pareri (e tutti erano convinti di essere davanti a windows).
            esperimento carino. magari il tema mac è nato allo stesso scopo. o può anche essere semplicemente una “sfida” grafica, una prova di bravura tecnica e niente più.
            boh, non capisco mai gli accanimenti e gli integralismi quando si parla di sistemi non linux…

          • Guest

            Dimmi se è questo il video a cui ti riferisci:

            http : // www . youtube.com/wa tch?v=CPIgEFIv5MI

          • ange98

            dimmi se è questo il video:

            http :/ / www . youtube . c om/wa t ch?v=CPIgEFIv5MI

          • js3

            ahia, mi sa che il video era proprio questo e mi ricordavo male! avevano portato in giro kde 4 spacciandolo per windows 7 per vedere le reazioni della gente (tra l’altro, tutte reazioni molto positive!). però rivedendo il video è chiaro che abbiano fatto vedere kde4 nudo e crudo, non camuffato da windows 7 come ricordavo.

            brutta cosa quando la memoria fa ricordare le cose come le si vuole! 😉

            comunque, esempio sgarrato a parte, penso che non ci sia niente di male a modificare l’aspetto del proprio sistema, anche se questo lo fa assomigliare ad un mac. contenti loro… 😉 anche io ho personalizzato il mio ambiente (fedora xfce) mettendo quello che personalmente ritengo il meglio che si trovi nei vari de (anche fesserie come orologio e data grandi di conky nella scrivania, in stile windows 8). mi piacerebbe, ad esempio, avere anche qua il global menu di unity (aumenta lo spazio a disposizione), ma non sono riuscito a metterlo. mi piace il presenta finestre di compiz (lo trovo comodissimo associato ad un hot corner in basso a destra!), la barra con i collegamenti stile unity (anche se ora l’ho messa in basso, un po’ alla windows 7, ma tenendo separate le icone delle finestre aperte, sennò mi perdo!).

            insomma, fedora xfce appena installata non si può guardare! 🙂 (così come la maggior parte delle distro con xfce) bisogna per forza modificarla un po’.

            è bello poter plasmare il proprio sistema a piacimento, per renderlo più bello e funzionale possibile. per questo ho abbandonato da un bel po’ gnome shell…

            sarebbe bello che nelle nuove distro ci fosse un po’ più di attenzione anche per l’aspetto grafico e funzionale. da questo punto di vista, per me fanno un ottimo lavoro voyager e pear os. certo, pear os è copiata (dentro elementary, fuori mac…), ma è gradevole da usare.
            per me si dovrebbe tenere più conto di chi non sa o non ha voglia personalizzare fino all’osso il proprio sistema. c’è chi usa lo stesso sfondo della scrivania da anni! perchè non fornire dei sistemi che abbiano già delle belle impostazioni già pronte ed accattivanti? a parte la stabilità, gli utenti (soprattutto i nuovi) vogliono anche un ambiente gradevole, integrato, organico, con un bel tema, qualche funzionalità aggiuntiva (come un programma per ascoltare le radio o vedere i video su youtube o rimaneggiare i filmati delle vacanze e sistemare le foto, ecc). in ogni release, si potrebbe dare l’opzione di scaricare un sistema di base ed uno più completo, già completamente utilizzabile out of the box. sarebbe anche un modo per attirare più gente all’utilizzo di linux, lasciando la libertà a chi è un po’ più scafato di farsi le configurazioni che vuole.

          • js3

            cacchio, ho scritto un tema! scusate!!!

          • ange98

            Secondo me prima della bellezza, dovrebbero finalmente creare un SO che ha tutto integrato (anche graficamente).
            Fatto ciò si potrebbe pensare alla grafica. Quando questi due componenti saranno finalmente su un SO, l’utenza base potrà finalmente trovare Linux una valida alternativa a Windows ( e no, attualmente Ubuntu non è abbastanza integrato, basti pensare ai PPA o ai problemi delle versioni semestrali, che da un esperienza personale, ho potuto constatare che uno che scarica Ubuntu, scarica la versione semestrale in quanto è il primo download che li capita)

          • js3

            certo, la bellezza va in secondo piano. ma dovrebbero darle maggiore importanza.
            una piazza con panchine, una bella fontana e delle aiuole curate è più frequentata e gradevole di una piazza con le sole panchine. eppure fontana ed aiuole servono “solo” a rendere il tutto più bello, non avendo altra utilità. 😉

          • js3

            la cura grafica (e le altre caratteristiche che dicevo prima) la si potrebbe pretendere soprattutto da chi fa una derivata o una spin. il motore è già pronto; gli devi aggiungere delle personalizzazioni adeguate che le diano carattere ed anche un bell’aspetto. non è indispensabile uscire con una derivata qualsiasi di ubuntu dopo due giorni dal rilascio della distro madre! il tempo per curare anche questi aspetti c’è: che si usi!!! non ci corre dietro nessuno…

          • ange98

            Ragionamento giustissimo, ma ripeto: secondo me ora ci sono solo aiuole curate e la fontana, senza panchine 😉

        • heron

          Ma io non critico la cosa, anzi… Se linux può avere l’interfaccia di un so che la gente compra proprio per quella e a caro prezzo, è uno smacco per quel so.
          Anche se temi tipo questo li si installa per 2 giorni e poi ci si stanca subito

          Pantheon è un mix riuscitissimo tra la tradizione gnome/tango e Apple… e non vedo l’ora che arrivi nei repo di Arch

          Per la cronaca uso proprio le ROM MIUI di Xiaomi xD

          • Daniele Cereda

            uso elementary da un po e non mi trovo male per l’uso che faccio io del pc(lavoro e svago)…non ho cambiato nulla dell’originale e mi va benissimo così,certo ricalca mac,nulla da dire,ma meno pacchiano per certi versi(cosa che non sopporto di mac)…appena uscirà il nuovo xiaomi mi3 e cala un po di prezzo lo ordino. 🙂

        • EnricoD

          Ho un thread su xda dove spiego come temare elementi android, cambiare disposizione etc… Un utonto chiese di avere le icone tipo ios7… Beh.. Meglio se non.lo chiedeva.. XD ..se lo sono mangiato vivo… “You want ios icons?..then go to buy iPhone!”
          😀

          • MastroAttilio87

            LOL però pure lui se l’è andata proprio a cercare… è come chiedere a un branco di rockettari/metallari di ascoltare un pezzo di Gigi D’Alessio, quello con “le domeniche d’agosto quanta neve che cadrà”… una mandata a fanc**o alla Pino Scotto te l’aspetti XD

          • EnricoD

            XD … ma si… poi nel thread del Nexus… quindi… figurati… il covo di Androidiani… infatto è intervenuto il moderatore e gli ha fatto brutto co la frase sopra XD figuriamoci se poi c’avessi sprecato il mio tempo a compilargli il tema… ahahah tie! (:

          • MastroAttilio87

            ahahahah bravo Enrico, ben gli sta, così la prossima volta impara a fare richieste sbagliate nel posto sbagliato XD

        • mat

          Ma che vorrei ma non posso…Più semplicemente se a qualcuno piace ha la possibilità di mettere quell’interfaccia. E’ il bello di linux e della personalizzazione no?!

    • Massimiliano Milanesi

      Si potrebbe chiedere a Torvalds cosa ne pensa…
      Ah, no, so già come potrebbe prenderla!

      • ange98

        18 pollici su: vanne fiero amico 😉 (uno di quelli è mio)

  • ohmmaigad

  • ange98

    Ho un amico che continua a vantarsi di aver Mac per l’interfaccia. Quasi quasi mi metto su una partizione con Ubuntu, questo Tema, Cairo-dock e nascondo il launcher laterale xD

    • Daniele Cereda

      sempre detto che la furbizia non è nel bagaglio degli utenti mac….vantarsi per una interfaccia…bah…certo che gli costa caro come vanto.

  • Ma perché uno dovrebbe farsi un DE pseudo Mac?

  • Massimiliano Milanesi

    Davvero tristissimo se penso che ripudio i prodotti Apple per via della loro licenza commerciale. E poi, l’interfaccia di Mac non è che sia sto granché! Almeno secondo il sottoscritto.

  • Agno

    Bruttissimo

  • Alessandro Molinari

    Funziona con Kubuntu?

  • MastroAttilio87

    Neanche io ho mai concepito chi vuol far diventare la propria distro una fotocopia del mac.. suvvia un pò di identità, un pò di originalità!

  • telperion

    e ma cosi poi tutti capiscono che gnome è una scopiazzatura di osx …

    • ange98

      E io che pensavo che fosse già evidente di suo…

  • Giulio

    a mio parere ogni grafica e’ migliore a Ubuntu, beh avete ragione questa grafica fa schifo mentre quella di ubuntu no… ma per piacere che avete agli occhi meglio questa che quell’ orribile arancione non si puo’ vedere

  • KN0CKER

    Qualcuno mi può spiegare cosa ci sia di male a volere un’interfaccia simile a quella del Mac? Linux non è il sistema operativo libero che si può configurare come si vuole?

    • Brau

      Beh, è un male per chi ha pagato più di 2000€ per un’interfaccia che con 2 click ce la metti paro paro su Linux, si sente, come dire, trollato 😉

      • KN0CKER

        Con la differenza che non hai Quartz. Quindi fai il galletto finchè l’utente Mac non inizia a muovere il mouse.

        • Daniele Cereda

          LOL ma quale utente? quello che ho scoperto(ieri sera! e mi sono cascate le p.) che in alcuni apple-store ti fanno pagare 15-20€ per migrare i contatti da un device all’altro?idem per foto e musica?…tradotto:il medio utente apple non ci capisce un ciufolo di informatica ma ha le tasche gonfie di denari…siete la manna per cupertino!

          • KN0CKER

            Siete? Mai avuto un Mac.
            Ho conosciuto programmatori che usano da un decennio GNU/Linux e ciò nonostante sanno riconoscere i pregi di un Mac.
            Qua invece vedo tanti fanboys linuxiani che fanno di tutta l’erba un fascio.
            E poi l’unica cosa di cui si vantano è di risparmiare soldi.
            Se uno può permetterselo il Mac allora c* suoi.

          • Brau

            LOL e tu che non hai mai avuto un Mac, a detta tua nel commento tuo di cui sopra, non dovresti dare giudizi su Mac OS… E allora che ci fai qui? XD

          • KN0CKER

            Infatti ho espresso un dato che è oggettivo ed inequivocabile, che non dipende dalla mia esperienza. Quartz è superiore a Compiz e altri compositor di GNU/Linux, e non serve possedere un Mac, basta documentarsi e vederne le caratteristiche tecniche.
            Ma forse pretendo assai chiedendovi di informarvi, visto che siete i tipici utenti fanboys linuxiani bravi solo a sproloquiare come se fossero al bar, infangando per giunta il buon nome degli utenti GNU/Linux che un tempo venivano ritenuti tecnicamente preparati. Adesso invece basta vedersi il primo video su Youtube che capita e ci si ritiene capaci di esprimere un’opinione superficiale su un argomento tecnico.

          • Brau

            Eccolo, guardalo che si attacca a piccole cose insignificanti frutto di un lapsus, quando lui stesso parla SOLTANTO per sentito dire, e pretende di navigare tra sofismi e tecnicismi e di esprimere dati “oggettivi ed inequivocabili” quando lui un Mac non l’ha visto manco in foto…
            O si vede che non ho capito niente io, e basta solo alzarsi un mattino e mettersi in testa di essere dei fanboy Apple per essere degli espertoni di Mac OS… Oh, se mi pagano per farlo lo faccio anch’io, tanto, vedendo te, non ci vuole chissà che cosa XD

          • KN0CKER

            “Confesso che sono andato a vedere sul Tubo cosa diavolo sia ‘sto Quartz
            e, dopo averlo visto, mi sono detto “c***o, ma è uguale a Compiz!””
            Ma no, era solo un lapsus sul nome. Non è che non sapevi cosa fosse.

            Attento che scivoli.

          • ange98

            Mi chiedo se hai mai usato Compiz in maniera decente…

          • Daniele Cereda

            ma come difendi mac a spada tratta e non ce l’hai? e allora come fai a commentare?cosa ne sai delle innumerevoli inchiodate del sistema operativo?(sa solo il signore i santi chiamati in causa per le impallature di itunes durante i sincro o o i video chiusi a random con vlc,tutta roba stabilissima in linux).senza contare poi le porcate di device che sono diventati gli iphone5.
            se uno usa bene e sa muoversi con linux non rimpiangerà MAI Mac:e se vogliamo parlare di fanboy,io lo sarò del pinguino,(e non lo sono per nulla fanboy,anzi)ma vuoi mettere esserlo,nel caso uno lo fosse e con i soldi in tasca a differenza di chi fa debiti per un macbook pro da 2500 euro? (con banchi ram da 8 Gb pagati 200 euro,una rapina!!)

          • KN0CKER

            Non difendo Mac a spada tratta. Semplicemente date a Cesare quello che è di Cesare. Se Mac ha delle caratteristiche superiori a GNU/Linux che sono state documentate, le riconosco e non mi comporto da fanboy, che per avvalere le proprie tesi sanno solo generalizzare dicendo che tutti gli utenti Mac sono stupidi o si indebitano. Questo è come dire che tutti gli immigrati sono dei criminali.

          • Daniele Cereda

            e che ti devo dire che mac è superiore a linux? per me no,non sento la mancanza di un SO che ti lega mani piedi e ti scoccia la bocca,il tutto a prezzi folli.gli utenti mac capiscono poco di informatica?se,è un dato di fatto,se uno ne capisse non andrebbe negli apple store per farsi migrare la rubrica a 15€,non comprerebbe uno smartphone per 700 euro o un pc portatile per 2500…che fanno cose che altri pc fanno a molto meno(dico molto meno perchè se dico che apple fa pagare i suoi prodotti il doppio poi mi arriva il troll di turno che apre il flame sul listino prezzi di apple che è a buon mercato)…è un dato di fatto,ci hanno messo mesi per sputare Maverick che altro non è che un minimo aggiornamento ridicolo,perfino un fanboy accanito mio amico oggi mi scrive “ma maverick è identico a Lion!! che schifo!”…quindi qui di difendibile c’è tanto quanto si possa difendere Berlusconi!

        • Brau

          Confesso che sono andato a vedere sul Tubo cosa diavolo sia ‘sto Quartz e, dopo averlo visto, mi sono detto “c***o, ma è uguale a Compiz!”… Se all’utente Mac basta così poco per sentirsi un gallo, allora è proprio un pollo…

          • KN0CKER

            Se ti sei informato solo adesso, tra l’altro guardando un video su Youtube, quindi una conoscenza superficialissima, che dai a fare un giudizio?
            Compiz è odiato persino dagli utenti stessi di GNU/Linux, noto per essere un macigno. Figuriamoci paragonarlo a Quartz.

          • Brau

            Mi sono informato per il fatto del nome, non mi è mai interessato cercarne il nome, per il poco che ho usato ‘sti cavolo di effettoni superuberturbopawaaaa, anche perché, al fine dell’usabilità non me ne facevo una beneamata ceppa… Macigno mica tanto, dato che girano senza problemi anche su LXDE su un PC con 256Mb di RAM… Li ho tolti da Ubuntu all’epoca che usavo prima Gnome poi Unity, ora che sono passato a KDE non ne sento affatto la mancanza… Ripeto, se all’utente Mac basta avere Quartz per fare il gallo, allora è veramente un pollo…

          • KN0CKER

            No, semplicemente rende l’interfaccia di Mac molto più performante rispetto a quelle presenti su GNU/Linux. Nulla di cui vantarsi, solo un dato di fatto che gli utenti Mac magari neanche conoscono, ma che d’altra parte i fanboy Linux non vogliono ammettere.

          • js3

            lo chiedo sempre, ma nessuno mi risponde mai: perché compiz è un macigno??? e perché lo odiano tutti??? lo chiedo davvero, senza sarcasmo! io lo uso su fedora xfce e mi trovo benissimo. non crasha mai, occupa 20 mega, il sistema rimane leggero ed è molto più gradevole da usare (per piccole dissolvenze che ho messo in apertura e chiusura finestre) e funzionale (per gli hot corners che mi fanno vedere tutte le finestre aperte e la panoramica degli spazi di lavoro).
            non è che uno deve per forza mettersi gli effetti di far esplodere le finestre alla chiusura o di scrivere col fuoco sulla scrivania (orrore!!!)

    • EnricoD

      Non c’é nulla di male, ma é come violentare linux … Sono dell’idea che proprio perché Linux é cosi configurabile , allora che senso ha metterci un tema mac o windows e in qualche modo conformarsi alla moda delle piastrelle e delle cose copiate?…c’é di meglio come temi e quanto altro .. Come quelli che se comprano uno smartphone android e poi vogliono tema ios.. Nooo!!!… Sacrilegio!!! Appunto per la sua versatilità hai la possibilità di essere originale, di prendere un pacchetto icone di qua, un tema di la , aprire le opzioni aspetto cambiare font, colori, hex a manetta..bordo finestre, effetti , barra di stato… etc etc … Con KDE puoi fare molto di meglio, con lxde anche e lo stesso con xfce… Quindi perché conformarsi?? Vai su deviantart trovi di tutto tra icone, temi e sfondi stupendi… Dai sfogo alla creatività 😉 poi se lo vuoi mette e ti piace, tanto di guadagnato 😉 scusate ma scrivo da telefono..scusate il bordello XD

  • delaroche

    Ed ecco il risultato.

    • Brau

      Sarà inutile dirlo, ma le Aw0ken non le batte nessuno 😉

      • delaroche

        Concordo! Altro che le str.nz.t. mac!

    • Daniele Cereda

      splendido

  • riccardo maestri

    funziona con gnome ubuntu?

  • lorenzo s.

    Se usi queste icone rischi di fare la figura del poveraccio che usa linux mascherato da mac perché non hai i soldi per comprarsi un mac!
    😀

    • Salvatore Gnecchi

      qualcuno ha finalmente centrato il nocciolo della questione =D
      Diciamocelo, é come prendere una borsa “firmata” dall’ambulante per strada. Detto questo, si cambia l’apparenza e non la sostanza. Ubuntu rimane Ubuntu con o senza questo tema. A chi piace IL TEMA, questo puó andar bene. Chi cerca un Mac, eh,brutte notizie =P

  • Tomateschie

    Per chi ama alla follia la Mela esiste anche Macbuntu, una distro Ubuntu-based che simula alla perfezione l’ambiente Mac.

    • Brau

      Ma è ferma alla 10.10, quindi, se vuoi avere tutto aggiornato, meglio non rivolgersivici, e poi, chi ama la Mela alla follia, non mette un semplice tema su Ubuntu ma si va a comprare direttamente tutto l’ambaradan al costo di indebitarsi… Per me, l’unica utilità che ha questo tema è quella di non far sentire spaesato chi passa da Mac a Linux…

      • Tomateschie

        Non ricordavo fosse rimasta alla 10.10. In tal caso allora è bene installare il tema come dici tu. Anche se secondo me ha senso solo perché dimostra che GNU/Linux si adatta ad ogni tipo di tema.

        • Brau

          Beh, su GNU/Linux lo scegli TU il tema (o parte di esso), su Mac quello hai e quello ti tieni 😉

          • Tomateschie

            Ben detto 😉

      • Simone

        In realtà gli utenti Mac (almeno il 98,99% di loro) sono dei veri e propri “talebani”, dove l’unica cosa che riescono a vedere è la mela morsicata. Forse qualcuno di loro avrà pure provato linux (ogni versione) ma dubito che qualcuno l’abbia adottato in pianta stabile.

        • js3

          è vero! ma mi sa che anche una bella fetta di utenti linux è un po’ talebana da questo punto di vista… 😉

  • FirasH

    Questo è proprio il tema adatto agli utonti Ubuntu. Invece di sviluppare queste inutilità (sono stato abbastanza cortese) sarebbe più adatto migliorare progetti come GIMP o Inkscape. Certo che per trasformare Ubuntu in un apparente mac bisogna essere assai poveri sia dentro che fuori.

    • KN0CKER

      E tu che ci fai qui? Vai a contribuire a Gimp e Inkscape!

      • FirasH

        Era un semplice esempio.
        Comunque per la cronaca sono un editore e contributore costante al wiki di openSUSE. Inoltre sto testando Scribus 1.5.0 oltre a completare la sua traduzione in lingua italiana. Ho speso ore e ore della mia vita per l’opensource, non ho fatto solo chiacchere.

  • Daniele Elaborati

    Che tristezza…. Sa proprio di “rimedio per poveretti” altrimenti detto “vorrei ma non posso”. Sarà che io sono così orgoglioso di usare linux che non vorrei mai e poi mai che qualcuno mi dicesse :” ma, hai messo su mac OS X”? Ma per carità!!

  • SalvaJu29ro

    Leggendo i commenti mi viene proprio voglia di usarlo

  • Roberto

    sudo apt-get install mac-icons-v2-noobslab
    sudo apt-get install mac-ithemes-v2-noobslab
    non trova i pacchetti come posso fare??

    • EnricoD

      sudo apt-get remove linux e comprate un mac 😛

      sCHERZO… hai fatto

      sudo add-apt-repository ppa:noobslab/themes

      e sudo apt-get update?

      se dai direttamente i comandi per installarle è ovvio che tu non le trovi…
      altrimenti..
      sarà stato cancellato

      • tomberry

        v2 solo per saucy..
        per raring:
        sudo apt-get install mac-ithemes-noobslab mac-icons-v2-noobslab

        • Roberto

          eheh comunque non c’è seguo passo passo la procedura ma non mi trova il pacchetto :I quando do gli ultimi comandi

          • EnricoD

            Io non le trovo su nooslab… nella lista delle icone che c’è sul sito.. quindi le avranno rimosse…per questo non trovi piu il pacchetto

            se cerchi

            Mac OS X (MBuntu 13.10) Pack is ready, Install in Ubuntu 13.10/Linux Mint 16/other related Ubuntu derivatives

            su Google…

            trovi un tema per 13.10 con istruzioni per metterlo…
            (non mi fa postare link disquz)

          • tomberry

            Prima di commentare ho controllato i pacchetti nel repo.. I pacchetti ci sono, ma funzionano solo per:
            – v2 per ubuntu 13.10 (saucy)
            – quelle che ho indicato per ubuntu 13.04 (raring).

            launchpad.net /~noobslab/ +archive/ themes/ +index?batch=75&memo=150&start=150
            (rimuovere gli spazi)

          • Roberto

            risolto!! ho scaricato direttamente da ubuntu softwer center fra i pacchetti noobslab 😉 grazie per l’aiuto

    • EnricoD

      Ho provato a controllare su noobslab ma non ne trovo piu traccia…evidentemente le hanno rimosse

      pero ho trovato questo se ti interessa

      http://www.noobslab.com/2013/10/mac-os-x-mbuntu-1310-pack-is-ready.html

  • mario

    io l’ho installato ma quando tento di lanciarlo mi dice che non ha trovato i moduli del kernel ma io li ho aggiornati e ci stanno tutti. mi potreste aiutare?

    • Franco

      Dipende dalla distro che usi. Io sono riuscito ad installare vmware su moltissime distro tutte diverse fra loro e per ognuna l’installazione cambia sempre. Nel caso della dipendenza del kernel, vmware pretende di avere kernel-headers in linea con il kernel corrente. Fa eccezione Fedora dove vuole addirittura farmi arretrare l’intero kernel.
      Sono dell’idea che la virtualizzazione su macchine unix (quando sono richieste alte prestazioni hardware) in generale è assai penosa. In Windows le performance sono sempre nettamente superiori ed è un fatto constatato perché l’ho testato personalmente e non per sentito dire. Stesso discorso per virtualbox e fac-simili

  • dartesco

    Quindi facciamo finta di ignorare che Unity in Ubuntu (per quanto riguarda l’aspetto puramente estetico) è una copia di Aqua con grigio e arancione al posto dei colori di OSX.

No more articles