Asus ha presentato i nuovi pc all-in-one con schermo da 23 o 27 pollici touch screen e dotati di processori Intel Core di quarta generazione.

Da Asus arrivano due interessanti pc desktop che vanno ad ampliare la propria offerta di sistemi all-in-one sviluppati principalmente per offrire una valida alterantiva ad iMac di Apple e altre sistemi “tutto incluso” di Sony, Hp e Lenovo. Asus ET2311 e ET2702 sono pc all-in-one dotati di schermo IPS multi touch da 23 e una risoluzione da 1920 x 1080 pixel o 27 pollici con una risoluzione da 2560×1440 pixel. Vengono rilasciati entrambi con nuovi processori Intel Core di quanta generazione con architettura “Haswell” e una scheda grafica dedicata NVidia GeForce GT 740M con 8 o 16 GB di memoria RAM. Per lo storage troviamo un’hard disk da ben 3 TB oppure una SSD da 128 DV accompagnata da un’hard disk da 1TB, per la connettività traviamo Wireless 802.11ac nuovo standard che oltre ad essere più semplice da configurare sarà 16 volte più veloce e avrà una maggiore portata (si parla di oltre 200 metri).

I nuovi Asus All-in-One ET2311 e ET2702 dispongono di 5 porte USB 3.0 HDMI in e out e lettore Blu-ray e un potente sistema audio SonicMaster Premium che assieme al subwoofer Mighty Bass assicura un’alta qualità audio.
I nuovi pc All-in-One di ASUS vengono rilasciati con Microsoft Windows 8 preinstallato anche se potremo installare in dual boot Ubuntu o altra distribuzione Linux che supporti UEFI Secure Boot e godere dell’esperienza touch in ambienti desktop come Unity, Gnome Shell o KDE.

Asus ET2311 e ET2702 li possiamo trovare in vari store italiani come:

sdoo_partnerId = “ifflorg”;
sdoo_search = “asus_et2311”;
sdoo_width = 200;
sdoo_height = 160;
sdoo_format = “textCompact”;
sdoo_linkColor = “#CC0000”;
sdoo_langCode = “it”;
sdoo_countryCode = “it”;
sdoo_categoryId = 1; // opt.

via asus.com

  • Sembra efficace

  • Pietro Cherubini

    Il mio segnale con Linux è sempre stato più forse rispetto a Win. Sapreste dirmi il perchè??

    • non lo so il perché dipende da molti fattori
      router, periferica ecc
      ad esempio sabato un asus ubuntu certificed con realteck wifi nemmeno di connetteva a 2 metri dal router (presente nella stessa stanza)
      moltissimi altri hanno questo problema non solo con Ubuntu ma anche con altre distro

      • occhio perché stare troppo vicini al router peggiora la connessione invece che migliorarla.

        • io ho il pc fisso a mezzo metro dal router e non mi da problemi
          comunque non sei il primo che me lo dice

          • Anche a me la connessione funzione, la differenza e che quando sono a mezzo metro dal router o una tacca se mi metto a 3/5 metri il segnale diventa full

          • il problema comunque c’è anche se si avvicinano 2 pc con il wifi
            da vicino la connessione non funziona

  • Francesco

    Aiuto!!!
    Ho provato queste modifiche ma niente. Ora però non so se per questa modifica, che ho fatto alle impostazioni, non si connette più Pidgin.
    Come posso fare per ripristinare la situazione precedente ?
    Ho già rimosso le 3 righe da file  /etc/sysctl.conf
    ho anche fatto sudo /etc/init.d/networking restart ora non so cosa devo fare con l’ ultimo comando : sudo iwconfig wlan0 rate 54M
    L’ importante è che riesca a rispristinare come era prima che anche se il segnale era debbole funzionava TUTTO BENE.
    Grazie.

    • se rimuovi quello che hai inserito la connessione ritorna come prima
      la guida non va a toccare alcuna configurazione di rete ne tantomeno che di pidgin

  • DnaX

    Ma come riesce a risolvere il problema del segnale modificando dei parametri dello stack TCP/IP? Al massimo permette di mitigare il fatto del segnale ottimizzando alcune impostazione dei pacchetti. Ma non risolve il problema del segnale. Che non è una sensazione, molti driver ( come il mio, carl9170 per Atheros) non implementano alcuni algoritmi per mantenere la comunicazione con poco segnale.

  • Yobdab

    per me che uso linux da anni = no problem. per altra gente che conosco = reinstallato windows.  peccato…  steve. RN.

  • P91paul

    ora dovresti dire per ciascuna di quelle tre righe nonchè per l’ultimo comando cosa ESATTAMENTE fanno. Ammesso che tu lo sappia… So che mi dirai prova io ho visto che funziona!

    In particolare le ultime due (window_scaling e ecn) si limitano a disabilitare 2 servizi che aiutano a gestire la congestione della rete tcp… sarebbero da disabilitare in casi estremi in cui è provato che danno problemi! e in ogni caso non hanno alcuna relazione con l’interfaccia wireless.L’unico comando che ha a che fare con il wireless è l’ultimo…
    sudo iwconfig wlan0 rate 54MLa cosa spettacolare, è che subito dopo fai riavviare il pc, e questa impostazione va immediatamente persa! non che ci siamo persi nulla, se la scheda non supporta i 54M non fa nulla, se supporta bit rate superiori la rallenta un pò….Perchè non puoi dire provate a eseguire questi comandi:sudo sysctl -w net.ipv4.tcp_syncookies=1sudo sysctl -w net.ipv4.tcp_window_scaling=0sudo sysctl -w net.ipv4.tcp_ecn=0in questo modo i cambiamenti sono _temporanei_, si perdono al riavvio del pc; solo se portano dei miglioramenti applicarli in sysctl.conf.È vero dovrebbe essere compito dell’utente evitare di applicare a caso modifiche a file di configurazione su consiglio di fonti dubbie ricordandosi ciò che viene scritto sul terminale la prima volta che si usa il comando sudo… ma se anche uno cerca di andare incontro agli utonti evitando di fargli fare danni non è grave.

    “Ecco come possiamo risolvere questo problema.”bella come frase. se sai cosa stai dicendo….

    • saibal

      quando poi mi chiedono perchè linux non si diffonde tra gli utenti desktop la risposta è semplice: perchè esistono troppi tutorial come questo che non fanno altro che incasinare i pc delle persone.

      un tutorial dovrebbe essere il risultato di esperimenti precisi… non la traduzione di comandi a cazzo di cane letti chissà dove

      • matteo

        Confermo… Questa guida è una cazz**a

        • dovresti spiegare il motivo però

          • matteo

            ho fatto qualche ricerca, e quello che afferma l’utente sopra (P91paul) è vero. sono tre comandi da terminale a casaccio che nulla aggiungono o tolgono alla ricezione del wifi. provare per credere
            PS leggi i commenti sopra il mio

          • Utilizzo gli stessi comandi in più pc ed ha molto spesso migliorato la ricezione se nel tuo caso non ha risolto vuol dire che i problemi sono a monte dovuti ad driver o kernel

          • matteo

            ragazzo mio, il terzo comando è attivo solo sulla sessione in corso, al riavvio non c’è più, ritorna alle impostazioni di default! quindi la sua utilità è molto limitata… in casa ho tre pc, un fisso il mio portatile e quello di mio fratello. ammetto che non possano essere considerati come un campione statistico adeguato… ma nessuno dei tre ha fatto una piega ai comandi dati sopra. hanno hardware molto differente tra loro, ma sono tutti adeguatamente riconosciuti da linux, tant’è vero che, eccetto uno, non necessitano di driver proprietari di alcun genere. quindi quando ho provato questa guida, per riempire il gap di prestazioni che c’è tra win e linux su tali macchine, e non ho risolto nulla, ho dato uno sguardo ai commenti. Il commento postato poco sopra, che spiegava cosa fanno i comandi da te inseriti, è stato illuminante, vale a dire almeno ho capito come mai non cambiava nulla, perchè effettivamente non fanno cambiare nulla, se non nella sessione attuale!

          • in teoria non vengono rimossi dalla sessione in tal caso basta bloccarlo con sudo chattr +i /etc/sysctl.conf

            quindi come vedi tutto è risolvibile da notare inoltre che se ti fai una giretto anche il forum ubuntu o altri forum di distribuzioni linux i comandi indicati molto spesso funzionano

            molto spesso è più facile criticare che non magari indicati eventuali errori

            detta cosi come hai scritto te è come se avessi scritto niente dato che non riporti ne la distribuzione che utilizzi e tanto meno il modello della scheda wireless

            molto spesso è più facile criticare che cercare di risolvere il problema magari fornendo informazioni utili per carcere di risolverlo ma lo so è più facile scrivere: “Confermo… Questa guida è una cazz**a” che in indicare che cosa la scheda wireless oltre a fornire informazioni come kernel, modello ecc

            per fortuna linux non è fatto solo di gente che va in giro a criticare ma cerca di dialogare con gli sviluppatori o normali utenti in per risolvere i problemi

No more articles