Motorola Moto X
Arriva la conferma del rilascio di Motorola Moto X primo smartphone realizzato e progettato dall’azienda di Mountain View dall’acquisto di Motorola. Motorola Moto X sarà anche il primo smartphone interamente realizzato negli Stati Uniti, successivamente anche molti altri device targati Google / Motorola verranno prodotti nel suolo americano. A confermarlo è Dennis Woodside (attuale Ceo di Motorola) durante la conferenza D11 il quale ha parlato anche del futuro dell’azienda. “Motorola tornando ad essere l’aziende pioniere del mercato delle tecnologie portatili e cellulari” con queste parole Woodside ha voluto confermare come Google voglia riportare Motorola agli albori passati rilasciando nuovi device in grado di riportare l’azienda tra le top del mercato.

A dare il via alla nuova era di Motorola sarà il nuovo Moto X smartphone progettato, realizzato e assemblato in Texas in una fabbrica che darà lavoro a ben 2.000 persone tra operai, tecnici, ingegneri ecc. La fabbrica dove verrà prodotto il nuovo Motorola Moto X è di proprietà della corporation di Singapore Flextronics azienda già da anni partner di Motorola. Dennis Woodside ha indicato che produrre nuovi device “in casa” porterà diversi vantaggi da un più veloce rilascio di nuovi modelli ad un maggiore adattamento ai trend e commercializzazione di nuovi smartphone sopratutto in nord america. Oltre alla produzione di smartphone e tablet Motorola rilascerà anche diversi progetti secondari come il tatuaggio elettronico e nuove pillole che nello stomaco genera una password organica da 18 bit perché secondo Woodside  “Motorola sarà presto anche leader della biotecnologia”.
Il primo atto della  rinascita di Motorola è previsto per ottobre 2013 quando verrà rilasciato il primo Moto X made in USA.

via news.cnet

  • alessandro

    io ho disattivato il servizio bluetooth togliendolo dalla lista delle applicazioni all’avvio,
    per visualizzarle ho lanciato questi 2 comandi:Comando 1:cd /etc/xdg/autostart/Comando 2:sudo sed –in-place ‘s/NoDisplay=true/NoDisplay=false/g’ *.desktop

  • Federico Boscherini

    Ottima guida, sono sempre più convinto però che se Ubuntu vuole fare veramente un passo di qualità deve fornire / creare uno strumento in modo da mettere mano alla modifica di script di sistema solo nei casi più estremi. 
    Capisco la semplicità del ‘apri questo inserisci questo’, ma la semplicità di un pulsante non la batte nessuno

  • Ste

    provato con xubuntu e non funziona

  • piviul

    non mi sembra una buona idea perché per riattivarlo bisogna poi riattivarlo da root. La cosa migliore sarebbe forse inserire il comando fra le apllicazioni d’avvio dell’utente.

  • Hilemec

    funziona bene anche su 14.04 e derivate
    Ps. sotto viene detto che bisogna riattivarlo da root:
    errato l’icona BT rimane spenta all’avvio ma cliccandoci
    sopra si può riaccendere. Bravi…..

No more articles