I developer Fedora hanno rilasciato in queste ore la versione Alpha di Fedora 20 Heisenbug versione in fase di sviluppo dalla quale possiamo già testare il nuovo GNOME 3.10.

Fedora 20 Alpha
E’ finalmente disponibile Fedora 20 Alpha la prima versione in fase di sviluppo che ci consente di testare le prime novità che troveremo a dicembre nella versione stabile. Tra le principali novità include in Fedora 20 Alpha troviamo il nuovo GNOME 3.10 (nella versione RC) con il nuovo Gnome Shell che include i nuovi applet, gli aggiornamenti automatici delle estensioni e altre importanti novità che vedremo nei prossimi giorni con la recensione completa  sulla nuova versione stabile di GNOME. La nuova Fedora 20 Alpha Gnome introduce anche il nuovo GNOME Music e GNOME Maps inoltre è disponibile anche il supporto per il nuovo server grafico Wayland (attualmente via repo successivamente arriverà anche la sessione dedicata).

Fedora 20 Heisenbug Alpha aggiorna KDE alla versione 4.11.1 velocizzando Nepomuk e introducendo ottimizzazioni per Kontact, KScreen, KWin aggiungengo il supporto per Metalink/HTTP in KGet e molto altro ancora.
Gli sviluppatori Fedora stanno lavorando molto sull’installer Anaconda per renderlo ancora più stabile e funzionale (nei miei test da livecd non funziona ancora correttamente con diversi bug ancora da risolvere). La nuova Alpha porta con se diverse migliorie per la versione ARM, gli sviluppatori stanno cercando di espandere il supporto a nuove device compresi Tablet Android come Nexus 7 e 10.

Migliorie approdano anche per NetworkManager, la nuova versione migliora notevolmente il supporto da riga di comando con la possibilità di aggiungere, modificare, eliminare, attivare e disattivare le connessioni di rete tramite lo strumento da riga di comando nmcli, una manna dal cielo soprattutto per gli utenti server.

In questa pagina troverete le note di rilascio / annuncio ufficiale del nuovo Fedora 20 Alpha.

Download Fedora 20 Alpha

Home Fedora Linux

  • secondo me esperienza utente è un concetto inventato, del significato davvero vago. Ottimo se bisogna giustificare certe cose, e questo va a vantaggio di shuttleworth e Canonical…
    cambiare va sempre bene, evolversi ecc…
    quel che scoccia è che abbiano stabilito una sorta di gara, tacita, a discapito della qualità. Vogliamo ricordarci di quando sono uscite, sopratutto unity? quello che ci perde è l’utente, che finisce per diventare un beta tester aggratis.
    Ah io uso KDE.
    saluti

    • bernie

      beh non che kde 4.0 fosse meglio della prima unity o del primo gnome shell, anzi…
      e te lo dico da felice utilizzatore di kde 4.8. è il modello di sviluppo opensource che spesso porta prodotti non finiti e buggati agli utenti. c’è da dire che con la 12.04 hanno fatto un ottimo lavoro però, chi è passato dalla 10.04 alla nuova versione non credo abbia trovato grosse regressioni. io personalmente trovo unity molto superiore a gnome 2, l’ho utilizzato per 3 anni e non sono mai riuscito a farmelo piacere. ho semprericoso a docky e gnome-do, funzioni già integrate in unity così che non debba perdere tempo a impostare l’ambiente desktop. manca la possibilità di customizzazione, è vero, ma per questo c’è kde e plasma

  • stoddard

     I punti cruciali sono a mio parere due, peraltro gia’ descritti nell’ articolo.
    1) un sistema orientato ai tablet e alle applicazioni = Unity o Gnomeshell
    2) un sistema orientato a un uso su pc e al sistema = Gnome classico.
    Chi usa l’ 1) non ha alcun interesse a un sistema plasmabile e modellabile. Non ha alcun interesse alla possibilita’ di intervenire sul sistema e piegarlo ai propri voleri. Vuole tappare e che l’ applicativo parta ( chissa’ perche’ mi ricorda qualcosa di certi ” click e faccio tutto io”….:lol:).
    Lo vuole e glielo hanno dato.
    Chi usa il 2) preferisce personalizzare , intervenire sul sistema avere effetti, temi, far funzionare parti ostinate del sistema, modificare interfacce, installare tarball ecc. ecc.
    Il gruppo 1) aborre probabilmente il sistema 2) .
    Il gruppo 2) si incavola con il sistema 1) e si inventa allora strani tricks, addons, extensions per forzare il sistema1).

    Fuori dai gruppi poi ci sono i geek, i maghi che se ne impipano di questi nostri vaneggiamenti e si sparano diritti in console e via di pura tastiera. Ne invidio le capacita’.

    Secondo me l’ importante e’ che alla base ci sia un S.O. davvero di qualita’.
    Poi se sopra ci vogliamo mettere una GUI di quelle strafighe , ma blindate,  oppure una GUI da “manovali”come quelle Gnome classico, KDE, XFCE, LXDE o altro poco importa , sempre fatti salvi i rapporti impegnohardware. Dipende dai gusti.
    Credo che in molti di noi ricordino Fusion e Compiz agli inizi: tutti li abbiamo provati. Era divertente, ma alla fine non producevano nulla di funzionale.
    Un po’ come anche Aero su Windows. Manco se ne parla piu’.
    E infine c’ e’ la console : li’ si torna tutti prima o poi; perche’ se vuoi fare proprio una cosa precisa quella devi usare.

    • cristiano z

      dopo la tua sintesi cosi’ dettagliata immagino non ci sia piu’ nulla da aggiungere :
      solo che per chi come me ha un computer non potentissimo si sono invertite le parti
      non ho piu usato kde per la pesantezza , oggi gnome ( sia shell che unity) sono diventati dei bei mattoncini per un celeron  2,66 GHz e 1,5 di RAM 
      P.S. comunque come praticita’ di base penso sia soggettiva , anche unity puo’ avere barra a scomparsa , anteprima delle finestre aperte e dei desktop semplicemente appoggiando il puntatore su un angolo che decidi tu (parlo per computer desktop)

  • ciuffarin.francesco

    Da utente di unity 5.10 sono pienamente soddisfatto… tranne per la barra sempre visibile che nel netbook che la scuola ci ha fornito consuma spazio prezioso…
    Per quanto riguarda gnome 3.2, provata circa un anno fa, mi sono subito trovato in difficoltà, per i numerosi e necessari  movimenti del mouse e non capendo come si spegnesse il sistema; un’altra cosa che mi ha fatto cambiare questo desktop enviroment, fi quello dell’eccessivo uso di spazio nella parte superiore delle finestre aperte, notevolmente migliorato in unity.
    Quindi a quelli che definiscono unity la rovina di Ubuntu, rispondo che ha migliorato notevolmente migliorato l’esperienza utente, facendolo diventare un ecosistema — come ha definito qualche giorno fa un articolo de ”La Repubblica” — e rendendo più colorato e vivace un desktop ormai antiquato e superato.
    Una cosa che ho da ridire è il fatto che Ubuntu non abbia mai creato una guida interattiva che si avviasse al termine dell’installazione che proponesse di installare desktop alternativi, lasciando si di default Unity, ma inserendo la possibilità di installarne altri…

    • Andreab1995

      La barra puoi nasconderla dalle opzioni di sistema, sotto Aspetto.

  • gnome2 era ormai vecchio da anni. è ora che gli affezionati all’old si abituino ai cambiamenti, più che necessari. l’uso di questi “nuovi” DE è solo una pura questione di abitudine (testato sulla mia pelle) ed è necessario provarli a fondo senza pregiudizi condizionati da scelte che magari noi non approviamo completamente.
    venendo da unity (che personalmente reputo ben più pratico di gnome3) non capivo un  DE come cinnamon ad esempio. adesso che lo testo da poco più di un mese comincio anche trovarmi bene e, per ora resto qui… per ora.

    • stoddard

       Appunto : Cinnamon e’ una GUI che riprende le impostazioni di Gnome 2 ( system oriented).
      Come pure Mate, come Gnome fallback ( li’ e’ proprio spudoratamente Gnome2).
      Quindi , da affezionato dell’ old,  chiedo : tu quoque ?
      Anche tu sei tornato a una interfaccia di tipo vecchio. E come mai ?

      • Di solito installo le nuove versioni da zero. Questa volta invece ho solo aggiornato e, come le precedenti due o tre volte, alla fine di tutto ho riscontrato piccoli ma fastidiosi problemi.
        Il fatto è che da qualche settimana stavo già testando Cinammon per capire se effettivamente può avere un senso e, visto che quest’ultima, al contrario di Unity e Gnome3 (che proprio non riesco ad usare), non mi da problemi di sorta ho deciso di continuare ad utilizzarlo/testarlo, magari tenendolo anche fino alla 12.10. Tutto qui.Se avessi installato da zero Ubuntu avrei certamente tenuto ed usato Unity, che magari sarà anche uno sputo meno reattivo di Cinnamon, ma che per me, almeno al momento, resta il DE più pratico ed immediato oltre ad avere un impatto visivo ben diverso da quello (NT style) a cui ci eravamo ormai da troppo tempo abituati.

  • Striplexterzo

    Sincermanete dopo varie prove ho notato che da quando si è passati a gnome 3 sia gnome shell che unity riuslìtano molto meno leggeri e prformanti del vecchio classico gnome 2 . Dopo l ultimo rilascio di ubuntu ho dovuto con molto rammarico, e sono sincero,mi è dipiaciuto molto, abbandonare ubuntu nella versione desktop per passare alla sorella minore xubuntu (sul mio netbook)molto più performante e utilizzabile della maggiore. Ho provato anche altre distro come fedora, mint e il discorso almeno per quanto riguarda gnome 3 non cambia molto, le prestazioni rimangono abbastranza deludenti. Ora rimango felice nel mondo xfce però ce da dire che su questo pc avevo installato ubuntu 10.10 ed era veramente un paradiso veloce, personalizzabile , pratico…. l ho lasciato quando è terminato il supporto e per me che utilizzo linux ormai da qualche anno passare ad unity e gnome shell non è stato molto piacevole. Riconosco in unity e gnome shell molte potenzialità ,la ricerca integrata nella dash, la facilità di utilizzo ma non sopporto la loro pesantezza. 

    Oggi finalmente sono riuscito a provare ubuntu 12.04 sul mio asus eeepc 1215p un netbook con un suo perchè processore n570 2gb ram hard disk ssd montato da me ma niente da fare non ce l ho fatta e ho dovuto optare per xfce che è pratico e performante ma non è gnome 🙁

    • gnome shell è un po più performante dato che mutter richiede meno risorse di compiz
      non hai mai utilizzato kde? gli ultimi rilasci lo hanno reso molto più performante e reattivo riducendo anche i consumi di risorse

      • Striplexterzo

        Sinceramente kde nn l ho mai provato lo avevo provato qulache hanno fa e ne ero rimasto un pò deluso passando da gnome 2 a kde avevo notato un netto calo di prestazioni , da allora non mi sono più avvicinando ….sento parlare molto bene di chackra .

        Mi consiglieresti kubuntu o chackra ??

        •  Se sei alle prime armi con linux direi kubuntu, se te la senti di metter mano a qualche file di configurazione o fare cose a mano e da terminale chakra ha un’esperienza kde nettamente migliore.

  • Andrea

    Non riesco a capire come si possa pensare ad Unity come un’interfaccia per tablet. Il lancio della applicazioni avviene via ricerca,  quanto è comodo utilizzare la tastiera del tablet? Si basa molto sulla tastiera per ogni aspetto, dovremmo richiamare la tastiera ogni volta sul tablet?! Per non parlare del dock a fianco, come si sostiuisce il click-destro sul tablet, visto che il click prolungato è già occupato? L’unica cosa che ha di “tablettoso” è il cercare di risparmiare spazio, che è una cosa che sul mio 15 pollici 1280×800 è di sicuro apprezzata.

    Preferisco di gran lunga Unity rispetto a Gnome Shell (ma l’ho provata limitatamente, forse provandola di più mi sarebbe piaciuta), trovo che sia progettata meglio. D’altro canto è ancora poco ottimizzata, spesso risulta troppo lenta o ha qualche bug di troppo. Sotto questo aspetto GS sembra essere più stabile e robusta.

    In generale mi piace Unity, ma probabilmente avrebbero dovuto incominciare ad utilizzarla più avanti nel ciclo e soprattutto introdurla all’inizio del ciclo (nella 10.10, anche se avrebbe dovuto essere già più sviluppata) così da avere 6 mesi i più prima di una LTS.

    PS: per quanto riguarda la personalizzazione non è una cosa che mi dia particolarmente fastidio, ma ricordo di aver letto (non lo usavo ancora allora) che anche Gnome classico presentava pochissime opzioni di personalizzazione all’inizio, cosa che ha acquistato nel tempo.

    • a me invece da l’impressione che sia solo per tablet
      clicchi sul tasto dash e da li sulla barra di ricerca con la tastiera virtuale digiti cosa vuoi avviare questa funzione per esempio c’è anche su android
      lo stessa cosa vale quando per passare da una finestra all’altra di una stessa applicazione si clicca sul collegamento del dash e poi si sceglie la finestra da utilizzare funzionalità anch’essa presente in android 4

      • Andreab1995

        Per quanto mi piaccia Unity penso che non lo userei mai su un tablet. Richiederebbe un click in più (per attivare la tastiera) e la velocità di battitura di una tastiera fisica con un tablet non è nemmeno paragonabile.

        • android 4 porta molte funzionalità che si avvicinano ad una normale distribuzione linux
          la tastiera comunque molto utilizzata anche su android per ricerche e molto altro
          che sia pratica o meno questo dipende dall’utilizzo logicamente

          Il giorno 30 aprile 2012 23:16, Disqus ha scritto:

          • Andreab1995

            Android 4 non l’ho ancora provato, anche se mi piacerebbe e sto lottando per installarlo 😀
            In generale non mi sembra così “tablettara”, forse Gnome Classico lo è di più (magari solo con i tasti un po’ più grossi).

          • puoi provare android x86 puoi avviarlo come una livecd su un normale pc
            e vedrai che per alcune funzionalità è molto simile ad una distro linux
            http://www.lffl.org/2011/12/android-x86-rilascia-la-prima-iso-di.html

          • Andrea

            Si, probabilmente se non riesco ad installarlo sul cellulare lo provo sul pc, grazie per la segnalazione 😉

    • Striplexterzo

      Io in linea di massima la penso come te ma è inaccettabile però che ubuntu (come anche altre distro che ho provato non sto qui a fare l elnco )  messo su un netbook si impianta è lento e macchinoso . Io lo uso sul fisso e non ho problemi  ma veramente credimi quando ti dico che messo su un computer poco performante rende veramente poco , e non sto parlando di un computer di vecchia generazione ma un netbook abbastanza nuovo ……. questo da da pensare 

      • Andreab1995

        Io non ho potuto sperimentare sulla mia pelle in quanto non ho un pc simile. Penso che col tempo (per la 14.04 LTS di sicuro) Unity sarà molto più scalabile, anche se avrebbe sicuramente dovuto già esserlo.

      •  Hai provato anche con Unity 2D?

    • stoddard

      Hai mai avuto per le mani un tablet ? Da come parli non mi pare.
      Andrea wrote
      “Non riesco a capire come si possa pensare ad Unity come un’interfaccia
      per tablet. Il lancio della applicazioni avviene via ricerca, ……”
      Tappo il pulsante in alto a sin , faccio apparire la dash con tutte le applicazioni, la faccio scorrere con le dita e tappo sulla applicazione che mi interessa e si avvia.
      Non ho nessun bisogno di usare la tastiera.
      O forse Mr Canonical queste cose non le ha pensate ?

      • anche la barra fissa anche su finestre massimizzate serve a questo,
        il passaggio da una finestra all’altra della stessa applicazione per esempio

      • Andreab1995

        Qualche volta si, anche se non ne possiedo uno.
        A parte che al momento è “tappo” sulla dash, “tappo” sulle applicazioni e poi scrollo e scelgo.
        Il punto è che Unity è molto orientata verso la tastiera, cioè il contratrio di un tablet.

  • Per quanto mi riguarda NO!

  • steveacab

    assolutamente meglio gnome2, ma se devo scegliere tra gnome3 e unity preferisco quest’ultimo.
    come hai ben detto @ferramroberto:disqus  era meglio aggiornare gnome alle gtk3 e non rifare tutto il DE. si, è vero, è vecchio di anni e anni, ma siamo passati da una ferrari pienamente configurabile in ogni sua parte ad una golf aereografata (ovvero pornografia utente) , che seppur bella è più lenta e meno accessoriata.cosa c’è di logico nel rilasciare un DE fatto a metà (meno della metà a dire il vero) e poi man mano cercare di sistemarlo (aggiustando qualcosa e rovinando altro di già funzionale).ovviamente gli sviluppatori di gnome al momento della stesura del codice facevano ampio uso di salvia divinorum, altrimenti non mi spiego il perchè di tutto questo.oramai siamo in ballo e balliamo e credo che di questo passo ci vorranno un paio di anni per sistemare gnome e unity.

  • Ma guarda che se vai in impostazioni di sistema-aspetto-comportamento,puoi mettere la barra in scomparsa automatica!chi l’ha detto che la barra resta sempre fissa?e che bisogna per forza usare myunity o ubuntu tweak per metterla in scomparsa automatica??

    • non c’è più la scomparsa automatica il launcher su ubuntu 12.04 o lo hai sempre visibile anche con le finestre massimizzate o sempre nascosto e basta 
      non ci sono altre possibilità 

      • Roberto,magari io la sto fraintendendo questa cosa….ma prova ad andare in impostazioni di sistema-aspetto e clicca su comportamento,puoi attivare la scomparsa automatica…e la barra sparisce…riappare solo quando avvicini il mouse nella parte sinistra dove c’è Unity!

        • Andrea

          Penso che vi state fraintendendo perché uno intende la scomparsa automatica mentre l’altro intende la scomparsa intelligente. L’unica differenza è che con quella intelligente se non hai nessuna finestra sullo spazio del launcher il launcher viene mostrato.

          • Ah ecco….beh,alla fine comunque non è che ci sia tanta differenza 🙂

      • 123

         In Unity 2D la scomparsa automatica del launcher è rimasto.

        • in unity unity 2 ora è possibile solo avere sempre il launcher visibile o sempre nascosto non c’è più la scomparsa intelligente che nascondeva il launcher quando si avvicinava la finesta

  • Sinceramente sono per il “PRO” a questo cambiamento!
    E comunque anch’io preferisco di gran lunga Unity a Gnome-Shell in tutti i sensi,sia come performance sia come comodità,i vari Lens sono spettacolari!!!
    Nell’articolo comunque,leggo delle cose leggermente assurde(senza offesa roberto),ma quando vedo scritto “su Unity la barra laterale o Launchpad è sempre presente anche quando massimizziamo la finestra o sempre nascosta—- se abbiamo più finestre avviate della stessa applicazione per passare da una all’altra o utilizziamo lo switcher ossia la combinazione di tasti Alt+Tab oppure dobbiamo cliccare sul collegamento del Launcher e scegliere la finestra da utilizzare”,beh che dire,riguardo la scomparsa basta semplicemente andare in impostazioni di sistema-aspetto-comportamento e attivare la scomparsa intelligente…mentre per lo switcher,a parte come hai scritto tu,basta semplicemente premere i tasti windows+w e hai una paronamica bella e comoda per scegliere la finestra da visualizzare,non credo che alla fine sia così scandaloso o difficile!
    Io comunque ero,sono e sarò a favore di Unity,con l’arrivo della 12.04 è migliorata davvero tantissimo,mi risulta veloce e fino adesso non ho riscontrato alcun problema a parte 1 bug in Apport che credo che arriverà presto un aggiornamento per rimediare a questo bug!

    • la scomparsa intelligente è stata rimossa con ubuntu 12.04 e non possiamo nemmeno attivarla da ccsm esiste qualche partch ma che va da skifo
      per accedere da una finestra all’altra se usi il mouse serve un passaggio in+ che non prima che basta un click del mouse
      sarà facile ma di sicuro più macchinoso che non in precedenza

      Il giorno 30 aprile 2012 23:27, Disqus ha scritto:

      • Si,ma alla fine penso che non ci sia tanta differenza con la scomparsa intelligente che intendi tu,con la scomparsa automatica che trovi dove ti dicevo…..almeno credo!io la barra la uso fissa perchè mi è comoda e non mi causa alcun fastidio…diciamo che la tengo fissa per tenere le applicazioni minimizzate e aperte sotto controllo,a portata di mano!per le finestre…..dai non facciamo i pignoli,alla fine è un click in più…….o ancora meglio,basta premere soltanto 2 tasti sulla tastiera!

        •  mi sa che sottovaluti e di molto il peso di un click in più 😉

          • Eh si,lo sottovaluto veramente di brutto….perdere un millessimo di secondo per un click è troppo faticoso….ma dai,per favore va!

      • bernie

         su unity-2d il dodge windows è attivabile tramite dconf-editor. tuttavia trovo eccessivamente buggata la versione 2d, dispiace che abbiamo rimosso questa funzione dalla versione principale

  • Antux91

    Gnome 3 e Unity li definiamo pure DE ?? Ma stiamo scherzando?? Gnome 2 forever u.u anche se per esigenza sono passato a Gnome 3 T_T 

    • Andreab1995

      Tecnicamente Gnome 3 è un DE, Gnome Shell e Unity no 😀

  • Per esigenza??se non li definisci DE come fai a dire che usi Gnome 3 per esigenza?

    • Antux91

      Esigenza perchè usando Debian Testing purtroppo non posso avere gnome 2 e mate è ancora immaturo, KDE ottimo desktop e mi sono trovato anche troppo bene ma poichè mi serve un ambiente nel quale sviluppare in Gtk + debbo usare GNOME 3

  • Marco Marana

    A mio parere Gnome Shell è avanti anni luce da Unity e da Gnome2 in tutti i sensi. La gestione degli spazi di lavoro è favolosa. Stranamente io usavo la tastiera molto di più su Gnome2. Non capisco il discorso delle font e delle icone.. Io ho cambiato e personalizzato praticamente tutto. Certo non c’è il cubo di compiz o le finestre tremolanti ma non mi sembra che queste siano parametri di usabilità. Quando è uscito Mint12 con GnomeShell ci ho messo un pò ad abituarmi ma adesso non tornerei a Gnome2 neanche se mi pagassero. Tutta un’altra cosa.

  • Aegidius

    Credo che alla fine sia più una questione di gusti.

    • Hai detto bene!!!

    • giocitta

      Credo non sia tanto una questione di gusti, quanto un inconscio desiderio da parte di taluni utenti di sostituirsi agli sviluppatori del sistema nelle loro decisioni. Come se Mike Shuttleworth fosse ormai corroso dall’età e non più in grado di vedere al di là dell’oggi come si confa a un vero leader. Io ho accettato Unity in un primo tempo per fiducia in chi tanto ha dato alla diffusione di Linux, poi per una certa curiosità di seguirne gli sviluppi. Oggi ho raggiunto una vera e propria simbiosi con le sue caratteristiche e, pur avendo nello stesso computer in altre partizioni a disposizione Gnome3, KDE, Xfce, Cinnamon, Mate, non riesco più a farne a meno. Quanti vivono la mia stessa esperienza, ma magari non hanno voglia di dirlo?

      • vittoriobari

        Quoto alla stragrande!!! 😛

      • Alessandro Fantino

        Io… e trovo noioso che si continui a dire che Unity e’ sgradito senza basarsi su statistiche aggiornate e, soprattutto, non inficiate da profezie autoavveranti… 

      • Sono d’accordo, con Unity mi trovo piuttosto bene ma sarebbe perfetto se:
        1. funzionasse la riduzione ad icona al click sull’applicazione aperta;
        2. al passaggio del mouse su un’applicazione con 2 finestre aperte, si comportasse come la barra di Seven che visualizza subito le finestre miniaturizzate, senza doverci cliccare sopra, permettendo di cliccare sull’una o sull’altra. In tal modo si risparmia un click e si, un click risparmiato non è poco, ve lo dice uno con la tendinite da mouse! 😉

  • cristiano z

    io invece sono tra i pochi a gradire unity , anche perche’ mi da l’impressionte di essere un po meno pesante in quest’ultima versione
    in mint 12 invece uso mate , meno sfarzoso ma il mio caso è limitato dall’hardware
    infatti shell o unity sono dei bei mattoni

  • kromweb

    Personalmente credo che il futuro sia Chakra-Project.
    Il glorioso Ubuntu, con l’avvento Unity e Gnome3, può riposare in pace.

    •  quoto. Al di la dei gusti, kde può non piacere, concordo che chakra sia una distro vincente dal punto di vista della mentalità sulla quale impostata: rolling-stabile, fatta da utenti per utenti, molto democratica (spesso la comunità è chiamata a scegliere software e fare sondaggi per i futuri cambiamenti).

  • Personalmente mi trovo benissimo con Cairo dock e Unity ridotto al minimo e a scomparsa.
    Il Mac con la sua barra ha spopolato, Cairo è pure meglio.
    Comunque diverse persone a cui ho installato Ubuntu  e lasciato solo Unity mi hanno fornito feedback positivi. Quindi gli smanettoni hanno i specifici gusti ma il “popolino” si trova bene con interfacce simil-telefono. Fatevene una ragione. Il bello di linux è che chi è in grado “cambia” tutto. Per gli altri un ottimo prodotto a scatola chiusa. Hanno raccolto la filosofia del Mac, ma sapendolo fare supera di gran lunga l’aspetto custom di winzoz.

  • che noia! sto sinceramente pensando di non seguire più questo blog che è ormai solo una crociata contro Ubuntu 🙁

    • vittoriobari

      Hai ragione!!! Tutti questi Utenti imbufaliti….ma perchè non Vi proponete in modo propositivo?? Sembra di parlare con quelli che vorrebbero ancora la Lira…indietro non si deve mai tornare, si può però migliorare ed è per questo che dovete proporre soluzioni intelligenti ed innovative senza rimpiangere il passato e restarvi così aggrappati!!! Ubuntu deve crescere ed ha bisogno del supporto dei suoi Utenti, rivoluzionari o tradizionalisti che siano! :-p

      • perché a bisogno di crescere? Linux è nato per esser libero e contro ogni restrizione non per competere con windows e mac
        bisogna migliorare ma che sia effettivi i miglioramenti…

    • Davvero, tu sei solo l’ultimo dei tanti che dicono ciò e avete francamente stancato.

      Non si può parlare sempre e solo bene di una cosa, non si può sempre aspettarsi parole di elogio. La critica, se costruttiva è una buona critica e l’articolo in questione critica l’approccio, non la distribuzione.
      Finitela di sentirvi offesi come se vi toccassero qualcosa di caro, parliamo di OS, di Pc, oggetti.

      Se non vi piace un opinione, è più interessante scrivere il perchè non si condivide un’idea, piuttosto che lamentarsi.
      Ripeto, niente di personale contro di te, anzi, ma questo atteggiamento ha stancato. Leggete gli articoli e riflettete su quale argomento trattano.

      • difatti l’articolo non è una critica è solo una riflessione sul futuro degli ambienti desktop

    • stoddard

       Concordo con Stefano qui nei commenti.
      Dopo gli scazzi iniziali con questa 12.04 , la rimozione dei driver Nvidia ( che non sono responsabilita’ di Canonical) , l’ aggiunta di alcuni scriptini di comodita’ e un paio di aggiustamenti trovo che questa Ubu sia una buona Debian derivata – non dimentichiamoci questo particolare-.
      Pero’ qui stiamo discutendo di come ci interfacciamo al S.O..
      E’ un po’ come se discutessimo di moto e di trasmissione  a cardano, a catena o a cinghia.
      Il fatto che discutiamo della trasmissione della moto non significa che la moto e’ da buttare solo per quello.

      • difatti l’articolo parla dei nuovi ambienti desktop se davvero portano migliorie o meno

  • Gianluca

    cinnamon è la sintesi di un po tutte queste discussioni e infatti per me è il migliore. anche meglio di kde. al momento considero cinnamon nettamente il migliore DE in circolazione, chiarmanete deve correggere dei bug presenti e deve migliorare molto ma il futuro di cinnamon è roseo.

    • nowardev

      ma non penso proprioperche kde puo essere unity gnome2 gnome3 e pure cinnamon basta installare il cazzillo giusto .

      • kde li puoi trasformare come ti pare da cima a fondo

        grazie ai plasma poi anche aggiungere nuove funzionalità
        se ti piace i 2 pannelli, eccoli il pannello singolo a sinistra ,desta o dove vuoi
        vuoi un ambiente desktop per netbook con un click l’hai
        con la gestione delle attività poi avere un desktop diverso per ogni utilizzo questa è innovazione 🙂

    • cinnamon tenta di rendere l’esperienza utente di gnome 2 su gnome shell
      e come vedi il successo è dovuto semplicemente ascoltando gli utenti e non le proprie preferenze

  • BobZeppelin

    Io mi terrò la 10.04 fin che campa. Per me Gnome 2 era perfetto. Utile, semplice e, per chi voleva, “smanettabile”. Unity è estremamente limitante, perché, in sostanza, mi obbliga a tenere una dock sempre presente sul desktop. E come dock non mi piace neppure. Inoltre, assieme a Gnome 3, Unity è ridondante, nel senso che per fare apparire tutti i programmi installati mi ritrovo una dash enorme con icone enormi che è di una scomodità unica. Parlo per me, ovviamente. Ora, non dico di dover per forza riprendere in mano lo sviluppo di Gnome 2, ma almeno di dare la possibilità di poterlo installare ancora. Cinnamon è buono, molto buono. Peccato che spesso mi blocca tutto e devo riavviare il tutto. E mi capita su due pc diversi. Indagherò.

    • Emanuel STEFANUTTO

      CONCORDO con Bob! io su uno ho uso 11.04 !   e sinceramente lasciare gnome2 mi spiace moltissimo… forse sono della vecchia guardia…mo lo trovo fantastico! …. poi per il futuro credo passero a Debian o Arch

  • ancora con le virgole sei litigato… 

  • Semplicemente tutto questo darà spazio ad ambienti come XFCE, che troveranno linfa nuova e utenti.

    Francamente anche io trovo tutto più macchinoso, magari moderno, ma estremamente macchinoso!

    • quoto 😉

      • Davibis

        Quoto anch’io. Infatti sono state le scelte di canonical che mi hanno fatto scoprire Xfce, che per le mie esigenze, sopratutto produtiive, é il miglior compromesso.

  • nowardev

    una parola :

    libertà di sciegliere … kde è l’unico camaleontico. non ci credete ?

  • Jagemal

    a me gnome shell piace un sacco … potrei dire sia stato ammore a prima vista 😀
    tanto da farmi seriamente pensare il passaggio a Fedora 17 quando uscirà (numero notoriamente mooolto fortunato)
    Unity invece mi da molto da pensare … :-/

    • MicioMax

      E perchè non tieni Ubuntu con gnome shell ? A me va perfettamente.

  • “Il mondo è un tablet” sembra sia diventato il motto del grosso dell’industria informatica!

    Non riesco a capire Unity, per carità colpa mia eh, ma non capisco perchè dovrei usarlo sul pio notebook, come non comprendo il totale stravolgimento di Gnome2, quando sarebbe bastato, e qui rispondo al sondaggio, migliorarlo alla grande, mantenendo la forte personalizzazione!

    Del mondo ubuntu fra poco avrò solo una Lubuntu da installare alla mia donna(ubuntu un po’ per parco software e un po’ per assistenza ad una niubba che così ha più materiale nel web da cercare), il sottoscritto sbarcherà su una Debian installandoci Cinnamon o direttamente su Linux Mint!Passerei direttamente su KDE se non fosse che con KDE ho lo stesso rapporto che un uomo avrebbe con una amante 😉

    • in che senso rapporto con un’amante
      penso che KDE abbia visto giusto lasciando 2 progetti ben distinti; uno desktop e uno tablet con plama active che però si possono interfacciare tra di loro offrendo funzionalità simili
      migliorare gnome 2 integrando gtk+3 e offrire una versione mobile con gnome shell sarebbe stato molto meglio secondo il parere

      • Hai presente il meccanismo della psiche maschile quando un uomo si sposa un tipo di donna, poi si fa l’amante che è del tutto diversa dalla moglie??? ^_^

        Ritengo KDE e il parco software per uso quotidiano di KDE migliore, più figo, più accattivante, taluni software(Amarok, K3B su tutti) i migliori del mondo informatico, poi se devo dare un giudizio da un altro punto di vista e più “generale” preferisco “sposare” Gnome

  • Ilgard

    Ho provato sia Unity che Gnome Shell in passato ed al di là della usabilità trovo che il difetto più grande, parlando di D.E. per Linux, sia la scarsissima personalizzazione.
    I D.E. devono comunque cambiare se vogliono stare al passo coi tempi e non solo per i tablet, ma anche per i pc, dove, graficamente, Linux è sempre indietro.

    Comunque, trovo un po’ stana la logica degli articoli: innanzitutto mi pare che si discuta molto sull’effettiva efficienza di Unity e Gnome 3 mentre si elogiano KDE ed altri D.E., quando poi quasi tutti i post sono dui primi due. Se ad uno non piace un D.E. ne può scegliere un altro, non è costretto ad usare quello “di serie”.
    Anche Ubuntu lo si critica molto eppure quasi tutti i post lo riguardano.
    Mah!

    • il blog è per tutti se fosse un blog personale non parlerei nemmeno di ubuntu 🙂
      gnome / unity/ ubuntu sono i più utilizzati e quindi si parla dipiù di questi tutto qua

      • Vincenzo Prignano

         Scusami attualmente cosa stai usando?

        • chi io che distribuzioni uso?
          arch linux e fedora

          Il giorno 01 maggio 2012 12:12, Disqus ha scritto:

      • Ilgard

        Sì, questo l’avevo intuito, ma perchè continuare a criticare Ubuntu, Gnome 3 e Unity se poi quasi tutti i post li riguardano?
        Se volete fare articoli prevalentemente su questi argomenti ok, ma il mettersi poi anche a criticarli ha, a mio avviso, poco senso.

        • mettere in risalto alcuni problemi di linux su un blog che parla di linux non vedo cosa ci sia di male

          • Ilgard

            No, non è una questione di comportarsi bene o male.
            La vedo un po’ come se in un blog di Windows ci si lamentasse di Windows: mi parrebbe un po’ strano e, soprattutto, poco utile continuare ad occuparsi di Windows se non piace.
            Perchè non c’è nulla di sbagliato nel mettere in risalto i problemi (anzi, è necessario al miglioramento), ma mi pare che in molti post si critichi il trio di cui parliamo e ritengo che continuare a criticarlo lasci il tempo che trova.
            Poi ognuno è libero di fare come meglio crede, non me ne viene nulla in ogni caso.

  • Binigi

    boh a me unity nella 11.10 non mi dispiaceva però esempio in questa 12.04 hanno tolto la schermata “cosa vuoi fare” guardare mail, ascoltare musica etc etc e secondo me unity per trovare le applicazioni richiede più tempo che il vecchio gnome 2….clicca sul tasto home, clicca sul tasto lens applicazioni e cerca la categoria….

  • UserXub

    La soluzione che sto dando dopo la versione 12.04 é xubuntu 12.04. Ma attualmente man mano che la uso mi da dei crash: in Gecko-mediaplayer , VLC,.
    Probabilmente sto optando per xubuntu 10.04 LTS 4, e fra un anno riprovare con xubuntu 12.04, sperando nel frattempo che le prossime versioni della LTS migliori la stabilità.
    Ho provato solo la xubuntu 11.04, mi piacerebbe sapere da qualche utente se al momento ne valga la pena installare la xubuntu 10.04.

    •  Per PC datati meglio Lubuntu.

    • nakki

      Io ho reinstallato da poche settimane Xubuntu 11.10 visto che la LTS mi da un fastidioso problema di scoppiettio delle casse al riavvio del mio portatile (https://bugs.launchpad.net/ubuntu/+source/alsa-driver/+bug/925401). Devo dire che mi ci trovo molto bene, è diventata stabile e affidabile. Credo che per un bel pezzo terrò questa nella speranza della 12.10 con la nuova versione di xfce. O al max posso sempre aspettare la prossima debian stable…
      Se fossi in te comunque darei una possibilità a oneiric visto che verrà supportata fino al prossimo anno (come la vecchia LTS)…

  • Gabriele

    CINNAMON!

    • Huyg3nsc

      Sono passato da Natty, dove usavo G2, a precise e devo ammettere che unity mi sta piacendo moltissimo. ho installato anche cinnamon ma andava spesso in crash o ritornava senza perchè al login (cose da pazzi)….con unity nessunissiomo problema al momento!!

  • maniuz

    Sinceramente in questi nuovi DE ci sono pregi e difetti.
    Secondo me non era necessario, ma andava fatto, il rinnovo di gnome.
    Spero solo che questo sia un momento di passaggio e col tempo questi nuovi DE possano consolidarsi e diventare veramente efficenti, e facilmente usabili, per tutti i dispositivi da pc a tablet, senza preferire l’uno o l’altro. 

  • scontin

     Mah…..
    Anch’io ero scettico quando è uscito gnome-shell…. ho dovuto ricredermi.
    Come diceva stoddard, gnome-shell (e Unity) sono interfacce orientate alle applicazioni, per chi ne usa poche senza spippolare.Per l’utente medio, insomma, che apprezza avere poche scelte, usare le solite applicazioni ed avere un ambiente moderno e piacevole all’occhio.
    Trovo gnome-shell in questo senso elegante, funzionale, con pochi effetti ma utili.
    Per il power-user, oggi più che mai c’è KDE.
    Fino a ieri alla fine si sovrapponevano Gnome 2 e KDE, con una maggior cura grafica dell’ultimo.
    Oggi c’è scelta, interfacce diverse per obiettivi diversi.

  • garuax

    no.

  • AletrilogY Alessandro

    Personalmente a Unity ed a gnome shell non sono mai riuscito ad abituarmi, mi mancano troppe cose, abitudini, tra le tante è quella che solo passando con mouse ascolto l’anteprima di un brano…, a furia di girare ora ho su la 10.04.4 LTS supportata fino al 2013, ho gnome 2 compiz ed emerald per decorare le finestre e tutte le mie belle abitudini, con i PPA ho sempre aggiornati i programmi che mi interessano tipo firefox poi si vedrà….

  • domenico

    mah, per me la cosa è semplice: g2 = navigazione a per  finestre.
    È l’interfaccia che tutti usano su qualsiasi browser: hai un’ etichetta, ci clicchi sopra e cambi scheda. Non esiste qualcosa di più razionale: in g2, o kde, xfce,  windows xp etc.. clicchi sopra la barra delle applicazioni e cambi finestra. Possiamo vedere le schede come finestre, poco cambia.

    Che senso avrebbe per esempio togliere la navigazione per  schede da firefox per sostituirla con N desktop virtuali ? Nessuna, ma è quello che stanno facendo.
    Pace all’anima loro.

    • sta quoto ;D

      Il giorno 01 maggio 2012 15:10, Disqus ha scritto:

  • Marco Pagliaro

    Da appassionato di Gnome2 all’inizio ho storto il naso, all’uscita sia di Unity che Gnome Shell, ma devo dire che oggi, a un’anno dalla loro uscita sono migliorate e hanno i loro pregi. Mi stupisce l’attaccamento a un DE, da utenti Linux che hanno invece saputo cambiare (molti veniamo da Windows). Se avete saputo distaccarvi da quel sistema e quel DE perchè è così difficile farlo ancora? Alla fine le priorità sono forse le “finestre tremolanti”, i “cubi rotanti”, le finestre che prendo fuoco? I concky sul desktop pieni di scritte che ti dicono vita morte e miracoli del PC? (vi guardate cosa fa il pc o lo usate nel frattempo)? Credo che se mettiamo uno davanto all’altro Windows 7, Mac OS e un DE “spartano”, come LXDE, XFCE si noti una grande differenza a livello di impatto visivo (sanno di vecchio), se gli mettiamo Ubuntu con Unity o Gnome Shell credo che l’Open Source faccia la sua porca figura, e non di qualcosa di “scarso”. Naturalmente mia opinione personale, de gustibus…

    • Peppino

      Il passaggio da Windows a GNU/Linux è in meglio, da Gnome2 e/o KDE a Unity e/o Gnome3 è in peggio.
      GNU/Linux si può permettere “una porca figura” esclusivamente con KDE4.

    • penso che linux non sia nato per far bella figura ma per esser funzionale
      ok anche l’occhio fa la sua parte ma diciamo che miglioramenti in alcuni casi non si sono davvero rivelati

  • Oscar Crono

    Unity / Gnome Shell  é semplicemente poco pratico. Ricercare un’applicazione tra un centinaio di icone mi fa venire mal di testa. E le finestre ridotte poi non ne parliamo…..  e il launcher così  onnipresente e invadente…. e etcetera etcetera.

    • quoto
      anche se con le estensioni di gnome shell puoi aggiungere e personalizzare l’ambiente desktop cosa che con unity è impossibile

    • Al.

      Per non cercarla tra mille icone ci sono le lens… per categorie come il vecchio gnome2… poi ad ogni modo ricorderai il nome delle solite applicazioni.

      Vuoi mettere cliccare sul menù a tendina, poi andare nella sezione audio.. e cercare a vista Audacity.. o premere il tasto Super e scrivere Aud e premere invio?

  • Gianluca

    bisognerebbe cancellare definitivamente dalla faccia della terra Unity …. è orrendo
    rallenta tutto e, sopratutto  E’ BRUTTISSIMO
    SENZA PARLARE DELLA SUA INUSABILITA’
    mi chiedo: gnome 2 andava così bene,anche dal lato estetico, ma perchè è stato abbandonato? E’ COME UCCIDERE LA GALLINA DALLE UOVA D’ORO

    • Stefano Petroni

      Linux è liberà.Se non ti piace non lo usi.Puoi continuare ad usare tutto ciò che vuoi anche senza sparare a zero gratuitamente.Ci sono 4 versioni ufficiali di Ubuntu in più con due secondi puoi istallare gnome-shell,classic o tutto ciò che vuoi.

  • Alex Garofalo

    Io tutti questi problemi non li vedo, quando sono sul mio Netbook Unity mi è comodissimo dato che mi permette di usare lo schermo del computer la massimo, quando sono con computer con schermi più grandi uso (e onestamente neanche sempre) Gnome 2, basta scegliere l’ambiente grafico che vogliamo prima di fare log-in, non mi pare un tragedia gente. Linux (e il Free SW), in confronto coi sistemi proprietari, è bello per questo: se una cosa non ti piace non stai lì a frignare, la cambi come meglio ti garba!!

    • anche con gnome 2 e xfce puoi avere le stesse finestre massimizzate basta mettere il nascondimento automatico del pannello e lo spazio disponibile per una finestra massimizzata è lo stesso di unity dato che il pannello non si può nascondere

  • Giuseppe Lomurno

    Mi sembra ridicolo sentire gli utenti che parlano di scarsa personalizzazione con Gnome-Shell e Unity, il bello del mondo GNULinux è proprio che se tu puoi ottenere qualsiasi risultato basta ingegnarsi. Poi è ovvio che se intendiamo personalizzare con il solito tool grafico fornito da qualcuno, non troveremo mai niente che ci interessa, perchè non provate ad editare manualmente i file di configurazione, come si faceva un tempo. Io mi trovavo bene con Gnome2 ed ora mi trovo ancora meglio con Gnome3 insieme alla Gnome-shell, che reputo facile da usare, accattivante e anche veloce da usare anche solo con la tastiera, perchè quelle volte che uso la grafica e non il terminale voglio qualcosa che soddisfi anche il mio occhio. Poi avete riflettuto anche sulle prestazioni, sulla velocità e sulle opzioni aggiuntive di base del DE. Ho provato anche KDE ma è sicuramente il sistema più pesante e lo trovo molto più simile a windows aero, sotto certi aspetti. Prima di schierarsi senza discutere da una parte, dobbiamo analizzare bene tutti i pro e i contro.

    • penso che dovresti un po meglio testa kde dato che è tutto tranne che simile a windows inoltre gli ultimi rilasci oltre a renderlo più performante lo hanno reso anche molto più leggero dato che ora come ora richiede meno risorse di unity
      unity e gnome shell di default come indicato nell’articolo non permettono nemmeno di cambiare il set d’icone o i font funzionalità per esempio che trovevamo in xp o in kde 2

      • Giuseppe Lomurno

        Su KDE ti do pienamente ragione, visto che l’ho testato superficialmente, ma le icone su gnome-shell si possono cambiare facilmente, basta editare uno dei pochi file di configurazione, così come puoi cambiare radicalmente posizione, stile e altro del pannello principale, qualcuno si è lamentato delle troppe icone, editando a dovere si possono togliere. Mi sembra sciocco accantonare questa shell solo perchè non c’è una funzione come in KDE che con il semplice mouse puoi editare tutto

        • il pannello in unity non si può personalizzare se non nella trasparenza su gnome shell invece possiamo personalizzarlo con alcune estensioni
          Il giorno 01 maggio 2012 20:37, Disqus ha scritto:

          • Stefano Petroni

            Concordo che Unity sia poco personalizzabile però non è vero ciò che dici.Si può cambiare grandezza,trasparenza colore della barra e comportamento delle icone.Con myunity è facilissimo cambiare tema e icone.Penso che sia già qualcosa no?

          • Giuseppe Lomurno

            Per aggiungere altre componenti hai , sì, bisogno dei componenti aggiuntivi, ma per personalizzare la grafica basta editare un file CSS e qualche immagine. Dopotutto, credo che qualsiasi programmatore o webmaster sia passato almeno una volta per questo linguaggio

    • Francesco Benenato

       Gnome Shell è basato in parte su javascript e pertanto su linguaggio interpretato, sul mio netbook con Atom gira lento, è stato veramente un passo indietro come performance.

      • Giuseppe Lomurno

        Non ho mai detto che Gnome 3 ha un minore consumo di risorse rispetto a Gnome 2, dico solo che ormai le tecnologie dei nostri pc si stanno evolvendo e quindi per chi possiede un computer di medio-bassa potenza credo possa girare comodamente, per farti un esempio banale: le risorse consumate da un normale pc a 32-bit sono minori di un pc a 64-bit ma ciò non vuol dire che sia meglio puntare sul 32-bit. E poi seconda cosa, è vero che il panello è basato su JavaScript, quindi un linguaggio interpretato, ma il vero problema del consumo delle risorse non è questo ma sono anche l’accelerazione 3D ed altre impostazioni aggiuntive come un gran numero di filtri anti-aliasing, etc…

    • Senti, appena aggiornato gnome3/shell piccola sorpresa! Eliminate tutte le estensioni che avevo! Ora dico io, se personalizzare significa che ogni 3×2 io debba rimettere le estensioni, ovviamente solo quelle compatibili, e rimettere mano alla configurazione di alcuni parametri francamente mi prende male. 

  • Stefano 64

    sono d’accordo in tutto e per tutto, qu indi al 100%. C’è qualche modo per impostare lo sfondo con gnome2 (io non sopporto nemmeno kde perchè tende a somigliare a windows)? Se non ci fosse modo, a me non importa nulla e resterò alla versione 10.04 finchè sarà possibile anche dopo che non sarà più aggiornata!!!

  • Bengregor68

    Al volo dico “passate a KDE oppure in alternativa a XFCE”!!!!!!!!!!!!!
    Naturalmente quella che da tempo e’ staqta presentata come innovazione, in realtá non lo é. Non utilizzo né Gnome3 shell, né Unity, entrambe simili e nemmeno prevedo di utilizzarli in futuro. In ambito PC le scelte migliori sono 1. KDE, 2. XFCE, 3. Cinnammon. 
    La cosa deprecabile in ambito Linux é il numero eccessivo e inutile di D.E.: ma a chi servono tutti questi ambienti grafici? A che scopo questa dispersione di energie e forze? Perché rivoluzionare, quando non si era ancora completato il progetto? 

  • Luca00002002

    Provate Pantheon, poi ne riparliamo..ho installato Elementary os 0.2 Luna, venivo da ubuntu 11.10..Non avete idea di quanto è reattivo e stabile questo sistema nonostante sia in pre-release..Consuma risorse quanto xfce eppure usa le gtk3. 

    (va installato subito e poi aggiornato, la live ha molti problemi invece..gli aggiornamenti risolvono tutto dal primo avvio però)

    Eppoi è BELLO, le applicazioni che usa sono appunto elementari, intuitive, potenti..l’esperienza utente per pantheon assomiglia molto a una gnome2 con una dock e per questo sono sicuro al 1000% che metterò questa distro

  • S Franchi

    se fossero rimasti a Gnome2 non avrebbero fatto un soldo di danno!
    Come si fa a dire che l’usabilità è migliorata, quando  per un operazione dove bastava un click adesso ce ne vogliono minimo 2? ( vedi ad esempio il lancio delle applicazioni più utilizzate che con Gnome 2 potevano essere posizionate nella barra superiore.
    come recita un proverbio: …. “Per star meglio qui giaccio”

    • Stefano Petroni

      Ma con Unity non  le puoi mettere nella barra laterale?:-) inoltre le ultime utilizzate rimangono  nella prima pagina della dash.

    • Gabriele Castagneti

      Menomale che c’è MATE/XFCE.

    • Giuseppe Lomurno

      Ti ricordo che per la gnome-shell esistono numerose estensioni, tra cui anche la barra da te mensionata, non sottovalutiamo una shell solo perché al primo avvio non ha tutto quello che desideriamo. Esistono tantissimi software per la personalizzazione grafica. E poi, dipenda dall’utilizzo degli input che ogni utente fa, ad esempio a me piace molto utilizzare solamente la tastiera (abituato al terminale), questo mi era impossibile su Gnome 2, mentre su Gnome Shell ci riesco comodamente, poi ognuno ha la propria esperienza.
      Ricordate che ormai non esiste più un solo tipo di computer, ci sono i tablet, gli smartphone, i netbook, ognuno con le proprie esigenze, quindi ormai siamo destinati a DE che accontentino un po’ tutti, poi sta a noi adattarlo al nostro PC

  • scienzedellevanghe

    Io vedo sparse le idee migliori in tanti frammenti.
    Mi piace l’idea della shell/dash che è una naturale evoluzione dei launcher alla gnome do, ma preferisco il vecchio gnome-panel a quella robaccia che stanno praticamente imponendo. Bisogna prendere in considerazione xfce.

    per ora uso Crunchbang e vivo sereno.
    Mi piacerebbe avere una dash “iperleggera” non legata ad un particolare DE, ma per ora mi accontento di kupfer, adoro il “multi_desktop” di Tint2 che mi permette di tenere tutto sotto controllo ed openbox è leggero ed elementare. Di kde devo dire che invidio e bramo le attività (utili se si lavora a più progetti contemporaneamente) e il widget col file manager (che per un’attività in cui stai lavorando in una determinata cartella è comodissimo).

    • Andrea

      Hai mai provato Slingshot? E’ ancora in sviluppo (anche se ormai prossimo a un release), è una dash minimale iper-leggera targata elementary, ma può essere usata in qualsiasi DE 🙂

      • scienzedellevanghe

        Hai fatto centro, è quello che si avvicina di più alla mia idea di dash.
        Non ancora lo provo solo perché volevo aspettare che uscisse Elementary Luna.

  • Alessio2002

    Non vedo il problema. Linux dà la possibilità  di scegliere l’ambiente adatto ai propri gusti e al proprio hardware. Se non piacciono Unity o Gnome shell, nulla vieta di utilizzare sistemi alternativi.
    Perché criticare e sminuire continuamente il lavoro altrui? A me ad esempio non piace Kde, ma non passo le mie giornate ad usarlo per parlarne male!

  • Stefano Canepa

    Ciao,
    personalmente mi trovo meglio con Gnome 2 eper poterlo mantenere sono passato a Mint che con Mate mi ha permesso di mantenere la facilità di utilizzo che ricordavo.
    Temo che si stia pensando in maniera quasi esclusiva a tablet e smartphone e mi sembra di vedere quei negozi così concentrati a rincorrere i clienti degli altri che alla fine perdono (perché li trascurano) i propri.
    Io non sono un cliente, sono un utilizzatore appassionato ed ho avuto il piacere negli anni di passare da un sistema difficile (avevo una kde 2 versione alpha sul primo sistema, una Suse se non erro) a delle distribuzioni che hanno accettato di diventare più “umane”, e più fruibili .
    Continuo ad utilizzare Linux ed Ubuntu per un certo periodo mi era sembrata un ottimo approdo. Solo negli ultimi tempi  ho visto scelte di certo innovative ma troppo estreme per i miei gusti (es Unity), non le condivido e finché potrò rimarrò ancorato al vecchio Gnome 2 o Mate.

    Stefano

  • Gabriele Castagneti

    “Per ora comunque sono pochissimi gli utenti che usano Linux nei tablet”
    Signore e signori lettori di LFFL, vi presento Android.

    • Max Franco

       era evidente che il testo si riferiva a versioni di linux ‘diverse da Android.

      • esatto inoltre android tranne che per il kernel ha ben poco di linux

        • Gabriele Castagneti

          Beh, è pur sempre una distro GNU/Linux. Comunque OK, inutile discutere su queste piccolezze.

          • nakki

            Che castronata terribile dire che android sia una distro gnu/linux….uuuuuuuuuuhh che brutta roba!!! uuuuuuuhhhh.
            Intanto non è una distro (almeno nella concezione che ne ho io) e men che meno GNU!!!

          • Gabriele Castagneti

            Beh, allora che cos’è?

          • Gabriele Castagneti

            No, sai:
            1. È basata su Linux
            2. Ha parecchie librerie GNU al suo interno (anche se forse non tutte)
            È pur vero che non condivide con le distro tradizionali la facilità (e la possibilità, in molti casi) di installazione, e ha altre differenze, ma DI BASE è (secondo me) una distro GNU/Linux.
            Non è un peccato pensarla diversamente.

  • Stig

    Un bel sudo apt-get install gnome-session-fallback e, all’avvio della sessione, scegli gnome classic senza effetti. E tutto torna come è sempre stato. La soluzione è banale, non capisco tutte queste polemiche.

    • Gabriele Castagneti

      Già, più scelta non può che far bene.

    • Si ma Gnome fallback non è niente in confronto al grande Gnome 2…

    • nakki

      Le polemiche nel mio caso sono sia verso gnome-shell e sua verso unity: il problema IMO è la totale assenza di configurabilità, prima (con gnome2) potevi settarti il desktop come meglio credevi e impostartelo in tutto. Gnome-sessione-fallback  è praticamente gnome shell senza la shell ma sempre assolutamente non personalizzabile. Si personalizzabile: è proprio la mancanza di PERSONALIZZAZIONE a mancarmi e per cui non uso nessuno dei due DE.
      Prediligo soluzioni che permettano un’adeguata scelta nella disposizione del desktop e dei pannelli, quali KDE e XFCE!

  • Matteo Rossi

    Sono un motociclista, e un paragone molto calzante è con le Ducati 916 e 999. La prima fu sostituita dalla 999, che era rivoluzionaria nelle linee e creava una grossa discontinuità con la 916, esposta al MOMA…
    La domanda, allora per Ducati e oggi per i DE è: perchè rivoluzionare giusto per fare, quando si può innovare seguendo il solco tracciato da un ottimo passato???????

    • cerash

      dio, che bella la 916!

  • Maxx5

    Ciao,

    con la 11.04 sono rimasto letteralmente schifato da Unity. Ho tentato di abituarmi, le ho dato 2 settimane di prova, ma nisba, più la usavo e peggio andava.
    Giusto per curiosità ho installato gnome shell e ho provato pure quella. Dopo una settimana ho iniziato ad apprezzarla e adesso non potrei più farne a meno…. provare per credere 🙂

    La comodità dell’ “angolino in alto a sinistra” si apprezza dopo un po’, e risolve brillantemente la selezione della finestra giusta quando ce ne sono 7 o 8 aperte (chi non ha mai beccato quella sbagliata 2 o 3 volte di seguito cliccando il vecchio selettore delle finestre ?)
    Il lancio delle applicazioni è relativamente comodo, e le estensioni risolvono quel paio di problemini che restano.

    L’unico, ma veramente unico appunto che posso fare è che a volte sembra un po’ “lenta” nella risposta, anche se è vero che il mio laptop proviene da ubuntu 7.04 aggiornamento dopo aggiornamento senza mai una reinstallazione…. e ho un po’ di servizi che girano.

    Ciao

    Max

    • Pippo Baudo

      Gnome Shell è lento perchè è in parte sviluppato in javascript, linguaggio ossia intepretato e non compilato. La differenza la noti tanto su netbook con uP tipo Atom fatti per andare piano e consumare poco.

  • Blancdano

    Parole sante!

    Il fatto è che – a differenza che con le persone – con i propri programmi bisogna essere categorici, proprio letteralmente! Ed era esattamente ciò che Gnome 2 permetteva, evitando di mettere sullo stesso piano e alla rinfusa – al di là delle questioni di gusto – tutte le applicazioni.

    Vecchio mio, il fatto è che si va verso la quantità a scapito della qualità… Neanche la roccaforte dell’open source resiste.

  • Stig

    Per quanto mi riguarda gnome-session-fallback fa il 99,999% di quello che mi serve e che facevo su Gnome 2. Pertanto sono più che soddisfatto così.

  • cerash

    io provai unity e gnome tre rispettivamente sulle 10.04 e 10.10 in test. sapendo che sarebbero diventate le due alternative mi sono deciso a provare per la terza volta kubuntu. le prime due non ho voluto approfondire la prova per più di un paio d’ore la prima e una settimana la seconda.

    la terza mi sono chiesto come ho fatto a non sceglierlo prima ed ho abbandonato per sempre gnome e unity!

    e lo dico da ex gnomista e senza flame!

  • Io riformattato recemente… e mi sono posto la domanda…. Ma continuo a tenermi la mia cara LTS 10.04 con l’alert che rompe ad ogni avvio chiendendomi insistentemente l’upgrade, migrare su mint co tutti i suoi problemi che mi da’ alla scheda video o passare ad un sistema più stabile come Fedora…. lanciato la versione live di Fedora 16… (alla primissima esperienza co l’ambiente in questione) e al presentarsi sempre de sto Gnome 3 che … sinceramente … sarà meglio di Unity…. ma non lo sopporto allo stesso modo… alla fine sì ho optato per la 12.04…. ma assolutamente KDE! Questa è la … mia… sentenza ! ^^

    • MicioMax

      Provare per credere, Gnome3…. ma non per un paio d’ore, ma un paio di settimane come minimo.
      Dopo non se ne può piu fare a meno 🙂

      • che c’entra io l’ho provato per settimane e sono tornato a Kde…dipende dai gusti

  • S Franchi

    era meglio rimanere con l’esperienza utente di Gnome 2 e migliorarla

  • Vdonato

    decisamente meglio sarebbe stato aggiungere qualche nuova funzionalità al vecchio e collaudato Gnome2 senza però stravolgerlo come invece è avvenuto con Unity.
    Trovo unity inutile oltre che brutta, lenta, e farraginosa per qualunque operazione.
    Vorrei che qualcuno mi spiegasse che senso ha lasciare il dektop desolantemente vuoto e poi lasciare sempre un primo piano quella maledetta barra, e poi perché hanno tolto del tutto il salvaschermo ??? io ci facevo girare le foto della mia nipotina adesso invece  niente non posso più . . . tutto nero.
    La logica dei menù era perfetta, adesso invece se mi serve un programma devo per forza sapere come si chiama perché lo devo cercare.
    Per me Unity è una follia e spero che prima o poi lo capiscano anche dalle parti di Ubuntu.
    Al momento sono con il vecchio 10.10 che però non viene più aggiornato e sto guardandomi in giro. Alla fine credo che proverò la versione XFCE o emigro su Debian.

    • se ci pensi sopra il menu nel pannello per massimizzare lo spazio x le applicazioni si poteva tenere e mettere il nascondimento automatico del pannello superiore

  • mario

    Io sono tradizionalista, preferisco gnome 2. Quindi ho presto Arch e mi sono installato xfce, cinnamon e mate! Linux e’ nato per non farsi imporre le decisioni dagli altri!

  • gnome shell è favoloso, non si discute!

No more articles