Ranger – file manager con un’interfaccia ncurses per Linux

19
132
Ranger è un ottimo file manager accessibile da terminale che ci consente di accedere facilmente a tutti i file e cartelle presenti nel nostro sistema con un’esperienza utente simile ad un normale file manager grafico.

Ranger in Ubuntu Linux
Il file manager è uno strumento indispensabile per qualsiasi sistema operativo dato che ci consente di accedere ai file e cartelle presenti nel nostro sistema oppure in partizioni e memorie ecc.
In Linux troviamo molti file manager come ad esempio Nautilus, Dolphin, Thunar, PCManFM che si differenziamo principalmente nell’interfaccia grafica e funzionalità presenti (esempio navigazione in schede, supporti per plugin, personalizzazione ecc). Esistono inoltre svariate alternative davvero molto interessanti come ad esempio Ranger.
Ranger è un file manager open source scritto in Python con interfaccia ncurses accessibile quindi da terminale o console Linux.

Caratteristica principale di Ranger è quella di fornire un file manager facile da utilizzare e soprattutto molto leggero e accessibile da terminale ottimo quindi per sistemi server o pc datati con poche risorse disponibili.
Grazie ad un’interfaccia ncurses ci consente di visualizzare l’albero di directory in due dimensioni: la gerarchia di directory in una e l’elenco dei file nell’altra, con un’anteprima sulla destra in modo da sapere dove si andrà.
Ranger include il supporto anche per mouse oltre a disporre delle stesse scorciatoie da tastiera di Midnight Commander, Vim, Emacs ecc con la possibilità di operare nel file manager con solo i tasti freccia.

Ranger è presente nei repository ufficiali delle più diffuse distribuzioni Linux per installarlo in Ubuntu, Debian o derivate basta digitare:

sudo apt-get install ranger

Home Ranger