Light Locker è un’interessante progetto con il quale potremo avere come schermata di blocco LightDM il display manager di default in Ubuntu e in molte altre distribuzioni Linux.

Light Locker in Ubuntu Linux
La schermata di blocco schermo o look screen in Ubuntu viene gestita da Gnome Screensaver il quale ci consente di accedere al nostro desktop dopo un periodo d’inattività di norma dopo aver effettuato il login. Gli sviluppatori GNOME stanno cercano di rendere sempre più funzionale questa funzionalità includendo notifiche, la possibilità di operare nei player audio ecc. In alternativa a Gnome Screensaver arriva Light Locker un progetto open source in grado di fornire una completa lookscreen utilizzando niente meno che display manager LightDM migliorando quindi l’integrazione con la nostra distribuzione.

Caratteristica molto importante di Light Locker è di non includere dipendenze con nessun ambiente desktop cosi da poter essere utilizzata anche in XFCE, LXDE, KDE e volendo anche in GNOME Shell basta che ci sia installato il display manager LightDM. Da notare inoltre Light Locker 1.0 supporta anche Systemd cosi da poter essere installata anche in Arch Linux, Fedora, openSUSE ecc facendo attenzione di avere LightDM nella versione 1.7.0, attenzione inoltre che attualmente non funziona con la versione 1.7.5-1.7.9 di LightDM.

Se abbiamo installato Ubuntu 13.10 o 13.04 la prima cosa da fare è rimuove gnome-screensaver digitando da terminale:

sudo apt-get remove gnome-screensaver

A questo punto installiamo Light Locker in Ubuntu 13.04 o 13.10 digitando:

sudo add-apt-repository ppa:light-locker/release
sudo apt-get update
sudo apt-get install light-locker

a causa di un bug dovremo anche dare il seguente comando post-installazione:
Per Ubuntu

sudo ln -s /usr/bin/light-locker-command /usr/bin/gnome-screensaver-command

Per Xubuntu

sudo sed -i '/xscreensaver-command/a     "light-locker-command -l" ' /usr/bin/xflock4

ora avremo il nuovo Light Locker nella nostra distribuzione per ripristinare Gnome Screensaver basta digitare:

sudo apt-get remove light-locker
sudo apt-get install gnome-screensaver

Home Light Locker

via – webupd8
  • Kepleros

    ahahahahaha a sto punto la possono chiamare Xebian ahahahaha

  • Maitarco

    È probabile che si tratti di un pesce d’aprile, ma il fatto che in passato molte distribuzioni siano passate da ubuntu a debian, dovrebbe far riflettere. Mi sembra che il fascino di ubuntu abbia segnato il suo tempo se non fosse per i dindini di canonical.

    • Fabio

      Debian è veramente tutta un’altra cosa, molto ma molto meglio (IMHO) delle varie *buntu, peccato per alcuni programmi non si trovi la versione aggiornata già pacchettizzata ma occorre sbattersi un po’… su questo niente da dire, i ppa sono estremamente comodi!

      • xubuntu sarebbe ottima se non aggiungessero memenu e porcherie varie targate canonical

        • Antonio G. Perrotti

          beh, ma molta roba si può semplicemente togliere. da lucid, per esempio, ogni volta che lo installo, tiro via circa il 40% dei pacchetti. ora sto usando xubuntu precise beta 2 e dopo il “dimagrimento” restavano poco più i 1000 pacchetti in tutto. poi ho installato le mie solite applicazioni. memenu e simili si possono eliminare senza rimpianti nè pericoli. persino pulseaudio, che ritengo inutile, alsa è più che sufficiente, ormai lo rimuovo sempre.

    • confermo che è un pesce d’aprile

  • Ferik Di Leo

    Francamente non ne posso più di tutte queste derivate, però benvenga xubuntu basata su Debian. Pensavo la stessa cosa che hai scritto, cioè che non è così difficile installare Debian (gia la SID è stabilissima nei fatti) e XFCE, quache ritocco grafico e via 🙂

  • Derpina

    mi sento di citare dream linux

  • Cristian Martina

    Esiste Linux Mint Debian Edition con XFCE che è come xubuntu

    http://www.linuxmint.com/download_lmde.php
    32bit http://www.linuxmint.com/edition.php?id=90
    64bit http://www.linuxmint.com/edition.php?id=91

No more articles