Ubuntu Linux – come riparare i settori danneggiati con fsck

22
1591
In questa guida vedremo come riparare una partizione con settori danneggiati utilizzando il tool fsck presente di default nelle principali distribuzioni Linux.

Ubuntu Linux - riparare i settori danneggiati ext3 ext4 con fsck
Negli ultimi anni gli sviluppatori Linux hanno lavorato molto per rendere il sistema operativo sempre più stabile e sicuro grazie a nuovo codice sul kernel oltre a migliorare i vari file system. Anche se stabile e sicuro più succedere di non riuscire più a riavviare più la distribuzione a causa di alcuni settori del disco danneggiati. Per risolvere questo problema di default Ubuntu e altre distribuzioni avviano una serie di tool che vanno a verificare e correggere i vari settori, se questa operazione non funziona potremo ripristinare la nostra distribuzione grazie a fsck.
fsck (file system consistency check) è un tool presente nella stragrande maggioranza delle distribuzioni Linux, il quale effettua un controllo del nostro disco o partizione e va a correggere eventuali settori danneggiati ripristinando cosi la nostra distribuzione..

Supporta i più diffusi file system come ext2 / ext3 / ext4 / fat / fat32 / ntfs e può essere utilizzato anche per ripristinare hard disk esterni / interni anche con Microsoft Windows installato.
Da notare inoltre che durate il ripristino di un file system danneggiato può succedere che alcuni file o directory non possano essere ricollocate nella pozione originaria in quanto le informazioni necessarie sono andate distrutte, in questo caso fsck ci consente di collocare i vari file e directory in una cartella dedicata situata nella radice del file system ripristinato in modo tale da poter essere ricollocati manualmente nelle directory originarie o possono essere rimossi definitivamente.

Per utilizzare fsck se la nostra distribuzione è inaccessibile dovremo utilizzare una distribuzione livecd se invece il disco / partizione da ripristinare è esterna al sistema operativo potremo operare dalla nostra distribuzione.

La prima cosa da fare è verificare come viene rilevato il disco o partizione da ripristinare dal nostro sistema operativo. Per verificarlo basta digitare da terminale:

sudo fdisk -l

con questo comando averemo l’elenco dei dischi e partizioni presenti / collegati nel nostro sistema, nel nostro esempio la partizione da ripristinare è /dev/sdb1

A questo punto avviamo fsck da root seguito dal disco da rilevare nel mio caso /dev/sdb1 digitando

sudo fsck  /dev/sdb1

dopo aver effettuato la scansione confermiamo l’eventuale correzione di dati / settori.
In questa pagina troverete tutti le opzioni di comando disponibili in fsck.

Home fsck