I developer del progetto Cairo-Dock hanno rilasciato in questo ore la nuova versione 3.3.x la quale migliora il supporto per nuove distribuzioni come Ubuntu 13.10 Saucy ed include interessanti novità.

Cairo-Dock in Ubuntu Linux
Cairo-Dock è una dockbar open source tra le più conosciute ed utilizzate in ambienti desktop Linux. Tra le principali caratteristiche di Cairo Dock troviamo la possibilità di personalizzare completamente la dockbar integrando menu, applet, temi ecc, è possibile utilizzarla anche in pc con schede grafiche datate grazie alla modalità fallback che non richiede OpenGl, dispone inoltre di una sessione dedicata diventando cosi un vero e proprio ambiente desktop basato su Gnome. Il team di sviluppatori del progetto Cairo-Dock ha annunciato il rilascio della nuova versione 3.3.1 la quale include diverse ottimizzazioni per Gnome 3.8 migliorando cosi l’integrazione con la nuova Ubuntu 13.10 Saucy

Cairo-Dock 3.3 aggiunge la nuova barra di ricerca nel menu applicazioni con la quale potremo effettuare ricerche mirate su tutte le nostre applicazioni disponibili, migliorato il supporto per Cinnamon, la nuova versione ci consente di integrare perfettamente la dockbar nell’ambiente desktop sviluppato dal team Linux Mint. Il nuovo Cairo-Dock 3.3.1 aggiunge il supporto per il protocollo StartupNotification consentendo ai lanciatori di effettuare l’animazioni fino a quando l’applicazione si apre correttamente evitando cosi doppi avvii, aggiunto inoltre un nuovo applet di terze parti che ci consente di consultare tutte le notifiche di sistema.
Cairo-Dock 3.3.1 migliora anche la modalità sessione, rivisitato il timer nell’applet sessione per spegnere il pc ad determinato orario (esempio possiamo spegnare il pc tra mezz’ora) migliorando il supporto anche con distribuzioni con systemd.
Per maggiori informazioni sul nuovo Cairo-Dock 3.3 in questa pagina troverete le note di rilascio.

Cairo-Dock - modalità sessione o ambiente desktop

Cairo-Dock - sessione in LightDM

Cairo-Dock 3.3.1 info

Per installare Cairo-Dock 3.3.x su Ubuntu e derivate basta digitare:

sudo add-apt-repository ppa:cairo-dock-team/ppa
sudo apt-get update
sudo apt-get install cairo-dock cairo-dock-plug-ins

Per installare Cairo-Dock su Lubuntu e Arch Linux Lxde consiglio di consultare questa guida.

Home Cairo-Dock

  • Ospite

    Considerando che fin da Windows XP la Microsoft ha obbligato gli utenti a passare da “Arresta il sistema” per poter poi scegliere se riavviare e che i nuovi utenti arrivano al 99,9 % da Windows onestamente dubito molto che siano spaesati per questa funzione.

    Dettaglio a parte da quanto avevo letto queste funzioni sono state volutamente tolte dalla Dash per evitare che riavvii o sospensioni involontarie magari iniziando a scrivere un nome, premendo subito invio e selezionando così la prima voce che compare.
    Personalmente sono favorevole al rendere “non troppo facile” spegnere il pc per evitare di farlo involontariamente.

    • ricordo che una volta cliccato sul collegamento si apre la finestra di conferma
      mettere il collegamento riavvia sul menu sessione come è sempre stato avrebbe risollto il problema
      ma si sà a volte innovare non vuol dire migliorare

  • Jcarolinares

    hai sbagliato nel nome del team, è “Atareao” 😉 grazie per il post! 

  • Matteo

    e poi….scusate…..ma mica abbiamo a che fare con Windows, che occorre riavviare spesso per togliersi dai casini 😉

    io riavvio il sistema una volta a settimana, o più…praticamente solo su richiesta del riavvio a seguito di un aggiornamento…. e il pc è acceso 24/24…..

    • nel mio uso il riavvio molto spesso dato che ho più distribuzioni installate altrimenti dovrei spegnere o riavviare
      quello che mi fa un po pensare è come è possibile nascondere il tasto riavvia quando bastava inserirlo e si accontentavano tutti gli utente
      gli sviluppatori a volte cercano di quelle trovate solo per portar maggior confusione quando basta poco per renderlo semplice

  • Pancrazio

    Che senso ha aggiungere un processo che si riserva costantemente una buona porzione di ram e cpu quando possiamo effettuare queste operazioni tramite hud?

  • giuseppe

    va anche su debian?

    • Fabio

      La 3.3.1 intendi? Ecco qua glx-dock.org/ww_page.php?p=From%20the%20repository&lang=en#3-Debian (ho tolto l’http da davanti al link per non far andare il commento in moderazione). L’unica sfiga, per chi usa KDE come me, è che si porta dietro mezzo (forse anche di più) gnome, nautilus compreso.
      Hey ragazzi di Cairo, a quando una versione in QT?
      Ciao 🙂

  • LelixSuper

    Sarà bello, ma non ha senso se hai già la barra di Unity xD

  • CF

    La barra di Unity la metto ridotta e a scomparsa e uso Cairo da anni….. non si batte!!!

  • Massimo Strangio

    Ottimo, la ricerca nel menu delle applicazioni è fondamentale.

  • ge+

    mmmm interessante la possibilità di avviarlo come sessione dedicata.
    Voi che dite, una minimal con installati openbox + cairo-doc potrebbe essere un valido DE alternativo?

  • armanz

    installata su ubuntu 12.04, ma non parte, mi compare il desktop senza la dock e poi errore crash di cairo-dock. qualke idea?

  • digian05

    Perchè quando apro un’ applicazione che non è posizionata sulla dock non siapre l’ icona corrispondente(sempre sulla dock)?

No more articles