la stazione spaziale internazionale ISS passa a Linux
Grazie anche alla crisi economica molti enti pubblici, aziende ecc stanno passando a Linux rimuovendo dai propri sistemi Microsoft Windows per passare al sistema operativo libero.
Con un recente post nel proprio sito ufficiale la Linux Fontation ha annunciato la Stazione Spaziale Internazionale (ISS) è passata all’utilizzo di Linux per i propri sistemi.Nei computer della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) verrà quindi rimosso Microsoft Windows XP per far posto a Debian 6 Squeeze. Secondo alcune indiscrezioni la società che fornisce i pc installati nella stazione spaziale internazionale (la United Space Alliance) ha deciso di migrare i propri sistemi operativi da Microsoft Windows XP a Debian 6 distribuzione stabile e sopratutto sicura. La NASA già utilizza Linux nei propri sistemi di terra (principalmente utilizza Red Hat) e ora anche gli astronauti potranno utilizzare il sistema operativo universale per poter operare dallo spazio su alcune funzionalità come la rilevazione e segnalazione della posizione, gestione delle videocamere (gestite da una rete OpsLaN), creazione e gestione di inventari ecc.

Il passaggio da Windows XP a Debian 6.0 verrà effettuato dalla NASA in collaborazione con la Linux Fondation che seguirà tutto il processo dalla rimozione all’installazione e configurazione del sistema operativo.
Pensare che la Stazione Spaziale Internazionale utilizzava Windows Xp e non è ancora caduta sopra le nostre teste è un buon traguardo per Microsoft, ora con Linux la Nasa può davvero pensare di arrivare presto su Marte!
Ringrazio Patris N per la segnalazione
No more articles