Dal Salento vi vogliamo presentare il progetto SalentOS distribuzione Linux che punta a fornire una derivata di Ubuntu tutta stabilità e leggerezza.

SalentOS - OpenBox
Dopo il successo del progetto PiumaLinux vi vogliamo presentare un’altra famosa derivata made in italy denominata SalentOS e sviluppata da Gabriele Martina (Gmstyle).
SalentOS è un progetto che punta a fornire una distribuzione Linux in grado di coniugare leggerezza ed efficienza offrendo un’ambiente desktop “alternativo” a quello proposto nelle derivate ufficiali di Ubuntu. L’idea è quella di fornire agli utenti un leggerissimo ambiente desktop basato su Openbox (window manager presente anche in Lubuntu / LXDE) con diverse applicazioni e tools presenti in Gnome e XFCE il tutto integrato sulla versione LTS di Ubuntu sinonimo di stabilità e sicurezza. Per il pannello troviamo Adeskbar molto leggero e personalizzabile, come gestore del compositing predefinito troviamo cairo-compmgr che aggiunge al desktop ombre, dissolvenze ed altri piccoli effetti.

Oltre a OpenBox (versione denominata anche UbuBox)  è disponibile anche la versione con ambiente desktop Razor-Qt basato sulle librerie Qt con presenti alcuni applicazioni di default in KDE. SalentOS Razor-QT garantisce bassi consumi di risorse dato si basa anch’esso sul window manager Openbox così come mantiene cairo-compmgr come gestore degli effetti grafici. Sia la versione Openbox che Razor-QT dispongono di svariate applicazioni preinstallate come il browser Chromium, il client email Thunderbird, applicazioni per l’ufficio come Abiword, Gnumeric, Evince ecc oltre ad aver già preinstallati i principali codec audio e video.

Per maggiori informazioni su SalentOS basta consultare la home ufficiale del progetto.
Colgo l’occasione per congratularmi con Gabriele Martina (Gmstyle) per l’ottimo progetto.
Home SalentOS

  • Non so perché ma a me la partizione con Windows in Ntfs la monta già in automatico all’avvio senza aver fatto nulla

  • Fabio

    Sai, mi fa tenerezza leggere queste cose qua. Quando incominciai ad usare linux la configurazione di fstab era una delle prime cose che si doveva imparare, ora con ‘sta Ubuntu qua occorre un programma (del quale ignoravo l’esistenza) per gestire le partizioni. Per carità, ora linux è molto + facile da usare e questo è bene, però mi fa uno strano effetto…

    • Cazzone

      Se vuoi ti do un fazzolettino per asciugarti le lacrime, però dopo essermi soffiato il naso.

    • linux in questi anni è stato semplificato grazie anche a molti tool che permettono una facile configurazione
      esistono ancora alcune distro che devi configurarti tutto come una volta vedi slack

  • Andrea Albertini

    Ciao
    conosco ubuntu da molto tempo e nella versione 8.04 era comparso un tool veramente fatto bene
    https://wiki.ubuntu.com/DiskManagerByDefault
    ma poi non e stato mai aggiornato per le nuove versioni un vero peccato
    Andrea

  • Io ho usato mount manager.

  • sergios

    Grazie per questa guida, funziona! Ma se volessi caricare due partizioni all’avvio, come posso fare?

    • Drumsal

      Ripeti l’operazione creando una nuova directory sotto /media ed aggiungendo un’altra riga nel file fstab

  • Rozelnox

    grazie!!

  • roberto

    a me non funziona. La cartella myfolder è vuota. Noto che nel file fstab da te postato la riga d’aggiunta é: /dev/sda3 /media/hdd ……. e non /dev/sda3 /media/myfolder…….. Come mai?

  • Federico

    Ho aggiunto la seguente riga:
    /dev/sda1 /media/win ntfs defaults,user,umask=000 0 0
    ..ma purtroppo non funziona! La dir win è vuota, anche dopo il riavvio….. come mai??

    • Drumsal

      Avevi creato la directory sotto /media prima (sudo mkdir…..)?

  • miki

    O_________O è sparta la partizione di windows all’avvio!!! come faccio ora???

    • Antonio G. Perrotti

      prova sudo update-grub, se non va puoi provare a ripristinare grub da live cd.

      • miki

        già fatto da modalità di ripristino (devi sapere che all’inizio non montava neanche ubuntu!). per sicurezza l’ho fatto una seconda volta da qui (son riuscita a far rifunzionare ubuntu) ma nulla. Non c’è un modo per ripristinare il file gedit a com’era prima che ci mettessi la stringa? La stringa ho provato a toglierla (facendo ripartire ubuntu)…spero di non aver tolto più del dovuto

        • Antonio G. Perrotti

          forse dico una scemenza, ma può darsi che il file in questione esista da qualche parte. prova a digitare su google /etc/fstab ubuntu file originale. se lo trovi, dovrebbe bastare gksudo nautilus (se hai ubuntu unity o gnome) e sostituisci quello che hai ora con quello di default che dovresti trovare. poi ripristini nuovamente grub, però dal live cd o da una pendrive con la iso live di ubuntu. io uso Lubuntu, ma dovrebbe essere lo stesso.

  • Antonio1985

    Ciao,
    ho seguito questa guida ma ho un problema: all’avvio di Ubuntu mi da un errore, qualcosa del tipo: impossibile montare 0 … premere s per saltare il montaggio.
    Cmq la partizione, una volta premuto s e fatto il log-in risulta montata.

    Da cosa potrà dipendere?

  • simone

    con ubuntu 14.04 mi da problemi, dopo inizio di avvio si blocca tutto con schermata nera. HELP AIUTATEMI

  • Marco

    Ciao. Ho installato da qualche giorno Kubuntu 14.04. Ho fatto come hai detto tu: ho creato tre montaggi relativi ai tre HDD a cui devo avere il montaggio automatico.

    Il fatto è che all’avvio, proprio come l’utente Guest, mi compare una scritta sull’impossibilità di “montare 0”. Premo S ed il sistema si avvia correttamente e le tre unità sono montate.

    C’è qualche cosa da mettere a porsto? Ti metto qua sotto il mio file /etc/fstab.

    # /etc/fstab: static file system information.
    #
    # Use ‘blkid’ to print the universally unique identifier for a
    # device; this may be used with UUID= as a more robust way to name devices
    # that works even if disks are added and removed. See fstab(5).
    #
    #
    # / was on /dev/sde1 during installation
    UUID=410abc86-b4b9-40d6-89c7-ed1aa9fb25d4 / ext4 errors=remoun$
    # swap was on /dev/sde5 during installation
    UUID=683363ff-84b5-4a18-b002-84ba039c08af none swap sw $

    /dev/sda1 /media/marco/Winsozz ntfs
    auto,rw,exec,users,dmask=000,fmask=111,nls=utf8 0 0

    /dev/sdb1 /media/marco/Massacro ntfs
    auto,rw,exec,users,dmask=000,fmask=111,nls=utf8 0 0

    /dev/sdc1 /media/marco/Archivio ntfs
    auto,rw,exec,users,dmask=000,fmask=111,nls=utf8 0 0

    • Fabio

      Provare a sostituire /dev/sdxx con l’UUID?

      • Marco

        Ho risolto con ntfs-config. Adesso va che è una bellezza. Un consiglio però a chi lo vuole utilizzare: se desiderate usare l’impostazione “Configurazione automatica”, ricordatevi di disiniserire eventuali chiavette o HDD esterni, altrimenti ad ogni nuovo riavvio ve li chiederà.

No more articles