GNOME rilascia il nuovo GNOME Panel 3.8, il ritorno della sessione Fallback

65
145
GNOME ha annunciato il rilascio di Gnome Panel 3.8 la nuova sessione sviluppata dal team “Gnome Flashback” basata su metacity e gnome-panel.

Gnome Panel 3.8
L’arrivo di Gnome Shell ha portato diverse critiche da parte di molti utenti affezionati all’esperienza utente fornita dal buon vecchio Gnome 2.x. Per riportare l’esperienza utente di Gnome 2 alcuni sviluppatori hanno avviato il progetto Mate DE, mentre lo stesso team Gnome introduce la sessione Fallback nata principalmente per gli utenti con pc datati con scheda grafica che non supporta l’accelerazione hardware. Con Gnome 3.8 è arrivata la sessione Gnome Classic Mode, basata su Gnome Shell, nella quale venivano installate alcune estensioni in grado di riportare un’esperienza utente simile a Gnome 2 con menu a tendina, pannello inferiore con il gestore delle finestre ecc. In concomitanza con il rilascio di Gnome 3.10, gli sviluppatori GNOME hanno annunciato il rilascio della nuova sessione Gnome Panel 3.8 in grado di riportare le qualità di Gnome Fallback con tanto di metacity e gnome-panel.

Sviluppato dal team “Gnome Flashback”, la sessione Gnome Panel riporta nell’ambiente desktop del piedone la sessione Fallback con tanto di pannelli personalizzabili e applet dedicati come era nel buon vecchio Gnome 2.
Gnome Panel 3.8 ci consentirà quindi di avere il supporto per metacity e soprattutto riportare le personalizzazioni di Gnome 2 con supporto per nascondere automaticamente i pannelli, operare nelle loro dimensioni, sfondi, opacità ecc oltre a personalizzare / modificare i vari applet.

Nell’annuncio ufficiale del rilascio di Gnome Panel 3.8 gli sviluppatori Gnome hanno indicato che il progetto è rivolto principalmente a quelle distribuzioni che hanno ancora la volontà di sostenere metacity e gnome-panel desktop inoltre il progetto include già il supporto per dconf e GSettings.
GNOME Panel 3.8 sarà presto disponibile per Arch Linux, Sabayon e Debian Sid è probabile che arrivi come opzione in Ubuntu GNOME 13.10 anche se attualmente non c’è ancora alcuna conferma a riguardo.

via – phoronix