Gnome Terminal e lo sfondo trasparente
L’arrivo di Gnome 3 e sopratutto di GNOME Shell, ha portato un cambio radicale nell’esperienza utente oltre alla rimozione di molte funzionalità, scatenando diverse critiche verso lo sviluppo del famoso ambiente desktop. Alcune scelte di GNOME hanno fatto molto discutere fin dall’inizio, a partire dal tasto spegni rimosso (e successivamente reinserito con il rilascio di Gnome 3.4.x) facendo arrabbiare moltissimi utenti, fino ad arrivare al nuovo Nautilus (adesso chiamato Files), il quale oltre ad un restyling dell’interfaccia grafica ha subito la rimozione di alcune opzioni, novità che non sono piaciute anche in questo caso a diversi sviluppatori e utenti.
GNOME 3.8 ha apportato varie migliorie all’esperienza utente, ma anche in questo caso la rimozione di alcune funzionalità, tra queste la possibilità di avere lo sfondo trasparente in Gnome Terminal. Tra le tante opzioni disponibili in Gnome Terminal, troviamo anche la possibilità di personalizzare sia lo sfondo che i caratteri utilizzati. Nella sezione sfondo possiamo utilizzare ad esempio un’immagine preferita, oppure renderlo trasparente come abbiamo visto in questa nostra guida, ma a causa di un bug (Bug 698544) riscontrato nella versione 3.7.x in fase di sviluppo, il team Gnome ha deciso di rimuove l’opzione per gestire l’opacità nello sfondo del terminale in Gnome 3.8. Un utente ha chiesto gentilmente nel portale  bugzilla.gnome.org se sarà corretta e ripristinata questa funzionalità  e la risposta degli sviluppatori è stata un secco “NO”.

A quanto pare lo sviluppatore non aveva tempo di spiegare il problema oltre a indicare che molto probabilmente questa opzione non verrà più introdotta nei prossimi aggiornamenti.
Sembrerebbe che il team GNOME, dalla versione 3.x, non ami molto parlare con i propri utenti, probabilmente viste anche le tante critiche su rimozioni di funzionalità e altre scelte alquanto discutibili. Per il Progetto Gnome è un periodo nero visto che dall’arrivo di Shell ha perso molti utenti, e questo sicuramente non è il modo appropriato per riconquistarli.

via

No more articles