GNOME ha annunciato il rilascio di Gnome Panel 3.8 la nuova sessione sviluppata dal team “Gnome Flashback” basata su metacity e gnome-panel.

Gnome Panel 3.8
L’arrivo di Gnome Shell ha portato diverse critiche da parte di molti utenti affezionati all’esperienza utente fornita dal buon vecchio Gnome 2.x. Per riportare l’esperienza utente di Gnome 2 alcuni sviluppatori hanno avviato il progetto Mate DE, mentre lo stesso team Gnome introduce la sessione Fallback nata principalmente per gli utenti con pc datati con scheda grafica che non supporta l’accelerazione hardware. Con Gnome 3.8 è arrivata la sessione Gnome Classic Mode, basata su Gnome Shell, nella quale venivano installate alcune estensioni in grado di riportare un’esperienza utente simile a Gnome 2 con menu a tendina, pannello inferiore con il gestore delle finestre ecc. In concomitanza con il rilascio di Gnome 3.10, gli sviluppatori GNOME hanno annunciato il rilascio della nuova sessione Gnome Panel 3.8 in grado di riportare le qualità di Gnome Fallback con tanto di metacity e gnome-panel.

Sviluppato dal team “Gnome Flashback”, la sessione Gnome Panel riporta nell’ambiente desktop del piedone la sessione Fallback con tanto di pannelli personalizzabili e applet dedicati come era nel buon vecchio Gnome 2.
Gnome Panel 3.8 ci consentirà quindi di avere il supporto per metacity e soprattutto riportare le personalizzazioni di Gnome 2 con supporto per nascondere automaticamente i pannelli, operare nelle loro dimensioni, sfondi, opacità ecc oltre a personalizzare / modificare i vari applet.

Nell’annuncio ufficiale del rilascio di Gnome Panel 3.8 gli sviluppatori Gnome hanno indicato che il progetto è rivolto principalmente a quelle distribuzioni che hanno ancora la volontà di sostenere metacity e gnome-panel desktop inoltre il progetto include già il supporto per dconf e GSettings.
GNOME Panel 3.8 sarà presto disponibile per Arch Linux, Sabayon e Debian Sid è probabile che arrivi come opzione in Ubuntu GNOME 13.10 anche se attualmente non c’è ancora alcuna conferma a riguardo.

via – phoronix
  • Jerry Cala’

    Mi piace pero’ non capisco perchè l’application applet ha la scroll bar, non puo’ aprirsi come nel buon vecchio Gnome 2?

    • perchè tra le altre cose, Cinnamon forka Gnome3 e, perchè c’è già Mate che riprende il vecchio Gnome2. vogliamo differenziarle un po ste interfacce..? 🙂

  • linuxfunboy

    Non uso Cinnamon, ma sta diventando veramente un bel DE

    • quoto

      • Scusate l’ignoranza. Ma Cinnamon non sono solo delle estensioni applicate a gnome shell? Voglio dire se installo le giuste estensione su Gnome Shell non ottengo le stesse cose che ho con Cinnamon? 

  • Jerry Cala’

    L’ho appena installato, purtroppo non è come Gnome2, per far comparire i submenus bisogna cliccare sulla voce interessata, che delusione!! In più Cinnamon sul mio netbook con Atom 250 è lentissimo.  Rimango con XFCE.

  • Aveiro

    Ciao, ho formattato il mio pc è ho installato Arch, volevo chiedere se è possibile installare solo cinnamon come DE, e se si se c’è una guida. grazie

  • Millalino

    insomma alla fine tornano tutti sull’interfaccia tipo gnome 2 che secondo me, rimane ancora il piu usabile.

  • striplexterzo

    Ragazzi che volete farci con cinnamon , unity e gnome 3 sto provando la daily build di elementary os , considerando che è una pre realese è stupefacente leggera bella e bene si adatta a chi era abiutato a gnome 2 veramente una bella interfaccia (unica pecca poco personalizzabile però nel futuro chi sa ) ……… sul mio netbook vola 🙂 aspetto con ansia la realese ufficiale vi consiglio di dargli uno sguardo almeno provarla su usb io l ho installata nn ho resistito 🙂 

    • Giulio

       e dove si prende l’iso di elementary os luna?

      • striplexterzo
      • Striplexterzo

        scrivi ,elementary os ubuntu forum, su google vai in elementary os luna:chiacchiere e novita , a pagina 9 del forum un utente ha postato il link della daily bulid

        • Striplexterzo

          scusa scrivi “elementary os luna ubuntu forum”

  • Narcosnoyz1

    nel comando sudo cp org.cinnamon.applets.GnomeMenu.gschema /usr/share/glib-2.0/schemas/ 
    Dopo gschema ti sei scordato .xml

  • magnet magneto

    Bhe meglio tardi che mai!

  • Simone

    Sono duri quelli di Gnome.
    Questo ritorno è una seria ammissione di colpa.

    Finalmente hanno capito di aver sfornato un aborto e tornano sui loro passi.

    • Brau

      Più che ammissione di colpa, mi sembra un contentino per soddisfare quelli che, a ragione, trovano fin troppo scarnato e problematico un DE che, nella vecchia concezione, era perfetto… Avranno reintrodotto il vecchio GNOME, ma mai si sbarazzeranno di quello nuovo…

    • Nah secondo me sono sempre più convinti ogni giorno che passa xD
      Certo cose assurdamente incomprensibili con la rimozione della possibilità di spegnere il PC, ma solo di sospenderlo in RAM non le fanno più, però sanno sorprendere ancora XD
      Però con un po’ di abitudine la shell diventa usabile… tornato su xfce mi sorprendevo a pigiare col mouse contro l’angolo in alto a sinistra ahah
      Il problema invece è che castrano i programmi come nautilus o il gestore dell’energia che ora non distingue più tra batteria e spina -.-“

    • se fossero duri non tornerebbero indietro.
      A quanto ho capito è un progetto portato avanti da un gruppo di sviluppatori (gnome flashback team) portato avanti per consentire di avere (semplifico) una sessione gnome2 con le tecnologie di gnome3 (gtk3, dconf/Gsetting etc).
      Altri sviluppatori portano invece avanti gnome3 così come lo conosciamo.
      Ora signori, questo è free software. Usa e abusa. Scegli e fai.
      Se non avessero voluto che la gente potesse personalizzare Gnome e fossero stati dei User Experience Nazi non avrebbero creato il framework per le estensioni (in JS…) e la possibilità di definire varie sessioni (classic, ora la flashback, ci sono anche progetti per la modalità chiosco…).
      Quindi, signori, di che parliamo? Mi spiace ma il tuo commento è quanto meno superficiale… tutto IMHO ovviamente

    • XfceEvangelist

      E pensare che all’inizio del debutto di Gnome Shell lo avevano definito come il “Zero Distraction Desktop Enviroment”, talmente a zero distrazione che era ed è inutilizzabile per chi sviluppa, chiaramente IMHO.

  • telperion

    il problema è che anche in fallback ti ritrovi i nuovi castratissimi: file, video, music, photo eccetera …

    • pi3tr0

      e c’hai ragione, nemo è una manna ma gli altri software che stanno rovinando? rhythmbox della 3.10? che cesso di software con i pulsantoni per ipovedenti

      speriamo che gli insulti di linus si abbattano su sti 4 cialtroni

      • XfceEvangelist

        Anche l’utility Gnome per gestire i dischi che si chiama “disks” è stava completamente rovinata, rimuovendo un intuitivo menu a tendina con un unico scomodissimo pulsante tutto fare.

        • pi3tr0

          questa nn l’ho vista, ma ultimamente sono tante le cose che il mio cervello si rifiuta di vedere in casa gnome, ho provato gnome 3.10 e dopo nemmeno 30 secondi il mio cervello ha fatto scattare gli allarmi, il mio mouse si muove in automatico per il logout in una sorta di procedura di emergenza

          mi piace il minimalismo ma deve essere minimalismo tipo desktop, il minimalismo tipo tablet su monitor da 22 pollici è follia

          spero solo che per ogni cosa che rovinano qualcuno ne faccia un fork come è stato per nemo

      • XfceEvangelist

        Nemo è davvero un gradevolissimo File Manager, non ne riesco piu’ fare a meno, spero che sviluppino diversi plugin come il resize delle foto.

  • giamma1295

    Mio!!!!!!!!!!!!!!!! finalmente non ne potevo più dei bug di mate!!!

  • Gnome deve cambiare pelle se rimane legato alle “vecchie” idee non crescerà mai. Stesso discorso rispetto alla versione 3.x di Gnome, può essere bello quanto si vuole ma mal digerito da tutti bene o male. Gnome deve riuscire a trovare la strada per essere un nuovo KDE e mangiare a morsi Unity.

  • bolla

    ma quante risorse necessita, spero che sia leggero come il vecchio Gnome 2.x.

    • Ho installato arch + GNOME shell sul netbook monocore da 1GB di ram e devo dire che se si rimuove tracker, totem, evolution e nautilus (sostituiti con claws-mail, parole e thunar) e se si disabilitano le animazioni è parecchio scattante, quasi come xfce.
      Con ubuntu + GNOME invece sullo stesso netbook ho notato gravi problemi di performance…
      In ogni caso la fallback sarà sicuramente un po’ più leggera della shell

      • Grazie al kaiser 😛
        Levate tutte quelle cose praticamente hai la grafica di shell e le funzionalità di xfce, mutter e xfwm con quelle conf differiscono di poco 😛

        • Beh si lol è vero… però uno si aspetta che mutter sia molto più lento di xfwm e invece no. Sottolineo che con le stesse sostituzioni ubuntu GNOME va comunque molto più lento di xubuntu , anche se i programmi sono gli stessi

          • Devi vedere le dipendenze e i servizi, con ubuntu ad esempio se installi il bluetooth ti abilita in automatico il servizio, su arch non succede. Inoltre su ubuntu anche impostando il –no-install-recommends ti tira giù spesso e volentieri una miriade di pacchetti inutili che spesso sono di applicativi/demoni che non si usano ma che comunque poiché presenti vengono avviati…

  • vortex67

    Boh sinceramente ormai mi trovo benissimo con gnome shell,non tornerei mai indietro.

  • Secondo me continuano a mantenere la fallback per la RHEL, altrimenti tagliano i viveri xD

    • Gustavo

      è così

  • Gelmo Santz

    che casino…. e gnome fallback…e mate…..e gnome panel 3.8

    • Marco

      Se ho ben capito questo Gnome-panel 3.8, chiamato anche Gnome-Flashback, e’ solo un nuovo nome dato a Gnome-Fallback non una cosa nuova.

  • carlo coppa

    Che il team di Gnome abbia le idee un po’ confuse s’era capito…ma è un po’ come ammettere il fallimento di Gnome Shell !

    • magnet magneto

      Meglio ammettere di aver “toppato” che perseverare..si saranno accorti di aver perso utenza e di aver fatto la fortuna di altri DE come Mate che è nato e ha avuto successo sulle ceneri del vecchio Gnome e come XFCE che da due anni sembra risorto.

      • carlo coppa

        Ma sei sicuro che Mate abbia avuto successo ? Sarebbe interessante poterlo capire, ma a mio parere gli unici ad utilizzarlo sono in 2 gatti, Con l’uscita di Gnome 3 molti utenti sono rimasti fedeli a Ubuntu con Unity, gli scontenti sono passati a Gnome Shell, XFCE e KDE, questo vale anche per altre distribuzioni. Gnome shell come Unity possono non piacere ma hanno un senso, quello che mi ha stupito nel team di Gnome sono state alcune scelte che hanno quasi dell’assurdo, come il togliere il pulsante di spegnimento (poi rimesso) e tante altre piccole cose che mi hanno lasciato allibito.
        Non credo che l’intenzione sia di tornare a Gnome 2, sarebbe il colmo dei colmi.

        • magnet magneto

          Io sono uno dei due gatti..dopo anni di Ubuntu visto le ultime scelte Unity-Gnome son passato ad Arc con mate e a Mint sempre con mate.Da quando è uscito Gnome3 ho installato solo macchine con mate o xfce.
          Non a caso comunque Mint se non ha superato Ubuntu come distro ci è andata molto vicino.Cosa offre in più la derivata?codec e DE..e non penso che siano stati i codec a far pendere l’ago della bilancia.Onestamente nel mercato “consumer” (linux businnes/server non ha nemmeno il DE in genere) come riferimento principe terrei ahime MacOS dove il layout di sistema rimane invariato e funzionale..menu a tendina e via!

          • ange98

            Cinnamon ha avuto più successo di MATE ed è il DE principale di Mint. Poi in molti usano Mint KDE o Mint Xfce per esempio

    • TopoRuggente

      Veramente a me pare più un tentativo di aiutare gli utenti che sono passati a MATE che ha gravi problemi.

      Lo sviluppo di GShell va avanti a razzo la 3.12 con pieno supporto Weaston è già in corso di sviluppo.

  • Lorenzo s.

    Andava tanto bene il desktop tipo windows xp, poi hanno rovinato tutto: prima Gnome3, poi Unity, infine Microsoft con Windows 8.
    È la gente comune a dover decidere il cambiamento, non pseudo-filosofi del pc che passano il tempo a vaneggiare su ipotetici desktop del futuro, senza alcun contatto con il mondo reale.

    • pi3tr0

      si vede che quando hanno annunciato l’abbandono della gnome-fallback i vaffan**lo in tutte le lingue del mondo gli sono arrivati chiari e forti, avevo provato 2 minuti la nuova versione flashback che ha sostituito la fallback, è patetica, è gnome shell con 2 grossi pannelli non personalizzabili e pure brutti, ho provato xfce, openbox, tint2, plank, adeskbar, nemo, cinnamon e stavo pensando prossimamente a mate, gnome sarà sempre gnome, il mio de preferito per 6 anni, ma visto quanto poco tengono conto delle richieste degli utenti forse è il caso di mandarli a ca**re, anche se hanno rimesso la fallback non cambieranno mai rotta e tantomeno ammetteranno di aver sbagliato, le alternative non mancano, gli ibridi tipo xfce+gala o elementary con nemo e gnome-panel/xfce-panel/tint2 non sono niente male e crunchbang con openbox spacca, quindi si fo***ssero quelli di gnome e tutti quelli come loro

      • Be Xfce è quello più facile da configurare per riportare l’esperienza gnome2, dove trovi difficoltà scusa?

        • pi3tr0

          l’argomento è gnome e il fatto che sti signori mi stanno costringendo a provare decine di software a causa dei loro cambiamenti incomprensibili da bimbi mi***a

          xfce è uno dei software che ho provato per eliminare gnome dalla mia vita, non capisco dove ca**o hai letto una mia critica a xfce o a qualsiasi altro software, sto solo criticando quelli di gnome, sapete leggere l’italiano o no?

          ne ho piene le pa**e di gente che travisa perchè non conosce l’italiano o solo xchè è troppo pigra x leggere le parole altrui, se siete pigri non rispondete, se siete ignoranti uguale

          • Io non ho travisato, quello che volevo dire è che gnome2 è andato che piaccia o no e forse la vera alternativa a gnome2 non sono i fork come mate ma xfce che è rimasto fin dall’inizio fedele alla sua logica. Viste le evoluzioni di xfce è diventato banale riconfigurarlo come era il vecchio gnome2 tutto qua senza scaldarsi.

          • Marco

            Per quanto mi piacesse di piu’ io son passato da xfce a mate perche’ su xfce non trovavo nessun programma bluetooth funzionante, facevano il pairing, vedevano le periferiche, ma l’invio e ricezione dei file falliva.
            Su mate invece l’applet bluetooth di default va che e’ una meraviglia senza configurare nulla.
            Per quanto mi riguarda l’alternativa a Gnome2 e’ Mate o Gnome2 (che e’ supportato fino al 2020 da Redhat)

          • Brau

            Interessante a sapersi, sai per caso qual è il pacchetto dell’app bluetooth di MATE? Così potrebbe essere installabile su XFCE…

          • Marco

            Su Arch e’ mate-bluetooth

          • Per curiosità questo del bluetooth ti è successo su ubuntu? Perché ad esempio io mi sono accorto che con xfce su debian sid avevo lo stesso problema poi sparito presumo dopo qualche aggiornamento non ho indagato, invece su arch (installato dopo) il problema non si è mai presentato.

          • Marco

            No con Arch, direi che le prove le ho fatte 2 mesi fa, quindi abbastanza recentemente.

      • delaroche

        concordo soprattutto su Crunchbang! È la miglior cosa che si possa mettere su un vecchio pc!l

  • delaroche

    gnome-shell esteticamente è carino e abbastanza funzionale, ma su un pc desktop sembra come fuori luogo. È evidente che non è ottimale per quello scopo, così com’è ovvio che questo ripristo della sessione “classic” sia per gli utenti desktop scontenti. Ma a quel punto, cosa ve lo siete installato a fare? Posso capire che uno si metta mate o lubuntu su un vecchio pc, ma se uno ha una macchina decente allora tanto vale kde che a livello di funzioni è imbattibile.

    • vortex67

      Guarda io lo uso su desktop con schermo 22 pollici e mi ci trovo meglio che con unity ad esempio,alla fine non c’è il global menu (scomodissimo su schermi grandi) e la shell è sicuramente più comoda per trovare le applicazioni rispetto al dash di unity ,che per me è una porcheria.A parte poi che c’è una splendida estensione per avere un menù in perfetto stile KDE/eos anche su gnome shell.

    • ale

      Ma quando ti sei abituato diventa comodissimo,per esempio la funzione per gestire finestre e spazi di lavoro è fantastica,molto più pratico che avere la barra sotto stile windows,per il lancio delle applicazioni invece anche li non è un problema,o la usi spesso e la metti nella dock oppure scrivi le iniziali del nome e premi invio,molto più pratico dei menù stile gnome2
      Lo stesso discorso si potrebbe fare con windows 8,tutti dicono che questa interfaccia metro è inusabile,che è impossibile da usare,scomodo,ecc,alla fine cambia solo che invece di start c’è metro,avvii metro e scrivi il nome del programma o lo sposti all’ inizio della schermata se lo usi spesso,alla fine è più veloce del menù start

      • XfceEvangelist

        Tutto questo se sai come si chiamano le applicazioni. Inoltre se sei con un notebook in treno, non so quando sia comodo usare continuamente la tastiera.

        • ale

          Appunto,se ho un portatile sotto mano piuttosto di usare il trackpad faccio tutto da tastiera

  • Tommaso

    Io proprio non riesco a “prenderli” i nuovi desktop stile gnome shell/unity/win8. E pensare che sono sempre stato fedele a KDE dalla prima versione (redhat4 +kde…la mia prima distro! quanti ricordi), poi iKDE4 mi ha spiazzato e sono dovuto passare a gnome 2 che mi ha sorpreso per pulizia e con cui ho convissuto in allegria finoa gome 3 e unity. Ho avuto una fugace relazione con cinnamon e mate, ma nno riesco a configurarli per essere produttivo come vorrei. Morale me ne sono tornato a KDE4 e dopo averlo personalizzato per le mie “esigenze da sviluppatore”, al momento non lo cambierei…anzi sto valutando di dedicarmi finalmente al porting in KDE4 di alcune applicazioni per KDE 3.X a cui avevo dedicato parecchie nottate di sviluppo come Kompile e Yapg (anche perchè QML agevola moltissimo lo sviluppo ed il porting di app)

    • eticre
    • eticre

      KDE con lancelot e ho raggiunto la pace dei sensi !
      Provato homerun ma è troppo avanti, andrà bene con kde6.
      Kompile lo usavo!!!!
      KDE4 è ancora ancorato alle qt3 sotto le mentite spoglie di qt3 support, puoi iniziare portando la parte qt in qt4/5, gira e rigira le qt5 sono le qt4 senza il supporto qt3.

  • Ale

    Ho fedora 20 con Gnome 3.8 Classic session chiedo se è possibile eliminare la barra inferiore .

No more articles