In questa guida vedremo come formattare una partizione, pendrive, hard disk esterno ecc nel file system exFAT in Linux.

Linux exFAT
exFAT / Fat64 è un file system sviluppato da Microsoft dedicati principalmente a memorie flash, pendrive, memorie SD ecc.
Tra le principali caratteristiche di exFAT (Extended File Allocation Table) troviamo la possibilità di salvare più mille file per cartella, dispone di supporto per liste di controllo degli accessi oltre ad essere più veloce di Fat32 soprattutto nell’allocazione dello spazio libero. Le ultime versioni del Kernel Linux hanno introdotto il supporto per exFAT potremo quindi accedere e operare in una pendrive / memoriaSD ecc in exFAT direttamente dalla nostra distribuzione Linux.

Se vogliamo quindi utilizzare una pendrive in Linux e Windows potremo formattarla in exFAT in modo tale da poter avere diversi vantaggi sia di stabilità che in performance.
Per formattare una pendrive o memoria SD in exFAT con Linux la prima cosa da fare è verificare come viene rilevata la memoria esterna in Linux per farlo basta digitare da terminale:
sudo fdisk -l
come risultato avremo l’elenco completo delle partizioni / dischi collegati nel sistema nel nostro esempio la partizione della pendrive da formattare è /dev/sdb1.
E’ possibile operare nelle partizioni ad esempio utilizzando GParded applicazione presente nei repository ufficiali delle più diffuse distribuzioni Linux.
Per formattare la nostra pendrive / memoria SD in exFAT basta digitare da terminale:

sudo mkfs.exfat -n LABEL /dev/sdXn
dove al posto di Label inseriremo l’etichetta / nome da dare alla partizione (esempio Musica, File ecc) e in /dev/sdXn il percorso esatto della partizione da formattare nel nostro esempio per formattare la partizione /dev/sdb1 con etichetta lffl dovremo digitare:
sudo mkfs.exfat -n lffl /dev/sdb1
Al termine avremo la nostra pendrive / memoria SD formattata in exFAT pronta per l’utilizzo sia con Linux che Windows.

via – maketecheasier
No more articles