exfat-nofuse è un nuovo progetto che punta a fornire il supporto nativo per il filesystem exFAT direttamente dal Kernel Linux.

exFAT  nativo per il Kernel Linux
exFAT (Extended File Allocation Table o Tabella di Allocazione File Estesa) è un file system sviluppato da Microsoft dedicato principalmente per memorie flash. Particolarità di exFAT o FAT64 è la possibilità di salvare file di dimensioni superiori a 4 GB all’interno di memorie flash come pendrive, SD ecc oltre ad introdurre alcune migliorie varie che lo rendono molto più completo e funzionale del buon vecchio FAT32.
Attualmente Linux supporta exFAT grazie ai driver fuse-exfat che uniti al tool exfat-utils ci permettono di montare e creare partizioni in exFAT direttamente dalla nostra distribuzione.
Grazie al lavoro di alcuni sviluppatori arriva il nuovo progetto exfat-nofuse che va ad inserire il supporto nativo direttamente dal Kernel Linux. Il nuovo supporto nativo di exFAT per Linux permette sia la lettura che la scrittura offrendo un’ottima stabilità già dalle prime versioni in fase di sviluppo.

exfat-utils molto probabilmente non verrà integrato nel kernel Linux, sarà possibile installare i moduli in un secondo momento. E’ possibile installare exfat-nofuse solo in Kernel 3.8.11 e versioni successive, nei prossimi aggiornamenti arriverà il supporto anche per le versioni precedenti.
Per Arch Linux installare exfat-nofuse è molto semplice grazie ad AUR, per Ubuntu e altre distribuzioni Linux con Kernel 3.8.11 e versioni successive basta digitare:
sudo apt-get install git
git clone https://github.com/rxrz/exfat-nofuse.git
cd exfat-nofuse
make
sudo make install
sudo modprobe exfat_fs

e riavviamo

Home exfat-nofuse

via – phoronix

No more articles