Thomas Voß, principale sviluppatore del nuovo server grafico MIR di Canonical ha rilasciato alcune immagini che confermato che XMir supporta Gnome Shell, XFCE e LXDE per KDE invece ci sono ancora diversi problemi da risolvere.

XMir in Gnome Shell su Ubuntu
Il nuovo server grafico MIR interamente sviluppato da Canonical ha portato l’attenzione da parte di molti sviluppatori e utenti visto che potrebbe diventare presto una valida alternativa non solo al buon vecchio X.org ma anche al nuovo Wayland. La recente mailinglist di Jonathan Riddell intitolata “non-Unity flavours and Mir” ha fatto scatenare diverse polemiche riguardanti MIR il quale secondo molti potrebbe funzionare solo su Unity tagliando cosi fuori le altre distribuzioni e ambienti desktop. A quanto pare il nuovo server grafico MIR non solo comincia a supportare ottimamente il nuovo ambiente desktop Unity 8 ma anche Gnome Shell, XFCE e LXDE. A confermarlo è Thomas Voß, uno dei principali sviluppatori di MIR, il quale ha rilasciato  nel proprio account Google+ alcuni screen di XMIR in Gnome Shell, XFCE e LXDE. Tutto questo è possibile grazie a XMir è un layer di compatibilità per X.org sviluppato per poter eseguire in MIR tutti i software che attualmente supportano X.org.

Attraverso MIR e XMir ambienti desktop leggeri come XFCE e LXDE potranno ben presto beneficiare di migliori performance grafiche oltre ad una maggiore stabilità confronto il buon vecchio X.org anche se il lavoro da fare è ancora molto e con tanti bug e problemi vari da risolvere.  Per KDE invece dovremo ancora aspettare prima di vedere XMir attivo, per intanto comunque le notizie che arrivano su Mir sono molto confortanti.

via

No more articles