Il mercato dei pc è in piena crisi con livelli tra i più bassi della storia, solo un’azienda produttrice in questo periodo è riuscita a chiudere sempre in positivo: è Lenovo.

Lenovo
La crisi e l’arrivo dei tablet ha portato un notevole calo nelle vendite da parte dei personal computer i quali, secondo Gartner, sta passando il peggior periodo della storia.
Gartner ha da poco rilasciato alcune statistiche riguardanti l’andamento del mercato dei personal computer previsto per il secondo trimestre confermando un calo nelle vendite ai livelli più bassi della storia. Nel secondo trimestre del 2013 si sono venduti in tutto il mondo 76 milioni di pc, con un calo in ogni mercato compreso quello statunitense con il -1,4%, la società d’analisi IDC ha indicato una contrazione del 11.4% con un crollo di vendite che fino a 3/4 era inimmaginabile. Ma non tutti hanno chiuso il secondo trimestre con il segno meno, la multinazionale cinese Lenovo è riuscita a chiudere il secondo trimestre con un  + 0.6% con un market share al 16.7% che va a superare HP ferma al  16.3%  candidandosi quindi leader del mercato. Al terzo posto troviamo Dell con l’11,8%, al quarto posto troviamo Acer la quale la chiuso il secondo trimestre con un calo di vendite del 35% poco più di Asus che ha segnalato un calo del 21%.

Crolla anche il mercato dei notebook e ultrabook con un calo del 6.5% nel secondo trimestre dell’anno segnando il peggior risultato registrato negli ultimi 11 anni. Secondo Gartner nel 2013 il mercato personal computer segnerà un declino del 10.6%, i tablet invece aumenteranno del 67.9%.
Ricordiamo che Lenovo è un’azienda che sta investendo molto anche in Linux sia da parte dello sviluppo che in accordi commerciali con Canonical, Red Hat e SUSE oltre a disporre di diversi modelli con Linux o senza sistema operativo (freedos).

via – itespresso

No more articles