In questa guida vedremo come riparare una partizione con settori danneggiati utilizzando il tool fsck presente di default nelle principali distribuzioni Linux.

Ubuntu Linux - riparare i settori danneggiati ext3 ext4 con fsck
Negli ultimi anni gli sviluppatori Linux hanno lavorato molto per rendere il sistema operativo sempre più stabile e sicuro grazie a nuovo codice sul kernel oltre a migliorare i vari file system. Anche se stabile e sicuro più succedere di non riuscire più a riavviare più la distribuzione a causa di alcuni settori del disco danneggiati. Per risolvere questo problema di default Ubuntu e altre distribuzioni avviano una serie di tool che vanno a verificare e correggere i vari settori, se questa operazione non funziona potremo ripristinare la nostra distribuzione grazie a fsck.
fsck (file system consistency check) è un tool presente nella stragrande maggioranza delle distribuzioni Linux, il quale effettua un controllo del nostro disco o partizione e va a correggere eventuali settori danneggiati ripristinando cosi la nostra distribuzione..

Supporta i più diffusi file system come ext2 / ext3 / ext4 / fat / fat32 / ntfs e può essere utilizzato anche per ripristinare hard disk esterni / interni anche con Microsoft Windows installato.
Da notare inoltre che durate il ripristino di un file system danneggiato può succedere che alcuni file o directory non possano essere ricollocate nella pozione originaria in quanto le informazioni necessarie sono andate distrutte, in questo caso fsck ci consente di collocare i vari file e directory in una cartella dedicata situata nella radice del file system ripristinato in modo tale da poter essere ricollocati manualmente nelle directory originarie o possono essere rimossi definitivamente.

Per utilizzare fsck se la nostra distribuzione è inaccessibile dovremo utilizzare una distribuzione livecd se invece il disco / partizione da ripristinare è esterna al sistema operativo potremo operare dalla nostra distribuzione.

La prima cosa da fare è verificare come viene rilevato il disco o partizione da ripristinare dal nostro sistema operativo. Per verificarlo basta digitare da terminale:

sudo fdisk -l

con questo comando averemo l’elenco dei dischi e partizioni presenti / collegati nel nostro sistema, nel nostro esempio la partizione da ripristinare è /dev/sdb1

A questo punto avviamo fsck da root seguito dal disco da rilevare nel mio caso /dev/sdb1 digitando

sudo fsck  /dev/sdb1

dopo aver effettuato la scansione confermiamo l’eventuale correzione di dati / settori.
In questa pagina troverete tutti le opzioni di comando disponibili in fsck.

Home fsck

  • Striplexterzo

    Non era più semplice andare in gestore di configurazione compiz poi Opacità luminosità e saturazione  e scrivere nei valori della finestra ( PopupMenu | DropDownMenu )e dare 90 come valore ) ? senza dover installare un software di configurazione ??

    • Striplexterzo

      Così facendo il grado di trasparenza lo scegli tu e non è preimpostato ???

    • Jack O’Malley

       Se ti sembra più semplice….

      • Striplexterzo

        Be si tratta di scrivere due parole , penso sia più semplice e pratico che scaricare e installare un programma . Poi altro discorso è se si vuole utilizzare ubuntu tweak come faccio io per fare anche altro 🙂 il mio voleva essere un suggerimento per ovviare in maniera alterativa a questo procedimento null’ altro 🙂 

        • nel mio caso non funzionava ecco perchè ho scelto di utilizzare il vecchio ubuntu tweak

    • ho provato ma non funzionava almeno nel mio pc

    • teo

      Ciao mi puoi spiegare meglio il percorso da fare con compiz, perchè io non ho trovato nulla di quello che hai detto tu sul gestore di configurazione. grazie

  • Più che il come  avresti dovuto spiegare il perché… 😀

  • Mah! Installare una vecchia versione di Ubuntu Tweak per i menù trasparenti mi sembra folle ! Esiste una guida molto semplice su come fare questo direttamente da gestore conf. compiz, bastava riportarla ! Ma vedo che Striplexterzo  ha spiegato molto bene !

  • Frankrock74

    Non sono riuscito a trovare quell impostazione in ubuntu-tweak e neanche modificando compiz mi si trasparentizza tutto…
    Un altra soluzione???

  • frankrock74

    Ciao e grazie della guida ma…
    “Ricordo che questa guida funziona solo per Unity e non Unity 2D o Gnome Shell”
    E per gnome classic???
    A me anche installando tweak 6.x non mi da opzione compiz…
    Un altro modo?
    Grazie cmq saluti!

  • Vioma

    L’installazione del programma dà enorme instabilità al sistema.
    Soprattutto a quei sistemi che non hanno configurato bene schede grafiche di ultima generazione.
    È assolutamente sconsigliabile installare una versione precedente di questo programma sulla versione di Ubuntu 12.04. Produce molta instabilità.
    Se le vecchie preferenze sono state eliminate ci sarà pure un perché !!!
    Se proprio non si vuole rinunciare ci sono altri sistemi.
    COMPIZ VA IN CONFLITTO CON UNITY 12.04, FARE MOLTA ATTENZIONE.

  • krzh

    Un po’ fuorviante parlare di “riparazione” dei settori danneggiati, al massimo si prova a recuperare file salvati parzialmente su settori danneggiati… il danno fisico non lo ripari.

    • UbuntuWillRule

      Esattamente, i settori danneggiati vengono solamente skippati e vengono ripristinati gli inodes che non permettevano il boot del sistema. Io aggiungerei che sarebbe meglio, per evitare di dare ogni conferma, in ogni caso sempre necessaria, usare il comando ” sudo fsck -yf /dev/sdx “, andando a cambiare la x in questione con la giusta lettera e numero della partizione in questione.
      Inoltre, per le partizioni ntfs/fat, dovranno essere installati altri strumenti.

      • Antharas

        Domanda da pinguino curioso: quali tool? Questa cosa potrebbe rendermi la vita molto più semplice

        • UbuntuWillRule

          testdisk, ntfsprogs, ntfs-3g per esempio.

        • ale

          Per fat basta fsck.msdos per fat 16 o fsck.vfat per fat32,in ogni caso lanciando semplicemente fsck rileva lui il filesystem giusto ed esegue la giusta utility

          Per ntfs si può usare si ntfs-3g ma io consiglio di farlo da windows se non si vogliono avere problemi

          • UbuntuWillRule

            A volte non e’ cosi’ semplice purtroppo. Se il superblocco e’ danneggiato ,per esempio, meglio utilizzare altri strumenti.

  • XfceEvangelist

    Per la diagnosi di un disco con settori danneggiati, l’utility che non tradisce mai è badblocks. Vi ho recuperato sempre diversi dischi.

    • C.C.

      scusa… ma si può fare su una memoria esterna Toshiba USB 3.0, mi risulta danneggiata una cartella contenente film che mi fa aprire ma non rinominare o eliminare. Grazie

  • San-Claudio

    sudo fdisk-l notok
    sudo fdisk -l ok

  • raffaele

    Ciao,ieri ho staccato per sbaglio la presa della corrente mentre il pc era acceso e questa mattina quando accendo mi dice :”repair filesystem” con altre scritte. Questa guida è buona per questo problema?

No more articles