ITMacpup è la versione italiana di Macpup, distribuzione basata su Puppy Linux con ambiente desktop E17 ed il gestore dei pacchetti di Ubuntu 12.04 Precise LTS.

ITMacpup
Puppy è una delle più famose distribuzioni Linux portable ossia da installare su una “normale” pendrive oppure da installare in pc datati con poche risorse disponibili. Dal successo di Puppy Linux sono nate molte derivate come ad esempio Macpup distribuzione che include l’ambiente desktop E17 oltre al gestione dei pacchetti di Ubuntu 12.04 Precise LTS che ci consente di poter installare moltissime applicazioni con molta facilità utilizzando ad esempio apt-get da terminale. Oggi vi vogliamo presentare ITMacpup, versione made in italy di Macpup 528 con caratteristiche davvero molto interessanti. ITMacpup include quindi il menu ed applicazioni in lingua italiana come la suite per l’ufficio OpenOffice con già preinstallato il controllo ortografico, presente anche Microsoft Skype e altre utili applicazioni come ad esempio il browser Mozilla Firefox.

L’idea del progetto è quella di fornire agli utenti italiani un sistema operativo sicuro, stabile e veloce ottimo sua per l’utilizzo in una normale pendrive in modalità persistente oppure installato in pc datati, netbook ecc.
In lingua italiana troviamo anche l’ambiente desktop E17 completamente personalizzabile, con svariati temi disponibili, completamente in italiano anche il menu di spegnimenti e riavvio.

ITMacpup

Per maggiori informazioni su ITMacpup e per scaricarlo basta consultare la pagina dedicata dal forum murga-linux.
Colgo l’occasione per congratularmi con runtt21 per il progetto ITMacpup.
  • Ale

    Lo provo subito su un netbook sansung nc110,cosi cancello una volta per tutte quel mattone di windows 7 starter;)

    • g cong

      guarda che per Puppy non c’è bisogno di cancellare Win. Non ne sono sicuro al 100%, perchè non lo uso da un bel pò di tempo, ma mi pare che puoi benissimo copiare i file della .iso di puppy dentro win e poi, sempre dalla live di puppy, ti installi grub4dos (lo trovi nel menu di puppy)..
      Risultato: win7 rimane; hai puppy in dual boot, senza partizionare.
      Ma, non mi assumo responsabilità x eventuali cosini :-))

      Se te la senti puoi tentare. tanto se devi cancellare Win7, prima di farlo prova a fare quello che ti ho detto.

    • cioma

      ciao

      oppure avvii sempre puppy dalla chiavetta ma salvi i file di configurazione etcetc sul disco di win….certo, hai sempre bisogno della chiavetta inserita, ma all’avvio il sistema cercherà e troverà il file di salvataggio e sei a posto

    • Luciano

      Buongiorno
      su netbook samsung n150 ho formattato la partizione di recovery di win e installato xubuntu, così ho tenuto tutto anche se win non l’ho mai più usato da un paio d’anni

  • g cong

    Puppy sempre interessante

  • aggiungerei che, oltre alla persistenza, la miracolosa puppy è perfettamente installabile (e realmente usabile), su una pendrive in ext2. Finora, per la mia sia pur piccola esperienza, è la sola che possa vantare una tale dinsinvoltura, pur essendo completa di tutto e di più. A seguire direi Slitaz e Porteus…ma imho puppy è puppy

  • db

    PuppIT ha gli script tradotti in italiano, poteva partire da quella…
    il problema è che qualsiasi gestore di pacchetti installi è un sistema ibrido e qualche libreria mancante si trova sempre… se avessi voglia, ma non ne ho voglia, la confronterei con SalixOS, secondo mè la soluzione migliore per vecchio hardware e nuovo utente italiano 🙂

  • 1cr

    Esteticamente è grazioso anche se le animazioni non mi piacciono, danno un’idea di caos sul desktop, non ho mai usato mac e non so com’è davvero per paragonare.
    Nel tema di default iniziale le slot finestra con apri chiudi iconizza finestra ecc sono quadratini vuoti, cambiando tema ricompaiono .
    l’orologio settato non mostra data e giorno, io preferisco quello digitale e non è possibile spostarlo ne ridimensionarlo, forse smanettandoci….

    le barre degli strumenti sono spesse e messe in 3 posti diversi, le finestre aperte massimizzate così perdono circa 1cm a sinistra e in basso e l’orario resta coperto (avrebbe fatto comodo una soluzione tipo il louncer di unity, io lo uso a scomparsa con icone minime e ho installato il buon vecchio menu classico nella barra superiore, salvo i 5mm della barra tutto il resto dello schermo è utilizzabile pur avendo accesso a info e controlli…)

    le icone attive compaiono in 2 posti diversi…

    il mount non è così immediato come quello originale si vede la chiavetta ma alla fine bisogna intervenire manualmente…

    per certi aspetti preferisco puppy 5.2.8 standard.
    Non ho capito la scelta di mettere openoffice (con meno aggiornamenti e qualche prob) invece di libreoffice (la stessa cosa ma con community attiva) e non ho capito il senso di mettere una suite da ufficio di default e tenere doppioni abword e gnumeric;

    il lettore pdf non apre tutto ed anche i menu delle impostazioni sono molto analitici ma sono divisi in maniera tale da far confusione tra le varie barre e la possibilità della tendina col tasto destro…
    secondo me ci si potrebbe semplificare e di molto la vita adottando una veste grafica minimalista tipo quella di LUBIT

    Anche come velocità mi è sembrata migliore la 5.2.8standard…

    non capisco perchè non si è arricchita e perfezionata la sua veste grafica invece che mescolarla con la grafica mac.

    La grafica nel browser è simile a quella originaria di puppy e non mi piace molto, ha caratteri troppo piccoli e titoli con un grassetto troppo largo.

    Buona l’idea di mettere skype.
    Questa è la mia opinione amatoriale dopo mezza giornata d’uso non intensivo senza stampare ecc…

No more articles