Gli sviluppatori del progetto Peppermint OS hanno annunciato il rilascio della quarta release “Four” basata su Ubuntu 13.04 Raring con diverse novità incluse dedicate principalmente al Cloud.

Peppermint OS Four
Peppermint OS è un progetto che punta ad offrire un sistema operativo leggero che possa essere utilizzato su qualsiasi tipo di pc anche se questo è datato e con poche risorse disponibili. Gli sviluppatori hanno pensato inoltre d’integrare diverse applicazioni rivolte verso il “cloud” oltre ad includere diverse applicazioni tra le più utilizzate in Linux. Peppermint OS Four è una nuova release basata sul nuovo Ubuntu 13.04 Raring il quale va a rendere più stabile, performante e sicura la distribuzione grazie a diversi aggiornamenti e migliorie varie. Basata su ambiente desktop LXDE utilizza come window manager Xfwm4 (di default in XFCE) il quale include trasparenze, ombre ecc e la funzionalità Aero Snap con la quale potremo massimizzare la finestra trascinandola nella parte alta del desktop, se invece la spostiamo sul bordo sinistro o destro del desktop verrà massimizzarla fino a metà schermo.

Tra le principali caratteristiche di Peppermint OS Four troviamo l’installazione di default di GWoffice applicazione open source con la quale potremo operare in Google Docs (la suite per l’ufficio online sviluppata da Google) all’interno del nostro desktop senza accedere al browser. GWoffice ci permette di operare in Google Docs come se fosse installato all’interno della nostra distribuzione con la possibilità di visualizzazione, modificare o creare documenti, fogli di calcolo, presentazioni ecc.
Altra caratteristica che rende unico Peppermint OS Four è integrazione di un proprio sistema per l’utilizzo di altre applicazioni e software web (SaaS) e una piattaforma con applicazioni di servizio (PaaS) basata su un framework denominato ICE. Questa soluzione ci permette di cerare applicazioni web dei propri siti o social preferiti ed integrarle nel sistema operativo. Secondo gli sviluppatori utilizzando SBB per le applicazioni web (al posto di applicazioni web create con Chrome / Chromium o altri browser) richiede meno risorse oltre ad offrire una maggiore stabilità confronto le applicazioni web create da browser. Tra le applicazioni di default presenti in Peppermint OS Four troviamo Chromium come browser di default, LibreOffice e il client email Evolution e altre applicazioni oltre ad includere codec audio e video, font Microsoft, Flash Player e Java.

Home Peppermint OS Four

  • Sabbath

    mi ha sempre incuriosito questa distro, qualcuno mi sa dire come gira?

    • js3

      io l’ho provata sul mio portatile (ormai anche vecchiotto…) ed è una scheggia! non fai in tempo a cliccare per aprire un programma e già è aperto!

  • vasco

    stupenda meglio del lubuntu….ma mi dava fastidio che non aveva login automatico nelle prime versioni 2 e 3

  • Antonio G. Perrotti

    sto usando WattOs da qualche giorno, molto personalizzata. mi sembra molto più veloce di ubuntu+lxde che uso di solito, con le stesse applicazioni. da cosa dipende? Peppermint mi sembra troppo “cloud-oriented”, ma credo che la proverò.

    • penso che la velocità sia dovuta principalmente alle ottimizzazioni integrate dal team wattos se non erro la distribuzione ha già attivo zram e altri moduli dedicati proprio ad una migliore gestione delle risorse in pc datati

    • Drumsal

      Se riesci a dare un feedback di confronto tra questa e wattos te ne sarei molto grato. Le ho sott’occhio tutt’e due, ma non riesco a decidermi e sinceramente non ho avuto tempo di confrontarle di persona. Dalla documentazione, Peppermint sembra carina!

      • Antonio G. Perrotti

        per ora posso dirti che finora usavo ubuntu installato con la minimal e lxde+thunar e xfdesktop. ho provato a installare Wattos con le stesse personalizzazioni e applicazioni ed è risultato molto più veloce, in particolare l’avvio e l’apertura delle applicazioni e del file manager (thunar, pcmanfm lo trovo troppo limitato) peppermint l’ho provata live, e l’unica differenza che ho notato guardando i ppa di default è che ci sono alcuni pacchetti, fra cui coreutils, che vengono dal loro ppa, quindi sono sicuramente modificati in qualche modo. non uso servizi cloud quindi su questo non mi posso pronunciare. il tutto su un portatile Compaq Presario CQ56 del 2009 con processore AMD V140 e scheda grafica ATI Mobility 4250, col driver fglrx “normale”, il 13.1 legacy mi provoca freeze continui e ho rinunciato ad usarlo. se mi procuro un’altro pc provo ad installare Peppermint per vedere se ci sono differenze evidenti. spero di esserti stato utile.

        • Antonio G. Perrotti

          ah, dimenticavo: ho installato la versione R5, basata su 12.04 LTS.

          • Drumsal

            Grazie, cmq in settimana farò in modo di installare Peppermint, e vediamo che ne vien fuori

No more articles