Gli sviluppatori Canonical hanno deciso di prendere in considerazione la possibilità di raccomandare la versione 64 bit di Ubuntu 13.10 Saucy.

Ubuntu 13.10 Saucy
Mancano ormai due mesi al rilascio dell’attesissimo Ubuntu 13.10 Saucy release che, tra le tante novità, avrà di default anche il nuovo server grafico MIR e Unity Smart Scope.
Gli sviluppatori stanno quindi ultimando i lavoro sulla nuova release la quale potrebbe essere raccomandata nella versione 64 Bit e non più 32 Bit come le versioni precedenti. Con un recente mailing list Bryan Quigley, developer Canonical, ha proposto di raccomandare gli utenti la versione 64 Bit di Ubuntu 13.10 Saucy dato che, oltre a fornire il supporto per UEFI Secure Boot, offre maggiori performance.

Quando un’utente va a scaricare Ubuntu dal sito ufficiale gli viene proposta / raccomandata la versione 32 bit dato che supporta qualsiasi personal computer anche datato. Negli anni la versione 64 bit è diventata ormai la più utilizzata dagli utenti, lo confermano i dati forniti sia da Debian che Steam indicando che la maggior parte degli utenti (se possibile) scegliere l’architettura 64 bit.

Da notare inoltre che già alcune distribuzioni, come ad esempio Chakra e in futuro anche Arch Linux e molte altre, verranno rilasciate nella versione 64 bit e molte altre distribuzioni cominceranno a prediligere questa architettura (come ad esempio Fedora).
La proposta di Bryan Quigley verrà presa in considerazione durante il prossimo vUSD 13.08 che si terrà via web dal 27 al 29 Agosto. 2013. E’ probabile che la proposta venga accolta e che Ubuntu 13.10 venga raccomandato nella versione 64 Bit questo comunque non toglie all’utente la possibilità di scaricare la versione 32 bit.

Ricordo inoltre che è possibile verificare se il nostro pc supporti o meno 64 bit consultando questa nostra guida.

No more articles