Da Oneklick arriva il nuovo pc desktop ONE8 dotato di ottimo hardware in grado di supportare al meglio qualsiasi distribuzione Linux.

Oneklick ONE8
Oggi vi vogliamo presentare il nuovo modello di pc desktop prodotto da Oneklick azienda italiana che sta puntando molto per Linux offrendo ottime soluzioni in grado di supportare al meglio le principali distribuzioni Linux.
Da pochi giorni è disponibile il nuovo pc desktop ONE8 realizzato per coniugare ottime performance con bassi consumi energetici fornendo un’ottimo sistema da utilizzare a livello domestico per la navigazione ad internet e la riproduzione di file multimediali ecc che per l’utilizzo in ufficio per la gestione di contabilità, operare in siti web e molto altro ancora.
Oneklick ONE8 è un pc desktop che include un processore Intel Core i3-3220 dual core da 3.3 GHz che dispone anche del supporto per Intel Virtualization Technology funzionalità che va a migliorare la virtualizzazione di sistemi operativi ad esempio con Vitualbox o VMware Player. In Oneklick ONE8 troviamo una scheda grafica integrata Intel HD Graphics 2500 in grado di supportare la stragrande maggioranza dei giochi in Steam for Linux anche se per l’utente che ama giocare è consigliabile aggiungere una scheda grafica dedicata.

Tra le altre caratteristiche del nuovo Oneklick ONE8 troviamo 4 Gb di memoria Ram che possiamo comunque espandere fino a 32 GB, e un’hard disk Sata3 da 500 GB e Masterizzare DVD DL, dispone inoltre di 6 porte USB 2.0 e LAN. Oneklick ONE8 viene rilasciato senza sistema operativo con cd/dvd driver per Microsoft Windows 7 / 8, l’hardware supporta al meglio qualsiasi distribuzione Linux, inoltre al momento dell’ordine è possibile anche aggiungere più Ram, modulo Wireless, maggiore capacità di storage ecc. Ricordo inoltre che è disponibile anche la ONE9 con CPU Intel Core i5 per maggiori informazioni basta consultare questo nostro articolo.
Aggiornamento: è possibile avere già preinstallato Ubuntu Linux 13.04 Raring 64 bit o Linux Mint 15 Olivia.

Oneklick ONE8 è già disponibile direttamente dallo store online a 279,00 € iva inclusa.

  • Jack O’Malley

    Lo stò provando da un paio di giorni sul mio Motorola Atrix (sul quale ho una ROM eccezionale che si chiama Neutrino, la quale lascia libera molta RAM rispetto all’Android di serie) e devo dire che è veramente strano vedere Ubuntu o Lubuntu sull display dello smartphone e collegato col cavo HDMI alla TV è spettacolare.

  • stoddard

    In attesa di provarlo mi pongo pero’ una domanda.
    Curiosando un po’ in giro e vedendo le caratteristiche : premesso che sui tablet ( non parliamo degli smartphone) attualmente in circolazione
    -la microcard embeddata e’ quasi sempre di 4 GB
    – che Ubu richiederebbe anche nella versione light almeno 2.5GB di spazio -oltre quello di android-
    -che android gia’ occupa parte della microcard di suo
    -che Ubuntu gira internamente a android ( se ho ben capito )
    come si concilia il tutto ?
    Ad esempio tra i dispositivi supportati e’ indicato il Dell Streak Mini 5 : ha solo 2GB di microcard ! E dove lo metto Ubuntu ?
    Va per caso nella microcard dello slot , quella rimovibile ?
    Non mi pare proprio.
    Grazie per le eventuali spiegazioni

    • Jacko3

      Esatto, la cartella ubuntu va creata proprio nella SD esterna ed Ubuntu gira da lì.
      Nonostante questo, visto il dispositivo embedded, gira molto fluidamente.

    • stoddard

       Grazie jacko.
      Allora magari tra oggi e domani la provo.
      ( per me il mio tablet fara’ una pernacchia, ma non si sa mai :lol:)

    • se hai un tablet con 4gb di memoria non va perché servono 3.5 solo per il sistema operativo (512mb sono di norma utilizzati per androdi) aggiungi qualcosa ed ecco che non hai più spazio disponibile
      ti conviene installarlo con una sd esterna da almeno 4gb
      io lo installato su tablet e funziona discretamente logicamente è un dispositivo mobile sulla quale è stata adattata una distro per pc

      • stoddard

         Un ulteriore chiarimento, sono niubbo totale con android.
        In teoria , scaricata la apk , quando la lancio di default dovrebbe installarsi sulla sdcard interna (?).
        Come oriento la installazione di Ubuntu sulla sdcard dello slot ?
        N.B. sono in fase di approccio e comprensione del sistema ( prima di fare pasticci irreparabili) e quindi ad ora non ho ancora rootato il tablet. Quindi se esistono prerogative di root che consentono di fare quanto detto ( installazione su sdcard esterna) negate all’ user di default non ne sono a conoscenza.
        Sull’ android market inoltre e’ comparso un intervento
        https://market.android.com/details?id=com.zpwebsites.ubuntuinstall
        che dice che non si puo’ fare su card esterna. (???)

  • Fabio

    Ok, è tutto molto carino, ma a che serve?

    • Jacko3

      Mah, a cosa potrebbe servire avere la propria distro sempre con sé…..

      • puoi avere alcune applicazioni che non ci sono per android

        • Fabio

          In realtà avere la propria distro sempre con se non vedo a cosa possa servire. Invece fa comodo avere i propri dati sempre con se, quello si, e ad es. non so come gli odf siano gestiti su android, se ci siano programmi in grado di crearli/modificarli, però mi sembra un po’ una forzatura, un “esercizio di stile” diciamo, come può girare una distro pensata per il pc su un cellulare?
          Ciao

          • Lorenzo Monacelli

             L’usabilità dipende dal client VNC che si usa per interfacciarsi con ubuntu.
            androidVNC (come consigla l’applicazione) mi sembra molto comodo. Permette di ingrandire lo schermo per raggiungere anche con schermi piccoli tutti gli angoli e le icone, i tasti come Ctrl-Alt.. possono essere inviati con un impostazione…

            Alcune cose sono un po’ macchinose, ma se devi scrivere un testo con word è comodo!
            Quanto alla velocità… lxde va veloce pure su pc di 15 anni fa, quindi è molto reattivo, si accende in un paio di secondi e reagisce velocemente quanto un normale pc moderno.

    • Lorenzo Monacelli

       Io lo trovo utilissimo!!!
      Programmo su android come se stessi su pc anche in treno, e posso modificare i documenti office direttamente dal cellulare ovunque. In pratica puoi farci tutto quello che ci fai su pc con il vantaggio che lo puoi fare ovunque,

      secondo me è davvero molto utile!

  • Lorenzo Monacelli

    Ho provato archlinxu arm sul mio asus transformer prime istallato in questo modo, ho trovato un modo per bypassare la necessità di avere un kernel che supporti il loop, che comportava l’obbligo di istallare una rom personalizzata su quasi tutti i dispositivi.

    Facciamo caso di istallarlo su una schedina microsd esterna:
    da un pc linux dare questi comandi :dalla cartella con il file ubuntu.img:

    sudo mkdir /mnt/mount_ubuntu
    sudo mount -o loop ubuntu.img /mnt/mount_ubuntu/
    sudo cp -rf /mnt/mount_ubuntu/* /media//

    Dove ovviamente occorre cambiare con il nome della propria sd

    L’ultimo comando potrebbe durare un po’ di tempo, dipende da quanto è grossa l’immagine .img.
    A questo punto per usare ubuntu su android basta aprire il terminale, ottenere i privilegi root (con il comando su) e dare i seguenti comandi:

    cd /
    mount -t proc proc proc/
    mount -t sysfs sysfs sys/
    mount /sdcard sdcard/
    chroot . /bin/bash                   (se questo non funziona dare:    chroot . /bin/sh)
    export PATH=/bin:/usr/local/bin:/usr/bin:/sbin
    export USER=root
    export HOME=/root
    vncserver -geometry 800×480

    A questo punto ci si può connettere con vnc come si faceva prima, ricordatevi di sostituire all’ultimo comando 800×480 con la risoluzione schermo del vostro dispositivo

No more articles