Samsung, una delle più importanti aziende produttrici di smartphone e tablet, sta lavorando nello sviluppo di un nuovo sistema in grado di fungere d’antifurto bloccando il device da remoto rendendoli inutilizzabili.

Nei giorni scorsi si sono tenuti a New York e San Francisco due importanti incontri tra i principali produttori di smartphone e tablet al mondo per parlare  dei furti di device che sta diventando un vero e proprio problema sociale non solo negli stati uniti ma anche nel resto del mondo Italia compresa. L’idea dell’incontro è quella di creare nuovi sistemi in grado di ridurre il furto di smartphone e tablet visto i dati riportati allarmanti riscontrati in questo periodo. Solo nel 2012 negli stati uniti ben 1,6 milioni di cittadini sono stati vittime di furti di smartphone e tablet, in diversi casi il malcapitato ha subito anche danni fisici. Durante gli incontri Samsung ha dichiarato di aver sviluppato un nuovo sistema in grado di disattivare i device da remoto rendendoli cosi inutilizzabili.

Il nuovo antifurto targato Samsung potrebbe già approdare a fine luglio e consentirà agli operatori e produttori di bloccare il dispositivo da remoto oltre a rimuovere completamente tutti i dati sensibili. La nuova funzionalità denominata anche kill switch permetterà quindi di rendere inutilizzabile il dispositivo andando cosi a ridurre i furti in modo rapido e veloce e senza costi aggiuntivi da parte del malcapitato utente.
C’è da chiedersi se questa funzionalità funzionerà su qualsiasi Rom oppure su quelle ufficiali e se in caso di blocco il ladro possa o meno ripristinare il dispositivi con vari re-flash ecc.

via blog.laptopmag

No more articles