Pigz è un’interessante tool grazie al quale potremo comprimere o decomprimere file di grandi dimensioni molto velocemente utilizzando tutti i core del nostro sistema in parallelo.

pigz in Ubuntu Linux
I file compressi ci consentono di ridurre, in alcuni casi anche drasticamente, le dimensioni di uno o più file risparmiando spazio nel nostro hard disk oltre a velocizzare eventuali download o upload.
Esistono molti tipi di file compresso dai più noti zip, rar , 7zip, tar.gz oltre ai “normali” pacchetti per deb, rpm ecc. Può capitare di trovare file di grandi dimensioni da decomprimere / estrarre o dover comprimere intere cartelle con file di grandi dimensioni, in questo caso il tempo per effettuare questa opzione dipende sia dal formato scelto e dal nostro sistema. Se abbiamo un processore multi-core (esempio dual o quad core) possiamo velocizzare la compressione od estrazione di un file grazie all’utile tool pigz.

pigz (Parallel Implementation of GZip) è un tool, open source presente nei repository delle principali distribuzioni Linux che ci consente di operare nei file compressi utilizzando più core durante la compressione o estrazione dei dati. Potremo quindi estrarre o creare file compressi di grandi dimensioni molto velocemente il tutto con molta facilità.

Unica nota negativa è il supporto “limitato”, difatti pigz estrae e comprime file nei formati Gzip, Bzip2 o 7z, non potremo quindi creare o decomprimere file RAR altri ancora. Inoltre pigz è un tool a riga di comando  le cui operazioni richiedono dimestichezza con il terminale, risulta quindi poco adatto per nuovi utenti.

Per installare pigz in Ubuntu, Debian e derivate basta digitare da terminale:

sudo apt-get install pigz
al termine dell’installazione potremo consultare tutte le varie opzioni e comandi digitando pigz –help da terminale oppure consultando la il manuale in pdf che possiamo scaricare da questo link.

Home pigz

  • non lo conoscevo, grazie della segnalazione!
    be’ non supporta rar, ma il 7z è ormai abbastanza diffuso

    • D4rK Br41N

      ..forse non supporta il formato .RAR perche’ e’ un formato proprietario? Come si ottiene il formato di recente introduzione (ad alta compressione) .xz, funziona su archivi generici opp. serve solo per comprimere pacchetti e librerie e cose simili…

      • m6t3

        xz usa sempre la compressione LZMA2 come 7zip, con un migliore
        supporto per i filesystem UNIX (https://en.wikipedia.org/wiki/Xz).
        puoi
        utilizzarlo per qualsiasi tipo di archivio ottenendo una compressione
        migliore di quella gzip o bzip, risultando più lento in compressione ma
        con prestazioni buone in decompressione (per questo viene utilizzato per
        i pacchetti software, quando li installi devi solo decomprimerli).
        se vuoi la compressione migliore vai di xz, se hai fretta gzip

  • Falegnamino

    Effettivamente il fatto di supportare pochi formati è un limite non da poco,sopratutto sotto Linux.

  • Guest

    Trovo quantomeno ridicolo però che bisogni ricorrere a programmi esterni perché nel 2013 gzip, bzip, zip, lzma, xz, ecc. non supportano la (de)criptazione multicore!

  • smaramba

    per bzip2 c’è lbzip2, che è pienamente compatibile e lo va a sostituire. può quindi essere usato con programmi da gui tipo file roller in maniera trasparente, oppure col buon vecchio tar con l’opzione -j.

No more articles